Seleziona una pagina

 

Brand Identity nella lingua italiana corrisponde all’identità di marca ed è il modo in cui le persone identificano un’azienda, il suo business ed i suoi prodotti.
L’identità di un’azienda non corrisponde solamente al logo o al visual design presente nelle varie attività di marketing ma è l’insieme di tutti gli elementi che comunicano qualcosa del marchio:

  • Nome
  • Prodotti
  • Valori e obiettivi
  • Canali promozionali.

brand identity identità del marchioPer comunicare la propria identità oltre all’aspetto visuale è importante saper coinvolgere il pubblico per emozionarlo e permettergli di vivere un’esperienza piacevole grazie ai tuoi prodotti o servizi.

Oggi i canali a disposizione per comunicare con i propri clienti sono una moltitudine: siti web, social, e-mail, video sono solo alcuni esempi. Il marchio deve sapersi adattare ed integrare alle varie forme di comunicazione e di marketing con coerenza e costanza.

Se sei alla ricerca di come costruire una brand identity per lavoro o per la tua agenzia, se vuoi sapere cosa inserire per una corretta brand identity del tuo logo e sviluppare un business di successo o se vuoi fare un’analisi della tua brand identity continua a leggere questo articolo perché ti aiuterò a capire:

  • Che cos’è e perché è importante avere una brand indentity
  • Gli elementi che la compongono
  • Gli step per costruirla in modo efficace.

Se vuoi imparare a comunicare al meglio l’identità aziendale e trovare la giusta strategia per portare online un’attività iscriviti al corso digitalizza la tua azienda di Digital Coach la scuola di Digital Marketing n.1 in Italia.

 

Che cos’è la brand identity e perché definirla correttamente

 

La Brand Identity sono tutti i fattori visuali ed emozionali che permettono ad un brand di essere facilmente riconoscibile dalle persone. Oltre all’aspetto fisico ne definisce il “carattere” attraverso il tono di voce, i valori ed i principi trasmessi.
Fondamentale è saper comunicare, coinvolgere e convertire i propri clienti perché strutturare la propria identità in modo coerente permette di far percepire l’unicità ed il valore del tuo marchio.

 

Scarica gratuitamente la guida sulle strategie di Personal Branding

ebook persona branding

 

 

I 6 elementi che compongono la Brand Identity

Attraverso il Brand Identity prism di Jean-Noel Kapferer, leader internazionale del pensiero e della gestione del brand, possiamo definire i 6 elementi di maggior valore per la propria identità di marca.

In questo modo si considera l’identità di un marchio analogamente ad una persona fisica definendone tutte le caratteristiche.

Nel dettaglio le dimensioni del prisma sono:

  1. Physique (fisici)
    Sono tutti i dettagli fisici che distinguono il prodotto ed il brand (logo, colori, design, packaging).È il modo in cui vuoi presentarti e come vuoi venire percepito.
  2. Personality (personalità)
    È il tuo stile comunicativo: il tono di voce, il visual design ed il testo dei contenuti. Tutto ha bisogno di essere integrato: sito web, app, e-mail, canali social ecc. con coerenza e costanza.
  3. Relationship (relazione)
    La relazione tra il brand e i suoi clienti: tutto ciò che il cliente spera di ottenere al di là del prodotto o del servizio offerto.
  4. Culture (cultura)
    È l’insieme dei valori e dei principi su cui un brand basa il suo comportamento.
  5. Reflection (immagine riflessa) 
    Definisci le tue buyers persona per declinare il messaggio del tuo business in base al pubblico di riferimento.
  6. Self-image (auto immagine)
    Scopri come vuole apparire il pubblico e fai in modo che le loro aspirazioni siano riflesse nel tuo design.

Definire tutti questi componenti è molto utile per costruire un progetto: adattando le 6 sezioni ai tuoi prodotti, al tuo settore e al tuo pensiero fai il primo passo per la creazione di una identity di successo necessari per sviluppare il tuo marketing.

 

Fai un test e porta e porta online la tua azienda

test come portare la tua azienda online

 

Come costruire correttamente una Brand Identity in 3 step

Il processo che porta allo sviluppo di un’ottimale identità di marca è composto da 3 step comunicativi:

  •  Naming ossia scegliere il nome del brand
  •  Brand design composto dalle varie comunicazioni visive
  •  Brand strategy cioè il tipo di comunicazione utilizzato.

Il naming

Il nome è ciò che a primo impatto vuoi far ricordare della tua identità aziendale. È il primo elemento di distinzione nella mente dei consumatori: può suscitare interesse, trasmettere un’emozione e perfino raccontare una storia.

naming brand identity

Costruire e scegliere un naming efficace non è così semplice ma queste tre regole su come deve essere ti aiuteranno a fare la scelta giusta:

  1. Nuovo: il tuo business, i tuoi servizi devono differenziarsi dagli altri e soprattutto oggi con il web, i social e tutto il marketing digitale in genere scegliere un nome già esistente potrebbe compromettere la reperibilità del tuo sito nei motori di ricerca.
  2. Originale: usa tutta la creatività possibile, non fermarti alle prime idee ma fatti aiutare da associazioni mentali, semantica e figure retoriche. Il semplice nome deve far capire al cliente che vuoi differenziarti dagli altri, che hai qualcosa di diverso da proporre.
  3. Semplice e possibilmente breve per essere ricordato facilmente.

 

Il Brand Design

Il Brand design è formato dagli elementi visivi della propria comunicazione: è l’aspetto nettamente più efficace di ogni strategia di marketing perché le immagini necessitano di meno sforzo cognitivo per poterle ricordare.

Il logo può essere formato solo da lettere oppure accompagnato da un’immagine: deve in ogni caso essere coerente con il naming e con l’idea che vogliamo trasmettere.

brand strategy brand identity 2Anche in questo caso è utile seguire delle regole:

  1. La coerenza e la semplicità sono solitamente molto efficaci senza però dimenticare l’originalità.
  2. Scegliere il colore giusto è una forma di comunicazione molto efficace perché ogni colore richiama un’emozione: anche i colori del brand vanno scelti in base a ciò che si vuole comunicare ai consumatori. Il colore infatti è una sensazione che provoca nel nostro cervello determinati sentimenti. Per esempio i colori come il giallo, l’arancione ed il rosso sono positivi e stimolanti, il verde ed il blu ispirano fiducia.
  3. Valuta la possibilità di inserire un Payoff ossia uno “slogan” che accompagna il logo. È un breve elemento verbale che completa la sua composizione e descrive l’essenza di un marchio.
  4. Scegli la giusta corporate identity: tutti gli elaborati grafici permanenti della comunicazione del marketing aziendale cioè logo, biglietti da visita, carta intestata, buste commerciali, sito web, siti social, shopper ecc. devono fare riferimento ad una precisa e coerente immagine coordinata.

 

La Brand Strategy

Per Brand Strategy si intende il piano a lungo termine per creare e sviluppare un business di valore che riesca a dialogare con il proprio pubblico e che sappia suscitare in esso delle emozioni.

Comprende tutte le operazioni che vengono fatte per aumentare la credibilità e la fiducia che i nostri clienti hanno nei confronti del nostro brand.

 

Per poter pianificare al meglio questa strategia è necessario:

  • Determinare in modo chiaro il target e il cliente tipo a cui vorresti rivolgerti (età, desideri, luogo demografico, situazione sociale).
  • Scegliere il tono di voce da utilizzare: istituzionale o amichevole? Semplice ed elegante o curioso e creativo?
  • Decidere quale sogno vuoi far esaudire ai tuoi clienti, l’idea che devono farsi di ciò che vendi.
  • Dimostrarsi coerenti: ogni elemento deve essere riconducibile al tuo business in modo istantaneo perché il cliente non ama sentirsi disorientato.
  • Essere il più possibile flessibile ed aggiornato: rinnovati con piccoli accorgimenti per fare in modo che l’azienda sia sempre al passo con i tempi soprattutto per quel che riguarda il web marketing.
  • Coinvolgere i tuoi clienti attraverso strategie social: richiedi valutazioni e recensioni.

 

 

Brand Identity: esempi di successo

 

Uno dei maggiori esempi di Brand Identity di successo è il marchio Coca Cola.

Tutti noi quando parliamo di questa bevanda associamo il nome al famoso logo bianco su fondo rosso e alla bottiglietta dalla forma particolare.

Il colore rosso suscita fiducia, il font usato divertimento, la bottiglietta originalità: tutte caratteristiche che accompagnate negli anni da pubblicità mirate rendono questa bevanda unica e permettono al brand di suscitare una certa fiducia e credibilità ai consumatori.

brand identity esempio coca cola

Un altro esempio importante è rappresentato da Nike, azienda leader nel settore dell’abbigliamento e degli articoli sportivi.
Il suo “swoosh” cioè il suo caratteristico logo, non viene nemmeno più seguito dal nome perché da solo riesce ad identificare il marchio e a trasmettere dinamicità e libertà proprio quelle caratteristiche che i prodotti, destinati non solo agli agonisti ma utilizzati anche nel tempo libero o nella realtà quotidiana devono trasmettere ai clienti.

Quella sensazione di movimento e di velocità viene ancora di più accentuata dall’uso frequente del payoff, ossia dal loro slogan, just do it : fallo e basta.

esempio brand identity nike

 

Conclusioni e coaching strategico

 

Saper costruire la propria brand identity è fondamentale per diventare riconoscibili ma anche per differenziarsi.
Se vuoi che il tuo business entri nel mercato con il piede giusto non devi quindi focalizzarti solo sugli aspetti oggettivi e di design ma anche su quelli psicologici ed emotivi che desideri suscitare nei tuoi clienti.

Inizia da qui a progettare il tuo business, la tua presenza nel web e nei social media. Se definisci tutti questi aspetti con molta cura avrai sicuramente degli ottimi risultati. 

La consulenza con un nostro coach può esserti di grande aiuto per definire i tuoi obiettivi. Contattaci!

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

 

Potrebbero interessarti i seguenti articoli correlati:

personal branding promuovere se stessi  Come aumentare e gestire la Brand Reputation

 

Matteo Righi Wex ContentPRIMA STESURA A CURA DI MATTEO RIGHI

Master in Digital Marketing, laurea in Fashion Design e diploma in Graphic Design. Appassionato di musica, cinema e tutto ciò che è arte e comunicazione contemporanea. Digital e sport addicted.