Social recruiting: cos’è, come farlo e vantaggi per le aziende

social recruiting loghi social principaliSocial recruiting, che cos’è? Come mi posso muovere per fare una campagna efficace per la ricerca di personale tramite i social network?

In passato, le aziende pubblicavano le offerte di lavoro sui giornali, ai quali i vari candidati rispondevano mandando i loro curriculum vitae. Se il candidato era in linea con la posizione ricercata, veniva contattato per fare un colloquio conoscitivo da ambo le parti. La risposta impiegava circa una settimana per raggiungere il candidato, per comunicargli se aveva passato la selezione o no.

Negli ultimi anni, invece, grazie al social media recruiting tutto avviene rapidamente, con dei vantaggi sia sul piano della comunicazione che dei costi di gestione.

In questo articolo ti spiegherò come sfruttare al meglio i social network per la ricerca delle persone più adatte a ricoprire i ruoli richiesti nella tua azienda. In sintesi, ti parlerò di: 

  • cosa si intende per social recruiting
  • quali sono i vantaggi del digital recruiting
  • come si costruisce una strategia di reclutamento sui social media
  • quali sono le principali piattaforme da utilizzare per il reclutamento di professionisti
  • alcuni esempi di social recruiting.

Attraverso, poi, la Certificazione Social Media Manager potrai curare al meglio i tuoi profili social aziendali e favorire l’attività di social network recruiting.

Cos’è il social recruiting: definizione e utilizzo in Italia

Il social media recruiting è un nuovo modo di cercare personale, sfruttando l’immediatezza e la popolarità dei social network come:

  • LinkedIn
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram.

Il modo con cui le aziende cercano personale è molto cambiato rispetto a vent’anni fa. Tutto questo grazie alla potenzialità del web nel passare le notizie. Adesso i processi di selezione del personale sono diversi: dalla carta si è passati ai documenti digitali. Anche i curriculum vitae si sono digitalizzati, con la conseguenza che si sono creati dei modi di cercare il personale totalmente diversi rispetto al passato.

La ricerca di personale tramite i social network è una potente risorsa che può aiutarti a ricercare quei profili all’altezza delle tue posizioni vacanti, in modo rapido. Perché internet è un veicolo di comunicazione più veloce dei mezzi che si usavano fino alla fine degli anni 2000.

La ricerca di personale tramite i social network si sta diffondendo in Italia, come in tutto il mondo. E’ importante che le aziende siano presenti in tutti principali social network per avere più visibilità soprattutto online. Un’importante report ha concluso che la maggior parte (il 99%) delle aziende ha un profilo su Facebook, il 77% su Instagram e il 63% ha aperto un profilo su LinkedIn.

 

Vuoi sapere se hai le attitudini per diventare Social Media Manager?
Scoprilo facendo il test!

test social media manager

Vantaggi del social recruiting

Il social recruiting è molto vantaggioso per le aziende che stanno cercando personale. Inoltre è caratterizzato da una rapidità di risposta da parte dei candidati che potenzialmente possono essere all’altezza della posizione ricercata.

Quali sono i vantaggi legati alla ricerca di personale con i Social Network? Vediamoli insieme:

  • Aumentare la visibilità degli annunci di lavoro

I candidati guardano i social network ogni giorno. Di conseguenza, la loro attenzione può cadere anche sugli annunci pubblicati su queste piattaforme. Se la posizione ricercata è in linea con le loro competenze, rispondono subito facendo vedere che sono interessati a saperne di più. Descrivendo al meglio, quindi, le attività che dovrà fare chi verrà assunto e le caratteristiche che dovrà possedere, avrai più probabilità di ricevere risposte da parte di candidati in linea con le tue aspettative.

  • social recruiting cambiamentiSelezione dei profili prima di un colloquio

Nelle piattaforme social, i recruiter e i referenti risorse umane delle aziende guardano i profili dei candidati e selezionano quelli che secondo loro possono essere all’altezza dei ruoli ricercati. Se un candidato cattura l’attenzione del selezionatore, può essere contattato per fare un colloquio conoscitivo.

Guardando i curriculum vitae digitali, i selezionatori si fanno una prima idea di come potrebbe essere il candidato. Ovviamente, è solo attraverso un colloqui che il selezionatore ha modo di capire se il candidato sia all’altezza o meno di un certo incarico.

  • Attirare profili passivi

Nei social network ci sono anche dei professionisti che in un dato momento non stanno ancora cercando lavoro, ma che potrebbero essere interessati a cambiarlo. Le inserzioni di lavoro sui social network, quindi, possono attirare anche candidati passivi, offrendo così alla tua azienda maggiori chance di trovare la figura adatta a un determinato ruolo.

  • Ridurre i costi

Fino a vent’anni fa, erano i selezionatori che chiamavano i candidati per fissare un colloquio di lavoro, tramite il telefono. Di conseguenza, una delle voci di spesa che incideva maggiormente sul bilancio aziendale era quella relativa alle spese telefoniche. Grazie alle nuove tecnologie e alle piattaforme online è stato possibile ottenere un grandissimo risparmio di denaro, indirizzato, di conseguenza, verso altre risorse utili all’azienda.

  • Risparmiare tempo

Un proverbio dice che “Il tempo è denaro”. Il tempo è prezioso per tutti, anche per i candidati che rispondono subito se la posizione è per loro interessante, direttamente sul social network. Le piattaforme social sono quindi un tramite tra i selezionatori, in cerca di nuovo personale, e i candidati da ricercare. Li connettono rapidamente, senza la necessità d’intermediazione.

Attira potenziali candidati con contenuti interessanti e di valore su LinkedIn.
Impara a farlo con un percorso dedicato 

CORSO LINKEDIN MARKETING

Come creare una social media recruiting strategy

Come puoi utilizzare al meglio il social network recruiting? La cosa migliore sarebbe quella d’esser presenti in tutti i canali social e curare costantemente i profili aziendali. Perché? I possibili canditati sono presenti su diverse piattaforme; di conseguenza, anche l’azienda lo dev’essere. La comunicazione social è molto importante per un’azienda che sta cercando personale.

Questo, però, non basta. Vediamo insieme le best practice per la ricerca di personale sui social. Imparerai come si costruisce una strategia di reclutamento sui social media, dai principali network alle soluzioni alternative. Prima di cominciare, sappi che tutte le piattaforme offrono la possibilità di pubblicare delle inserzioni per fare social media recruiting a titolo gratuito.

Sii presente sui principali canali social

Negli ultimi anni, sempre più aziende hanno capito che le principali piattaforme social sono diventate importanti per farsi conoscere da tante persone. Quindi, è fondamentale riuscire a comunicare efficacemente con il pubblico, per avere visibilità. Lo si può fare, ad esempio, mediante dei post sponsorizzati, che vengono visualizzati per primi.

Un messaggio però, dura molto poco, perché ci sono tantissimi post che si fanno concorrenza fra loro, per catturare l’attenzione di chi usa i social. Per fare una buona social recruiting strategy è di vitale importanza essere costanti nel comunicare con il pubblico e mantenere la sua attenzione. Gli utenti conoscono meglio l’azienda e il marchio e, nel caso di un’inserzione di lavoro, potrebbero esser interessati a diventare dei dipendenti dell’azienda stessa.

Se sei poco conosciuto, comunicare sui social è molto importante. Ti permette di aumentare la visibilità e di portare utenti al tuo sito. Ma, quali sono i migliori canali per fare social recruiting?

Facebook

Facebook serve alla aziende per cercare nuovi clienti, tramite l’interazione sulla relativa pagina. Attraverso questa piattaforma, si crea una via di comunicazione fra gli utenti e la tua società. La gestione della pagina Facebook solitamente è a carico del social media manager, il quale deve esser capace di creare piani editoriali dinamici e interessanti, che mantengano alta l’attenzione e l’interesse del pubblico nel corso del tempo. Dev’esser esperto di social media marketing, così da poter interagire proficuamente con il pubblico, aumentando la visibilità e notorietà del Brand.

E’ una buona regola creare una “Pagina Pubblica” aziendale, così da permettere la visualizzazione dei post e l’interazione con gli stessi. Se nella tua azienda ci sono posti vacanti, pubblica dei post in cui annunci che sei in cerca di personale, mettendo chiaramente il tipo di posizione aperta e i requisiti che i candidati dovrebbero avere.

Per creare le inserzioni di lavoro su Facebook:

  1. cerca con la lente sulla parte a sinistra “Inserzioni di lavoro”;
  2. clicca su “Candidature” e poi sul pulsante blu al centro “Crea offerta di lavoro”;
  3. compila la scheda “Offerta di lavoro” con le caratteristiche che deve avere il candidato da cercare;
  4. clicca su “Avanti” e continua a completare la scheda;
  5. quando è tutto pronto clicca su “Pubblica”.

 

LinkedIn

E’ il social network incentrato sul mondo del lavoro e sul business e offre molte opportunità per chi è in cerca di personale.

Nella sezione “Lavoro” si ha la possibilità di scrivere un’inserzione, con i dettagli più importanti sulla posizione vacante. I candidati possono rispondere subito, inviando la loro candidatura direttamente sulla piattaforma. In questo modo, il recruiter vede il profilo del candidato, lo esamina e poi, se idoneo, lo contatta per fissare un colloquio di lavoro. 

Come creare un’inserzione di lavoro su LinkedIn:

  1. Clicca sulla casella “Pubblica offerta di lavoro gratuita”;
  2. Compila il form con tutte le caratteristiche del candidato;
  3. Clicca sul button blu “Inizia gratis”.

Scarica la Mini Guida Gratuita e apprendi tutti i segreti
di un esperto di Social Media

social media manager ebook

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Twitter

Twitter è una piattaforma di microblogging, utile per le aziende per mandare gli utenti alle proprie pagine del sito, blog e qualsiasi altra risorsa aziendale presente sul web. La tipica struttura di un tweet è rappresentata da un testo molto breve accompagnato da hashtag e un link verso una pagina web.

Twitter può essere usato sia per fare marketing, dedicato per esempio al lancio di un prodotto, che per cercare personale.

Come ogni piattaforma, anche Twitter ha le sue regole. Non è possibile inviare inserzioni più lunghe di 280 caratteri, ma possono essere utilizzati dei link che indirizzano gli utenti al sito aziendale, nella pagina su cui scrivere i dettagli della candidatura.

Si può inserire una foto elaborata con l’annuncio della posizione aperta e, sul copy, rimandare i dettagli tramite il link sulla pagina con l’inserzione.

 

Instagram

Molti candidati utilizzano Instagram per comunicare, ma soprattutto per condividere delle foto scattate con i loro cellulari. Instagram è un social che punta sulle foto e contenuti visual. Sfruttalo anche tu per annunciare che sei in cerca di personale e che all’interno ci sono ancora delle posizioni aperte.

Si potrebbe anche usare Instagram Reel, con un breve video che riassuma i requisiti della persona che stai cercando. 

Utilizza i social media per costruire la tua strategia di Social Recruiting.
Comunica efficacemente su ciascun canale e fatti trovare dai professionisti di tuo interesse

COMINCIA ORA

 

Usa gli strumenti del social recruiting

Oltre ai principali social network, ci sono anche altri modi alternativi per reclutare nuovo personale, altrettanto utili e strategici. Vediamo quali sono.

YouTube

Anche YouTube è un canale utilizzato per fare social recruiting. È uno strumento che viene usato per condividere i video. Si potrebbero condividere dei video, mettendo nella descrizione i riferimenti per la candidatura. Oppure registrare un video in cui appare una persona, che potrebbe essere il recruiter stesso, che riassume in poche parole chi potrebbe essere il candidato ideale.

Puoi registrare un video nel quale annunci che saresti alla ricerca di personale, descrivendo brevemente la tua azienda, dicendo di cosa si occupa. Lo scopo del video è di creare coinvolgimento con i potenziali candidati, invitandoli ad inviare i loro curriculum per essere esaminati.

Il video è un ottimo modo per far vedere all’esterno com’è l’azienda e come si lavora. E’ anche un buon modo per farsi conoscere dai candidati. Un buon strumento per fare l’editing di video brevi è Shot Cut, un tool gratuito da scaricare e installare sul proprio computer. 

Blog

La cura di un blog è molto importante per la tua azienda, per farsi conoscere dal pubblico. Se si scrivono contenuti interessanti, l’utente ti può cercare per conoscere la tua realtà aziendale. E’ importantissimo tenere aggiornato il blog aziendale, sia facendo articoli nuovi che aggiornando e correggendo quelli vecchi, se non generano tanto traffico organico. Un altro utilizzo che si può fare del blog è anche far conoscere i vari impiegati al proprio pubblico, facendo spiegare direttamente da loro di cosa si occupano.

Inoltre, puoi usare il blog per descrivere molto dettagliatamente qualche prodotto o servizio di punta dell’azienda. Anche questo tipo di contenuti attirano la curiosità dei lettori, che potrebbero diventare sia clienti futuri che potenziali candidati. Farsi conoscere bene da tutti fa parte della strategia sia di marketing che di social recruiting.

Digital PR

Una buona cosa è farsi aiutare anche da un Digital PR, al fine di mantenere su buoni livelli la reputazione online della tua azienda (ed esser quindi più attrattiva agli occhi dei potenziali candidati). Il Digital PR è una figura strategica, importante sia per le grandi imprese che per quelle piccole realtà ancora poco conosciute. Cura i rapporti con gli influencer di settore e usa specifici strumenti online per costruire, monitorare e salvaguardare la reputazione online dell’azienda.

L’online è ricco di canali e strumenti utili per fare selezione del personale.
Scegli quelli strategici per la tua attività e impara a usarli con una formazione “learning by doing”

GUARDA L’OFFERTA FORMATIVA

Misura i risultati 

social media recruiting laptopPrima di misurare i risultati raggiunti, si devono fissare degli obiettivi. Questi due aspetti sono molto importanti e correlati fra loro. Come si possono raggiungere dei risultati, se non si ha chiaro quali siano gli obiettivi da raggiungere? Devono essere degli obiettivi tracciabili e quantificabili, come le metriche che ogni piattaforma dà la possibilità di raccogliere e analizzare.

Anche nella social recruiting strategy si possono stabilire dei KPI (acronimo di Key Performance Indicator), ovvero quei parametri che dicono se la tua campagna di reclutamento sta dando buoni risultati.

I dati chiave da monitorare sono:

  • quante persone hanno risposto ai tuoi annunci, in rapporto ai visitatori,
  • quante persone hanno visitato la sezione delle posizioni aperte del tuo sito,
  • quanti candidati hanno il profilo idoneo rispetto le tue necessità,
  • le interazioni dei visitatori con le inserzioni.

Ogni piattaforma ha delle metriche con nomi diversi. Ad esempio: per Facebook una tipica interazione è il “Mi piace”, per LinkedIn il “Consiglia”. 

In questo modo si può vedere quante persone hanno letto il messaggio dell’inserzione, e quante candidature si ricevono, con anche le risposte di chi è veramente interessato a fare un colloquio.

Esempi di social recruiting

Per farti capire meglio come fare un buon social recruiting, ti voglio fare l’esempio di una grossa società di polizze assicurative: Generali.

Nel suo sito, Generali ha messo a punto un progetto di reclutamento digitale, utilizzando una serie di prove in cui i candidati devono rispondere a dei quiz, che fanno capire ai recruiter quali sarebbero le loro potenzialità. Più un candidato mostra un punteggio alto nelle varie prove proposte, più ci saranno delle probabilità che venga contattato dal selezionatore per conoscerlo personalmente.

Il vantaggio di questa forma di selezione del personale è il coinvolgimento del candidato, che affronta questa serie di prove considerandole dei giochi divertenti. Questo metodo stimola chi interagisce con il gioco a quiz a far vedere alla società, specialmente a chi sta facendo selezione di personale, il suo talento. Non è come la classica inserzione che si vede sui social network, in cui ci sono solamente parole e descrizioni sia dell’incarico che della società stessa. Per farti un’idea di cosa si tratta, vai su “Generali – Job Talent“. 

Altri esempi di inserzioni per il social recruiting, sono facilmente visibili alla voce “Offerte di lavoro” su LinkedIn oppure “Inserzioni di lavoro” su Facebook. Una buona inserzione deve coinvolgere il potenziale candidato, facendogli capire quanto sia bello lavorare per l’azienda.

Scarica l’E-book Gratuito e impara a rendere la tua azienda
interessante per attrarre i migliori candidati

mini guida employer branding

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

Conclusioni e consulenza strategica gratuita

In questo articolo ti ho dato alcuni consigli per fare social recruiting in modo efficace, suggerendoti una buona strategia per sfruttare al meglio questa forma di ricerca di personale.

Sicuramente, una figura professionale come un Social Media Manager ti aiuterà a gestire al meglio questo modalità di reclutamento di nuove figure professionali, suggerendoti i social media più importanti per la tua attività.

 

Contatta un esperto per capire da dove partire per realizzare una strategia di Social Recruiting efficace

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Potrebbero interessanti anche questi articoli:

pagina fb aziendale copertina miniatura relazioni professionali miniatura copertina LinkedIn Marketing miniatura copertina

 

fabiana albano contentPRIMA STESURA A CURA DI FABIANA ALBANO

Attualmente studentessa del Master in Digital Marketing Specialist nonché componente del team di Content Marketing presso Digital Coach. Sono laureata in Economia e amministrazione delle aziende e, successivamente, in Marketing. Amo follemente viaggiare. E’ qualcosa che mi fa sentire ricca… di esperienze, di idee e di vita!

webinar gratuito impara a delegare al tuo team e libera il tuo tempo luca papa

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

14 Commenti

  1. Monica Sartori

    Il Social recruiting è il chiaro sintomo di quanto il mercato del lavoro sia cambiato e, di conseguenza, di quanto il nostro approccio verso il mercato del lavoro debba cambiare. Il solo, classico curriculum vitae non basta più e per poter emergere bisogna incominciare a curare la presenza online perché ogni azione, ogni like e ogni post parla di noi e potrebbe risultare rilevante al fine di un’attività di selezione.

  2. Manuel Lazzarotto

    Importante conoscere il fenomeno del Social Recruiting , per sapere come utilizzare i socials anche in funzione di una possibile selezione per un posto di lavoro . Il social recruiting da quindi la possibilità di passare ai raggi x la persona e di intercettare informazioni che magari dal singolo e tradizionale cv il recruiter non sarebbe riuscito a scoprire . Articolo utile e ben fatto .

  3. Laura Feraudo

    Un ottimo articolo e pieno di suggerimenti utili.

  4. Suppa carlo

    Articolo molto interessante pieno di informazioni utili per trovare lavoro nel digitale

  5. Raffaella Bertoni

    Articolo molto interessante che spiega il social recruiting tecnica utilizzata sempre più dalle aziende moderne per analizzare le caratteristiche di un candidato, dopo una valutazione iniziale del classico Curriculum Vitae

  6. gerardo.megaro96

    In questo articolo ci sono una serie di considerazione molto interessanti su come trovare lavoro nell’era digitale. Molto utile.

  7. Alessandra Vergerio

    Un ottimo articolo che da possibilità di capire come mettersi in evidenza sui Social Network a fini lavorativi! L’era di spedire curriculum a caso a mille aziende è finita. Dovrebbero essere loro ad accorgersi di quanto valiamo e poi contattare noi! :)

  8. Veronica Petrini

    Il mondo del lavoro sta cambiando come anche il modo di cercare lavoro, non dobbiamo sottovalutare la web reputation e adottare da subito una strategia vincente per non perdere occasioni importanti. Articolo molto utile.

  9. annater

    e chissà che non sia più semplice trovare lavoro così

  10. Roberta Maisano

    Nei social network le aziende possono trovare informazioni sui candidati ancora prima di conoscerli. Come diciamo sempre nel settore: sono un’arma a doppio taglio. Bisogna sempre avere una giusta strategia anche se li usiamo solo per fare conversazione con i nostri contatti. Il buon senso potrebbe già essere una strategia di partenza ;) .Molto interessante l’articolo di Fabiana.

  11. Stefano Sanvito

    Per chi pensa che i social siano il posto dove poter dire quello che si vuole, stiamo attenti a chi guarda il nostro profilo: si potrebbero perdere delle ottime occasioni di carriera ;)

  12. Valentina Pinna

    Bellissimo articolo. Da molti spunti interessanti per attuare una strategia di personal branding sui nostri canali social.

  13. Maria Leone

    Articolo davvero molto interessante.

  14. Lucrezia D'arpino

    Articolo molto interessante e pieno di ottime notizie al riguardo.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *