Seleziona una pagina

Imprenditore di te stesso: come e perché diventarlo online

Cosa significa diventare imprenditore di te stesso?essere imprenditore di te stesso

Vuol dire acquisire la consapevolezza di voler intraprendere un percorso caratterizzato da una significativa crescita personale e professionale. Se la tua idea è quella di diventare un imprenditore, ti sarai sicuramente chiesto quale potrebbe essere l’iter giusto da seguire.

Prima di addentrarci su quale possa essere il percorso migliore per diventare imprenditori di se stessi, è importante fare alcune considerazioni. Innanzitutto, occorre considerare che il contesto occupazionale è stato, nel tempo, ridefinito attraverso una serie di cambiamenti che hanno interessato l’intero ecosistema del mondo del lavoro.

Come potrai immaginare, tra le cause di questi mutamenti vi è certamente l’avvento dell’era dell’Industria 4.0 e della globalizzazione. Non solo questi, ma anche altri fattori come l’esternalizzazione dei servizi, le questione geopolitiche, la costante tendenza ad innovare, hanno spinto sia le aziende, che i lavoratori, ad essere sempre più competitivi. Queste trasformazioni conducono verso uno scenario che cambia radicalmente il modo di lavorare, lasciando spazio a nuove figure imprenditoriali.

 

Scopri quali sono le 8 attività che ti permettono di diventare imprenditore di te stesso

SCEGLI QUELLA PIÙ ADATTA A TE

Dunque, condizione essenziale per avere successo ed essere competitivi è la capacità di essere in grado d’acquisire maggiori competenze e nuove abilità attraverso l’aiuto di una costante ed efficace formazione.

sii imprenditore di te stessoMa cosa è cambiato rispetto al passato?
L’Italia del boom economico aveva davanti a sé un grande margine di crescita e le possibilità lavorative, tra cui quelle di chi voleva fare impresa, erano molte.
Basti pensare che l’Italia del miracolo economico è stata la cornice della nascita e della crescita di grandi imprenditori che hanno segnato la storia del Nostro Paese.

Rispetto ad oggi, in quegli anni, intraprendenza, intuito e una buona idea erano gli ingredienti base per poter essere imprenditore. In altre parole, ciò che contava era saper fare. Attenzione! Questo non vuol dire che oggigiorno non sia possibile diventare imprenditori, ma sono cambiati gli strumenti necessari per avviare una propria attività di successo. Ad oggi, per essere imprenditore è indispensabile affiancare alla competenza tecnica un vero e proprio bagaglio di competenze teoriche.

Inizia a ragionare da imprenditore e scopri in questo articolo alcuni passi da seguire per diventare il capo di te stesso, ovvero un professionista che punta principalmente sulle proprie abilità e sul proprio impegno.

Continua a leggere l’articolo e sii imprenditore di te stesso!

 

Imprenditore di te stesso: primi passi utili

Innanzitutto, essere imprenditore di se stesso presuppone avere una forte motivazione e la giusta mentalità imprenditoriale.
Per mettersi in proprio è necessario avere:

  • un’attitudine positiva: i fallimenti sono occasioni per imparare ed è importante che vengano considerati momenti di crescita e propulsori di sviluppo;
  • il coraggio di investire, eventualmente attivandoti per recuperare il capitale necessario (risparmiare, ottenere prestiti, ricercare investitori pubblici o privati);
  • pazienza: non cadere nella trappola del “tutto e subito!”. È nel lungo-medio periodo di tempo che si ottengono i risultati di un buon lavoro. Lo diceva anche Bill Gates: “La pazienza è un elemento chiave del successo”;
  • nuove idee da trasformare in business vincenti;
  • la consapevolezza di essere in grado di svolgere quelle funzioni e di assumersi quelle responsabilità che, generalmente, sono attribuite ad un leader in azienda.

Dunque, sei veramente pronto a compiere questo passo? Se sì, scopri quali sono gli step da cui partire e diventa imprenditore di te stesso!

Vuoi sapere se hai la stoffa per diventare imprenditore di te stesso? Scoprilo con un test

test mettersi in proprio online scopri come

Lavora seguendo le tue passioni

Come si fa a fare l’imprenditore di se stesso? Bisogna partire da due presupposti fondamentali:

  1. Quando decidi d’intraprendere un determinato percorso professionale è importante tenere bene a mente che quello sarà il lavoro che assorbirà molte delle tue energie e del tuo tempo. Investirai aspirazioni, desideri, conoscenze e abilità per raggiungere obiettivi professionali e personali prefissati. Fare qualcosa che ti appassiona diventa, quindi, la giusta leva per il raggiungimento del tuo benessere e della massima espressione di te stesso.
  2. Alla base di un’impresa c’è sempre un’idea, sulla strada del successo determinazione, conoscenza e capacità.
    Abbiamo detto che per raggiungere il massimo è importante dedicare la tua vita professionale in qualcosa che ti appassioni. Però, è anche vero che, una buona idea imprenditoriale, per trasformarsi in un’attività di successo, necessita della giusta combinazione tra la passione che ti anima e le tue capacità imprenditoriali.
    Ricorda, la passione è il motore che muove la tua determinazione; le conoscenze e le capacità, invece, ti guidano razionalmente verso l’efficacia e l’efficienza.

Individua i tuoi punti di forza

Per aprire possibili scenari lavorativi è necessario partire dall’individuazione, prima, e dalla valorizzazione, dopo, delle proprie qualità e delle proprie capacità professionali.
Punto di partenza per diventare capo di te stesso è un’attenta analisi che ti consenta di darti delle valide risposte a domande come: chi sono? Che immagine voglio dare di me? Dove voglio arrivare? Cosa e come voglio comunicare con il mio target di riferimento? Quali sono i benefici che sono in grado di apportare al mio pubblico? Ma soprattutto: cosa mi rende diverso dagli altri?

Se non sai da dove partire, puoi utilizzare il Brand Identity Prism di Kapferer applicato al personal branding. Si tratta di un esercizio utile per iniziare a riflettere sulla propria identità professionale e accrescere la propria consapevolezza in un’ottica di comunicazione e di marketing.
Una volta ottenute tutte le risposteShow, don’t tell, ovvero non limitarti a dire cosa sai fare, ma dimostralo!

Scarica la Mini Guida Gratuita su
come fare Personal Branding

ebook persona branding

Analizza il mercato

Errore comune è quello di pensare che per essere imprenditore sia sufficiente avere una buona idea per avere successo senza, però, verificarne la sua reale fattibilità.
In realtà, è opportuno studiare con attenzione l’impatto che la tua idea imprenditoriale potrà avere sul mercato e capire se risponde realmente alla domanda dei consumatori.
Come fare a realizzare la propria idea e creare un business di successo?

  • Individua e studia il tuo mercato di riferimento: è un mercato saturo? È un trend in crescita? Quali sono le prospettive future? In altre parole, identifica i rischi e le opportunità.
  • Analizza i tuoi competitor: rileva i loro punti di forza, ma soprattutto i loro punti deboli. In questo modo, avrai la possibilità di migliorare ed emergere sfruttando i loro “errori”.

Questo step è di estrema importanza perché getta le basi per la realizzazione d’una strategia di business volta a stabilire le modalità attraverso le quali è possibile emergere e concorrere nel proprio ambito di riferimento.

In definitiva, quello di cui si ha bisogno sono delle linee di condotta per cercare di armonizzare al meglio la tua idea imprenditoriale con le esigenze di mercato.

Pianifica la tua attività

diventa imprenditore di te stessoMa per sviluppare un metodo di business efficiente è fondamentale affiancare alla parte dall’analisi una fase di pianificazione.

Per lavorare in proprio, infatti, occorre sapersi organizzare e saper organizzare al meglio le proprie attività.

  • Stabilisci e pianifica i tuoi obiettivi. È consigliabile stabilire più micro-obiettivi in modo tale da raggiungere più facilmente il macro-obiettivo finale. Il raggiungimento di goal nel breve periodo, chiari, ben definiti e non eccessivamente ambiziosi, ti aiuterà a portare a termine il tutto e restare motivato.
  • Realizza un Business Plan, utilissimo strumento di pianificazione e di previsione che comprende i principali aspetti riguardanti lo sviluppo di un’attività imprenditoriale. Questo schema ti permetterà di avere una visione d’insieme e sintetica di tutti gli aspetti che caratterizzano il tuo progetto: dagli obiettivi alle strategie di marketing, dal piano operativo a quello finanziario.

Costruisci il tuo network e crea il tuo team

Essere imprenditore di te stesso non vuol dire lavorare da solo. È importante creare una propria rete di conoscenze con professionisti del tuo stesso settore, e non solo.
Dalla condivisione e dalla collaborazione, infatti, si possono ottenere grandi soddisfazioni. Inoltre, coltivare relazioni è un buon mezzo per stimolare la tua creatività, essere costantemente aggiornato sulle novità del tuo campo e raggiungere nuovi clienti.

È importante accrescere la forza dei legami deboli, per dirla con Granovetter: investire sullo sviluppo e il mantenimento di conoscenze amichevoli che non ti assorbano in maniera esclusiva, ma piuttosto costituiscano il tuo universo dinamico sempre in espansione, ti garantisce di ampliare le possibilità di accedere a informazioni e opportunità di business precluse a chi tituba a saltare fuori dalla sua comfort zone.

Infine, crea il tuo team, ovvero un gruppo di professionisti che siano in grado di essere da supporto al tuo progetto.

Rimani costantemente aggiornato

Quante volte hai sentito dire: nella vita non si smette mai di imparare? In fondo è risaputo. Viviamo in un contesto altamente mutevole in cui è necessario rimanere costantemente aggiornati sulle novità, i trend che interessano il tuo campo d’azione.

Diventare capi di se stessi significa anche ritagliarsi del tempo per partecipare a tutte quelle iniziative utili per la crescita personale e del proprio business. Perciò, aderisci a webinar, frequenta corsi di formazione, confrontati con altri professionisti. Se hai passione e attitudine per l’impresa, non avrai alcuna difficoltà nel trovare la volontà di imparare per migliorare te stesso e la tua attività.

Ricorda, andare al passo con i tempi è un’ottima strategia per aiutarti a individuare potenziali punti deboli che potrai tranquillamente trasformare grazie alla formazione.

Perché essere imprenditore di te stesso e mettersi in proprio?

Mettersi in proprio ha i suoi vantaggi, ma come già detto, richiede una certa attitudine, determinate competenze e capacità di prendere decisioni e affrontare specifici rischi.

Se ciò di cui hai bisogno sono maggiori ispirazione e motivazione potrebbe esserti utile consultare il web, contenitore infinito di informazioni. Ad esempio, potrai trovare consigli pratici e storie di successo utili per capire come fare l’imprenditore su YouTube.

 

 

SCOPRI DA DOVE PARTIRE

In questa parte dell’articolo scoprirai il perché del mettersi in proprio, soprattutto avviando un’attività online.

Sempre più spesso si leggono storie di persone che, ad un certo punto della loro vita, sentono la necessità di dare una svolta alla propria carriera, lasciando un posto in azienda per diventare un libero professionista.
Le motivazioni alla base di questa scelta possono essere tante e di diversa natura:

  • si è stanchi della solita vita in ufficio e dell’insufficiente presenza di riconoscimenti;
  • si sta semplicemente abbandonando un lavoro insoddisfacente per dedicarsi al progetto professionale da sempre desiderato;
  • si decide di reagire alla perdita del posto di lavoro investendo su se stessi, sulle proprie idee e sulle proprie passioni.

Ma perché investire proprio nel digital? Cosa vuol dire mettersi in proprio online? Innanzitutto, partiamo con il definire chi è un imprenditore digitale.

L’imprenditore digitale è quel professionista che, grazie all’utilizzo della tecnologia, è in grado di realizzare e sviluppare un business online finalizzato alla vendita e/o alla promozione di beni e/o servizi. Parliamo di un trend in forte espansione. In particolar modo, la pandemia in corso non ha fatto altro che accelerare questo processo di crescita andando a modificare profondamente il mondo del lavoro, indirizzandolo verso una realtà sempre più digitale.

8 idee per diventare imprenditore di te stesso

Che business aprire in italia? Nella lista delle cose da sapere non possono mancare i benefici di cui potrai godere svolgendo un’attività online.

Innanzitutto, lavorare in proprio online ti permette di avere maggiore libertà e autonomia decisionale. Questo vuol dire stabilire dove, quando, in che modo e con quali strumenti portare a termine le tue mansioni. Avrai la possibilità di personalizzare la tua giornata e la tua attività lavorativa svincolandoti da quella rigidità tipica del lavoro tradizionale.

Inoltre, come saprai, lavorare online ti consente di raggiungere un pubblico veramente vasto. Ma non solo. Potrai entrare in contatto con chiunque tu voglia attraverso numerosi e diversificati canali di comunicazione.

Infine, lavorare online ti permette di monitorare e misurare le performance delle tue strategie online.
Svolgere un’attività di misurazione, di raccolta e d’analisi dei dati provenienti dal web ti consente di capire meglio il tuo consumatore tipo e di costruire e/o rivalutare strategie sempre più idonee per raggiungere clienti in target.

Se vuoi fare l’imprenditore di te stesso lavorando online, ma non hai ancora ben chiaro quali opportunità ha da offrirti il mondo del digital, di seguito ti suggerirò 8 idee imprenditoriali che potrebbero fare al caso tuo.

Scopri le Migliori Idee per Diventare
Imprenditore di Te Stesso

ebook idee imprenditoriali

Diventa un consulente online

Se sei particolarmente preparato in un determinato ambito oppure hai avuto delle esperienze in un dato settore, potresti considerare l’idea di dedicarti alla consulenza online.

Quella del consulente online è una figura che nel tempo è sempre più richiesta grazie al ruolo strategico che svolge. Difatti, un buon consulente è in grado di realizzare e monitorare un progetto pensato su misura per il proprio cliente, che sia un’azienda o un brand.

Ad esempio potresti diventare consulente in ambito Social Media oppure SEO, partendo dalle tue conoscenze ed esperienze per cercare di monetizzarle. Lavorare come consulente online in proprio ti permetterà di dedicarti a più clienti in contemporanea, abbandonando le dinamiche più rigide del lavoro tradizionale.

Avvia una Web Agency

Valuta la possibilità di aprire un’agenzia di social media marketing per potere offrire servizi digitali, pubblicitari e di marketing alle piccole, medie e grandi imprese.

Sempre più aziende e liberi professionisti sono infatti alla ricerca di web agency che siano in grado di studiare e sviluppare la loro idea di presenza sul web.

Generalmente, sono composte da team di esperti di diversi settori che vanno dall’analisi dei dati alla definizione di strategie di marketing, dalla scrittura per il web alla realizzazione della grafica.
Potremmo dire che la Web Agency è lo sbocco naturale dei consulenti online di successo.

Vendi su Amazon FBA

Se hai intenzione di vendere i tuoi prodotti online ed hai una certa esperienza nel campo della vendita, Amazon FBA potrebbe essere la soluzione giusta per te. Amazon FBA (Fulfillment by Amazon) è un servizio che Amazon mette a disposizione dei venditori per aiutarli a gestire tutto ciò che riguarda la logistica: dall’inventario ai depositi, fino alla spedizione del prodotto.

Questa modalità di vendita consente di esternalizzare l’intero processo legato alla logistica e alla gestione delle spedizioni.

 

Crea un E-commerce in Dropshipping

Il dropshipping consiste nella vendita online, generalmente attraverso un sito e-commerce, di prodotti che non si trovano nel tuo magazzino e che verranno spediti direttamente al cliente da un altro soggetto, che di solito è il produttore stesso.

Ciò che caratterizza questo modello è la possibilità di gestire un processo di commercializzazione senza dover necessariamente avere a disposizione un magazzino per la giacenza dei prodotti e per la possibilità di attribuire a parti terze la fase di spedizione del prodotto venduto.

Trattasi, dunque, di un modello flessibile e vantaggioso soprattutto per coloro che hanno deciso d’avviare un’attività online, ma non dispongono fin da subito delle risorse da investire in un magazzino.

Occupati delle Digital Sales

L’avvento dell’era digitale ha portato con sé importanti novità anche nel settore del Sales.

La vendita digitale si pone l’obiettivo di affiancare al processo di vendita tradizionale le potenzialità degli strumenti digitali che si hanno a disposizione. Un nuovo modo di vendere e di generare lead che sfrutta la tecnologia per rendere le attività di sales più remunerative.

Dunque, se hai esperienza nel mondo della vendita o hai necessità di incrementare il numero delle tue vendite, quella del Digital Sales potrebbe essere la soluzione giusta per te!

 

Guadagna con le affiliazioni

L’affiliate marketing è una tecnica di digital adverting che si basa su un modello commerciale a performance, ovvero basato sui risultati ottenuti.
Come guadagnare con l’affiliate marketing? L’obiettivo è quello di portare traffico ad un’azienda che vende online. In cambio, quando la semplice visita al sito si trasforma in vendita, attraverso specifiche piattaforme di affiliazione, si riceve una provvigione.
Per riuscire in questa attività è però necessario avere una buona presenza online.

Diventa un Influencer

Sei appassionato di social? A prescindere dalla tua professione, potresti diventare un Influencer nel tuo settore di riferimento.

L’influncer è un personaggio, noto in rete, che ha la capacità di influenzare le scelte e i comportamenti di un dato segmento di utenti, ma soprattutto di potenziali fruitori. Per questo motivo la figura dell’influencer ricopre un ruolo fondamentale all’interno di strategie di comunicazione e marketing.

Dunque, perché non sfruttare la tua influenza? Potresti guadagnare attraverso pubblicità o altre sponsorizzazioni.

Vendi Infoprodotti o servizi online

Sempre più spesso si sente parlare di passion economy. Cosa vuol dire? Con economia della passione si fa riferimento alla tendenza, in forte crescita, di monetizzare le proprie passione e il proprio know-how producendo contenuti e servizi su diverse piattaforme digitali.

Che tu sia un esperto in marketing o un appassionato di grafica, puoi decidere di realizzare e commercializzare infoprodotti o servizi online come un e-book, una guida, un corso, in altre parole, qualsiasi tipo di file multimediale, purché contenga materiale pensato per l’apprendimento.

Con queste 8 idee di business puoi diventare imprenditore di te stesso
con competenze digitali nulle e zero capitale. T’interessa capire come?

ACCEDI AL CORSO GRATUITO

Esempi di imprenditori di successo

Jeff Bezos: Amazon

Se Jeff Bezos, classe 1964, è diventato uno degli imprenditori più ricchi al mondo, lo deve principalmente a se stesso.

bezos come esempio di imprenditore di successoSi laurea in ingegneria elettronica presso la Princeton University nel 1986. Nella fase iniziale della sua carriera lavora in diverse realtà aziendali per poi trovare un’occupazione nel campo dell’informatica presso Wall Street. Nonostante la buona posizione lavorativa raggiunta, Bezos decide d’abbandonare il proprio lavoro e divenire imprenditore digitale.

Nel 1994 decidere di realizzare un sogno, ovvero quello di vendere libri online. Amazon nasce inizialmente con il nome di Cadabra. Tra alti e bassi, Bezos investe tutte le sue energie e tutti suoi risparmi per permettere alla sua attività di decollare. Il suo primo ufficio è un garage e il numero di libri disponibili ancora pochi. Nel 1995 decide di creare il sito ufficiale Amazon: l’obiettivo era quello di realizzare una libreria virtuale. I primi risultati non tardano ad arrivare: nel 1996 la piattaforma di shopping online vendeva libri in tutti gli Stati Uniti e in molti altri paesi stranieri. Successivamente, Bezos decide d’affiancare alla vendita dei libri altri prodotti come elettrodomestici, film, DVD e videogiochi.

Quasi due anni dopo dall’inizio della sua avventura, Amazon viene quotata in borsa. Benché in molti pensavano che l’attività di Bezos fosse destinata a fallire, Amazon è attualmente leader dell’e-commerce a livello mondiale.

 

Jan Koum: WhatsApp

koum esempio di imprenditore di te stessoNato a Kiev nel 1976, a Jan Koum si deve la creazione di una delle App di messaggistica istantanea più utilizzate al mondo: WhatsApp.

Nel 1992, insieme alla madre si trasferiscono negli USA in cerca di un futuro migliore. Nonostante la sua giovane età, Jan inizia a lavorare come addetto alle pulizie per sostenere la famiglia. Questo non gli impedirà di studiare, con passione, informatica, prima da autodidatta e successivamente presso l’Università di San Josè. Ed proprio durante il suo percorso universitario che incontra un gruppo di hacker grazie al quale ha modo di sperimentare e fare esperienza sul campo.
Anche questa volta, ad affiancare gli anni di studi, un lavoro part-time che gli permetterà di conoscere Brian Acton, il futuro cofondatore di WhatsApp.
I due amici, inizialmente, lavoreranno per diversi anni per Yahoo! per poi decidere di lasciare il posto di lavoro e diventare imprenditore di se stessi.

Il percorso di Jan Koum non è stato semplice: un’adolescenza fatta di difficoltà economiche e tante porte chiuse in faccia.
Ma nel 2009 inizia a lavorare sul progetto di WhatsApp. Il suo obiettivo era la democratizzazione della comunicazione. Difatti, WhatsApp sarebbe stata un’App di messaggistica istantanea attraverso la quale gli utenti avrebbero potuto inviare messaggi a livello globale senza alcun costo.
Il successo non è stato immediato. Al momento del suo lancio, l’applicazione aveva pochi utenti registrati e riscontrava alcuni problemi. Ma grazie alla sua determinazione, dal 2009 WhatsApp ha continuato a crescere raggiungendo un successo enorme.
A capirne il potenziale è Mark Zuckerberg che, nel 2014, decide di acquistarla per 19 miliardi di dollari.

L’esperienza di Jan Koum, giovane imprenditore di successo, insegna che, seppur partendo dal basso, si possono raggiungere grandi risultati.

Steve Jobs: Apple

apple come esempio di capo di te stessoFondatore di Apple e ideatore di prodotti di successo come iMac, iPhone e iPad, Steve Jobs è probabilmente uno degli imprenditori di successo più famosi al mondo.

La sua vita privata e professionale è stata segnata da eventi decisivi, come racconta lui stesso in occasione del discorso tenuto, il 12 giugno 2005, davanti ai neolaureati dell’Università di Stanford. L’informatico americano si racconta attraverso tre semplici “storie”, grazie alle quali è possibile trarre vitali insegnamenti.

Jobs, in prima battuta, invita il giovane pubblico ad avere fiducia nel futuro e a stringere forte il proprio sogno. Se lui non avesse avuto fiducia nel suo istinto, non avrebbe lasciato il college e non avrebbe frequentato quel corso di calligrafia che gli sarebbe stato, in seguito, fondamentale al momento della nascita di Apple: senza quel corso i suoi computer non avrebbero avuto caratteri così belli e leggibili.

Il secondo consiglio è stato quello di non accontentarsi mai e di non rassegnarsi andando sempre alla ricerca di ciò che si vuole realmente. Se si fosse rassegnato di fronte al licenziamento dall’azienda di cui lui stesso era fondatore, non avrebbe avuto l’occasione di crearne altre due (una di queste la Pixar) e di tornare, successivamente, ad essere a capo della Apple.

Jobs conclude il suo discorso con una riflessione su quanto sia importante, ma altresì limitato, il tempo che si ha a disposizione. Si rivolge ai giovani neolaureati esortandoli a non sprecare la loro vita facendo qualcosa che non amano fare o vivendo la vita di qualcun altro.

“Stay Hungry. Stay Foolish.”. Con queste parole, Steve Jobs lascia in eredità un grande insegnamento: la chiave del successo risiede nella fiducia in voi stessi e in quello che fate e nel bisogno di guardare avanti verso il futuro. Se Steve Jobs non avesse seguito il suo istinto, il suo genio, non sarebbe stato colui che ha rivoluzionato il mondo della tecnologia.

 

Sei pronto a dare una svolta alla tua vita diventando imprenditore di te stesso?
Fai il passo: contatta un nostro esperto e inizia a costruire una carriera di successo!

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA GRATUITA

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

lavorare in proprio  mettersi in proprio cover  attività che non conoscono crisi 6 idee di business online

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza sugli argomenti del Digital Marketing. Scegli gratuitamente tra oltre 30 Ebook di Digital Coach.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Digital Coach

7 Commenti

  1. Rossella

    Solo se si è soddisfatti di sé stessi si può aver successo. Ho scelto di diventare capo di me stessa perché sono arrivata ad un punto in cui vorrei dare una svolta alla mia vita e trovare quello che cerco da anni. Basta, la vita è una sola e il digitale è una grande opportunità a trovare il lavoro che cerco da anni, ma non sapevo da dove cominciare per dare questa svolta.

  2. Roberta Marras

    Grazie come sempre per i numerosi spunti di riflessione. Determinazione, conoscenza, capacità e passione sono il giusto mix per diventare imprenditori di se stessi!

  3. Simone Novarese

    Sicuramente essere imprenditori di se stessi è una sfida costante che si rinnova ogni giorno. Questo articolo non soltanto fa il punto su vantaggi e rischi, ma propone anche varie alternative concrete nelle quali orientarsi per la propria attività di imprenditore.

  4. marcobodini

    Essere imprenditori nel digitale è una scelta di vita! Bisogna essere determinati e avere il giusto mindset, ma offre veramente delle grandi opportunità!

  5. Federico Del Carlo

    Ho deciso di intraprendere la strada nel digitale come naturale evoluzione da imprenditore a imprenditore digital. Sicuramente il lavoro è ancor più faticoso perché ti ritrovi a doverti riqualificare e sudare per recuperare terreno, ma allo stesso tempo si ha quel benessere di decidere da solo il proprio destino!

  6. valentina Zullo

    Ho scelto di lavorare nel digitale solo esclusivamente per essere libera e indipendente. Forse lavoro il doppio di prima, ma il poter lavorare ovunque e quando voglio, mi rende entusasta. Essere imprenditori di se stessi, aiuta a crescere e a evolversi. Provare per credere

  7. Serena Cadoni

    Trovo questa articolo molto interessante, ricco di spunti e di idee. Essere imprenditore di se stessi non è facile, ma con il mindset giusto e un pizzico di coraggio si può raggiungere il successo!

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.