Seleziona una pagina

Conosci il termine Cool Hunting? Se ancora non sai di cosa stiamo parlando ma sei entrato in questo articolo è per un semplice motivo:

  • stai ricercando un’opportunità per metterti in gioco e trovare il tuo spazio nel mondo del lavoro. E perché no? Magari facendo “Fortuna”;
  • lavori in una azienda e il tuo obiettivo è quello di migliorarla anticipando i concorrenti sul mercato proponendo un prodotto o servizio che ancora non è stato offerto.

Se ti riconosci in una di queste due ipotesi, sei nel posto giusto. Capirai cos’è il Cool Hunting, troverai tutto il necessario in merito a questo argomento e scoprirai come abbinare un Master in Digital Marketing.

Sai quale strada seguire?

Richiedi una sessione con un nostro Esperto
ascolterà le tue esigenze, le tue passioni e ti consiglierà il percorso giusto!

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

 

Cosa significa il termine Cool Hunting?

Prima di analizzare bene questo fenomeno iniziamo a comprendere in parole molto semplici cosa significa questo termine. Il Cool Hunting è una ricerca di mercato nata negli anni ’80 negli Stati Uniti.
L’etimologia della parola, se tradotta nella nostra lingua diventa Cacciare Nuove Tendenze, ciò significa studiare e utilizzare la giusta dose di creatività per analizzare il Life-Style della società del contesto di riferimento. E come contenuto, non intendiamo solo qualche settore, ma spaziamo nei più disparati. Troviamo il Cool Hunting:

  • nella moda,
  • nel food,
  • nei viaggi,
  • e nell’arte.

Possiamo non solo parlare poi di settori puramente commerciali, ma anche di realtà sociali sia del mondo reale che di quello online.

Quindi attraverso il Cool Hunting si forniscono informazioni e materiali che, una volta elaborati, sappiano anticipare futuri linguaggi e mode che saranno poi divulgate dai mezzi di comunicazione, dai consumi culturali e nonché meno nel mondo virtuale in costante evoluzione grazie al contributo degli influencer.

 

Perché il Cool Hunting è un modo di essere

Dopo aver introdotto un quadro generale ora possiamo cercare di andare ad analizzare nello specifico questo fenomeno. Sì perché il Cool Hunting non è una “classica” professione, un semplice lavoro. È un movimento che accomuna diverse persone con le medesime caratteristiche. È uno stile di vita, una fattore della propria vita che è sempre presente. Il Cool Hunting è un continuo viaggio dedito alla scoperta e all’esplorazione. È uno studio a 360° in cui si diventa parte integrante di esso.

Ci si immedesima, si assapora sulla propria pelle determinate esperienze. In questo mondo si può andare nel profondo, immedesimarsi e scoprire tutte le sfaccettature di quanto deve essere poi comunicato alle imprese di riferimento. Fare Cool Hunting inoltre, non significa solamente andare alla scoperta di nuove tendenze per poi anticiparle nel mercato in cui si sta operando, ma anzi è fondamentale anche la capacità di intercettare tendenze già presenti in determinati paesi, con lo scopo di trasportarle, adattarle e quindi sì anticiparle in luoghi dove ancora non si sono manifestate.

Le azioni fondamentali che stanno alla base di tutto sono essenzialmente tre:

  • individuare stili e nuove tendenze presenti oppure allo stato nascente;
  • cogliere deboli segnali di cambiamento in anticipo rispetto ad altri;
  • scegliere nuovi modelli nascenti in sottoculture ancora sconosciute ma che possiedono un buon fascino per altre.

Ma non è detto che il Cool Hunting sia sempre una ricerca per puro scopo commerciale e lavorativo, al contrario può essere una semplice esigenza di viaggiare, scoprire le culture che abitano il mondo per comprendere meglio ciò che ci circonda.

 

Come il Cool Hunting si apre al mondo online

Grazie al processo tecnologico in costante miglioramento, la competizione sempre in crescita, tutti abbiamo la necessità di migliorare le nostre competenze.cool hunting come abilità nell'arte della comunicazione Una abilità essenziale nel movimento del Cool Hunting è l’arte della comunicazione. In questo mondo non bisogna avere paura di parlare, di mettersi in gioco e scoprire nuove realtà. Anzi, questo è il motore che spinge ormai questo fenomeno verso una costante espansione.

La voglia di imparare, di conoscere, di scoprire nuove realtà fino a diventarne parte integrante. E l’aprirsi verso l’esterno non è inteso solamente nel mondo reale attraverso interazioni umane, ma ancora di più nel mondo digitale in continua espansione. Come molti hanno fatto è necessario affrontare il cambiamento, comprenderlo, conoscerlo fino ad adattarsi per poi sfruttarlo a proprio vantaggio.

Bene, vediamo come il Cool Hunting si è adattato sia al costante cambiamento nel Marketing, sia all’approccio con i Nuovi Social Media nascenti e l’avvento di Internet.

test professioni digitali

 

L’importanza del Web Marketing

Il Cool Hunting è anche uno strumento strategico di web marketing in cui le aziende hanno sempre più necessità di osservare ed individuare modelli culturali che sono in fase di evoluzione. Importante, se lo guardiamo sotto l’aspetto professionale, nella ricerche che vengono fatte è l’aspetto sociologico. Analizzare i trend che si evolvono e il perché lo fanno, trasformandoli poi in progetti per lo sviluppo aziendale.

Questa attività di scoperta accompagna ogni attività imprenditoriale. Lo ha fatto nel passato e continuerà a farlo nel futuro in forza sempre maggiore.

 

Perché usare i Social Media

Con l’avvento dei Social Media e il loro costante sviluppo intorno a noi, anche il Cool Hunting ha dovuto adattarsi e stare dietro al passo del cambiamento.

Nel complesso, la struttura alla base non è stata drasticamente rivoluzionata come in altri casi. Perché alla base è sempre presente viaggiare, scoprire ed anticipare. La differenza sostanziale è la velocità con cui si devono intercettare i nuovi cambiamenti. Infatti, se prima c’era la possibilità che trascorressero diversi anni prima di vedere una trasformazione radicale in una società, oggi, ci possiamo aspettare che passino solamente due stagioni, se ci troviamo, ad esempio, nel settore della moda. Detto questo quindi, diventa molto rilevante il fattore della distanza geogvivere veramente la propria vitarafica.

Se prima l’esplorazione per così dire “vicino a casa” poteva portare dei risultati, oggi la comunicazione su vasta scala senza limiti di tempo e di spazio li spinge ad allontanarsi per avere un quadro globale su quanto c’è interesse di approfondire. Infine ci si è anche dovuti adeguare alla nascita di quelle nuove tecnologie che possono supportare quanto vuole essere fatto.

Facendo infatti focus, sui Social Media nascenti, vediamo che questi ultimi possono essere un buon punto di partenza per individuare qualcosa di nuovo. Queste piattaforme non solo possono essere di aiuto ma essendo alla portata di tutti sono un terreno fertile per coloro che ambiscono a fare Cool Hunting.
Come abbiamo già detto, al posto di cercare “alla cieca”, passando dai grandi centri abitati alle periferie, tutto questo può essere agevolato grazie a queste piattaforme dove costantemente milioni di persone pubblicano foto, video, momenti importanti della loro vita anticipando ipotetici futuri scenari di sviluppo.

Questo per il Cool Hunting è il nuovo punto di partenza nelle ricerche, per un viaggio che porterà ad esplorare luoghi mai conosciuti quali possono essere mercatini, negozi, strade piuttosto che semplici quartieri. Scoprire quei luoghi in cui la gente consuma e vive veramente la propria vita.

 

Il Cool Hunting è alla base delle mode

Passiamo infine, a fare un piccolo esempio di come nasce “una Moda”, ossia di tutto quanto abbiamo appena descritto in precedenza. Un esempio concreto su cui riflettere.

Parlando di abbigliamento, che forse, è il tema più gettonato da prendere come spunto. Ogni mattina quando decidiamo cosa indossare prima di andare a lavoro, da una giacca ad un semplice golfino rosa siamo coscienti che non si tratta di un pezzo ricercato e diamo per scontato “di non seguire la moda del momento”. Ma, se stai leggendo questo articolo significa che qualche tua idea in mente ti è già venuta.decidere cosa indossare
Infatti, anche se un capo può essere molto insignificante porta con se un complesso di immagini, strutture e nomi che possono risultare strani o incomprensibili. Ebbene sì, perché per arrivare a quel capo di abbigliamento che indossiamo, come a qualsiasi altro, si parte dal tessuto, dalla scelta del bottone piuttosto che dal colore. Dietro, c’è un lungo lavoro di centinaia e magari migliaia di persone. Dalla sua ideazione, fino alla produzione. 
Da qui possiamo viaggiare all’indietro per prendere consapevolezza di come funziona il Cool Hunting.

Quale è il processo che porta alla creazione della Moda? Niente viene lasciato al caso.
La Tendenza è un elemento non fisico, solo un’ipotesi che verrà lavorata e in un momento successivo prenderà forma. Nasce dalle necessità e dai bisogni dei singoli individui e, solo dopo, con la giusta dose di attenzione e creatività potrà prendere forma.
Come avete già sicuramente compreso, alla base di tutto questo processo ci sono individui che indossano accessori piuttosto che un certo capo di abbigliamento che può essere considerato particolare. Scoprono nuovi abbinamenti o vestono colori insoliti e appariscenti. Dietro a tutto questo un’idea, un progetto, un brano musicale o anche semplicemente un gusto personale che poi si traduce verso il mondo esterno con un tipo particolare di abbigliamento.

Pertanto non è un qualche cosa che nasce da parte delle aziende, ma è un processo che parte dal basso, per essere captato, fatto proprio e mano a mano reinterpretato perdendo anche, nella maggior parte delle volte, i segnali iniziali che si erano manifestati.

 

Dove si colloca il Cool Hunting?

Si trova tutto al di fuori dei soliti schemi concettuali. Attraverso il Cool Hunting ricerca e raccolta delle informazioni(basato su studi semiotici, sociologici e antropologici) non viene creata la moda, ma viene semplicemente colta. Si deve avere una percezione del mondo molto vasta. Individuare cose insolite anche di piccolo valore, ma che collegate tra loro creano un disegno perfetto: traducendo quindi le parole e i segnali captati in qualcosa di tangibile.

Questo è il Cool Hunting.

Successivamente, una volta raccolte le informazioni necessarie vengono decodificate e reinterpretate secondo diversi canoni. Per quanto riguarda la moda per esempio, vediamo che partiamo dall’alta moda per arrivare al fast fashion. In questi vari livelli entrano poi in gioco altri fattori quali i colori più gettonati, piuttosto che i tessuti utilizzati al momento unitamente allo studio e alle competenze dei vari stilisti. Ovviamente, tutti questi fattori ed elementi, sono alla base nelle ricerche del Cool Hunting senza il quale non ci sarebbe strada o comunque diventerebbe molto più difficoltosa.

 

APPROFONDIMENTI

 

Intervista a un esperto Cool Hunter

Adesso che conosci il significato del cool hunting, scopri l’intervista che abbiamo fatto ad Angela Guidi, esperta nel settore. Essere un Ricercatore di Tendenze significa provenire da una formazione eterogenea.

Ecco. Lei è tutto questo. Partendo da una solida base in:

si è fatta strada alla scoperta del mercato della moda attraverso corsi privati e con l’obiettivo finale di scoprire il mondo delle calzature, diventando ad oggi una cool hunter autonoma d’eccellenza. 

Vuoi avere una solida base di conoscenze nel digital marketing?
Chiedi una consulenza con un nostro Esperto

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

 

Otta Elisa Foto

Chi è il Cool Hunter e cosa fa?

Angela Guidi FotoIl cool hunter è colui o colei che una volta scoperto il settore a cui è più affine individua le possibili tendenze che andranno a prendere importanza negli anni avvenire. Stiamo parlando di studi di lungo periodo. Oggi, in presenza del Lockdown, vediamo che appena possibile, il compito del Cool Hunter sarà quello di approfondire i cambiamenti che avverranno nel mondo

Egli dovrà:

  1. proiettarsi un paio di anni in avanti;
  2. percepire l’andamento futuro del settore;
  3. prospettare futuri scenari di mercato e tendenza.

 

Otta Elisa Foto

Quali caratteristiche deve avere? 

Angela Guidi FotoIl ricercatore di tendenze non può improvvisarsi. La sua professione deve essere frutto di esperienza con una forte empatia, evitando semplici esecuzioni sterili. È importante entrare in contatto con la realtà, fare esperienza nel settore capendo se ciò che è stato scoperto è attinente o meno alla ricerca fatta. Se portiamo l’esempio del settore del fashion ci sono tanti aspetti da individuare oltre al colore o al tessuto che sarà più utilizzato. Fondamentale è vivere appieno la realtà concreta comprendendo i vari background culturali, i tessuti sociali ed economici che si potranno manifestare. 

 

 

Otta Elisa Foto

Come formarsi per diventare ricercatore di tendenze online?

Angela Guidi FotoIl Cool Hunter non ha un percorso di studi preciso perché non esiste una scuola apposita.

Nonostante questo, si possono definire dei punti chiave da tenere in considerazione se si vuole intraprendere questo percorso professionale:

 

  • conoscere il settore in cui diventare un massimo esperto è un buon inizio. È necessario seguire un percorso scolastico a 360°;
  • costruire una rete di connessioni sociali ma anche professionali. Linkedin può essere un ottimo punto di partenza. Sei appassionato del settore della moda? Come me, cerca di creare una nicchia di collegamenti che ti consentano di conoscere il processo produttivo della filiera dalla A alla Z (dall’idea della calzatura fino a chi effettivamente la produce);
  • cercare un percorso di studi nel digital marketing. Avere un quadro generale del mercato che si proporrà in futuro è inutile, se poi il messaggio viene veicolato nel modo errato al potenziale cliente.

Una cosa in particolare da sottolineare, è che il cool hunting è una professione in cui c’è sempre da imparare. Deve essere un “lavoro fatto con passione”, proprio perché mai si giunge a una conclusione. Anzi, una volta definita la ricerca è sempre possibile individuare nuovi articoli giornalistici del settore, piuttosto che ricerche scientifiche che possono ribaltare il nostro pensiero. 

 

 Otta Elisa Foto

Quali carriere può intraprendere il Cool Hunter?

Angela Guidi Foto

Il lavoro del Ricercatore di Tendenze può essere intrapreso come libero professionista ma anche come dipendente. Ci sono aziende che nella loro organizzazione interna possiedono dei professionisti cool hunter in campi specifici il cui compito è quello di inserire nel mercato le ricerche fatte al momento giusto, senza essere troppo in anticipo o in ritardo rispetto alla concorrenza. Il consumatore deve già percepire la necessità di soddisfare un bisogno.

 

test social media manager

 

Otta Elisa Foto

Come si relaziona il cool hunter con il mercato social?

Angela Guidi Foto

Il valore del cool hunter sta diventando molto importante. Tutti in questo periodo hanno sentito la necessità di rendere visibile la propria attività online. In conseguenza nel prossimo futuro tutto il processo di vendita sarà da rivedere in ottica dell’Information Technology. Il “Fast” che in questi anni ha preso piede ora si è fermato, e presto darà una maggiore importanza alla qualità del prodotto abbandonando il principio degli acquisti fatti d’impulso. È una grande riflessione da fare. Il futuro è il lento cambiamento della filiera di produzione e per i cool hunter che sapranno comprenderla in anticipo, sarà l’arma vincente.

 

Conclusione

Possiamo quindi dire che il Cool Hunting è uno stile di vita, un’attitudine che va vissuta 24 h su 24, non una semplice strategia di marketing occasionale. Un Life-Style in cui l’arte della comunicazione è fondamentale per approcciarsi ai diversi mondi che devono essere scoperti senza avere paura di fare nuove conoscenze, aprire nuove discussioni o addentrarsi in luoghi sconosciuti. È un mondo di estroversione. Non è necessario il talento, ma se c’è ancora meglio e come ogni cosa di essere coltivato. La persona che si identifica nel Cool Hunter deve essere molto curiosa, soprattutto di ciò che non conosce, e deve avere voglia di scoprire nuovi scenari futuri a prescindere dalla scelta individuali o per “partito preso”.

Come dice un vecchio detto: “Le mode sono come le onde del mare: in continuo e costante movimento, ma chi muove il mare siamo noi…”.

Adesso hai preso consapevolezza di questo mondo e di cosa ti puoi aspettare. Sei ancora incerto? Restare fermo non ti consentirà di raggiungere i tuoi obiettivi! Cosa aspetti? Se vuoi saperne di più richiedi maggiori informazioni in merito ai nostri percorsi di formazione!

CONTATTACI

 

Articoli Correlati

Travel-blogger-chi-e-cosa-fa  Gente in Viaggio: come generare dati dai racconti dei turisti  Nomadismo digitale

Fin da quando ero bambina mi è sempre stato detto “impegnati, segui i tuoi obiettivi e riceverai le soddisfazioni che meriti”. Davvero è stato così. Dopo aver lavorato 6 anni in una assicurazione dove ho raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero proposta ora sono qui per dedicarmi finalmente alla passione che da tempo cercavo. Il Master in Digital Marketing mi sta fornendo tutte quelle competenze che mi aiuteranno a raggiungere il mio obiettivo: aiutare e formare tutti coloro che non sapranno da che parte partire e come comunicare all’esterno i valori della propria azienda.
Il mio Must? “Work Hard Dream Big!”