Google Knowledge Graph: cos’è, come funziona e vantaggi

 

Hai mai sentito parlare del Google Knowledge Graph, o Grafo della Conoscenza? Sicuramente ti sarà capitato di fare una ricerca su Google e, quasi magicamente, di trovare le risposte che stavi cercando in un box a lato dei risultati di ricerca, senza dover cliccare altrove! Senza saperlo, hai utilizzato un importante strumento di Google, che facilita la vita a moltissimi utenti come te!

google knowledge graph enciclopedia virtualeIl Knowledge Graph è una risorsa messa a disposizione gratuitamente da Google che, se correttamente sfruttata, può dare grandi soddisfazioni anche dal punto di vista del posizionamento organico del tuo sito internet. Infatti, se un’informazione riesce a comparire Grafo, godrà di una maggiore e immediata visibilità ma anche di autorità e fiducia sia da parte degli utenti che del motore di ricerca.

Imparare a gestire gli strumenti offerti da Google per una SEO efficace, sta diventando sempre più importante. Pertanto, se vuoi affinare le tue conoscenze, è consigliabile approfondire le tecniche e gli aspetti essenziali in questo ambito, seguendo un percorso formativo altamente qualificato, che ti fornisca tutte le competenze necessarie per diventare un vero esperto in questa professione.

Il Corso SEO Specialist di Digital Coach è studiato appositamente per chi vuole aprirsi a nuove opportunità lavorative con una professione digitale, che offre ampie prospettive di crescita sia come freelance sia in azienda.

Continuando nella lettura di questo articolo, troverai le risposte alle seguenti domande:

  • Che cos’è un Knowledge Graph nella Ricerca Google e come funziona?
  • Come posso ottenere un Grafo della Conoscenza?
  • Come posso aggiornare le informazioni del Knowledge Graph Panel?
  • Qual è il vantaggio di Google Knowledge Graph?

 

Cos’è Google Knowledge Graph

La definizione del Google Knowledge Graph fornita dallo stesso motore di ricerca è “una gigantesca enciclopedia virtuale di fatti” provenienti da diverse fonti online, associati tra di loro attraverso legami logici e semantici e utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti, attraverso un semplice riquadro con layout è molto simile ai rich text result.

Come molti strumenti di Google, il Grafo della conoscenza è facilissimo da utilizzare, ma nasconde processi estremamente complessi e articolati. Infatti, nonostante la grafica sia molto essenziale e le risposte siano immediate, i processi di intelligenza artificiale utilizzati da Google sono molto avanzati.

Il motore di ricerca è infatti in grado di mettere in relazione miliardi di risultati, connettendoli tra loro attraverso una ricerca semantica e legami logici, sintetizzando le informazioni più importanti, velocizzando la ricerca e offrendo una risposta immediata, soddisfacente ed esaustiva senza ulteriore sforzo. 

Alla base di questo complesso sistema, Google identifica le cosiddette entità, ovvero “una cosa o un oggetto che è singolare, unico, ben definito e distinguibile”. Confrontando quante volte due entità vengono citate insieme nel web, Google riesce a stabilire una correlazione e ad attribuire un valore rispetto all’autorevolezza della fonte da cui proviene.

Utilizzando la relazione tra le varie entità, il motore di ricerca costruisce una mappa mentale, che lo aiuta a comprendere meglio le richieste degli utenti e a fornire risposte sempre più precise e pertinenti.

 

Vuoi scoprire se hai le caratteristiche giuste per diventare SEO Specialist?
Mettiti alla prova con un test!

Test SEO Specialist

 

Come funziona il Knowledge Graph di Google

Il Google Knowledge Graph è stato lanciato da Google nel 2012 e, da allora, ha continuato a svilupparsi notevolmente, diventando uno strumento indispensabile sia per le ricerche da dispositivi mobili e sia per quelle vocali e provenienti da Google Assistant e Google Home.

Si tratta di uno strumento molto utile, che sfrutta le relazioni logiche e semantiche tra le parole, allo scopo di fornire risposte precise e complete, ma soprattutto anticipando i risultati che possono comparire nelle pagine dei risultati del motore di ricerca (SERP). Gli utenti possono, così, soddisfare le proprie necessità senza ulteriori ricerche e con il massimo dell’efficienza.

Inoltre, è un sistema che si autoalimenta attraverso le continue ricerche e che migliora costantemente la sua pertinenza, utilizzando anche ricerche vocali e correlate, oltre ad arricchirsi di eventuali notizie aggiuntive in base a ciò che viene richiesto e segnalato dagli utenti stessi. 

Per quanto riguarda i contenuti multimediali visualizzati all’interno del Grafo, Google si affida al Wikimedia Commons, un progetto di Wikimedia Foundation, che raccoglie oltre 78 milioni di file multimediali esclusivamente a licenza libera. In questo modo, il motore di ricerca può attingere a un archivio quasi infinito di risorse con licenze libere Creative Commons, contenuti gratuiti, software open source e di dominio pubblico.

 

Strategie per accedere al Grafo della Conoscenza

Come ottengo un Knowledge Graph di Google? Il motore di ricerca alimenta le informazioni del Grafo attraverso fonti diverse, come il CIA World Factbook, Wikidata e Wikipedia, accessibili pubblicamente o con licenza privata, in modo automatico e basandosi sostanzialmente sulle ricerche effettuate dagli utenti sullo stesso motore di ricerca.

In alcuni casi, e se si è già oggetto di un grafo, è possibile rivendicare il riquadro, suggerire modifiche e aggiornare le informazioni, purché vengano rispettati rigorosamente i criteri imposti da Google. Una volta che si è riusciti ad entrare nel Knowledge Graph, Google considererà le informazioni sempre affidabili e le offrirà agli utenti in risposta ai loro quesiti.

In questo modo, il motore di ricerca aumenta l’affidabilità e l’autorevolezza dei siti internet presenti nel Grafo della Conoscenza ed è molto probabile che ne mantenga le pagine in cima alla SERP, aumentandone la visibilità e la possibilità di essere raggiunte dagli utenti.

L’accesso al database del Google Knowledge Graph non è un’operazione semplice e richiede molto lavoro e costanza, ma se si raggiunge l’obiettivo, è il primo passo per sfruttare moltissime opportunità e rimanere in una posizione di prestigio per molto tempo. 

 

google knowledge graph esempio

Screenshot Knowledge Graph di Napoleone Bonaparte

 

Utilizza gli strumenti di Google e Wikipedia

Innanzitutto, è fondamentale sapere che la maggior parte delle informazioni presenti su Google Knowledge Graph provengono dallo stesso motore di ricerca e da Wikipedia. Diventa quindi vantaggioso essere presente nei loro database, al fine di sfruttarne i numerosi vantaggi.

Per quanto riguarda Wikipedia, i dati vengono memorizzati nel grande database di Wikidata, da cui vengono poi estrapolati per la creazione degli articoli. Inoltre, i link presenti negli articoli puntano direttamente alle fonti e sono un ottimo modo per dare visibilità ad un sito internet, partendo da una pagina prestigiosa e autorevole come Wikipedia.

Per riassumere, basta seguire i seguenti semplici passi:

  • registrarsi a Google Search Console, monitorando i dati di ricerca e le prestazioni del proprio sito internet
  • utilizzare la scheda Google My Business, in caso si tratti del sito di un’azienda o un’attività commerciale
  • avere un articolo su Wikipedia
  • possedere una voce nel database di Wikidata.

 

Usa i dati strutturati di Schema.org

Schema.org è un sistema di etichettatura, o markup, con cui vengono identificati i contenuti di un sito web per renderne più facile e immediata la comprensione da parte del motore di ricerca.

Si tratta di un vero vocabolario, creato da Google, Microsoft, Yandex e Yahoo, allo scopo di rendere il web sempre più facilmente comprensibile e integrare i risultati di ricerca con informazioni aggiuntive e correlate.

Se le informazioni presenti su una pagina web sono ritenute autorevoli, utili e di valore, il motore di ricerca le utilizza per rispondere agli utenti attraverso il Google Knowledge Graph, integrando i rich snippet, arricchendo le metadescrizioni e facendole comparire nella ricerca organica della SERP.

 

Vuoi saperne di più sulla professione del SEO Specialist?
Leggi la Guida Gratuita!

seo specialist ebook

 

Tieni aggiornati i profili Social

Per Google è importante che i dati presenti nel Google Knowledge Graph siano affidabili e aggiornati. Un modo per dimostrarlo concretamente è mostrarsi sempre attivi sui propri profili social, alimentandoli con contenuti sempre nuovi, di valore e pertinenti, ma soprattutto offrendo informazioni sempre corrette e affidabili.

Gli account, per essere riconosciuti da Google, devono essere identificati e verificati e tra tutti i social, LinkedIn rappresenta la risorsa più importante per il Knowledge Graph.

Pertanto, è bene pubblicare in modo costante e sviluppare una buona rete di relazioni, mantenendo una buona reputazione, che contribuirà a farti considerare da Google e dagli altri utenti come una persona affidabile e competente.

 

Crea contenuti di valore

Google è alla costante ricerca di contenuti che rispondano in maniera efficiente ed efficace alle richieste degli utenti. I contenuti di qualità, che contengono informazioni ritenute utili e affidabili da Google, vengono premiati con le migliori posizioni nella SERP e, allo stesso tempo, garantiscono che l’immenso database di Google Knowledge Graph sia sempre aggiornato e contenga informazioni verificate.

La figura del Content Creator è fondamentale per la realizzazione di contenuti che soddisfino i criteri della SEO, per ottenere il massimo della visibilità e, di conseguenza, per entrare a far parte del Grafo di Google.

 

Come aggiornare il Google Knowledge Graph Panel

Tutti possono lasciare un feedback generico, che aiuterà Google a migliorare le informazioni, ma solo le fonti originarie e verificate delle informazioni possono rivendicare la scheda informativa. Per segnalare la necessità di una modifica, basta cliccare sulla parola “Feedback”, che compare sotto il box di Google Knowledge Graph e scegliere se si tratta di un feedback generico, di una modifica richiesta dal rappresentante ufficiale di un’entità o di un problema di tipo legale.

Il titolare o rappresentante del sito ufficiale, può richiedere di cambiare l’immagine in primo piano, i link ai profili social oppure informazioni specifiche, come ad esempio la data di nascita di una persona, ma non può ad esempio chiedere che venga variato il sottotitolo, lo snippet di Wikipedia, la sezione delle ricerche correlate o che vengano nascosti dei contenuti, se corretti e di pubblico dominio.

Una volta che le informazioni sono state esaminate, il titolare dell’informazione deve accedere a uno dei siti o dei profili ufficiali, presenti su YouTube, Google Seach Console, Twitter o Facebook per essere riconosciuto come tale e avere la facoltà segnalare le variazioni da effettuare.

Prima della pubblicazione all’interno del box, Google effettuerà ulteriori controlli per verificare la veridicità delle informazioni e, soprattutto, per escludere eventuali contenuti inappropriati o non corretti.

 

Ti piacerebbe lavorare come Specialista della SEO freelance?
Scopri come fare partecipando al Webinar Gratuito!webinar digital freelance

 

Vantaggi del Knowledge Graph di Google

Il principale vantaggio di Google Knowledge Graph è di fornire agli utenti una serie di informazioni e risposte in modo rapido, preciso e sintetico, senza necessità di ulteriori consultazioni della SERP o di numerose pagine web.

Dall’altra parte, se Google riesce a fornire tutte le informazioni direttamente sulla sua pagina dei risultati, gli utenti non sono più interessati a visitare siti internet specifici o relativi a brand. 

A dimostrazione di quanto il Google Knowledge Graph abbia impattato sulle ricerche organiche, è stato calcolato che, a due anni dall’implementazione di questo strumento, sono aumentate del 2% le ricerche che non hanno portato clic organici sulle pagine presenti nei risultati di ricerca. Infatti, dal momento che le persone hanno iniziato a sfruttare il grafo, è diminuita la necessità di consultare altre pagine o siti, con la conseguente contrazione delle vendite e delle conversioni.

Per poter mantenere una visibilità costante e redditizia su Google, anche dal punto di vista della SEO, diventa quindi fondamentale sfruttare il più possibile le opportunità offerte dal Knowledge Graph, aumentando anche la propria affidabilità e migliorando il proprio posizionamento nella SERP.

 

Conclusioni e Consulenza gratuita

In conclusione, Google Knowledge Graph è una fonte di informazioni inesauribile che aiuta gli utenti a navigare nel modo più semplice e immediato, trovando le risposte più adeguate a miliardi di query. Un database dalle mille opportunità che, se adeguatamente sfruttato, può diventare uno strumento utilissimo per migliorare il posizionamento del tuo sito internet, ma anche la tua visibilità e autorevolezza.

Se il tuo obiettivo è sviluppare una strategia digitale che funzioni e ti interessa lavorare nell’ambito SEO, creando e gestendo contenuti efficaci, i percorsi formativi di Digital Coach possono essere la soluzione giusta per te e per il tuo futuro, diventando un vero esperto in questo settore.

Se vuoi saperne di più e valutare quale possa essere il corso più adatto per le tue esigenze, richiedi una consulenza gratuita con un nostro esperto e valuta tutte le infinite opportunità per lavorare e guadagnare, che il mondo digitale può offrirti.

 

Migliora la tua presenza online con una strategia SEO vincente!
Contatta un nostro esperto e scegli il percorso giusto per te

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

seo automatico come funziona e strumenti consulente seo content creator

webinar gratuito impara a delegare al tuo team e libera il tuo tempo luca papa

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *