Seleziona una pagina

D-Heart: cos’è e come funziona il dispositivo ECG per smartphone

D-Heart è il primo elettrocardiografo per smartphone che riunisce quattro caratteristiche che lo rendono unico: semplice da usare, affidabile per il medico, portatile (pesa meno di uno smartphone) ed economico. Permette a chiunque di eseguire un ECG affidabile come quello ospedaliero in totale autonomia, e di inviarne i risultati al servizio di tele-cardiologia 24/7 o al proprio medico di fiducia, per avere un responso immediato e professionale sullo stato di salute del proprio cuore.

D-Heart è anche il nome di una start-up biomedicale nata nel 2015 da un’esperienza personale e da un bisogno ai tempi “insoddisfatto” che sta rivoluzionando il modo di intendere l’impiego delle app in cardiologia. Ha infatti vinto, ad oggi, ben nove premi in vari campi, dai riconoscimenti sull’innovazione nell’assistenza sanitaria a competizioni per start-up. Vende il dispositivo in oltre 22 Paesi nel mondo, con l’ambizione di utilizzare la tecnologia ampliandola ad altre misurazioni come la glicemia o la pressione arteriosa. In pratica, si propone di diventare leader nella sanità homecare: così il “medico” diventa a portata di mano o, meglio, di app.

L’idea è venuta a due ragazzi under 30, Niccolò Maurizi e Nicolò Briante, con background di studi diversi ma complementari e accomunati da una grande caparbietà. Nicolò Briante è Laureato in Giurisprudenza, con esperienza internazionale di ricerca in Business Law alla Cambridge University e UCL. Ha una passione per le start-up, acquisita durante un periodo passato a San Francisco in qualità di studente della Mind the Bridge StartUp School.

Niccolò Maurizi, che ho avuto il piacere di intervistare, è cardiologo presso l’ospedale di Lausanna e cofondatore di D-Heart. Anche lui con esperienza internazionale, ha lavorato con diversi gruppi al Johns Hopkins Hospital di Baltimora, al St. Georges a Londra, al Leuven in Belgio, presso la Fondazione Maugeri a Pavia e al Lucknow in India.

Se anche tu desideri avviare un’azienda innovativa online, fai le giuste mosse!

SCOPRI DA DOVE PARTIRE

elisa conigliaro content

Cos’è D-Heart e qual è l’idea alla base del progetto?

niccolò maurizi d-heartD-Heart nasce dal connubio di un percorso personale e professionale molto bello ed è un cardiografo, un dispositivo, che registra l’attività del cuore sulla pelle e lo trasmette allo smartphone.

L’idea è nata grazie all’incontro tra me e il mio socio Nicolò Briante al Collegio Borromeo di Pavia, un’istituzione con più di 650 anni di storia, che da sempre raccoglie studenti “meritevoli” di tutte le facoltà. È legata al mio vissuto (in seguito a un infarto all’età di sedici anni) e a quello che vedo tutti i giorni come cardiologo, e alla sua genialità imprenditoriale che ha trasformato l’idea in una piccola azienda che comunque vende oggi il dispositivo in oltre 22 Paesi nel mondo.

In pratica sembra di avere un cardiologo a un click di distanza che “vigila” sul tuo stato di salute. Questo è un aspetto che può sembrare banale; invece è molto importante per alcune categorie di persone che soffrono di malattie cardiache o sono a rischio, e anche per i medici di medicina generale (MMG) e i farmacisti. 

elisa conigliaro content

Come funziona D-Heart? 

Quali sono i fattori esclusivi che hanno reso la vostra idea vincitrice di nove premi, dai riconoscimenti sull’innovazione nell’assistenza sanitaria a competizioni per Start-up? 

niccolò maurizi d-heartD- Heart è un dispositivo medico che registra l’attività elettrica del cuore in diversi punti (derivazioni). La sua affidabilità è come quella di un cardiografo ospedaliero ed è forse questo che l’ha reso diverso rispetto agli altri dispositivi wearable già presenti.

L’affidabilità e le informazioni che un medico può dedurre da un dispositivo come D-Heart realizzato da un paziente, da un MMG, da un farmacista, sono le stesse di un ECG realizzato da un’infermiera al pronto soccorso o in un reparto di cardiologia.

Questo ci ha portato ad avere diversi riconoscimenti che sono una necessità per avere credibilità. In Italia creare un’azienda biomedicale all’età di 26-27 anni è un’impresa, non la consiglierei a nessuno perché la credibilità che il nostro sistema dà ai giovani è molto bassa: le buone idee vengono solo a chi ha esperienza, e chi ha esperienza non è giovane. Questo è il credo principale.

Renditi competitivo sul mercato diventando un professionista del digitale.
Fai il test e scopri la professione migliore per te!

test-sulle-professioni-digitali

elisa conigliaro content

Quanto è utile oggi la digitalizzazione in ambito healthcare?

niccolò maurizi d-heartL’80-90 per cento delle attività che facciamo in ospedale è digitalizzato. Come medici passiamo il 60-70% del nostro tempo al computer e il 30 per cento con il paziente. Quello che manca è la digitalizzazione del territorio ovvero come seguo il paziente cronicamente, che è poca o inesistente. Un esempio che abbiamo vissuto sulla nostra pelle durante il periodo COVID, soprattutto nella prima fase della pandemia: monitorare l’effetto di alcuni farmaci con l’ECG era assai importante.

Abbiamo prodotto dati interessanti che abbiamo pubblicato su riviste importanti, e quando con questi risultati ci siamo rivolti alle ASL abbiamo trovato una barriera. Non perché non ci fosse l’interesse per D-Heart, ma perché le ASL parlano una lingua informatica tra loro diversa: o ci si adatta al sistema o non c’è modo di integrarsi.

elisa conigliaro content

Quali canali digitali utilizzate per promuovere il dispositivo D-Heart?

niccolò maurizi d-heartD-Heart utilizza principalmente canali legati ai social network, in primo luogo Facebook perché permette di arrivare ad utenti potenzialmente interessati a quel determinato tipo di servizio. Abbiamo quindi targettizzato audience quali MMG, farmacisti e anche pazienti con malattie cardiache.

Un altro canale molto interessante per noi è Amazon, perché offre la possibilità di fare una cernita chiara sul prodotto e di lasciare una revisione imparziale da parte degli utenti. Inoltre, consente di arrivare a tanti tipi di persone che cercano il prodotto in modo diverso (pubblicità targettizzata).

Poi, sicuramente, c’è tutta una serie di attività di marketing scientifico che facciamo attivamente.

elisa conigliaro content

Che caratteristiche servono per diventare innovatori di successo under 30?

niccolò maurizi d-heartSicuramente la caratteristica che contraddistingue me e il mio socio è il non mollare mai, la caparbietà. È pieno di persone molto intelligenti e con idee molto brillanti che non hanno la grinta di trasformarle in prodotti. Ci sono tante persone ben preparate, con tutte le carte in regola, che per una serie di motivi non riescono a portarle avanti.

Quando ci venne chiusa la porta in faccia, tante ma tante volte, quello che ci ha fatto andare avanti è la resilienza, la caparbietà.

Se hai meno di 30 anni e vuoi fare carriera nel digitale,
scegli la formazione migliore per te: il
master con stage in azienda

SCOPRI IL PROGRAMMA

elisa conigliaro content

Quali sono i vostri progetti e obiettivi futuri?

niccolò maurizi d-heartSono di due tipi. Il primo è rinforzare la tecnologia attuale di D-Heart con algoritmi di intelligenza artificiale (IA) per l’interpretazione di ECG rivolto alla diagnosi di malattie rare del cuore. L’IA è un qualcosa di molto promettente: se le si “fa” una domanda precisa e specifica può aiutare il medico ad accendere quella lampadina che avvia un percorso diagnostico e terapeutico specifico.

Il secondo è quello di diventare un “hub” con la nostra app, convogliando tanti dispositivi tra loro diversi che promuovono la salute della persona: noi misuriamo il cuore ma perché non misurare la glicemia, la pressione arteriosa, la percentuale di gas nel corpo, quanta acqua c’è in eccesso o meno nel nostro corpo? L’obiettivo finale è quello di avere una piccola “valigetta” che possa essere il nostro medico a portata di mano.

D-Heart è il primo elettrocardiografo per smartphone, semplice da usare e affidabile come quello ospedaliero che per la sua unicità è stato il vincitore ad oggi di nove premi in vari campi, e viene venduto in oltre 22 Paesi nel mondo.

Dietro questo progetto che sta rivoluzionando il modo di intendere l’impiego delle app in cardiologia ci sono due ragazzi under 30, con un background diverso ma complementare. Si propongono di diventare leader nella sanità homecare, ampliando la tecnologia ad altre misurazioni come la glicemia o la pressione arteriosa. Con la caparbietà che li ha portati all’attuale successo, c’è da scommettere che hanno tutte le carte in regola per assicurarsi ulteriori successi e riconoscimenti in un prossimo futuro.

Se anche tu hai un’idea brillante e vorresti usare il digitale per concretizzarla,
non esitare oltre. Contatta un esperto e definisci con lui la strategia migliore per attuarla!

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA GRATUITA

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

consulente amazon chi e acquisto diretto vetrina facebooksocial seo

Digital Coach è una società di formazione specializzata esclusivamente in soluzioni formative legate ai mondi del digital, dei social media e del e-commerce. Offriamo la più ampia e specializzata gamma di Master e Certificazioni in Italia per poter lavorare e fare carriera nel Digitale

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza sugli argomenti del Digital Marketing. Scegli gratuitamente tra oltre 30 Ebook di Digital Coach.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Digital Coach

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.