Seleziona una pagina

Formazione aziendale: come applicarla per innovare la tua azienda

Oggi più che mai un’azienda deve essere in grado di proporre dei corsi di formazione professionale moderni e innovativi per i propri dipendenti. Il motore del cambiamento sociale ed economico sta accelerando la sua corsa con una velocità costantemente in salita, eppure non tutte le aziende si sono trovate pronte ad affrontare la rivoluzione globale che stiamo vivendo e che coinvolge tutti i settori professionali. La tua azienda è fra queste? Sei stato in grado come professionista di reagire, se non addirittura di cavalcare, l’onda dirompente della rivoluzione digitale e professionale?

Ti spiegherò come la formazione aziendale sia la benzina necessaria che ti servirà per poter correre alla stessa velocità dei cambiamenti globali, insieme alla digitalizzazione aziendale incrementerai la competitività della tua impresa, promuovendo una cultura del lavoro dinamica, di valore e da dipendenti motivati e pronti alle sfide del presente.

vantaggi della formazione aziendale

Nello specifico ti guiderò approfondendo i seguenti punti:

  • Che cosa si intende per formazione aziendale
  • I vantaggi che derivano dalla sua applicazione
  • Come pianificare il training aziendale
  • L’applicazione digitale dei contenuti di formazione.

Se sei alla ricerca di una formazione avanzata per i tuoi dipendenti, scopri come innovare la tua azienda!

Approfondisci Richiedendo una Consulenza Strategica Gratuita

PRENOTALA SUBITO

Cos’è la formazione aziendale

Riconoscendo un contesto professionale sempre più globalizzato e connesso, ulteriormente messo alla prova dall’emergenza sanitaria attuale, le aziende più resilienti e d’avanguardia hanno investito nella formazione aziendale, organizzando dei piani a lungo termine per incrementarne l’efficacia. Ma partendo dal principio, che cos’è la formazione aziendale?

Parliamo di una strategia aziendale che vede al centro la crescita del personale, con l’obiettivo di sviluppare le hard skills, competenze tecniche o specifiche di un settore, e delle soft skills, ovvero le qualità comportamentali e attitudinali, che concorrono alla produttività e alla collaborazione per il raggiungimento di un obiettivo comune. Il training aziendale, così come il Team Building, fanno parte di quelle iniziative che riconoscono le risorse umane come un’opportunità di sviluppo ed evoluzione del business. La formazione aziendale coinvolge infatti l’intero organigramma aziendale, offrendo anche ai managers che occupano ruoli chiave la possibilità di migliorare il proprio profilo e competenze, apportando benefici diretti al settore di riferimento o ad alcuni processi specifici.

Esistono tipologie di trainings aziendali differenti, in relazione all’obiettivo prefissato e alle sue modalità: da quelli più tradizionali come aule di gruppo, seminari e one to one, fino agli approcci più creativi di stampo americano, come giochi di ruolo ed esperienze di gruppo emozionali, per sviluppare in maniera laterale competenze utili nell’attività lavorativa. Esiste inoltre la possibilità che i corsi di formazione aziendale vengano organizzati e forniti da una agenzia esterna o che sia interamente online, attraverso l’utilizzo sempre più diffuso di piattaforme E-Learning.

In tutti questi casi la formazione del personale nasce da un’attenta analisi dei bisogni e degli obiettivi aziendali, nonché dal contesto e dalle peculiarità delle risorse. Vedrai inoltre perché è così importante per l’azienda la sua pianificazione.

test-porta-la-tua-azienda-online

Come sviluppare corsi di formazione

Avrai ormai compreso i vantaggi a lungo termine che potrai raccogliere investendo in un percorso di training e a questo punto ti starai chiedendo come sviluppare le tecniche di formazione aziendale. L’analisi dei bisogni e degli obiettivi che vorrai raggiungere saranno la base della tua strategia, senza la quale rischierai di sprecare tempo e risorse economiche, producendo materiale di bassa qualità e senza raccogliere le opportunità di crescita che hai letto precedentemente.

L’analisi dei bisogni

È arrivato il momento della parte operativa! In questa importante fase dovrai raccogliere quanti più dati possibili sulla situazione corrente dell’azienda. Un ottimo modo per raccogliere informazioni mirate e qualitative su criticità o opportunità di sviluppo, è rivolgersi direttamente al team attraverso incontri di gruppo e one to one. Lo stesso coinvolgimento del personale ti permetterà di produrre contenuti e bisogni concreti, che tutte le risorse saranno molto più motivate e reattive ad accogliere! 

Quando avrai tutte le informazioni a disposizione ti accorgerai che potrai dividerle in 3 macro categorie:

analisi formazione aziendale

  • Bisogni funzionali, legati al business per raggiungere KPI ed obiettivi qualitativi
  • Bisogni operativi, necessari per svolgere una determinata mansione o attività
  • Bisogni formativi, richiesti dalle singole risorse per acquisire nuove competenze e sviluppo personale.

La raccolta di questi dati ti permetterà di identificare gli obiettivi della formazione aziendale, tempi e modalità della fruizione dei contenuti, nonché le metriche che ti consentiranno di misurarne l’efficacia.

Stabilisci degli obiettivi SMART

Affinché il training sia il meno possibile generico, è necessario che gli obiettivi siano specifici e misurabili. Infatti molte aziende si rivolgono ad agenzie di coaching esterne affidandosi a queste con aspettative che spesso non tengono conto delle effettive peculiarità dell’azienda, con risultati di apprendimento lontani da quelli previsti. Per evitare questa conclusione ti consiglio di affidarti alla teoria dell’economista austriaco Peter Drucker, promotore dell’economia della conoscenza, che ha fissato nei cinque principi S.M.A.R.T. gli obiettivi della formazione aziendale:

  1. “S”: obiettivi SPECIFICI, che siano chiari e focalizzati sul raggiungimento di una determinata attività
  2. “M”: obiettivi MISURABILI, individuando metriche e KPI che possano analizzare la qualità del lavoro svolto
  3. “A”: obiettivi ACCESSIBILI, alla portata delle capacità e competenze della risorsa
  4. “R”: obiettivi RAGGIUNGIBILI, che offrano un traguardo concreto e motivante 
  5. “T”: obiettivi TEMPORIZZATI, distinti da una scadenza temporale entro la quale gestire le priorità.

Ricorda questi principi per trasformare aspettative importanti e apparentemente irraggiungibili, in obiettivi concreti, chiari e motivanti per tutti i tuoi collaboratori! Incrementare il fatturato della tua attività, risollevare una azienda in crisi, convertire digitalmente un reparto, possono essere tutti obiettivi che inizialmente potrebbero scontrarsi contro la paura del cambiamento e l’insicurezza. Un training aziendale studiato in chiave S.M.A.R.T. ti permetterà di vincere questi limiti e raggiungere nuove opportunità!

Pianifica le modalità della formazione aziendale

A questo punto, definiti i tuoi obiettivi, dovrai pianificare le modalità della formazione aziendale. Infatti come hai letto all’inizio dell’articolo, esistono diversi approcci didattici innovativi che puoi utilizzare a seconda dell’obiettivo che ti sei preposto.

Ti ricordo che i personaggi principali di questa strategia sono essenzialmente 3:

  1. Il coach, che potresti essere tu o una persona incaricata da te o HR. Avrà il compito, una volta individuati gli obiettivi di apprendimento, di decidere le modalità del training in relazione al contesto di lavoro e alle caratteristiche delle risorse coinvolte, per incrementare il livello di coinvolgimento e motivazione dei partecipanti.
  2. Le risorse, con le quali dovranno essere condivisi gli obiettivi del piano di formazione, per comprendere il proprio ruolo e promuoverne la partecipazione.
  3. Il manager, che normalmente è colui che comunica l’esigenza di un training. Sua responsabilità sarà il monitoraggio della formazione, nonché l’analisi e condivisione dei risultati a sua volta in veste di coach.

Definiti gli attori coinvolti, in qualità di formatore dovrai individuare con quale forma e strumenti condividere il training, anche in relazione al budget che avrai a disposizione. Il metodo che deciderai di attuare dovrà sempre includere una componente esperienziale o emozionale, che sia in grado di coinvolgere le risorse facilitando il trasferimento dei contenuti. Infatti non dovrai sottovalutare il ruolo centrale della motivazione, che ti consiglio di instillare con simulazioni o attività decontestualizzate che applichino l’uso di competenze utili anche alla quotidianità lavorativa. Diverse aziende organizzano trainings outdoor e iniziative ricreative per supportare l’apprendimento di determinate skills, tuttavia anche all’interno di un’aula o utilizzando strumenti online, potrai offrire una qualità di coinvolgimento importante se fedele all’analisi degli obiettivi S.M.A.R.T.

Gamification

La fruibilità della formazione aziendale è un aspetto importante da considerare e pianificare all’interno della tua strategia. La condivisione dei contenuti quando monotona, unilaterale e statica non farà altro che amplificare distrazione e perdita di partecipazione da parte dei collaboratori. Un approccio molto utile e interattivo è la gamification, ovvero l’inserimento di elementi tipici del gioco per coinvolgere emozionalmente i partecipanti, facendoli semplicemente divertire! Un esempio pratico è l’inserimento di premi riconosciuti all’interno di quiz o contest, oppure la divisione del team in squadre che competono fra loro.

formazione aziendale gamification

La gamification ovviamente non è solo divertimento, ma un approccio creativo per rendere le informazioni condivise più semplici da memorizzare grazie alla loro decontestualizzazione. La troviamo sempre più applicata anche sulle piattaforme digitali E-Learning, che la inglobano in forma di quiz, giochi e iniziative social che permettono alle risorse di guadagnare punti o medaglie come riconoscimento dei risultati di apprendimento raggiunti.

Misura i risultati di apprendimento

Come già visto analizzando i principi S.M.A.R.T., dovrai misurare l’efficacia dei training che hai proposto per verificarne la qualità e l’apprendimento. Durante il periodo di formazione sarà tuo compito in quanto manager o coach monitorare l’avanzamento delle risorse e guidarle in caso di difficoltà, per esempio chiedendo dei feedback e osservando a distanza come applicano le nuove competenze acquisite. Successivamente al termine del periodo di formazione, attraverso le metriche o KPI che hai precedentemente individuato, potrai dare una valutazione qualitativa delle attività. Per esempio: “Questo modulo di formazione dovrà portare a un aumento delle vendite del reparto casalinghi del +20% rispetto allo stesso mese dello scorso anno”.

Misurare i risultati di apprendimento, oltre a monitorare il ritorno sull’investimento, serve anche per garantire ulteriori obiettivi:

  • Dare maggiore chiarezza alle risorse sulle finalità del corso
  • Innescare nella risorsa un senso di autocritica e valutazione
  • Creare un percorso di formazione lineare e coerente
  • Avere dati per ottimizzare futuri progetti di formazione.

La formazione professionale online per innovare

Il lockdown, lo smart working e le frequenti chiusure hanno accelerato un processo di digitalizzazione, che alcune aziende avevano già messo in atto, verso l’utilizzo talvolta obbligato di piattaforme E-Learning. Possiamo infatti considerare che questo periodo ha segnato ufficialmente l’inizio della formazione aziendale digitale, attraverso l’utilizzo di strumenti, applicazioni e portali che facilitano la fruibilità dei contenuti e la loro interattività.

Come nella formazione tradizionale, per sfruttare appieno le potenzialità della formazione online, dovrai pianificare una strategia analoga, partendo come visto precedentemente dall’analisi dei bisogni e degli obiettivi, oltre che a considerare quale budget avrai a disposizione e quali tecnologie ti saranno necessarie.

Non considerare di partire necessariamente da zero per convertire la tua azienda verso la formazione digitale. Infatti parte del tuo lavoro di analisi dovrà includere la raccolta dei trainings già esistenti e verificare la loro qualità e attinenza rispetto al presente. Ovviamente un modulo di formazione del 2010 non è scontato che possa essere ancora attuale! Diversamente potrai valutare di recuperare il contenuto del training aziendale e inserirlo in un piano di conversione digitale.

formazione aziendale elearning online

Considerando che i cambiamenti digitali sono molto rapidi, dovrai organizzarti molto velocemente per mantenere la tua realtà competitiva e capace di trasferire i contenuti di apprendimento nella maniera più semplice e mirata possibile. Inglobando gli strumenti e le modalità di formazione tradizionali dovrai:

  • Convertire digitalmente i contenuti, per offrire modalità di fruizione inclusive ed accessibili, oltre che per categorizzare i contenuti.
  • Strutturare una piattaforma di E-Learning, come contenitore dei moduli formativi e delle informazioni aziendali.
  • Utilizzare elementi di gamification, per inserire elementi emozionali ed interattivi che motivino le risorse.
  • Pubblicare regolarmente contenuti, quali video, podcast, webinar o seminari in diretta per offrire una formazione completa.

Perché un piano formativo è importante per l’azienda

Come ho anticipato precedentemente la formazione aziendale interna coinvolge gran parte dei soggetti dell’azienda, nella prospettiva di poter ottimizzare e risolvere sfide su tutti i livelli del business. Nonostante ciò, spesso viene ritenuta un’attività marginale a partire dalla diffusa convinzione che l’applicazione quotidiana delle funzioni, sia sufficiente per acquisire tutte le competenze necessarie allo svolgimento della propria mansione. Fortunatamente anche in Italia la cultura professionale sta evolvendosi in chiave più dinamica e inclusiva, riconoscendo quanto il training aziendale è importante per l’azienda e i vantaggi che è in grado di offrire (scopri quanto sono importanti i corsi di formazione gestione aziendale!).

  • Sviluppa le competenze delle risorse, incrementando la produttività del singolo e del gruppo
  • Migliora la capacità di gestire crisi, imprevisti e cogliere nuove opportunità di sviluppo
  • Consolida lo spirito di squadra, motivando il personale verso la collaborazione e un obiettivo al quale credere
  • Ottimizza la gestione delle priorità, migliorando la gestione del tempo e sviluppando l’autonomia del singolo
  • Promuove la crescita interna, producendo nuove figure manageriali formate e allineate ai valori aziendali
  • Accogliere nuovi collaboratori, coinvolgendoli in programmi di training On Boarding
  • Coltiva la cultura aziendale, condividendo valori, etica e comportamenti corretti.

L’insieme di questi vantaggi contribuisce in maniera significativa a costruire un ambiente di lavoro positivo, felice e stimolante per i collaboratori. In cambio di una preparazione professionale che migliorerà il valore del loro profilo, abbracceranno la causa aziendale con una rinnovata intraprendenza che si tradurrà in una crescita delle performances e della produttività da parte di ogni livello gerarchico.

Conclusioni

Pianificare la formazione aziendale non è sicuramente qualcosa che si può fare velocemente e in maniera approssimativa, tuttavia la possibilità di poter attingere a strumenti e tecnologie sempre più performanti ti offrirà la possibilità di sviluppare i tuoi valori aziendali, la produttività e il coinvolgimento delle risorse. Esistono anche realtà esterne che potranno supportarti nella conversione digitale, o fornendoti loro stesse contenuti di formazione coerenti ai tuoi obiettivi di business attraverso consulenze strategiche aziendali.

Ricorda che un piano di training aziendale dovrà avere l’obiettivo di coinvolgere e motivare costantemente i tuoi collaboratori, puntando sull’aggiornamento di contenuti di qualità e azioni di gamification che stimolino la voglia di apprendimento. Non smettere mai di formare e le tue risorse continueranno ad imparare!

CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

 digital transformation cosa è orientamento imprenditoriale guida formazione per digitalizzare la propria azienda 

Christian Luccisano PRIMA STESURA A CURA DI CHRISTIAN LUCCISANOlinkedin_badge

Come Content Creator e Store Manager, mi prefiggo la realizzazione di contenuti web competitivi, ottimizzati in chiave SEO e performanti KPI di alta qualità. Coniugo le mie esperienze professionali per garantire una user experience coinvolgente e completa, che includa story telling e un valore distintivo.

Digital Coach è alla ricerca di 5 Digital Sales Specialist.

Leggi la descrizione e Guarda il Video di Luca Papa.

Pulsante scopri di più

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

14 Commenti

  1. Martina Manca

    Ormai le aziende necessitano obbligatoriamente di queste informazioni preziosissime per poter competere sul mercato! Ottimo articolo

  2. Simone Novarese

    Considerata la velocità con cui cambia oggi il mondo del lavoro, è indispensabile avere una strategia efficace per gestire la formazione dei dipendenti in azienda e non affidarsi solo all’evento occasionale.

  3. marialuigia2

    Articolo che tratta una tematica fondamentale e molto importante per un’azienda. La formazione del lavoro in un qualsiasi team lavorativo è davvero imprescindibile, poichè aiuta ad aumentare la formazione dei dipendenti. E nel contempo aiuta l’azienda a crescere ed essere competitiva nel mercato.

  4. JacopoBocchio

    Articolo molto interessante e preciso. Essere preparati/formati all’interno dell’azienda è cruciale per poter fare il salto di qualità e raggiungere gli obiettivi di lungo termine prefissati

  5. Alessandro Rizzo

    E’ assolutamente vitale per un’azienda puntare sulle proprie risorse. E il miglior modo per farlo e continuare a formarle.
    Articolo che coglie esattamente il punto della questione.

  6. Vittoria Di Michele

    Una tematica interessante e molto attuale. Lo scenario odierno ci insegna quanto sia fondamentale, per le aziende di ogni settore, formare i dipendenti in maniera opportuna, avvalendosi di percorsi dedicati all’aggiornamento diverse competenze, in particolar modo in ambito digitale.

  7. Luca Pesenti

    L’elemento sorvolato e non considerato da numerosissime aziende è l’elemento dipendenti.
    Nel credo comune che ha caratterizzato la maggior parte degli imprenditori durante il corso della storia, vi è stata la credenza che tutta la struttura aziendale dovesse muoversi ed essere volta al generare più fatturato possibile.
    Questo è in parte vero, ma purtroppo si rischia l’obsolescenza se non si formano e aggiornano i propri dipendenti.
    Per questo tenere stimolati e motivati i propri lavoratori è la chiave per il successo e in particolar modo per garantirsi la sopravvivenza sul mercato in maniera sostenibile.

  8. Alessia Perlorca

    Articolo davvero interessante ma anche molto importante! Credo che oggi come oggi sia fondamentale puntare sulla formazione del personale in un azienda, il continuo aggiornamento anche in questo periodo di cambiamento che stiamo vivendo; ricordiamoci che il personale di un azienda è il cuore pulsante di essa. Davvero bellissimo tema trattato!

  9. Alice Mometti

    Ad oggi un’azienda non può pensare di evolvere e migliorarsi tralasciando la formazione dei propri dipendenti. La formazione aziendale è anche indispensabile per fidelizzare i propri dipendenti creando un vera vera e propria squadra.

  10. Francesca Fabbrini

    La formazione dei propri dipendenti è fondamentale per due motivi. Il primo è senz’altro aumentare il valore professionale dei propri dipendenti e secondo motivo è un’azione con la quale fai sentire le persone parte integrante dell’azienda. E questo purtroppo viene molto spesso messo in secondo piano. L’azienda la fanno i dipendenti!

  11. andrea.domanico

    Mi è capitato di lavorare in associazioni che curassero la formazione del personale e altre che invece considerassero i propri dipendenti assolutamente sostituibili. Inutile affermare chi abbia più successo sul lungo termine. Da una parte grandi squadre pronte a dare mano all’azienda, dall’altra apatici collaboratori attaccati solo allo stipendio mensile. Grazie per aver sottolineato quanto sia importante questa dimensione all’interno del luogo di lavoro.

  12. Ada Vindigni

    C’è una cosa che le aziende non posso permettersi di ignorare: la formazione dei dipendenti. L’aggiornamento professionale aiuterà le azienda a crescere e rimanere competitiva. Questo articolo è molto utile per comprendere meglio i passaggi della pianificazione aziendale

  13. Monica Sartori

    Il tema della formazione aziendale, in questo momento storico, è fortemente legato al tema della trasformazione digitale delle aziende. La creazione di piani di formazione chiari e strutturati senza dubbio può supportare e favore quel processo di digitalizzazione che tanto serve alle aziende italiane. L’articolo evidenzia molto bene tutti gli aspetti maggiormente critici.

  14. Miria Cavalcante

    Il tema trattato in questo articolo è molto importante per i cambiamenti che il mercato sta subendo ultimamente. Puntare sulla crescita e la formazione del personale attraverso una strategia aziendale ben pensata e strutturata porterà sicuramente degli effetti positivi e sarà un valore aggiunto per l’azienda, oltre che per il personale stesso. Inoltre, in periodi come questo che stiamo attraversando, dove il mercato in continuo cambiamento mette alla prova numerose aziende, una buona formazione del proprio personale sarà l’arma vincente per attarversare momenti di crisi.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.