Seleziona una pagina

Google Core Update: cosa sono e come cambiano la SEO

Cosa sono i Google Core Update e come influiscono sul posizionamento dei siti web? Per core update di Google si intendono gli aggiornamenti dell’algoritmo principale del motore di ricerca e che ne garantiscono una sempre crescente rispondenza tra l’intento di ricerca degli utenti ed i risultati della SERP.

Considera, però, che le novità introdotte da questo processo di miglioramento potrebbero influenzare il posizionamento di un contenuto, con possibili ripercussioni sulla visibilità della pagina.

Continuando con la lettura, avrai modo di trovare tutte le informazioni utili sulla materia. In particolare, potrai capire meglio: 

  • Che cos’è un core update google e perché è importante;
  • Come l’aggiornamento influenza i risultati di ricerca organici;
  • Quali possono essere le cause della perdita di posizioni del tuo sito;
  • Cosa devi fare per recuperare traffico dopo un calo.

Avere il polso sugli ultimi Google Core Update è importante se ti stai avvicinando alla SEO per diventare uno specialista del settore. Quindi, per avere una formazione specifica e aggiornata ed entrare nel mondo della Search Engine Optimization, ti consiglio il corso certificato SEO Manager

 

 

Google core update: gli aggiornamenti che influenzano la SERP

 

Il broad core update, o aggiornamento principale, serve a migliorare la user experience rispondendo all’intento di ricerca con sempre maggior pertinenza. È la stessa azienda ad informare dei principali core update.

Perché i Google Core Update sono così frequenti? La risposta sta nel continuo tentativo di migliorare l’esperienza di ricerca dell’utente. In questo senso si può dire che l’efficacia del motore di ricerca più utilizzato, infatti, è dovuta proprio alla frequenza dei suoi core update.

Conoscere gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google è indispensabile per mantenere la buona salute del proprio sito. È noto che Google utilizza oltre 200 criteri di ranking, in base ai quali premia il posizionamento di una pagina web. Ebbene, questi fattori hanno un peso variabile in base all’ultimo Google Core Update lanciato

I parametri e le metriche di valutazione, stabiliti dai Google update periodici, sono fattori chiave per impostare la propria strategia SEO ed ottimizzare, ad esempio, blog ed e-commerce. Per garantirsi o mantenere una buona visibilità in ottica di core ranking, servono figure qualificate come il SEO Specialist e il SEO Manager.

Il primo lavora per aumentare le visite su un sito e puntare, dunque, alle prime posizioni nella pagina dei risultati. Tra le sue competenze ci sono:

  • Familiarità col codice sorgente della pagina;
  • Capacità di scrittura e analisi delle query di ricerca;
  • Conoscenza degli algoritmi di indicizzazione;
  • Continuo aggiornamento professionale sugli ultimi core update;
  • Competenze specifiche riguardo ai tool di analisi.

Si tratta dunque di una mansione prevalentemente tecnica, orientata al raggiungimento di obiettivi misurabili nel medio lungo termine. 

Quanto sei affine alla figura dello specialista SEO?
Fai il test, bastano pochi minuti!

test seo specialist

 

Nel secondo caso, invece, si tratta di qualcuno che ha alle spalle una vera e propria formazione manageriale. Il SEO Manager si occupa della pianificazione, gestione ed implementazione della strategia SEO di un’attività.

Un vero esperto del mondo digital in grado di guidare un team di specialisti della Search Engine Optimization, amministrare un budget dedicato ed elaborare campagne SEO per aumentare il fatturato dell’azienda. 

Questa figura manageriale, inoltre, deve supervisionare il gruppo di lavoro, interfacciarsi con il cliente e con gli altri manager coinvolti nei progetti di marketing, ma anche con figure tecniche.

In questo campo, che muta continuamente non solo per gli effetti dei Google Core Update, gli anni di esperienza costituiscono un valore aggiunto. Lo studio, l’aggiornamento costante e la pratica sono tre componenti fondamentali che possono condurti anche alla carriera da freelance.

Tuttavia è necessario partire col piede giusto e scegliere con cura gli step della propria formazione.

Vuoi fare della SEO la tua professione?
Scegli una preparazione completa!

ISCRIVITI AL CORSO

 

 

SEO Trends: Google premia i contenuti di qualità

 

La Ricerca SEO Trends 2022-2023 è utile per comprendere quali siano state le ultime tendenze SEO e cosa ci si dovrà aspettare in futuro. Ad esempio, l’algoritmo di Google 2022 tende a favorire i contenuti di qualità ed è proprio questa la strada intrapresa dal motore di ricerca.

Tra le principali novità degli ultimi Core Update di Google c’è il miglioramento dei Core Web Vitals, cioè quelle metriche che misurano la velocità di caricamento della pagina, l’interattività e la user experience. Già con il May 2022 Core Update, l’azienda ha voluto dare maggior rilevanza ai contenuti pertinenti e qualitativamente validi.

google core update aggiornamentiA settembre 2022, con il rilascio dell’aggiornamento Google chiamato Helpful Content Update, si abbandona un approccio esclusivamente tecnico alla SEO per favorirne uno più orientato verso le persone ed il loro bisogno informativo.

In questa maniera si cerca di conciliare l’utilità dei contenuti, l’expertise dell’autore e la soddisfazione dell’utente (people-first content).

I sistemi di ranking erano identificati finora con l’acronimo EAT (Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness). In seguito ai Google Core Update 2022, le linee guida hanno aggiunto un’ulteriore “E” per indicare un elemento nuovo: l’experience.

L’utente sarà maggiormente orientato verso risorse che manifestino una certa esperienza nel settore. Le tendenze attuali attorno alla SEO vanno sempre più verso la creazione di contenuti utili alle persone e che contribuiscano a soddisfarne il search intent.

 

 

Penalizzazioni algoritmiche: come riconoscerle

 

Nonostante il lavoro sui contenuti, si può verificare comunque un importante calo di traffico sul sito, o la perdita posizioni nella SERP: potrebbe trattarsi di una penalizzazione algoritmica causata da un broad core update.

A differenza delle penalizzazioni manuali, effettuate dal Google Webspam Team in seguito alle violazioni delle linee guida di Google, quelle algoritmiche dipendono proprio dal core update di Google e si verificano dopo la fase di roll-out.

Nel primo caso, se il tuo sito risulta collegato con Google Search Console, riceverai un messaggio che indica le ragioni del malus. Nella seconda ipotesi, invece, bisognerà effettuare un’analisi delle possibili cause.

Nell’eventualità in cui Google riscontri delle condotte non conformi con quanto espresso nelle linee guida, potrebbero verificarsi conseguenze negative per il posizionamento nel motore di ricerca. Occorre dunque individuare la causa della penalizzazione e intervenire. Ma come fare?

Uno strumento in grado di capirne i possibili motivi è proprio Google Search Console. Grazie a questo tool è possibile verificare l’indicizzazione del proprio sito o osservare eventuali cali ed in corrispondenza di quali eventi.

I grafici forniti dallo strumento, inoltre, possono permettere di individuare subito se i risultati ottenuti sono legati a modifiche dell’algoritmo e quale degli ultimi aggiornamenti possa esserne la causa. In questi casi, la coincidenza con un Google core update è solitamente rappresentata da un grafico con una curva in discesa che tende a stabilizzarsi.

Per l’analisi e la misurazione delle azioni del potenziale cliente sul sito, puoi affidarti a Google Analytics 4 (GA4). È fondamentale per chi lavora nel digital marketing operare con quei dati forniti dall’esperienza di navigazione. In sintesi, questa proprietà di Google consente di tracciare gli eventi causati dai comportamenti degli utenti sulle pagine web.

 

Scopri lo strumento di web analytics più efficace!
Scarica ora la guida gratuita!

Cover-Ebook-GA4-Small

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

 

Come recuperare ranking e traffico

 

Monitorando l’andamento del sito, quindi, potresti trovarti davanti ad una diminuzione di traffico o ad un peggioramento del posizionamento in SERP. Le cause possono essere molteplici. Google ne suggerisce cinque:

  1. Problemi tecnici che possono riguardare la struttura del sito;
  2. Criticità legate alla sicurezza (ad esempio la mancanza del protocollo https);
  3. Azioni manuali non conformi alle linee guida di Google;
  4. Effetti correlati ad un Google Core Update recente;
  5. Cambiamento del search intent degli utenti causato da uno spostamento di interesse.

Come recuperare un calo di traffico? Per verificare l’origine del problema, la cosa migliore sarà incrociare i dati a propria disposizione a partire dai report forniti da Google Search Console.

Tieni a mente, infatti, che questi continui cambiamenti dell’algoritmo ed i frequenti broad core update incidono notevolmente sulle prestazioni della pagina. Ciò avviene perché il search intent dell’utente è sempre più rilevante.

Occorre, dunque, saper utilizzare gli strumenti analitici, ma non basta. È necessario anche saper scrivere in ottica SEO per intercettare i bisogni informativi dei potenziali visitatori del tuo business online.

Ecco perché i contenuti devono essere validi e ritenuti i migliori sia dai naviganti del web che dagli aggiornamenti di Google. Tutto ciò favorisce il posizionamento della risorsa digitale per essere facilmente trovati. Soddisfare bisogni e curiosità dei clienti attraverso testi autorevoli è ciò che fa il SEO copywriter

Le regole alla base del SEO copywriting sono molte, ma tutto ruota attorno al fatto che i contenuti siano ben scritti. Il motto “The content is king” è la stella polare di chi vuol intraprendere questa attività.

 

Impara gli aspetti più avvincenti della scrittura SEO!
La miniguida gratuita è tua, basta un click!

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

 

Conclusioni

 

Dopo aver visto cos’è il Google Core Update, sarà più chiara la sua importanza a quanti mirano alla pole position nella SERP. “Ragionare” come ragiona l’algoritmo permette di intercettare i bisogni dell’utente, anticiparli e dunque, soddisfarli.

Conoscere i core update di Google, vuol dire comprenderne la grammatica ed evitare spiacevoli penalizzazioni derivanti, via via, dall’ultimo aggiornamento Google. Ecco perché fare SEO è un’attività che richiede tempo ed esperienza.

Se vuoi intraprendere il tuo cammino professionale all’interno del digital marketing, dovrai consolidare o acquisire le nuove competenze del settore. Non dovrai fare tutto da solo! Inizia con una consulenza gratuita che possa orientarti verso la tua carriera nel digitale. 

Scegli ora il percorso più adatto a te!

CONTATTATACI

Webinar Gratuito – Crea la tua Agenzia con l’IA

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

2 Commenti

  1. Paola Franchi

    Articolo interessante su come Google possa modificare le modalità di assegnazione dei ranking ma che evidenzia come articoli e pagine scritti per fornire valore all’utente non subiranno mai una penalizzazione significativa anche se vengono modificati i parametri di valutazione.

  2. Anastasia

    La SEO è qualcosa di davvero affascinante e avvincente, poiché ti permette di raggiungere le prime posizioni della SERP di Google, ed essere letti da chiunque stia cercando proprio ciò su cui si ha scritto quel contenuto. E per un’azienda che ambisce al successo, questa pratica è davvero fondamentale :)

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *