Seleziona una pagina

Piano di sviluppo aziendale: cos’è e come si crea in 5 step

Realizzare un piano di sviluppo aziendale o business plan è necessario per avere successo in un’attività imprenditoriale. Tieni a mente, infatti, che impostare una strategia e definire le azioni da perseguire nel breve e lungo termine, contribuisce a progettare e creare un modello di impresa.

Ma cosa si intende per sviluppo aziendale? È molto semplice: la crescita di una azienda è composta da un insieme di strategie finalizzate a determinare la sua struttura dal punto di vista economico, legale e finanziario.

Quindi, avere un piano ben organizzato contribuisce a ridurre i rischi per tuo business ed avere una visione completa dell’azienda. Infatti, progettare in modo concreto un piano di impresa ti consentirà di:

  • dimostrare che la tua idea imprenditoriale è fattibile
  • valutare le risorse e la disponibilità finanziaria
  • comprendere quali sono le attività più vantaggiose da perseguire.

Un business plan, quindi, non è un piano di sviluppo individuale ma è un piano di crescita che coinvolge tutti i componenti dell’azienda, per raggiungere gli obiettivi stabiliti. Continuando con la lettura, avrai modo di approfondire l’argomento con informazioni relative a:

  • Cos’è un piano di sviluppo aziendale
  • Perché è importante crearne uno
  • Come fare un piano di sviluppo aziendale in 5 step.

Piano di sviluppo aziendale: cos’è

Sapere qual è la definizione di piano di sviluppo aziendale ti aiuterà di certo a fare un pò di chiarezza sull’argomento. Come un piano di sviluppo hr per le risorse umane, quello per le imprese consiste in un documento strategico che permette di fissare gli obiettivi imprenditoriali a breve e lungo termine.

Quindi aiuta l’imprenditore a realizzare un progetto condiviso ed è utile a tutti i componenti di un’azienda. È funzionale, infatti, per:

  • aver ben chiaro il risultato da conseguire,
  • conoscere le tempistiche con le quali conquistare i vari traguardi,
  • stabilire delle priorità di intervento.

Un piano di sviluppo aziendale di base è indispensabile quando si dirige un’attività poiché vero e proprio strumento di pianificazione e monitoraggio.

È composto principalmente da una parte puramente descrittiva e una numerica. Quindi, se pensi che si tratta di un file statico, il cui lavoro termina con la fase di progettazione e realizzazione, ti sbagli!

Un business plan è dinamico ed evolve insieme all’azienda, subendo variazioni e cambiamenti in corsa. Per questo è essenziale che sia chiaro, comprensibile, affidabile, oggettivo e soprattutto sintetico. Ma quali aziende hanno bisogno dei piani di sviluppo aziendali?

Una nuova realtà imprenditoriale ne fa uso per cercare un investimento e capire qual è il budget a disposizione. Un’azienda già avviata, invece, ne avrà bisogno per migliorare e crescere in termini economici finanziari sul mercato.

Quindi, tutte le attività dovrebbero averne uno. Tieni a mente, infatti, che aumentare il profitto è sicuramente la principale risposta alla domanda: qual è il primo obiettivo dell’impresa?

Sei un imprenditore ma la tua azienda non è online? Fai il test e scopri come portarla al successo! 

test porta la tua azienda online

A cosa serve un piano di sviluppo aziendale?

Uno dei vantaggi di un piano di sviluppo aziendale è quello di essere utile all’azienda per raccontarsi. Tutto descrivendo:

  • di cosa si occupa;
  • quali sono i beni ed i servizi che eroga;
  • quali strumenti utilizza;
  • qual è il nuovo modello di business adottato e le sue caratteristiche;
  • come sono suddivisi i compiti e le responsabilità all’interno del team.

Se sei una start-up, la prima cosa che dei potenziali investitori ti chiederanno è il business plan. Per questo, redigerne uno in modo accurato, dettagliato e realistico, ti aiuterà ad essere credibile e mostrare le potenzialità del tuo progetto. Ma un piano di impresa serve principalmente anche allo stesso imprenditore per:

  • conoscere il mercato;
  • prendere consapevolezza del capitale di cui dispone;
  • valutare le attività vantaggiose da perseguire;
  • pianificare gli obiettivi futuri;
  • misurare i risultati ottenuti nel tempo.

Inoltre, permette attraverso un’analisi SWOT, di analizzare e avere consapevolezza dei punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce di un progetto. Queste variabili, infatti, sono da prendere in esame ogni volta che viene sviluppato un nuovo business. 

Un piano di crescita aziendale serve, infine, a definire il tipo di comunicazione che verrà adottato, concordando i canali di vendita, il tono di voce e l’audience a cui rivolgersi.

Come creare un piano di sviluppo aziendale in 5 step

Adesso che hai capito cosa sono e a cosa servono i piani di sviluppo aziendali ed hai percepito la potenzialità di questo strumento non ti resta che entrare più nel dettaglio. Tieni a mente che questo strumento non è valido come piano di sviluppo individuale o piano di crescita professionale in quanto presentano caratteristiche differenti.

in cosa consiste un piano di sviluppo aziendaleCome già accennato, quindi, il business model è un piano analitico e circostanziato ed in quanto tale l’imprenditore deve partecipare in prima persona alla sua stesura.

Egli, infatti, è colui che conosce nei minimi particolari l’azienda e dunque il suo contributo è essenziale per creare un documento realmente efficace.

Considera però, che il titolare di un’impresa può scegliere di farsi affiancare da un consulente specializzato. Grazie alle sue competenze specifiche, una visione più oggettiva e l’esperienza maturata con altre realtà è in grado di dare un contributo decisivo.

Seguendo delle tappe che vanno dall’analisi al monitoraggio, il procedimento con cui elaborare un business plan risulterà più semplice ed immediato. Ma come si fa un piano di sviluppo?

Di seguito ti indicherò dei passaggi utili come probabile esempio di piano di sviluppo aziendale agricolo con il quale poter comprendere come pianificare in pochi semplici passaggi la crescita anche della tua impresa. 

Fai un’analisi preliminare

La fase analitica rappresenta il punto di partenza nella progettazione di un piano di sviluppo aziendale per definire l’intera strategia. Non esiste un efficace piano di sviluppo senza analisi. Ma da dove partire?

Il primo punto è la stesura di un piano di marketing in cui chiarire di cosa si occupa l’azienda, cosa vende, a chi, in che modo promuove il prodotto o servizio e come ed in quale area geografica viene distribuito.

Segue poi una fase di osservazione del mercato in cui verrà analizzata la domanda e l’offerta e uno studio della disponibilità finanziaria, individuando i costi fissi iniziali da sostenere e i costi per l’esercizio dell’attività.

Avere un’idea precisa delle spese ed i guadagni attesi ti aiuterà a comprendere se la tua idea di progetto è realizzabile e quindi procedere con gli step successivi. In caso contrario, rivedi la tua strategia adattandola alle risorse che hai a disposizione.

Un’analisi iniziale deve includere anche una riflessione su quelle che possono essere le criticità (concorrenza sul mercato, mancanza di risorse, aumento dei costi di produzione) e per ognuna cercare di individuare una soluzione.

Ricorda di non tralasciare lo studio dei competitors. Capire quali sono i loro punti di forza e debolezza ti consentirà di distinguerti facendo percepire il valore di ciò che vendi.

Iscriviti al Webinar Gratuito per scoprire
tutti i segreti per raddoppiare le tue vendite online
webinar gratuito raddoppia le tue vendite con il digital marketing

ISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

Dopo un’attenta analisi si entra nel vivo del piano con lo sviluppo della vision. Ma cosa si intende con questo termine? Risponde alla domanda dove immagini la tua azienda tra un numero definito di anni.

Quello che devi fare è quindi esplicitare in modo chiaro le aspirazioni che hai per l’avvenire della tua impresa. La visione aziendale riassume gli obiettivi futuri a lungo termine e l’arco di tempo in cui realizzarli mostrando lo scenario futuro desiderato.

Quali sono le principali caratteristiche della vision? Deve essere coerente con l’intento e condivisa fin dal principio da tutti i componenti dell’attività per essere efficace.

Rappresentando le fondamenta di un’azienda, deve cercare di essere stabile senza farsi influenzare dai cambiamenti del mercato. Questo tuttavia non vuol dire che non può evolvere: la società di oggi è in continuo cambiamento e la vision aziendale deve rimanere sempre attuale.

Individua la mission aziendale

La vision viene spesso confusa e associata alla mission ma esiste una differenza che è importante conoscere per distinguere questi due elementi. La mission è ciò che contraddistingue un’azienda da un’altra e si riassume con la domanda sul perché la tua azienda esiste.

È quindi lo scopo del business, non proiettato verso il futuro ma incentrato sul qui ed ora. Deve comunicare in modo chiaro chi è l’azienda, cosa fa, quali sono i valori e quali benefici i clienti possono trarre acquistando i loro prodotti o servizi.

La mission aiuta in qualche modo a fidelizzare il target, sia esso un’altra azienda o una persona singola. I numero di clienti acquisiti infatti è cosa guardare se un’azienda va bene.

Nel mondo del marketing attuale, non si acquista un prodotto o servizio soltanto per quello che è ma anche per il vantaggio che può apportare nella vita di un individuo o nello sviluppo di un’impresa.

La mission rappresenta il valore aggiunto dell’azienda, deve ispirare fiducia e dare un messaggio positivo per far riconoscere il cliente nei suoi valori.

Comprendere questo dettaglio è rilevante ed è sulla base di questo concetto che dovrai cercare di sviluppare una mission innovativa ed accattivante.

Scarica l’Ebook Gratuito per implementare un piano di sviluppo aziendale nella digital strategy aziendale

ebook digital strategy miniguida

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Fissa gli obiettivi

Gli obiettivi da conseguire rappresentano la parte centrale del piano di sviluppo aziendale e devono essere suddivisi per settore. Ci sono obiettivi a lungo termine, legati strettamente alla vision definita all’inizio, e obiettivi annuali che vengono scelti sulla base del budget a disposizione.

Ma in che modo fissare un obiettivo? Seguendo l’acronimo SMART che sta per: 

  • Specifico (specific): si intende un obiettivo chiaro, devi dunque sottolineare cosa e come lo vuoi ottenere.
  • Misurabile (measurable): per quantificarne l’andamento ed essere in grado di capire i progressi fatti per conseguirlo.
  • Raggiungibile (achievable): devi essere sicuro di avere tutte le risorse sufficienti per farcela.
  • Rilevante (relevant): tutti gli obiettivi devono avere un valore importante per permetterti di avere la giusta motivazione e superare le varie sfide.
  • Temporizzabile (time-based): dovrai stabilire delle scadenze entro le quali raggiungere i risultati.

Queste 5 condizioni aiutano a creare obiettivi precisi e diretti nonché a definire come gestire la crescita aziendale secondo modelli di business concreti e realizzabili.

Monitora i key performance indicators

Come capire se un’azienda è in crescita? Stabilire degli obiettivi non è sufficiente. Quest’ultimi devono essere monitorati per capire l’avanzamento dell’attività, se è stato generato profitto e di conseguenza se i risultati sono stati raggiunti. In che modo fare tutto questo?

cosa contiene il piano di progettoAd ogni obiettivo principale deve essere associato un indicatore di performance (KPI) da monitorare nel tempo.

Capire quali sono gli indicatori di performance vincenti per un’impresa non semplice.

Queste metriche, infatti, devono essere scelte con molta attenzione, soffermandosi solo su quelle più rilevanti per l’azienda.

I KPI, per fornire informazioni utili e di valore, devono essere osservati nel complesso senza soffermarsi sul singolo dato, in modo da offrire un confronto temporale ed osservare le possibili variazioni.

Un buon KPI viene ritenuto tale quando è chiaro, di facile fruizione, specifico e misurabile.

Oltre a monitorare i progressi è possibile individuare tutte le azioni non efficaci, avendo la possibilità di revisionare la strategia e quindi cercare di migliorare la performance.

Quelli presi in considerazione sono generalmente i KPI che misurano le prestazioni complessive dell’azienda e quelli che valutano specifiche aree di lavoro. Chiedersi se sono utili al progresso dell’impresa ed avere un’idea di cosa aspettarsi dai risultati aiuta a sceglierli in modo efficiente.

Conclusioni e consulenza

Arrivato fin qui, avrai sicuramente capito quanto è importante un piano di sviluppo aziendale per il successo di un’impresa.

Ti ho mostrato i 5 step imprescindibili, senza i quali risulta molto difficile dar vita ad un business plan di sostanza. Tuttavia, in base al tipo di azienda, potresti sentire la necessità di aggiungere altri elementi e va benissimo così. Ricorda che originalità ed unicità ti permetteranno di farti notare ed avere successo.

Per comprendere meglio quali sono i settori più in crescita della tua attività e svolgere in maniera impeccabile un’analisi della tua azienda, ti consiglio una consulenza strategica. Sicuramente avrai modo con la di valutare al meglio come poter supportare la tua attività verso il successo.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

growth marketing funzionamento raggiungere product market fit

EVENTO ESCLUSIVO ONLINE: OTTIENI IL TICKET GRATUITO

SCOPRI COME GUADAGNARE 5000€ AL MESE LAVORANDO ONLINE E VIVENDO DOVE VUOI

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

2 Commenti

  1. Cihan Senyuz

    Ho trovato molti dettagli in questo articolo che mi hanno aiutato a capire meglio l’importanza di creare sempre un business plan. Grazie.

  2. Anastasia Gambera

    Programmare le proprie attività, cercando di raggiungere i propri obiettivi aziendali, è il miglior modo per efficientare le risorse investite in questo processo :)

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *