Seleziona una pagina

Google Discover è la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale e di come questa possa migliorare la navigazione del singolo utente. Tutta completamente personalizzata.

Magia? No, pura scienza tecnologica. Grazie al nuovo servizio della casa di Mountain View potremo usufruire di un feed che parla esattamente dei nostri interessi, passioni e risponde a ogni esigenza. Dal semplice utente al tecnico digitale, tutti potranno godere dei vantaggi di Google Discover. In particolar modo, se vuoi ottimizzare il tuo sito lato SEO ed entrare nel mondo Discover, ti sarà molto utile leggere questo articolo fino alla fine.

Per ottenere fin da subito le competenze della Search Engine Optimization, scopri il corso SEO Specialist con certificazione!

 

Se vuoi conoscere le tue attitudini sul mondo della SEO, fai questo breve test e scopri qual’ è la professione SEO più adatta a te.

Google Discover

 

Dove trovare e come attivare Google Discover

Ma entriamo nel vivo dell’argomento: dove trovare questa nuova funzione di Google?

Discover, originariamente nato sotto il nome di Google Feed, può essere trovato nelle impostazioni dell’app di Google. Quindi, se hai già l’applicazione installata non avrai bisogno di nient’altro ma solo attivare il servizio per Android in pochi semplici step:

• apri l’ app di Google
• nella schermata in basso clicca su “Altro”                     
• prosegui in “Impostazioni”
flagga la voce Discover

 

Per IOS, invece, i passaggi sono ancora meno:                                             

• impostazioni
• continua su “Generali”                                  
flagga il campo Discover

 

Da qui in poi, potrai usufruire di questa nuova funzione ideata da Big G. Ma continua a leggere e scoprirai molto di più sull’intelligenza artificiale e i suoi vantaggi.

 

Funzionalità: perché migliora la tua ricerca

In origine, noi utenti, dovevamo attivamente scandagliare la SERP del motore di ricerca per trovare informazioni e topic di interesse. Con Google Discover la questione è ben diversa: il flusso dei contenuti che appaiono all’utente, infatti, non sono il risultato di una ricerca reale ma di una vera e propria ipotesi artificiale.

In base a degli algoritmi ben calibrati, Big G. è in grado di proporre una serie di articoli e argomenti in linea con le ricerche pregresse dell’utente così da customizzare e rendere fruibile l’esperienza di ricerca. I temi suggeriti, oltre che aggiornati regolarmente, possono essere targettizati in base a:

  • cronologia
  • applicazioni aperte
  • Machine Learning
  • ricerche vocali
  • Google Maps
  • periodo dell’anno

 

Dai video alle news, fino alle immagini: tutto può essere influenzato dagli interessi che l’utente dimostra e dalle azioni che fa. Insomma, minimo sforzo e massimo risultato…di ricerca!

 

Per cercare con il minimo sforzo anche le carriere digitali che fanno al caso tuo,
iscriviti al Job Alert settimanale di Digital Coach

ISCRIVITI AL JOB ALERT SETTIMANALE

 

Dispositivi compatibili: come personalizzare Google Discover

La risorsa di Google Discover può essere attivata da smartphone e tablet. Come visto precedentemente, questo feed è compatibile con IOS e Android. Vediamo allora come personalizzare il tutto in base al device a disposizione.

 

IOS

Con un dispositivo IOS il modo più pratico per creare delle schede ad hoc nel feed è quello di:

  • entrare dall’immagine profilo in alto a destra
  • cliccare su “Attività di ricerca”
  • continua in “Attività viene salvata”
  • attiva modalità “Attività web e app”

Per aggiungere uno o più argomenti di forte interesse nella lista dei preferiti, dovrai poi aprire la scheda e selezionare l’opzione “Segui”.

Se invece vuoi eliminare un argomento, ti basterà andare nella sezione “Gestisci interessi” e deselezionare il topic indesiderato.

 

Android

Per chi dispone di un Android e vuole agire sulla personalizzazione del feed, dovrà invece entrare nell’icona “Controllo” Questa icona, formata da tre puntini e posizionata in basso a destra dello schermo, permetterà di calibrare l’afflusso o meno dei topic, selezionando:

  • “Altro”: per avere più news di un dato argomento
  • “Meno”: per eliminare dal feed un argomento specifico
  • “Scopri di più” e spuntare l’opzione “Segui” per inserire un contenuto tra i preferiti

Per aggiungere, invece, una categoria preferita come sport, cronaca, tv e molto altro, dovrai cliccare le tre linee nella sezione in basso a destra dello schermo e selezionare “Personalizza”. Da qui, con il tasto “+” potrai aggregare nel feed altre categorie desiderate.

 

Posso usare Google Discover da PC e mobile?

Per gli amanti del buon vecchio desktop abbiamo una piccola nota dolente: al momento Gooogle Discover è disponibile solo nelle impostazioni di Chrome per Android e IOS. Ma non disperate!

Secondo un’interessante novità relativa a Chromium Gerrit, si preannuncia la nascita di un toggle rapido, un button che attiverà la modalità di navigazione desktop anche di Google Chrome su Android. Questo ultimo upgrade potrebbe essere un chiaro segnale che Mountain View rilascerà a breve una versione Discover persino per PC. Noi intanto attendiamo!

 

Scarica l’e-Book gratuito e impara come
migliorare la tua posizione nei risultati di Google Discover

ebook seo copywriting mini guida

 

Google introduce una nuova funzione

E nell’attesa perché non vedere una nuova funzione sull’ottimizzazione che presto arriverà anche nel nostro Bel Paese?

Alcuni utenti stranieri, attivando la versione 12.38 dell’app di Google, hanno già notato la comparsa di un pop-up informativo sulla schermata che preannuncia l’arrivo di una nuova modalità di ottimizzazione. Attraverso la sezione “Accesso rapido” accessibile, attraverso l’avatar de profilo Google, si potrà entrare più rapidamente in promemoria, impostazioni e molto altro.

In aggiunta a questo, Mountain View sta anche testando l’inserimento di un piccolo banner che, scorrendo verso sinistra e pigiando l’icona blu “+” permetterà di visualizzare informazioni più velocemente, quali:

  • notizie
  • meteo
  • titoli azionari

 

Non sei soddisfatto? Disattivalo!

aggiornamenti google passage ranking

Diciamo la verità: molti di noi si sono chiesti se Google Discover, seppur migliorato la User Experience dell’utente, non abbia in qualche modo spento la magia della ricerca attiva, limitando la scoperta di una nuova news o argomento che potrebbe stupirci e interessarci scrollando la SERP. Trovato per caso ma… ci piace!

Disattivare la funzione può essere l’unica soluzione per ritornare alla ricerca “vecchia scuola”. Per farlo ti basterà andare nelle “Impostazioni” è disabilitare la voce “Discover”.
E il gioco è fatto.

 

Come ottimizzare il tuo sito lato SEO per entrare in Google Discover

Per chi vede in Google Discover un’opportunità per fare Digital Marketing e di crescita per il proprio sito, continuare a usarlo è molto importante. Leggi e scopri come.

Chi è un tecnico digitale, o quasi, lo sa: con il nuovo aggiornamento gli articoli di un dato sito non saranno più ricercati attraverso keyword e query ma compariranno automaticamente tra le schede dell’utente. In tutto questo, però, la SEO gioca ancora un ruolo importantissimo. Infatti, il ranking dei contenuti su Discover è basato sulle ricerche pregresse e sugli interessi che l’utente dimostra.

Quindi, grazie a una buona ottimizzazione SEO, non soltanto si continuerà a scalare la SERP classica di Google ma sarà possibile entrare nella ricerca passiva di Google Discover, aumentando il traffico indiretto fino al 27% in più di click totali sul proprio sito.

Proprio per questa ragione, i parametri dell’acronico inglese EAT (Expertise, Authoritativness, Trustworthiness), basilari nella SEO tradizionale, sono ancora utilissimi per i contenuti su Discover.
Questi sono:

  • Competenza: riuscire a soddisfare l’intento di ricerca dell’utente è sinonimo di esperienza e competenza
  • Autorevolezza: un sito, emblema di competenza in un dato settore, è considerato autorevole
  • Affidabilità: un sito dall’alta esperienza e autorevolezza verrà sicuramente giudicato affidabile

 

Come ultimo step per ottimizzare su Discover in lato SEO, basterà poi seguire i suggerimenti di questa check list da aggiungere alla strategia sopra riportata:

  • foto con almeno 1200 pixel di larghezza
  • oltre le foto, utilizzare i video all’interno di blog e sito per attivare anche la cronologia di YouTube
  • autorizzare la versione AMP del sito (Accelerated Mobile Pages)
  • creare contenuti evergreen che siano attuali e utili nel tempo, in linea con le tendenze del momento e la strategia di storytelling
  • non inserire eccessivamente contenuti pubblicitari
  • evitare tattiche ingannevoli per aumentare curiosità e coinvolgimento
  • eliminare contenuti espliciti o che istighino a violenza, razzismo e cyberbullismo
  • trasparenza sull’anagrafica dell’autore dell’articolo (nome, cognome, breve curriculum e foto profilo)
  • essere sempre reperibili tramite e-mail e recapito telefonico

 

Tiriamo le somme

Ancora sicuri che la SEO sia in via di estinzione? Credo proprio di no, anzi. Grazie al lavoro sinergico tra ricerca attiva in SERP e quella customizzata di Google Discover, il tuo sito potrà ottenere degli ottimi risultati e raggiungere una certa notorietà.

Essendo un mondo in continua evoluzione, dovrai costantemente aggiornarti e riqualificarti. Se vuoi essere tra i primi, un corso di Certificazione SEO Manager di Digital Coach, può fare proprio al caso tuo.

 

Premi il button per saperne di più e per avere una consulenza di carriera gratuita.

RICHIEDI CONSULENZA DI CARRIERA

 

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

SEO tools cover user-experience come apparire su google maps

 

Rarau Radu PRIMA STESURA A CURA DI RARAU RADUlinkedin_badge

Imprenditore, artigiano, export manager e CEO Trinity Wedding Fashion Group. Appassionato dal digitale ho scelto il Digital Coach-Master Digital Project Manager per acquisire le competenze necessarie nello sviluppo digitale delle mie società. Come hobby il triathlon che prendo come una filosofia di vita: Anything Is Possibile!