Come creare un’azienda di successo: i 9 step da seguire

Hai lasciato il posto fisso e vuoi metterti in proprio? Stai pensando a come creare un’azienda di successo ? Se la risposta è si sei nel posto giusto.
Le imprese investono tanti di soldi in relazioni, formazione, connessioni con clienti e fornitori ma senza competenze e la giusta strategia la strada verso il successo è in salita.
In questo articolo ti mostrerò 9 consigli pratici che devi assolutamente seguire per imparare come creare un’azienda da zero e con il tempo realizzare un business milionario.
Se vuoi approfondire e diventare esperto della vendita online di prodotti o servizi  scopri la certificazione E-Commerce Specialist.

 

Vuoi partire con il piede giusto e gestire il tuo E-Commerce al meglio? Affidati ai nostri esperti e richiedi un consulenza gratuita e personalizzata.

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Caratteristiche di un’azienda di successo

Se stai pensando a come investire i soldi guadagnati con fatica e il tuo sogno è diventare un imprenditore e creare un’azienda di successo, ho una brutta notizia per te: fare impresa è qualcosa che non si può improvvisare.come creare un'azienda di successo
Oltre ad imparare come creare un business di successo, bisogna saper vendere, circondarsi di talenti, avere una buona organizzazione, essere orientati alla crescita e sviluppare la leadership ma soprattutto dovrai sviluppare un modello di impresa intelligente, cioè un’impresa che usa dati e tecnologia per permetterti di muoverti nel mercato con più consapevolezza ed agilità. È difficile ma non impossibile. E lo puoi fare anche tu!

Detto questo, ora guardiamo nel dettaglio i 9 step su come creare un’azienda di successo.

 

Trova l’idea imprenditoriale fattibile per avviare un’azienda vincente

Trovare l’idea imprenditoriale giusta è il primo e più delicato passo verso il raggiungimento dei propri obiettivi. Avviare un Business senza l’intuizione vincente metterebbe a rischio l’intero processo.

Per diventare imprenditori e aprire un’attività vincente ci vuole tempo ed è fondamentale non avere fretta. L’idea deve essere concreta e realizzabile. Lascia da parte i sogni e concentrati su idee che rientrano nelle tue possibilità.
Per ognuna di esse è necessario fare una profonda analisi delle tendenze di mercato in cui si andrà ad operare.
Un ottimo punto di partenza per ridurre i rischi è avviare un’attività a basso investimento con bassi costi di gestione.

 

diventare imprenditore online test

 

Attività a basso investimento

Un business da prendere in considerazione quando si vuole aprire un’attività di successo deve avere bassi costi iniziali. Se i costi d’avvio sono bassi sarà probabilmente più facile rientrare nell’investimento o se l’investimento non dovesse andare a buon fine sarà per voi più semplice rialzarvi e riprovarci con un’altra attività.

Nessun fallimento è un fallimento totale. (Richard Branson)

Numerosi investitori credono che sia impossibile realizzare grandi profitti investendo un piccolo capitale, ma fortunatamente non è sempre così. Esistono diverse attività a basso costo che è possibile avviare da casa con poco o nessun capitale iniziale.

Grazie alla tecnologia, viviamo in anni in cui ognuno di noi è in possesso di opportunità fino a poco tempo fa inimmaginabili e mettersi in proprio online potrebbe rivelarsi la scelta vincente.
Sarai sempre tu a dover trovare l’idea fattibile, costruirti la reputazione e sviluppare un’ ottimo servizio clienti ma eviterai quelle spese che rendono più rischioso un business tradizionale.
Magazzino, inventario e punto vendita saranno solo un lontano ricordo.

Benché non siano necessari molti fondi ricorda: prima di aprire un’attività online dovrai acquisire le competenze necessarie per imparare a gestire questo tipo di business.

CORSO DROPSHIPPING E E-COMMERCE

 

Bassi costi di gestione

Abbiamo visto come per avviare un’attività e ridurre i rischi sia importante partire con un basso investimento in rapporto alle proprie possibilità, ma questo non basta per raggiungere il successo ed ecco perché è importante avere bassi costi di gestione.
Infatti, l’obiettivo di ogni imprenditore è generare profitto. Per profitto si intende il fatturato, meno i costi e le tasse.
Più riuscirai a mantenere bassi i costi di gestione, più con il fatturato ti sarà possibile coprire e superare le spese mensili.

Ogni impresa tradizionale perché continui a funzionare, si deve far carico di affitto, bollette energetiche, dipendenti, stock e magazzino. Tutte spese fisse mensili indispensabili che se riuscirai a mantenere basse, permetterà alla tua azienda di resistere alle variazioni del mercato, di crescere e prosperare.

Rivolgendo lo sguardo a internet, con un business online hai la possibilità di creare e gestire un’azienda di successo da qualsiasi parte del mondo con bassi costi di gestione, basta avere un PC e una buona connessione. ;-)

Vantaggi che offre il Web:

• Dipendenti fissi non necessari

Su piattaforme come Fiverr, Freelancer e Upwork puoi trovare freelancer a cui affidare alcuni lavori tecnici, come grafica e design

• Affiliazione o Dropshipping?

Nel primo caso puoi guadagnare vendendo prodotti altrui e ricevendo in cambio una commissione sulle vendite che hai generato. Il Dropshipping invece, ti permette di vendere un prodotto senza possederlo e non avere il “peso” del magazzino. Effettuata la vendita, dovrai trasmettere l’ordine al fornitore che spedirà il prodotto direttamente al compratore finale

• Campagne promozionali su internet

Un’ idea pubblicitaria ben realizzata e la scelta del target giusto garantiranno alla tua azienda una grande visibilità a costi inferiori

I vantaggi di un business online sono evidenti, ora tocca a te trovare l’idea fattibile per avviare la tua azienda di successo.

 

Partecipa al nostro Webinar gratuito e scopri come creare un E-commerce!

WEBINAR “CREA UN E-COMMERCE O DROPSHIPPING”

 

Pianificazione strategica aziendale

Cosa rende un’azienda di successo? Fare impresa e creare un’azienda milionaria non è una cosa che si improvvisa e per essere vincenti bisogna conoscere le regole del gioco. Solo il 20% delle imprese fallisce entro il primo anno ma il 50% fallisce entro i primi 5 anni.
Da questi semplici numeri puoi comprendere come alla base di un’azienda di successo ci siano tante competenze e una strategia in grado di fare la differenza.

Gli elementi chiavi di una pianificazione strategica aziendale sono:

• Business Model
• Business Plan
• Pianificazione degli  obiettivi di business

Vediamoli insieme.

 

Business Model & Business Plan

Dopo che hai trovato l’idea vincente il passo successivo che dovrai compiere è creare il Business Model, un documento che descriva le logiche con cui la tua azienda crea, distribuisce e cattura valore per se stessa e per i clienti, seguito dal business plan, necessario per verificare i punti di forza e debolezza del tuo progetto.

Spesso si tende a far confusione riguardo questi termini, perciò prima di proseguire cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Il modello di business dovrebbe rispondere a chi è il vostro cliente, quale valore potete fornirgli e come potete farlo ad un costo accettabile.
Un’azienda crea valore quando:

• Risolve un problema
• Soddisfa un desiderio

Quindi nel Business Model raggruppa le soluzioni strategiche e organizzative attraverso cui la tua attività acquisisce vantaggio competitivo.

Il Business Plan invece, è sia una guida che contiene e descrive il progetto imprenditoriale con i riferimenti utili per la programmazione e gestione aziendale, sia quel documento da presentare a possibili investitori. Il piano industriale ti da la possibilità di analizzare i fattori di successo della tua idea nel lungo periodo ed è diviso in due parti:

• La parte descrittiva in cui viene spiegato il progetto, con analisi dei prodotti e delle caratteristiche, le risorse necessarie e il mercato competitivo;
• La parte numerica nella quale vengono presentate in numeri le previsione economiche relative all’idea di business.

All’interno del Business Plan, deve essere prevista una sezione specifica relativa al Risk Management, o gestione del rischio, dove vengono mappati tutti i rischi potenziali che possono impattare il tuo business. Una volta completata la mappatura vengono definite le strategie migliori per limitare gli impatti che questi rischi possono avere sull’azienda.

 

come creare un'azienda dal nulla

 

Pianificazione degli obiettivi di business: breve, medio e lungo periodo

Pianificare gli obiettivi aziendali è un’attività spesso poco considerata e una tematica che si pensa riguardi solo le grandi aziende. In realtà, per imparare nel modo corretto come creare e gestire  un’azienda di successo, anche le realtà più piccole non devono sottovalutare l’importanza della pianificazione degli obiettivi.

Affidarsi al caso e fare affidamento solo al proprio lavoro spesso non basta per creare un business di successo e duraturo. Un’attenta pianificazione è il modo migliore per far crescere costantemente l’azienda.
Viviamo in un mondo in cui i clienti evolvono e il mercato cambia nel tempo, perciò diventa fondamentale elaborare un piano strategico rivolto al raggiungimento degli obiettivi di lungo termini, passando attraverso traguardi intermedi ed a breve periodo.

Con gli obiettivi di medio e lungo termine ci si riferisce a traguardi da raggiungere in un arco temporale di 3-5 anni, mentre quelli di breve termine sono i risultati raggiungibili in 12-18 mesi e consentono di controllare i miglioramenti e valutare i progressi verso gli obiettivi finali.

Seguire con cura la pianificazione degli obiettivi ti permetterà di continuare ad essere competitivo nel mercato e avere un vantaggio rispetto ai competitors.

 

Studia la concorrenza

Tra le azioni da svolgere per creare una strategia aziendale efficace e rendere un’azienda di successo c’è lo studio della concorrenza.
Da un’attenta analisi potrete ottenere preziose indicazioni che attraverso specifiche azioni di Marketing vi permetteranno di guadagnare quote di mercato o crearne una non ancora occupata.

I 3 passaggi per un corretto studio della concorrenza sono:

• Individuazione del mercato in cui si opera e dei prodotti o servizi che si offrono
• Selezione dei principali competitors
• Individuazione dei loro punti di forza e di debolezza

Partendo da una ricerca online, dovrete creare un elenco di aziende o professionisti e raccogliere più informazioni utili possibile: nome dell’attività, il prodotto o servizio che offre, punti di forza e di debolezza, il tipo di clienti, la loro presenza nei motori di ricerca e nelle ricerche a pagamento.
Per svolgere questi passaggi in maniera esaustiva il web ci viene in aiuto con alcuni tool come SeoZoom, Google Alert e Mention.
Un ulteriore consiglio per avere un quadro generale più completo possibile sui vostri concorrenti è quello di visitare i loro siti web, di analizzare le strategie di backlink, link interni e i loro canali social.

Fatta questa analisi e studiato quindi il mercato in cui andrete ad operare, due elementi che dovrebbero essere presenti per facilitarvi la riuscita del vostro business sono una bassa concorrenza ed una elevata domanda di mercato. Vediamo insieme il perché!

 

test e-commerce specialist

 

Bassa concorrenza

Sei come me un’amante del gelato? Magari non in maniera maniacale come lo sono io ma sono convinto che per molti un bel cono rinfrescante nelle calde giornate d’estate è qualcosa a cui è difficile rinunciare.
Il gelato è uno di quei prodotti di cui c’è un elevata richiesta, sia in Italia che all’estero, ma basta che ti fermi un attimo a pensare e ti renderai subito conto che a questa elevata domanda di gelato corrisponde una molteplice presenza di gelaterie.

Hai pensato alla concorrenza che dovresti affrontare se aprissi una gelateria?
Di gelaterie ce ne sono tante, e non sempre fanno affari d’oro!

Con questo esempio non voglio dire che aprire una gelateria sia la scelta sbagliata ma mi è servito per farti capire che per aprire aziende di successo nel mondo non è sufficiente che ci sia una buona domanda, in contemporanea deve esserci una bassa concorrenza.

Cerca di individuare nicchie di mercato non ancora soddisfatte o soddisfa domande meglio di come fanno i tuoi competitors, il risultato potrebbe sorprenderti.

 

Come creare un’azienda di successo con un’elevata domanda di mercato

Come accennato nel paragrafo precedente, a una bassa concorrenza deve corrispondere un’elevata domanda di mercato.
Per domanda si intende la quantità di bene o servizi che le persone sono disposte ad acquistare.
Gli interrogativi che ti dovrai porti sono: ciò che vendo è realmente richiesto? Soddisfa un bisogno? Risolve un problema?

Un ‘impresa vende prodotti che un certo numero di persone è disposta ad acquistare ma se nessuno ha bisogno del tuo prodotto tu non vendi e non fai profitto. In questo caso la tua impresa sarà così destinata al fallimento.

Se ti stai chiedendo che business creare, puoi aiutarti a valutare se per il tuo prodotto o servizio c’è sufficiente richiesta utilizzando gli strumenti di Google, come Google Trends e il Keyword Planner, per esaminare i volumi di ricerca di parole chiave affini al tuo business.
Inoltre potrebbe rivelarsi utile fare social listening attraverso strumenti come Talkwalker o Social Mention, cioè “ascoltare” quello che pensano di un argomento gli utenti sui social network ed effettuare sondaggi da sottoporre ai tuoi clienti potenziali attraverso piattaforme come SurveyMonkey o Google Forms.

A questo punto dovrebbe esserti chiaro quanto l’analisi della concorrenza sia un’attività lunga e complessa ma che se eseguita con pazienza e attenzione, renderà la tua azienda il punto di riferimento nel mercato in cui operi.

 

Distinguiti dai competitors

Individuato il mercato in cui ti inserirai e analizzata la concorrenza, il tuo obiettivo primario sarà attirare l’attenzione dei clienti su di te.

Ma come avviare un’azienda di successo attirando l’attenzione dei clienti?

Siamo circondati da un’offerta di prodotti praticamente illimitata e ciò rende sempre più difficile far scegliere ai clienti i propri prodotti rispetto a quelli dei competitors. Diventa perciò fondamentale per attrarre il tuo potenziale pubblico, distinguerti dalla concorrenza attraverso un brand positioning forte e duraturo nel tempo, che ti permetta di rimanere impresso nella mente delle persone.
Dovrai comunicare chi sei, i tuoi valori e i tuoi punti di forza (Unique Selling Proposition).

Più le persone avranno un buon ricordo di te e assoceranno emozioni positive al tuo prodotto o servizio, più sarà alta la probabilità che le persone scelgano la tua azienda rispetto ai tuoi competitors.

 

Unique Selling Proposition: cos’è?

Tra le caratteristiche di un’azienda di successo c’è la Unique Selling Proposition. Spesso rappresentata con l’abbreviazione USP, in italiano significa proposta unica di vendita. Consiste nel proporre al consumatore un prodotto o servizio con un beneficio molto vantaggioso da spingere all’acquisto e che la concorrenza non possa offrire.

L’USP sta alla base della teoria sviluppata negli anni 40 dal pubblicitario Rosser Reeves, il quale aveva come obiettivo che i suoi brand venissero notati tra le numerose pubblicità a cui i consumatori erano sottoposti.

Negli anni la USP è stata criticata diverse volte da chi sostiene che nel lungo periodo porti a pubblicità poco originali e ripetitive ma è certo che una forte Unique Selling Proposition ti può aiutare a mantenere clienti e diminuire il tasso di abbandono.

 

 

Dedicati alla burocrazia

Ok, ora sei giunto alla parte forse più noiosa di cui dovrai occuparti ma con la giusta dose di volontà e pazienza è possibile portarla a termine senza problemi.
Oggi per aprire un’azienda di successo e favorire la libera concorrenza, a parte per alcune attività speciali, non sono richieste licenze specifiche.
Innanzitutto dovrai definire la tipologia di attività, il settore di riferimento e la forma societaria. Questo perché in base alla tipologia di azienda che vuoi aprire, i requisiti richieste e le procedure amministrative da seguire saranno diverse.

Vediamo insieme come creare un’azienda di successo e l’iter burocratico per un’attiva commerciale o servizio tradizionale:

• Apri la Partita Iva
• Iscriviti al registro delle imprese
• Comunica gli atti alla camera di Commercio
• Dichiara l’inizio attività al tuo Comune
• Se assumi personale, apri le posizioni tramite INAIL e INSP

Come accennato prima, i requisiti e i procedimenti necessari variano in base al tipo di attività che vuoi aprire e alcuni adempimenti sono regolati su base regionale o comunale. Per questo per verificare tutto il necessario e svolgere tutti i passaggi in modo corretto affidati a un commercialista specializzato.

 

Trova un commercialista specializzato

Se ti stai domandando quali sono i compiti di un commercialista, ti assicuro che questa figura professionale ha un ruolo fondamentale nel seguire le aziende nelle fasi più delicate del loro percorso.
Il commercialista stila il bilancio d’esercizio, si occupa delle relazioni con l’Agenzia delle entrate e gestisce le operazioni previdenziali e fiscali.

È importante dunque scegliere un commercialista specializzato nel vostro settore perché sarà in grado di applicare in maniera corretta e puntuale le normative facendoti risparmiare denaro, potrà prendere le decisioni giuste in maniera rapida, sarà capace di consigliarvi in modo adeguato e farvi riflettere sulle scelte, così da evitare problematiche future.

Inoltre, affidata la parte burocratica al commercialista , potrebbe essere indispensabile proteggere la tua impresa dai rischi con un’assicurazione aziendale.

 

Come creare un’azienda di successo assicurando e proteggendo il tuo businesscome creare un'azienda di successo

Le aziende sono realtà complesse in cui rischi e imprevisti possono presentarsi in qualsiasi momento. Non esiste settore immune da possibili eventi negativi.
Diventa perciò importante scegliere un’assicurazione che protegga il tuo business, i tuoi dipendenti, te stesso e il tuo patrimonio.

Ogni azienda è esposta ai rischi in maniera differente in base al settore e all’ambiente di lavoro, quindi per questo è consigliato attivare le giuste polizze assicurative.

Vediamo le migliori coperture assicurative da valutare:

• Responsabilità civile verso operai (RCO)
• Responsabilità civile verso terzi (RCT)
• Copertura danni al fabbricato e/o al contenuto
• Copertura responsabilità civile prodotti
• Copertura tutela legale

Per scegliere la copertura assicurativa migliore per te, se l’attività è di medie-piccole dimensioni potrebbe essere sufficiente compilare un documento da consegnare all’ente assicurativo in cui elenchi le caratteristiche dell’azienda, mentre se si tratta di un’azienda di grandi dimensioni potrebbe essere necessario un sopralluogo di un esperto che sappia individuare in maniera dettagliata i possibili rischi a cui sei sottoposto.

 

Crea e distribuisci i prodotti

Ora che hai ben chiaro cosa vuoi offrire ai tuoi clienti e hai svolto l’iter burocratico per avviare la tua azienda vincente, dedicati alla creazione e distribuzione dei prodotti.

Per prima cosa dovrai contattare i fornitori per fare gli approvvigionamenti giusti. È essenziale scegliere con cura i fornitori, non affidarti al primo che trovi ma rifletti su ogni opportunità che ti si presenta. Scegli fornitori diversi, questo ti consentirà di confrontare i prezzi dei prodotti e di evitare di rimanere senza stock.

Successivamente al rifornimento della merce o alla sua creazione dovrai occuparti della distribuzione del prodotto al consumatore.
Esistono due tipi di canali di distribuzione:

• Canale diretto
• Canale indiretto

Con il canale diretto si intende il trasferimento di un bene dal produttore al consumatore finale senza intermediari.
Invece ci si riferisce a un canale indiretto quando il passaggio del prodotto da produttore al cliente finale avviene attraverso degli intermediari. In un canale indiretto corto vi è un solo intermediario mentre lungo quando vi sono più intermediari.

Così come avviene per i prodotti fisici, anche per i prodotti digitali puoi utilizzare strategie diverse per recapitare il tuo prodotto al cliente. Puoi vendere in maniera diretta attraverso il tuo sito web o per facilitare l’accessibilità sfruttare un insieme di partner e intermediari.

 

test vendere infoprodotti

 

Elabora una strategia comunicativa efficace

Come abbiamo visto in precedenza l’obiettivo di un business è generare profitto, ma come è possibile aumentare le entrate e gestire un’azienda di successo? Comunicando in maniera efficace.

La comunicazione, in particolare la comunicazione digitale, è quel processo che ti permette di condividere le informazioni alle persone, nel nostro caso ai potenziali clienti, di influenzare la percezione del prodotto e di persuadere il consumatore dell’utilità e qualità di ciò che vendiamo.

Per farlo in maniera proficua comunica in modo chiaro ciò che proponi e i vantaggi della tua offerta, cercando di stimolare l’interesse del potenziale cliente nei tuoi confronti.
Distinguiti dai competitors trasmettendo valore con contenuti unici e interessanti e proponi un messaggio diretto e personalizzato, adattandolo a chi lo riceve.

Ricorda che il tuo obiettivo è convincere chi legge il messaggio a compiere un’azione.

Ma con quali strumenti è possibile raggiungere questi obiettivi?

 

Come creare un’azienda di successo: strumenti e canali da utilizzare

In generale con pubblicità si intende la comunicazione utilizzata dalle aziende per generare consenso intorno alla propria immagine, aumentare clienti e visibilità.
Tra i canali tipici di comunicazione troviamo la pubblicità offline, le sponsorizzazioni e le pubbliche relazioni ma negli anni sono stati affiancati da strumenti innovativi come la pubblicità online e i social media.

L’online advertising rispetto ai metodi pubblicitari tradizionali è una strategia di marketing che utilizza internet per lanciare il messaggio giusto e generare traffico al proprio sito web. Quindi mentre con la pubblicità in televisione o sui giornali puoi raggiungere numerose persone, ma molte di esse disinteressate da ciò che vendi, con la pubblicità online puoi attirare l’attenzione di utenti che hanno mostrato un desiderio o bisogno che puoi soddisfare con il tuo prodotto.

Tra i principali tipi di pubblicità online troviamo:

Annunci sui motori di ricerca: inseriti nelle prime posizioni della pagina dei risultati sui motori di ricerca
Banner pubblicitari: che possono essere immagini, video o interattivi
Remarketing: utile a riportare sul sito internet aziendale utenti che avevano già visitato la pagina ma avevano interrotto la visita senza effettuare l’acquisto
Pubblicità sui social network

I social network negli ultimi anni sono sempre più utilizzati dalle aziende per promuoversi perché attraverso la pubblicazione di un post è possibile raggiungere milioni di utenti e contemporaneamente, utilizzando la segmentazione, mostrare gli annunci a persone che hanno già visitato la pagina aziendale, che hanno già il “mi piace” o che ancora non ci conoscono.

In Italia sono circa 35 milioni le persone che usano i Social Network ed, utilizzarli per farsi pubblicità e aumentare la brand awareness, è decisamente efficace. Questo ha fatto si che la concorrenza sia in costante aumento così come i costi pubblicitari.
Per evitare di perdere tempo e budget affidati a Social Media Manager che sapranno aiutarti costruendo una strategia su misura per la tua azienda, evitando così inutili sprechi.

 

aprire un'attività di successo

 

Assumi personale di valore

Se per la tua azienda dovrai assumere personale non focalizzarti soltanto sulle competenze tecniche (hard skill) ma dai importanza anche alle competenze trasversali (soft skill). Tra le varie nozioni su come creare un’azienda dal nulla e di successo, ricorda di assumere persone solide, di valore e con ottime capacità di adattamento. Questo tipo di personale sarà in grado di risolvere i problemi che si presenteranno senza farsi intimorire dalle difficoltà e potrà apportare all’azienda conoscenze apprese in altri contesti lavorativi.

 

Crea un buon ambiente di lavoro

Assumere persone di valore ti aiuterà a creare un buon ambiente di lavoro che ti permetterà di creare e gestire un business di successo. Lavorare in un clima disteso e rilassato è fondamentale per raggiungere gli obiettivi fissati.
È provato che più i dipendenti sono felici, più sono produttivi e meno propensi ad abbandonare il posto di lavoro.

Cerca di costruire una rete di fiducia in cui ognuno sia libero di esprimersi e confrontarsi, stimolando così il lavoro di squadra e valorizza le qualità di ogni lavoratore celebrando i traguardi raggiunti.

come creare un'azienda da zero

 

Investi nella formazione dei dipendenti

Un’ulteriore fattore per la crescita aziendale è la formazione dei dipendenti. Considera la formazione non come un costo ma come un investimento utile a reagire alle difficoltà. Realizzare investimenti nella formazione dei dipendenti accrescerà il loro benessere e la loro soddisfazione sul lavoro; inoltre aumenterà la produttività aziendale e permetterà alla tua azienda di stare al passo con i cambiamenti del mercato e con gli avanzamenti tecnologici che  la digitalizzazione sta apportando. La chiave sta nello scegliere un buon percorso di formazione in questo ambito, optando per un corso web marketing per aziende pratico e in grado di fornire competenze verticali e specifiche ai dipendenti.

 

SCOPRI TUTTI I NOSTRI CORSI E-COMMERCE!

 

L’azienda di successo investe in felicità

Se ti stai chiedendo come creare un’azienda di successo, devi essere consapevole che per la riuscita del tuo business, il benessere dei dirigenti e di tutti i collaboratori ha un ruolo di primissima importanza.

È ormai un dato di fatto che se i dipendenti stanno bene e sono felici, l’azienda cresce di più e meglio.

Negli Stati Uniti,  già da qualche anno, sono nati programmi che hanno portato le aziende a investire nel benessere e nella salute dei dipendenti, vedendo una crescita tre volte superiore rispetto alle aziende che non l’hanno fatto.

Anche in Italia, questo tema riformatore sta attraendo sempre più realtà imprenditoriali interessate ad accogliere utili suggerimenti per migliorare l’azienda e la qualità lavorativa, aumentando così i risultati aziendali e le performance generali.

Fino ad ora le aziende si sono concentrate sul generare denaro e risultati ma creando tra i dipendenti una competizione fine a se stessa e sprecando energie che potrebbero essere veicolate verso attività più utili.

Per generare felicità sul lavoro le aziende si devono impegnare nel coinvolgere i dipendenti nelle scelte importanti, sviluppando progetti di gruppo e valorizzando l’opinione di ognuno di essi. Cosi facendo si creano i presupposti per buone relazioni e un livello di comunicazione maggiore tra le varie figure aziendali.

I successi e il raggiungimento di obiettivi condivisi inoltre può essere lo stimolo a un maggior impegno e una più elevata motivazione al lavoro, che di conseguenza genereranno una maggior produttività dei dipendenti e un maggior reddito per l’azienda.

In un’epoca in cui i cambiamenti avvengono molto più velocemente, le aziende devono abbandonare certi modelli organizzativi obsoleti e concentrare le proprie energie sul benessere e sulla felicità, valorizzando i dipendenti e aumentando le prestazioni e la crescita.

 

Valuta i risultati, correggi gli errori e ricomincia

Giunti a questo punto, siamo all’ultimo dei 9 step descritti in questo lungo articolo necessario per comprendere in maniera chiara e completa come creare un’azienda di successo.
In un’attività aziendale non è sufficiente fare ma è necessario anche analizzare e misurare quanto si è fatto.
Per misurare le performance aziendali dovrai individuare i corretti KPI da monitorare che ti consentiranno di individuare eventuali errori e capire dove potrai migliorare.

Con l’acronimo KPI si intende Key Performance Indicators, cioè indicatori chiavi di prestazioni fondamentali per analizzare l’andamento di determinate attività. In linea generale gli indicatori devono essere utili al supporto di decisioni interne, comprensibili da tutta l’organizzazione aziendale, confrontabili e sintetici.

Dotandoti di un sistema di KPI aziendali potrai prendere le decisioni e correggere gli errori basandoti su dati e numeri reali e non sull’istinto.

 

Cosa bisogna studiare per fare l’imprenditore?

Abbiamo visto dunque i diversi passaggi su come creare un’azienda di successo ma cosa bisogna studiare per fare l’imprenditore?

Fino a un po’ di tempo fa per fare l’imprenditore era sufficiente sviluppare le competenze tecniche legate al proprio settore, inoltre era più semplice trovare cliente ed era più facile ricevere crediti dalle banche.

Negli ultimi anni però lo scenario è cambiato radicalmente.

Oltre le competenze tecniche un imprenditore deve avere capacità di:

  • Pianificazione
  • Marketing
  • Vendita
  • Organizzazione
  • Analisi dei dati

Sono tante le cose che bisogna saper fare per diventare un imprenditore di successo e hai la possibilità di acquisire tutte queste conoscenze frequentando corsi di laurea come gestione d’impresa, economia gestionale o ingegneria gestionale. Per chi si fosse laureato in una materia differente c’è la possibilità invece di frequentare master biennali di business administration. Il più importante in Italia è sicuramente il master di imprenditorialità e strategia aziendale offerto dalla Bocconi di Milano.

Se invece non hai la possibilità di iscriverti a un corso di laurea ma vuoi acquisire le competenze di Digital Marketing necessarie per diventare un imprenditore del digitale, puoi seguire i corsi offerti da Digital-Coach, la scuola numero 1 in Italia nel formare i nuovi professionisti del digitale.

 

Diventa un imprenditore di successo creando un business online da zero!

L’imprenditore digitale è tra le figure professionali create dalla rivoluzione digitale degli ultimi anni. Rispetto all’imprenditore tradizione, quello digitale si occupa principalmente di gestire il business online e deve essere capace di organizzare l’azienda utilizzando strumenti web. Se vuoi diventare esperto E-Commerce ottiene la certificazione E-commerce Specialist.

Ora tocca a te!! Se seguirai tutti questi 9 step, riuscirai davvero a creare la tua azienda di successo anche se parti da zero e non conosci ancora il mondo del web marketing. Con impegno e tanto studio potrai raggiungere grandi traguardi.

 

Clicca il pulsante qua sotto e non esitare a contattarci per qualsiasi chiarimento sui nostri corsi innovativi!

SCRIVICI PER SAPERNE DI PIÙ

 

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

come fare pubblicità online affiliate marketing manager come guadagnare da casa -ev

 

webinar gratuito impara a delegare al tuo team e libera il tuo tempo luca papa

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

8 Commenti

  1. Federica

    È da un po’ di tempo che mi sto chiedendo come creare un’azienda di moda ma ho sempre avuto dubbi su quali fossero le caratteristiche di un’azienda di successo. In questo articolo vengono spiegati in maniera molto esaustiva i vari passaggi da compiere per aprire un’attività. Se ti stai chiedendo come creare un’azienda di successo questo è l’articolo giusto per te.

  2. Federica

    È da un po’ di tempo che mi sto chiedendo come creare un’azienda di moda ma ho sempre avuto dubbi su quali fossero le caratteristiche di un’azienda di successo. In questo articolo vengono spiegati in maniera molto esaustiva i vari passaggi da compiere per aprire un’attività. Se ti stai chiedendo come creare un’azienda di successo questo è l’articolo giusto per te.

  3. Simone Novarese

    L’articolo traccia un percorso ideale, ma sicuramente valido per molti giovani ambiziosi, su come avviare una azienda di successo puntando sui propri punti forti. Da non dimenticare anche gli adempimenti normativi, ai quali viene dedicata una sezione finale utile da consultare.

  4. Simone Novarese

    L’articolo traccia un percorso ideale, ma sicuramente valido per molti giovani ambiziosi, su come avviare una azienda di successo puntando sui propri punti forti. Da non dimenticare anche gli adempimenti normativi, ai quali viene dedicata una sezione finale utile da consultare.

  5. Simone Aili

    Grazie al digitale stanno aumentando notevolmente i giovani imprenditori e questo articolo aiuta a fare la scelta giusta

  6. Simone Aili

    Grazie al digitale stanno aumentando notevolmente i giovani imprenditori e questo articolo aiuta a fare la scelta giusta

  7. Luca Pesenti

    Articolo consigliatissimo per tutti i giovani imprenditori che vogliano avviare una propria start up.
    Come si può evincere dall’articolo sono necessarie determinate competenze per procedere alla fase di avvio di un’azienda, soprattutto nella fase iniziale di pianificazione e di realizzazione di un business plan.
    Qui possiamo trovare ottime linee guida, che step by step ci spiegano come procedere e a chi rivolgerci per avviare la nostra attività.

  8. Luca Pesenti

    Articolo consigliatissimo per tutti i giovani imprenditori che vogliano avviare una propria start up.
    Come si può evincere dall’articolo sono necessarie determinate competenze per procedere alla fase di avvio di un’azienda, soprattutto nella fase iniziale di pianificazione e di realizzazione di un business plan.
    Qui possiamo trovare ottime linee guida, che step by step ci spiegano come procedere e a chi rivolgerci per avviare la nostra attività.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *