Seleziona una pagina

Orientamento al lavoro: cos’è e come farlo nel digital marketing

Orientamento al lavoro, una ricerca che compare continuamente sui più importanti motori di ricerca e che ha attraversato sicuramente ognuno di noi in diverse fasi della nostra carriera lavorativa. Si tratta di un’attività di estrema importanza durante la quale una figura, detta “orientatore” ci aiuta, consiglia e guida alla ricerca della consapevolezza di noi stessi, delle nostre capacità e dei nostri progetti di vita.

orientamento al lavoro nel marketingIl mondo del lavoro negli ultimi anni ha subito notevoli trasformazioni, è diventato sempre più esigente nei confronti dei lavoratori; occorrono competenze trasversali ma anche tanta professionalità e formazione. Indubbiamente la formazione è la parola a monte di tutto questo discorso, deve essere considerata parte integrante, sempre presente. L’ultimo decennio ha visto anche la forte presenza del Digitale in ambito aziendale con la conseguente necessità di figure professionali competenti in questo settore.

Formandoti nel digitale, quindi, puoi avere maggiori opportunità di collocamento professionale. L’importante è affidarsi a professionisti del settore, grazie ai quali poter apprendere le migliori best practice in ambito digital marketing, e fare pratica di quanto imparato, magari in un contesto aziendale. Per questo ti consiglio il Master con Stage in azienda grazie al quale hai la possibilità di entrare in contatto e fare esperienze direttamente con le aziende.

Ma torniamo a noi, in questo articolo, che vuole essere una sorta di vademecum dedicato all’orientamento al lavoro, ti spiegherò:

  • Cos’è l’orientamento al lavoro e a che cosa serve
  • Perché dovresti orientarti verso le professioni digitali
  • Come orientarti al digitale in 3 steps
  • A chi rivolgersi per l’orientamento professionale.

Orientamento al lavoro: cos’è e a cosa serve

Come si può definire l’orientamento al lavoro professionale? Come ti dicevo all’inizio, la parola chiave dell’orientamento professionale è “aiuto“; questo perché è un attività molto complessa che deve essere affidata sempre ad un esperto, una persona competente che sia in grado di far emergere il percorso più idoneo e appagante da seguire per avere una carriera lavorativa soddisfacente.

Il segreto è quello di far cercare di parlare due mondi: il tuo, che stai cercando di orientarti nel mondo del lavoro, e il mercato del lavoro stesso. Da un lato ci sono tutte le tue caratteristiche e passioni, dall’altro c’è la realtà lavorativa, che muta continuamente e che richiede una grande flessibilità. Capirai, quindi, che si tratta di un’attività fondamentale nella costruzione della tua carriera professionale.

La scelta del lavoro è una tappa importante della nostra vita; il lavoro occupa mediamente gran parte della giornata e condiziona la nostra quotidianità. D’altra parte anche i mestieri sono soggetti a cambiamenti; evolvono o scompaiono nel tempo. Di conseguenza, la professione che una persona sceglie può non durare per tutta la vita.

Ma perché capire la professione che fa per noi, ci sottrae così tante energie? La motivazione principale risiede nella riduzione al minimo delle decisioni sbagliate; infatti scegliere i corsi o le scuole sbagliate può realmente compromettere le proprie aspirazioni e inclinazioni professionali. Questo non significa che devi seguire una direzione uguale per tutta la vita perché hai la possibilità di cambiare, evolverti, comprendere con il passare del tempo che la professione che avevi scelto non rispecchia più la tua persona oppure, semplicemente, hai bisogno di seguire un’altra strada. Il rischio, guardando l’altro lato della medaglia è di perdere tempo, cosa che potresti evitare se avessi la possibilità di capire, attraverso il giusto percorso di orientamento professionale, la professione più adatta per te.

Formati nel digitale e orientati al lavoro facendo pratica in un contesto reale

SCOPRI IL MASTER CON PRATICANTATO

Perché orientarsi verso le professioni digitali

orientamento al lavoro in campo digitalQuando si parla di orientamento al lavoro non si può ignorare il fatto che una grande area di mercato si è direzionata verso il Digitale. Gli ultimi anni hanno visto il digitale sempre più al centro dell’attenzione passando attraverso mercati, nuovi business e nuove professioni digitali che, soprattutto dopo l’avvento della pandemia, sono sempre più richiesti.

Come riportato in un articolo di Huffingtonpost “circa il 70% delle imprese, a partire da marzo 2020, ha introdotto contemporaneamente diversi progetti e nuovi processi, che – originariamente previsti per il futuro prossimo – hanno puntato sullo smart-working, sulla trasformazione in organizzazioni agili e soprattutto su una forte presenza nel mondo dell’online attraverso i social-media, l’utilizzo delle piattaforme eCommerce e gli strumenti di Digital Marketing”.

Se ci soffermiamo un attimo a riflettere si tratta di dati veramente importanti che ci fanno comprendere quanto sia importante orientarsi verso le professioni digitali. Molte professioni tradizionali sono scomparse e sono state sostituite da quelle digitali perché le aziende hanno bisogno di professionisti del digitale per innovarsi, crescere ed essere sempre più competitive. Il mercato chiede quindi persone con qualifiche che vadano di pari passo con l’evoluzione del mercato.

Per fare due esempi di professioni molto ricercate nel mondo digitale troviamo il Data Scientist, un professionista in grado di analizzare grandi quantità di dati estrapolandone utili informazioni per elaborare strategie di business, di digital marketing e di vendita oppure l’Esperto di Cybersecurity, uno specialista che ha il compito di tenere sotto controllo la sicurezza e i rischi presenti in rete a livello informatico. Questi due esempi rappresentano l’evoluzione del digitale; ecco perché è indispensabile nella costruzione della propria carriera professionale introdurre una formazione improntata sul digitale. Oggi le strategie digitali hanno il compito non solo di attirare i clienti online ma anche quello di traghettarli dall’online all’offline. 

webinar gratuito DIGITAL JOBS

Attività di orientamento al lavoro nel digitale in 3 step

Come orientarsi nel mondo Digitale e quali sono i passi da fare al fine di trovare la professione più affine alle proprie competenze professionali? Certamente, come ti spiegavo, non è possibile svolgere questo processo in autonomia. È fondamentale affidarsi a professionisti/coach, che siano in grado di far emergere le competenze, punti di forza e attitudini in tuo possesso. Ormai la trasformazione digitale è diventata un imperativo per liberi professionisti e aziende, questa transizione digitale è inevitabile ed è limitante nella ricerca attiva di lavoro per chi non è in grado di accoglierla.

Bilancio delle competenze in possesso

Attraverso un colloquio di orientamento lavorativo è possibile fare un’analisi delle competenze maturate attraverso la formazione e le tue caratteristiche personali. Le competenze sono suddivisibili in due tipologie: le hard skills e le soft skills. Fino a qualche anno fa era impensabile pensare alla valutazione di competenze diverse dalle hard skills; tutto era incentrato sulla formazione maturata durante gli studi e i corsi professionali. Ora, invece, la tendenza è cambiata. Le aziende, nelle figure dei recruiter, vanno ad individuare le soft skills ovvero quelle caratteristiche intrinseche di una persona che sono strettamente correlate al proprio bagaglio culturale e alle esperienze maturate; si tratta di competenze diverse da quelle tecniche. Le caratteristiche “soft” misurano quanto sei in grado di capire le persone che lavorano con te, individuare stati emotivi e migliorare con il proprio atteggiamento le relazioni al fine di creare un ambiente di lavoro positivo indispensabile per ottenere risultati di gruppo. 

Secondo la Stanford Reserach Institute “il 75% del successo di un lavoro a lungo termine è determinato dalla padronanza delle soft skills”. Questo dato ci fa comprendere come sia importante sviluppare queste caratteristiche e farle emergere dalla nostra personalità. Ancora, il McKinsey Institute riporta, in un’indagine commissionata da Dell e pubblicata a settembre del 2021, come l’85% dei lavori che esisteranno nel 2030 non sono ancora stati inventati. Si stima, inoltre, come la richiesta di abilità trasversali aumenterà del 30% entro il 2030.

Ad oggi, le più importanti soft skills ricercate dalle aziende sono:

  1. Essere in grado di affrontare la continua incertezza
  2. Comprendere i pregiudizi e trasformarli positivamente
  3. Fluidità digitale, essere smart
  4. Autoconsapevolezza e autogestione
  5. Alfabetizzazione della sicurezza informatica
  6. Capacità di carpire i messaggi e raccoglierli in modo sintetico
  7. Spirito imprenditoriale
  8. Fiducia in se stessi.

Come potrai evincere da questo semplice elenco, si è passati da una valorizzazione delle sole competenze professionali e formative, al dare importanza a doti come l’empatia o la capacità d’organizzazione. Le caratteristiche personali possono davvero fare la differenza e premiare chi ha volontà, carattere e determinazione nel raggiungere i propri obiettivi professionali e personali.

Formati per lavorare nel Digital Marketing!
Scopri quali sono le certificazioni più richieste dalle aziende

GUARDA L’OFFERTA FORMATIVA

Definizione del progetto professionale

Una volta evidenziate le caratteristiche personali e formative, puoi definire il “progetto professionale” necessario per prepararti alla ricerca del lavoro.

Il progetto professionale non è altro che un documento dove viene delineato per iscritto il profilo di chi si sottopone a un’attività di orientamento al lavoro. Questo documento si compone di varie parti: caratteristiche professionali, competenze (hard e soft), risorse a disposizione del candidato fino alle azioni da realizzare in fase di ricerca del lavoro. Prende avvio dalla tua situazione di neolaureato, dalle risorse di cui disponi e dalle azioni che puoi realizzare. Il progetto professionale si configura come un processo dinamico; questo significa che viene rivisto man mano che determinati risultati si concretizzano o semplicemente quando le esigenze cambiano.

La definizione di un progetto professionale è fondamentale soprattutto in talune fasi di vita professionale, come ad esempio post-laurea ma deve essere pensato come un processo che dura per tutta la carriera professionale. Attraverso questo tipo di approccio le persone difficilmente perderanno la bussola; resteranno, invece, focalizzate sullo sviluppo delle propria carriera professionale.

Per elaborare il progetto professionale, le domande alle quali dovrai rispondere ogni qualvolta ti siederai accanto al professionista in orientamento al lavoro saranno:

  • Obiettivo: cosa voglio realizzare?
  • Tempo: entro quando voglio raggiungere il mio obiettivo?
  • Risorse: quali sono i mezzi, le risorse che ho a disposizione e quali possono essere le problematiche?
  • Criteri e unicità: analizzando il mio progetto, quali sono i punti di forza del mio progetto che lo rendono diverso dagli altri?

Ricerca attiva del lavoro

come gestire orientamento lavoroL’ultimo step del processo di orientamento al lavoro riguarda la parte operativa, che è da considerarsi una vera e propria attività: la ricerca attiva di lavoro. Anche in questa fase è necessario essere organizzati e disciplinati. 

La domanda è: quali sono le attività da fare per cercare attivamente lavoro? Dopo aver preparato quindi il tuo progetto ti dovrai sicuramente dotare di strumenti utili per cercare attivamente lavoro. Il più importante fra tutti è indubbiamente il curriculum vitae. Potrà sembrare un’attività banale la sua realizzazione ma, ti assicuro che non lo è affatto. Anzi deve essere fatto in maniera scrupolosa perché attraverso il curriculum stai raccontando la tua formazione, la tua esperienza e le tue skills (hard e soft); è il tuo biglietto da visita ed i selezionatori si baseranno su questo per una prima scrematura delle candidature.

La seconda cosa ugualmente importante, perché introduce e accompagna il curriculum, è la lettera di presentazione. In questo documento si va un pochino più nello specifico ovvero si vanno a spiegare le ragioni per cui hai deciso di inviare la tua candidatura proprio a quella azienda. Si tratta di un documento che deve essere assolutamente personalizzato, non sicuramente mandato in blocco uguale a tutti.

Anche per l’attività di invio del curriculum occorre un minimo di programmazione, nel senso che occorre capire a quali aziende inviare la propria candidatura e redigere un elenco di quelle inviate.

Negli ultimi anni uno strumento molto utile e funzionale per la ricerca attiva di lavoro è LinkedIn, una piattaforma sulla quale è possibile instaurare delle relazioni professionali direttamente con le persone delle aziende per le quali ci si vuole candidare. Occorre crearsi una solida rete di contatti e seguire profili interessanti cercando di esprimere, con proprie considerazioni, concetti e opinioni riguardo a determinati argomenti.

Il digitale ti offre la possibilità di trovare lavoro non solo in contesti aziendali ma anche come libero professionista

DIVENTA UN DIGITAL FREELANCE

Chi si occupa di orientamento professionale

La figura dell’orientatore o career coach è estremamente importante perché è un vero e proprio consulente professionista che aiuta le persone ad individuare il percorso formativo più adatto alle tue esigenze affinché il candidato possa pianificare la propria carriera lavorativa.

Il servizio di orientamento professionale e career coaching si rivolge a diverse tipologie di persone: dagli studenti che devono scegliere il percorso di studio più adatto a loro, a persone che cercano un primo lavoro, dai disoccupati ai lavoratori che decidono di riqualificarsi nel mondo del lavoro.

Come vedi sono svariate le ragioni per le quali ci si rivolge ad un career coach; ad ognuno di essi occorrerà personalizzare la tipologia di consulenza.

Ma nello specifico di cosa si occupa un career coach? Per prima cosa ascolta tutto quello che il candidato ha da raccontare su formazione, aspirazioni, obiettivi di carriera e successivamente, bisogna passa ad una serie di test sull’orientamento e psico-attitudinali al fine di comprendere le caratteristiche personali e fare un bilancio delle competenze. Si tratta di step fondamentali perché aiutano a comprendere quali sono le aree e le tipologie di professioni dove il candidato ha più facilità e propensione nel riuscire a costruire una proficua carriera professionale. 

Il coach di carriera richiede un continuo aggiornamento sul mercato del lavoro, sui lavori del futuro e sulle competenze richieste.

Conclusioni e Coaching strategico

In conclusione di questa panoramica che ti ho fatto relativamente all’orientamento al lavoro avrai compreso come sia fondamentale approcciarsi al digital. Per farlo devi rivolgerti a professionisti esperti che sappiano tirare fuori il meglio di te. Vale la stessa regola se vuoi metterti in proprio e intraprendere una carriera come freelance. Ti consiglio di richiedere una consulenza gratuita con un nostro esperto per qualificarti o per capire qual è la la professione più incline alle tue caratteristiche personali.

Scopri come orientarti al lavoro digitale richiedendo una consulenza gratuita con il nostro career coach

COACHING ONE TO ONE

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

conoscenze abilita competenze come diventare freelance e avere successo competenze richieste nel mondo del lavoro

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza sugli argomenti del Digital Marketing. Scegli gratuitamente tra oltre 30 Ebook di Digital Coach.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Digital Coach

1 commento

  1. marco-lodrini

    articolo davvero ben sviluppato e con lettura bella fluida, ma sopratutto molto utile per chi si sta affacciando al mondo Digital!

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.