Seleziona una pagina

Alternative Data: cosa sono e perché sono importanti

Hai sentito parlare di Alternative Data oltre che di Big Data e vuoi saperne di più? Magari potrebbero essere funzionali al tuo business? Bene! E’ sufficiente che ti metta comodo, perché questo articolo fa al caso tuo. Devi sapere che i dati tradizionali possono dare una vista solo parziale su una determinata situazione analizzata e quindi risulta opportuno integrare tali dati con quelli di nuova generazione, come gli Alternative Data.

test web analytics specialist e alternative Data

Cosa sono gli Alternative Data

Gli Alternative Data, possono essere definiti come dati di nuova generazione non convenzionali che restituiscono informazioni complementari e correlate ai dati cosiddetti tradizionali o comuni, per una migliore analisi e un punto di vista diverso.

Ma facciamo un esempio di Alternative Data cosi da capire meglio. Innanzitutto immaginiamo che ti voglia presentare in banca per richiedere un finanziamento al fine di ristrutturare il tuo ristorante. L’istituto di credito farà tutti gli accertamenti del caso sulla tua possibilità di restituire l’intero importo del prestito, compresi gli interessi stabiliti.

Oltre però ai dati convenzionali, la banca potrebbe ad esempio controllare la presenza e il seguito sui canali social della tua attività e le recensioni rilasciate dai clienti, oltre all’esistenza di un suo sito internet ben fatto e frequentato dagli utenti. Questi dati, confrontati a quelli tradizionali, restituiscono un quadro più completo alla banca per decidere se rilasciare o meno il finanziamento.

Perché sono importanti gli Alternative Data

La gran parte dei dati al giorno d’oggi non è strutturata, cioè sono dati formati da note vocali, immagini e testi che vanno tradotti in numeri. Per questo motivo i professionisti del settore lavorano quotidianamente per trasformare l’immensa mole di dati a nostra disposizione in dati qualificati e utili, al fine di prendere la decisione giusta in ogni campo di business. Per dare l’idea, i gestori di fondi di investimento stanno cominciando a studiare Social, pagine online, news feed per prendere decisioni sui titoli di investimento dei propri clienti.

Perché sono importanti gli alternative Data

Gli Alternative Data permettono di andare oltre alle auto-dichiarazioni sui bilanci annuali rilasciate dalle aziende e analizzare l’effettiva sostenibilità delle stesse.

I fondi di investimento trattano capitali considerevoli e la scelta di estrapolare e trattare i dati alternativi è un’indicazione importante per chi fa business a livello aziendale e ancora non ha esplorato questo nuovo mondo costituito da montagne e montagne di dati.

Qual è la differenza tra Alternative Data e Big Data

Una prima distinzione può essere quella di definire i dati alternativi come un sottoinsieme dei big data, che rappresentano la mole di dati che stiamo creando tutti noi utenti digitali, con continue interazioni ai nostri apparecchi elettronici. Questi dati sono, per la maggior parte, non strutturati, quindi liberi e non ancora studiati per un fine specifico. Ogni volta che usiamo uno smartphone o accendiamo un pc lasciamo delle tracce a livello digitale, che rimangono li in attesa che qualcuno le analizzi per renderle funzionali ad un suo obiettivo.

Differenza tra Alternative Data e Big Data

Gli alternative data sono tra le tipologie di dati più difficili da estrapolare e analizzare perché rispetto ai big data classici viaggiano su un binario separato e correlato. 

Esempi di Alternative Data

Ora vedremo esempi di come alcune aziende utilizzano i dati alternativi per comprendere meglio il mercato e investire in maniera mirata il proprio capitale.

  • Amazon analizza i dati estratti dalla sua piattaforma e le relative tendenze, per valutare se concedere o meno il prestito ad una determinata azienda richiedente. 
  • Le aziende, attraverso il machine learning applicato alla enorme mole di dati in loro possesso, possono ricavare indicazioni sulla possibilità di sviluppo in una determinata area geografica del proprio business, valutando le ricerche sul web e i comportamenti online della popolazione locale.
  • Nel B2B la combinazione di dati classici e alternativi consente di stilare la previsione di crescita, potenzialità e spesa delle aziende clienti, cosi da scegliere a chi riservare la priorità di contratto e riservare un’offerta più ricca di contenuti e personalizzata a ogni cliente.
  • CONSOB in quanto regolatore può intervenire prontamente sulla veridicità dei dati presentatigli ed evitare disastri come Parmalat o Etruria, dato che online l’argomento era già caldo prima che scoppiasse ufficialmente lo scandalo.
  • A livello di mercato finanziario invece i dati alternativi possono rivelare i main signal e i weak signal in modo da prevedere tendenze che stanno nascendo, prima che raggiungano il loro reale valore di mercato e far cosi risparmiare gli investitori.
  • Novartis in termini di Data Science in Pharmaceutical Industry utilizza i dati degli Apple Watch (Sensors) per le loro ricerche.

Personale qualificato per il trattamento di Alternative Data

Se è tua intenzione investire nel campo dell’analisi dei dati per la tua impresa o sei interessato a specializzarti per poter trattare in futuro questi dati, devi sapere che è necessario personale qualificato per il trattamento di Alternative Data. Adesso vedremo quali sono le competenze richieste per essere considerati professionisti in questo campo.

Data Scientist

La figura che state cercando o a cui aspirate è esattamente il Data Scientist, professionista che è in grado di ricavare insights dalla mole enorme di dati, strutturati e non, che analizza al fine di aiutare a definire o raggiungere gli obiettivi aziendali.

La sua formazione è solitamente costituita da un diploma di laurea e da successive certificazioni a seconda dell’ambito di specializzazione, che può essere;

  • Telecomunicazioni
  • Sanità
  • Scienza
  • Social Networking
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza
  • Business
  • E-Commerce

L’obiettivo principale del Data Scientist è analizzare i dati e trasformarli in numeri chiari e comprensibili a tutti i componenti del processo aziendale, quindi anche quelli al di fuori dell’IT. Questo significa che la comunicazione dei vari reparti deve essere precisa e dettagliata, cosi che che l’analista possa restituire dati utili al fine di ogni dipartimento o settore dell’azienda. Quindi oltre le skill analitiche, il Data Scientist deve possedere abilità in ambito business, per tradurre i numeri da lui ricavati in consegne basate su dati.

Guida riassuntiva ai dati alternativi

Quindi ricapitolando, abbiamo visto vari esempi di come avere a disposizione più dati e diversi tipi di dati, possa consentire alle aziende di prendere decisioni più oculate per il proprio business. Ricordando sempre l’esistenza e lo studio dei dati tradizionali, da integrare ormai necessariamente all’analisi dei dati alternativi.

Come detto in precedenza, la maggior parte dei dati alternativi e dei big data in generale non è stata analizzata, anche se il trend è in netta crescita e sempre più professionisti si stanno specializzano in questo settore.

Se sei interessato al mondo dell’analisi dati digitali potrebbero interessarti gli articoli qui sotto ;)

web analytics manager Parole chiave Google AnalyticsSocial Media Analytics

Appassionato di Escursionismo e sport in generale, dopo un passato nel Real Estate come agente immobiliare abilitato, ho deciso di entrare nel mondo del Digital Marketing avendone intravisto le potenzialità presenti e future. Ora frequento il Digital Certification Program presso Digital Coach, dove ricopro i ruoli di Student Support Coordinator e Content Marketing Pratictioner.

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza sugli argomenti del Digital Marketing. Scegli gratuitamente tra oltre 30 Ebook di Digital Coach.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Digital Coach

13 Commenti

  1. Chiara Somansino

    Interessantissimo l’aspetto che banche e fondi di investimento stiano cominciando ad analizzare anche presenza online di aziende ed imprese per capire situazione finanziaria e solvibilità dei clienti che si rivolgono a loro. In effetti ci sono sempre più dati in circolazione bisogna solo trovare il modo di analizzarli. Furbi!

  2. Giorgia Menicucci

    Articolo molto dettagliato e interessante.

  3. Simona Biondi

    Distinzione interessante questa tra big data e alternative data, seconda categoria di cui non ero a conoscenza. Ho apprezzato molto l’articolo per la sua chiarezza nella descrizione delle sue peculiarità!

  4. Valeria Mucciola

    grazie per questo articolo, veramente ben strutturato e chiaro

  5. Manuel Lazzarotto

    Gli Alternative data praticamente donano una vista ai raggi X per poter analizzare in modo preciso un mercato, degli utenti , per avere le idee chiare su cosa fare per catturare l’attenzione del cliente o per muoversi nel miglior modo possibile nel proprio settore di riferimento conoscendo alla perfezione il “campo da gioco”. E’ un’arma in più che fa’ la differenza e da’ la possibilità ad un’azienda di fare un grande salto di qualita’

  6. Erika Baggetto

    Ho sempre sentito parare di big data, non conoscevo gli Alternative. Questo articolo fornisce una prima generica idea di cosa sono gli Alternative data e a cosa servono.

  7. Leonardo Taverna

    Conoscevo la definizione di big data ma non quella di alternative data. Oggi, chi è in grado di analizzare e gestire i dati è sicuramente un passo avanti a tutti gli altri. Il data science è una figura che mi affascina e credo che, col passare del tempo, risulterà sempre più centrale all’interno di un’azienda. Articolo consigliato!

  8. Ale.risi88

    Informazioni utili e preziose per chi, come me, è un amante di analisi dei dati, una competenza affascinante sempre più richiesta nel mondo del lavoro!

  9. Manuela Di Cosimo

    Grazie a questo articolo, ho conosciuto l’esistenza degli Alternative Data e compreso la loro importanza.

  10. Ilenia Sini

    Molto interessanti gli esempi di come vengono utilizzati gli alternative data dalle aziende. Bell’articolo.

  11. Luca Vanoli

    Per qualunque azienda, tutta questa mole di dati sono un punto fondamentale per lo sviluppo di strategie di marketing vincenti.

  12. Davidmaddaloni87

    Articolo molto interessante, spiega bene nei dettagli il valore dell’alternative data.

  13. Lorenzo Nobili

    Interessante questa alternativa ai Big Data, da impiegato in una Software House che si occupa di BI le nozioni di questo articolo mi saranno sicuramente utili.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.