Seleziona una pagina

Perché non si trova lavoro? Scopri le cause e le soluzioni

 

Perché non si trova lavoro? Questo interrogativo se lo pongono molte persone, specialmente giovani. La scarsità di offerte di lavoro stabile in Italia è un problema reale, imputabile a cause diverse, che in generale hanno a che fare con il forte scollamento tra formazione e mercato del lavoro.

Dare una risposta esaustiva richiede un approccio integrato e sostenibile. La cosa più allarmante, però, sta nel significato profondo di espressioni ormai, purtroppo, molto frequenti come “non riesco a trovare lavoro sono disperato“: ciò denota che il problema più grave sta nella rassegnazione ad uno status quo che non è più tollerabile.

È vero che non si trova lavoro, ma va detto che è ormai necessario rivedere alcuni concetti come quale sia il significato di lavoro stabile. In questo articolo verranno illustrate alcune possibili soluzioni per trovare l’impiego giusto, analizzando il contesto, ed in particolare:

  • Perché non si trova lavoro in Italia;
  • Quali sono le competenze richieste dalle aziende;
  • Come valutare le digital skill (test attitudinale gratuito);
  • Cosa dicono le statistiche sui nuovi lavori digitali (webinar gratis);
  • Che strategie applicare per trovare lavoro.

Se hai da poco terminato gli studi o stai cercando una via per riqualificarti e trovare una nuova occupazione, non ascoltare quelli che dicono che non si trova lavoro, piuttosto completa la tua formazione con un Master con praticantato reale in azienda e dai una svolta alla tua vita professionale.

 

Cosa si intende per lavoro stabile

In questi tempi di incertezza economica, la ricerca di un lavoro stabile e sicuro è diventata una priorità per molte persone. Ma, esattamente, cosa si intende per lavoro stabile?

La definizione di lavoro stabile si riferisce ad un’occupazione che offre sicurezza e continuità nel tempo: il cosiddetto posto fisso. Ciò significa che l’impiegato può contare su uno stipendio costante, benefici e protezioni, come ad esempio l’assistenza sanitaria, la previdenza sociale e la possibilità di fare carriera.

Tuttavia, ci sono diverse accezioni di lavoro stabile. Alcune persone possono considerarlo tale solo se è a tempo indeterminato, mentre altre possono ritenere che un contratto a termine con rinnovi regolari sia sufficiente per garantire una certa stabilità.

Inoltre, la definizione di lavoro stabile può variare in base al settore e alla posizione lavorativa. Ad esempio, un lavoro sicuro nel settore dell’istruzione potrebbe corrispondere ad un contratto a tempo determinato ma prolungato, mentre nel settore dell’informatica potrebbe significare un lavoro a progetto con contratti regolari.

Ad ogni modo, il lavoro fisso può non essere garantito a prescindere, ecco perché molte persone dicono che oggi non si trova un lavoro stabile. È importante comprendere che ci sono fattori esterni e personali che possono incidere sulla continuità dell’occupazione.

La situazione economico-finanziaria, ad esempio, può influire sulla possibilità di mantenere un lavoro stabile, e ci sono anche fattori interni al contesto lavorativo, come il rendimento professionale, la flessibilità e l’adattabilità, che possono pesare sulla permanenza occupazionale.

Per chi cerca il primo lavoro o per chi vuole riqualificarsi, per adattabilità s’intende implementare le proprie competenze, acquisite in ambito accademico, prevalentemente teoriche, con percorsi di studi che prevedano periodi di pratica reale.

Scegli un master in Digital Marketing che ti qualifichi davvero!

MASTER CON PRATICANTATO REALE

 

Perché non si trova lavoro in Italia 

Perché non si riesce a trovare lavoro in Italia? Anche questa è una domanda che, spesso, molti si pongono. In questo articolo voglio fornirti un quadro generale sulle diverse motivazioni per cui oggi è difficile trovare un lavoro, analizzando la questione occupazionale sia dal punto di vista dell’offerta che della richiesta. Lato aziende si può dire che:

  • Le aziende grandi solitamente cercano giovani senza esperienza per istruirli direttamente sulle proprie modalità produttive;
  • Le piccole imprese preferiscono assumere lavoratori con esperienza che sanno gestire in autonomia le mansioni assegnate;
  • Entrambe le tipologie aziendali tendono a stipulare contratti di breve periodo.

Dal punto di vista di chi cerca, trovare il lavoro giusto è difficile, soprattutto se si ha un titolo di studio di secondo livello, ovvero una laurea magistrale, che alza le aspettative e riduce l’ambito di ricerca. Il problema più evidente in Italia è il mismatch lavorativo, ovvero un disallineamento tra le competenze richieste dalle aziende e quelle acquisite dai lavoratori. Altri fattori possono essere la mancanza di soft skills, come la comunicazione efficace e la leadership, o la mancanza di una rete professionale sviluppata.

La combinazione di questi fattori alimenta il problema del lavoro in Italia, limitando l’accesso alle opportunità occupazionali e di sviluppo professionale, rendendo difficile per molte persone fare carriera ed ottenere la sicurezza economica.

Da un punto di vista generale, risolvere il problema dello skill mismatch comporterebbe:

  • Investire nella formazione professionale. È fondamentale per acquisire le competenze e le conoscenze richieste dal mercato del lavoro. Inoltre bisognerebbe investire nella formazione continua e nella riqualificazione professionale per aiutare i lavoratori a sviluppare le competenze richieste dal mercato del lavoro.
  • Favorire l’innovazione e la ricerca. Sono entrambi volani economici e creano potenzialmente nuovi posti di lavoro. È di cruciale importanza promuoverle in settori in crescita, come la tecnologia, l’energia rinnovabile, la salute e l’ambiente.
  • Investire nell’esperienza lavorativa dei giovani. Il loop del non si trova lavoro senza esperienza, e che l’esperienza si faccia lavorando è noto come “Permission Paradox”. Interrompere il meccanismo porterà beneficio all’intero sistema economico.
  • Semplificare le procedure per le imprese. La burocrazia e le procedure complesse possono scoraggiare le imprese dall’investire e creare nuovi posti di lavoro.
  • Favorire l’imprenditorialità. Incentivi fiscali, finanziamenti a basso costo e programmi di accelerazione per le start-up devono essere messi in atto.
  • Promuovere il lavoro flessibile. Fare in modo che la vita personale e quella lavorativa trovino maggior equilibrio darà giovamento alle persone ed alle imprese.

Dato il contesto, dunque, cosa fare se non si riesce a trovare lavoro? Come persone singole è necessario analizzare, punto per punto, le caratteristiche di chi cerca un impiego.

Occupazione e titolo di studio

Se tanti anni fa molti mestieri potevano essere svolti anche da principianti che con il passare del tempo acquisivano le competenze sul campo. Oggi, con la diffusione e la nascita di nuove professioni, spesso diventa indispensabile aver frequentato un’università.

studiare per trovare un lavoroEppure anche chi è in possesso di un titolo di studio accademico può essere nella condizione di non trovare lavoro, come dimostra la percentuale dei neolaureati inoccupati.

Ma perché i laureati non trovano lavoro? Una delle principali motivazioni è la mancanza di esperienza pratica, che può essere un fattore limitante in alcuni settori. In Italia, per gli under 30 la transizione dall’istruzione al lavoro è più lenta rispetto ad altri paesi sviluppati. 

Tuttavia, la situazione sembra peggiorare ulteriormente nel caso in cui non si abbia un titolo di laurea.

Secondo le statistiche, il tasso di occupazione tra coloro che hanno un titolo di studio universitario è molto più alto rispetto a chi ha un livello di istruzione inferiore. Ciò suggerisce che senza un certificato accademico non si trova un lavoro ben retribuito.

Competenze più richieste

Parecchi decenni fa il “mondo tecnologico”,  come lo conosciamo ora, era inimmaginabile. Di conseguenza il settore del lavoro era statico e la ricerca di un impiego molto più facile. Oggi la situazione è cambiata, il mercato del lavoro è più dinamico ma anche maggiormente complesso. La base di partenza può essere riassunta in tre macro gruppi:

  • Alfabetizzazione digitale. È sempre più richiesta in tutti i settori, in particolare la conoscenza di strumenti informatici e la capacità di utilizzare software specifici. La digitalizzazione delle attività lavorative richiede anche competenze legate alla sicurezza informatica e alla gestione dei dati.
  • Soft skill, ovvero le competenze relazionali e sociali, sono diventate sempre più importanti. Le aziende cercano lavoratori in grado di comunicare in modo efficace, lavorare in team e risolvere problemi in modo creativo. La capacità di gestire lo stress e la flessibilità mentale sono altre skill molto richieste.
  • Resilienza. La capacità di adattarsi ai cambiamenti è diventata anch’essa una componente essenziale del puzzle. Il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente, e i lavoratori devono essere in grado di adattarsi alle nuove tecnologie, ai nuovi processi lavorativi e alle nuove esigenze del mercato.

Non si trova lavoro come in passato, e in alcuni casi bisogna arrivare al punto di doverselo inventare. Oggi infatti, molti lavori tradizionali stanno scomparendo, sostituiti da nuove professioni che richiedono competenze digitali avanzate.

Quanto è importante fare un lavoro che piace?

Questo è un punto cruciale in merito all’argomento trattato. Le motivazioni per cui non si trova un lavoro possono essere molto varie, ciò significa che tutte possono condurre a differenti strade.

studiare per trovare un lavoroDiversamente da ciò che la società pensa, questo argomento per essere correttamente interpretato deve essere visto da diverse prospettive.

Il perché non si trova un lavoro stabile, è strettamente collegato ad elementi molto importanti, quali l’esperienza personale dell’individuo, i suoi valori, le sue necessità e i suoi obiettivi futuri.

Bisogna fare due analisi ben distinte della situazione:

  • Agli occhi di un imprenditore il non accontentarsi dell’impiego offerto può essere considerato come una mancanza di rispetto dato che oggi non si trova lavoro facilmente.
  • Chi rifiuta un lavoro, spesso non lo fa a cuor leggero perché consapevole di quanto è difficile trovare lavoro. È giusto difendere e valorizzare le proprie personali esperienze di vita, gli studi fatti o impieghi lavorativi precedenti. In questo caso si può dire che purtroppo, spesso, non si trova il lavoro giusto.

 

Segui il webinar gratuito e scopri come trovare un lavoro che ti piace!

webinar digital jobs

REGISTRATI AL WEBINAR

 

Errori da evitare quando si cerca lavoro

Cercare lavoro può essere un processo impegnativo e complicato, soprattutto in un mercato altamente competitivo come quello attuale, dove non si trova un lavoro facilmente. Tuttavia, considera alcune cose che è meglio evitare:

  • Scrivere un curriculum non personalizzato. Inviare lo stesso curriculum a tutte le aziende non è una buona idea. Personalizzare il curriculum per ogni posizione a cui si è interessati può fare la differenza.
  • Non fare ricerche sull’azienda. Presentarsi ad un colloquio di lavoro senza conoscere nulla dell’azienda è un errore grave.
  • Ignorare le istruzioni. Quando si richiede un lavoro, è importante seguire le istruzioni fornite dall’azienda. Non farlo può portare le aziende a rigettare immediatamente la candidatura.
  • Arrivare impreparati al colloquio di lavoro. Improvvisare può essere molto rischioso. Prepararsi a livello mentale, investigare sulle domande tipiche e sulla posizione può fare la differenza durante l’intervista. 

 

Cosa fare se non si trova lavoro?

Ma cosa fare se non si riesce a trovare lavoro? Nel caso in cui si abbiano delle difficoltà a trovare un impiego, è importante evitare di arrendersi e continuare a cercare opportunità.

Di sicuro ciò che si deve fare e non arrendersi fino a che non si trova un lavoro soddisfacente, abbattersi e perdere il proprio equilibrio mentale. Prendersi cura di se stessi e mantenere un mindset positivo anche quando le cose non vanno come previsto, sarà dura ma lo devi a te stesso.

 

Come trovare lavoro online?
Scarica subito l’e-book gratuito!

Strategie per trovare lavoro nel digitale

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

Focalizza obiettivi, competenze e attitudini

Per trovare un lavoro che soddisfi le proprie esigenze è di primaria importanza definire degli obiettivi personali. Queste aspirazioni possono riguardare diversi aspetti, come la posizione lavorativa, il livello di retribuzione, il tipo di azienda o settore di interesse, le opportunità di formazione e crescita professionale, e tanto altro.

Se non trovi lavoro può dipendere dal fatto che non conosci davvero cosa hai da offrire.

Ma quanto tempo ci vuole per trovare un lavoro? Sfortunatamente, non c’è una risposta semplice a questa domanda, poiché il tempo necessario per trovare un impiego può variare notevolmente a seconda di una varietà di fattori.

insegnare a giovani senza esperienzaSicuramente avere obiettivi ben definiti aiuta a selezionare con maggior attenzione le opportunità di lavoro, evitando di perdere tempo e risorse in posizioni non adatte alle proprie esigenze e aspettative.

Inoltre, le ambizioni lavorative personali possono essere utilizzate come guida per pianificare il proprio percorso di carriera e per valutare le opportunità di crescita professionale all’interno dell’azienda.

Le competenze, che possono essere acquisite attraverso studi, formazione o esperienze lavorative precedenti, rappresentano le conoscenze tecniche e pratiche necessarie per svolgere una specifica mansione.

Le attitudini, invece, sono quelle predisposizioni personali che riguardano l’approccio al lavoro e alla vita in generale. Ad esempio, la capacità di lavorare in team, la flessibilità, la capacità di problem solving e la creatività sono attitudini molto apprezzate dai datori di lavoro.

Fai il test gratuito di orientamento professionale

Un test di orientamento professionale ti aiuterà a focalizzare le tue naturali attitudini portandoti più vicino ad obiettivi raggiungibili. Se non si riesce a trovare lavoro può dipendere anche dal fatto che si sta cercando nella direzione sbagliata, magari anteponendo uno stipendio sicuro alla felicità.

Fai il TEST, bastano pochi minuti!

test sulle professioni digitali

Fatti trovare online

Oggi, in un mondo sempre più digitale e interconnesso, è fondamentale per chiunque cerchi lavoro farsi trovare online. Essere presenti sui social media e sui portali di lavoro specializzati è diventato un requisito indispensabile per poter accedere alle opportunità lavorative.

I datori di lavoro cercano sempre più spesso informazioni sui candidati sui motori di ricerca e sui social network, per valutare la loro reputazione e il loro grado di professionalità.

Inoltre, avere una forte presenza online può aiutare a costruire una rete di contatti e a sviluppare nuove opportunità di business.

perche non si trova un lavoro stabilePer questo motivo, è importante curare la propria immagine online, mantenere i profili aggiornati, pubblicare contenuti di qualità e interagire con la propria rete di contatti.

Non puoi farti mancare un curriculum LinkedIn: se è vero che non si trova lavoro, sarà lui a trovare te!

Oggi avere un profilo su questo social network è indispensabile. Nel momento che stiamo vivendo, basato sullo sviluppo dei social media anche nella ricerca del lavoro, lavoratori e aziende utilizzano questi canali.

Devi saperti vendere nel modo corretto, comunicare nel modo più appropriato le tue competenze e abilità senza dimenticare che qualsiasi attività lavorativa tu abbia affrontato è parte delle tue esperienze.

Promuovi te stesso con il personal branding

Promuovere se stessi tramite il personal branding può essere una soluzione vincente per trovar lavoro. A tal proposito, però, è importante seguire alcuni passaggi chiave, come ad esempio:

  • Individua i tuoi punti di forza, le competenze e le esperienze che ci contraddistinguono.
  • Crea una presenza online solida e coerente, attraverso il proprio sito web, blog e i social media.
  • Partecipa ad eventi di settore, conferenze e seminari per costruire una reputazione professionale ed ampliare la tua rete di contatti.

Se vuoi costruire il tuo marchio e distinguerti dalla concorrenza, un corso di Digital Personal Branding è la soluzione perfetta per te!

Promuovi te stesso e fatti trovare dal lavoro!

CORSO PERSONAL BRANDING

 

Considera il lavoro da remoto

Considerare un lavoro da remoto può essere una soluzione per chi non riesce a trovare lavoro nella propria città o per un professionista che vuole riqualificarsi iniziando un secondo lavoro.

lavoro a tempo indeterminatoLo smart working offre la possibilità di risparmiare tempo e denaro sui trasporti e di lavorare in modo flessibile.

Tuttavia, è importante tenere presente che il lavoro da remoto richiede una maggiore disciplina e organizzazione personale per garantire un buon equilibrio tra vita professionale e vita privata.

Per scegliere un lavoro da remoto che sia soddisfacente per le proprie attitudini è essenziale valutare attentamente le proprie esigenze e competenze, e cercare opportunità che siano in linea con le proprie aspettative.

Lavora come freelance

Se non si riesce a trovare lavoro da dipendente, si può esplorare l’idea di lavorare come freelance, valutando, però, i pro ed i contro. Per quanto riguarda i vantaggi, il freelance ha la libertà di lavorare da casa o ovunque desideri, scegliere i clienti, i progetti e i propri orari di lavoro.

Inoltre, il lavoro freelance può offrire maggiori opportunità di guadagno rispetto a un lavoro tradizionale, poiché il libero professionista può scegliere di lavorare su più progetti contemporaneamente e quindi guadagnare di più.

Tuttavia, ci sono anche alcuni svantaggi da considerare, come l’incertezza del lavoro e la mancanza di una rete di sostegno, la necessità di gestire la propria contabilità e trovare costantemente nuovi clienti. 

Ma Come capire se è il lavoro per te? Ci sono alcuni segnali che vanno ad indicarti se intraprendere una carriera da freelance fa per te:

  • Hai una grande capacità di autogestione e sei in grado di organizzare il tuo tempo e le tue priorità senza la necessità di una supervisione diretta.
  • Sei disposto a gestire tutti gli aspetti del tuo lavoro, incluso il marketing, la contabilità e il networking.
  • Riesci ad accettare il rischio finanziario e la variabilità del reddito che possono derivare dal lavoro freelance.
  • Sei in grado di lavorare bene in solitudine e di mantenere la motivazione senza la presenza di colleghi o supervisori.

 

Dai una svolta alla tua vita professionale
diventando un Digital freelance!

webinar diventa un freelance

REGISTRATI AL WEBINAR

Conclusioni

Questo articolo è mirato a darti una panoramica del mercato del lavoro ai nostri giorni. Il mio compito era delinearti le diverse situazioni che attualmente si manifestano e che rispondono alla domanda sul perché non si trova lavoro.

Spero che avere un quadro generale del contesto lavorativo attuale ti aiuterà ad individuare nuove idee e nuove strade da percorrere per raggiungere il nostro obiettivo di occupazione.

Se il settore digitale ti incuriosisce, ma non sai come trovare lavoro online, una consulenza di carriera gratuita può aiutarti ad individuare la strada giusta. Un team di esperti ti guiderà nella ricerca del percorso più congeniale alle tue attitudini. 

CONTATTACI

 

Articoli Correlati

trovare-lavoro-con-linkedin-scopri-come-fare come diventare consulente online cover Lavoro online da casa come guadagnare online

 

francesco russoOTTIMIZZAZIONE A CURA DI FRANCESCO RUSSO

Ciao sono Francesco, ho 24 anni e lavoro nell’ambito del Digital marketing, ho come obiettivo quello di specializzarmi nel campo della SEO e diventare un punto di riferimento nel settore.

Webinar Gratuito – Crea la tua Agenzia con l’IA

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

21 Commenti

  1. Maria Elena Massarelli

    Una bellissima testimonianza di cambio professionale in un’età già matura. Trovo comunque che da una parte ci voglia la volontà ma dall’altra anche il mercato non è propriamente ricco di opportunità attualmente soprattutto per chi ha poca esperienza. Non bisogna però arrendersi ma continuare la strada che si vuole intraprendere!

  2. Giuseppe Zaccaria

    Ottimo articolo dove si trovano risposte a tutte le domande che uno si pone! complimenti

  3. Erika Baggetto

    Non sono pienamente d’accordo. Non si trova lavoro perchè sei sempre troppo qualificata o lo sei tropo poco, perchè sei donna e non vogliono rischiare di pagarti la maternità, perchè molto spesso passano davanti i raccomandati, e perchè molte aziende vogliono personale competente ma non vogliono offrire un contratto e uno stipendo decenti.
    Non è solo questione di avere chiaro un obiettivo, di studiare il mercato o di avere capacità di adattamento.

  4. Barbara Amasino

    Articolo molto bello e motivazionale. Davanti ad una difficoltà ci si arrende troppo facilmente invece si dovrebbe guardare bene il proprio cv, adattarlo ai cambiamenti che le aziende hanno fatto e stanno facendo e bisognerebbe investire in corsi di formazione

  5. Leonardo Taverna

    Credo che la risposta alla domanda “perchè non si trovi un lavoro stabile” sia “perchè stiamo cercando un lavoro che non esiste più”. Le professioni stanno mutando in modo molto veloce e spesso l’università non è al passo con i tempi. Oggi, grazie al web, esistono molti modi per formarsi e ottenere skills spendibili nel mondo del lavoro.

  6. Manuel Lazzarotto

    Trovare lavoro diventa molto difficile se si affronta questa problematica in modo passivo, volendo quasi scaricare questa responsabilità ad altri, al mercato , alle aziende . Secondo me invece la cosa importante da capire è che la responsabilità è sempre nostra, che c’è sempre qualcosa che possiamo fare per avere risultati migliori di quanto abbiamo avuto fino a ieri . Lavorare su ciò che abbiamo controllo, su noi stessi , la nostra formazione per avere qualche possibilità in più e non subire passivamente gli eventi esterni.

  7. Michela Tulli

    Un bell’articolo che può essere di ispirazione a tanti giovani che oggi cercano lavoro!

  8. Giorgio Surdi

    Un articolo davvero motivazionale per resistere e reagire a questo periodo!

  9. Cinzia8

    Mi è piaciuto molto il fatto che hai raccontato la tua esperienza personale perché ha reso piacevole e scorrevole la lettura di un argomento molto impegnato e dai risvolti talvolta complicati. Trovare la propria strada e perseverare, questo è il messaggio lo condivido pienamente.

  10. Federica Iafelice

    Un articolo davvero ben scritto, pieno di spunti interessanti e di una nota di positività che nella ricerca del lavoro non fa mai male!

  11. Francesco Cretella

    Ogni punto è stato analizzato in maniera impeccabile, questo articolo rispecchia appieno la situazione oggi in Italia e permette di addentrarsi nel mondo del lavoro d’oggi con dei punti di riferimento più chiari ed efficaci!

  12. Alessio Mastroianni

    Credo che questo articolo sia proprio adatto in questo periodo di crisi per capire tante cose e tranne vantaggio una volta superato il tutto! Grazie mille per questa spiegazione!

  13. Manuela Di Cosimo

    Farò tesoro di questi preziosi consigli, specie in questo momento particolare, ne abbiamo bisogno in molti.

  14. Lorena De Luca

    Articolo che espone difficoltà attuali ma la cosa più bella è l’originalità data dalla personalizzazione!!! Chiarisce tuttavia molti aspetti ed è ricco di spunti! Grazie Elisa!

  15. Laura Feraudo

    Brava Elisa per aver scritto un articolo così lucido su una situazione così incerta in Italia, perché chiarisce molti dubbi e offre spunti interessanti su cui riflettere :)

  16. Michela Pascale

    Ottimo articolo Elisa, ho trovato anche interessante il tuo punto di vista personale, grazie di averlo condiviso

  17. Lorenzo Nobili

    Bell’articolo, utile per non buttarsi giù e reagire nei momenti di sconforto durante la ricerca di un lavoro.

  18. Giovanni Sessa

    In questo periodo un articolo come questo è molto utile, l’ho infatti girato ad alcune persone che ne avevano sicuramente molto bisogno. Grazie Elisa

  19. Ale.risi88

    Tanti spunti interessanti da questo articolo che poi è un argomento da anni ormai sempre di attualità…rimango sempre dell’idea che sapersi differenziare in quello che si fa è un vantaggio. Se nel tuo settore sei uno specialista e hai competenze difficilmente sarai tagliato fuori.

  20. Adry85ba

    Un articolo interessante e molto utile, soprattutto in questi tempi di incertezza, grazie!

  21. Francesco Pompeo

    Brava Elisa. Paragrafo dopo paragrafo hai risposto alle domande che mi ponevo.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *