Seleziona una pagina

Brand Specialist: chi è, cosa fa e quanto guadagna [video-intervista]

In questo articolo approfondiremo la figura del Brand Specialist. Per l’occasione, abbiamo intervistato Giada D’Abruzzo, una professionista operante da anni nel settore del digital marketing.

Marta ChiarelloBrand Specialist: chi è?

Giada D'abruzzoIl Brand Specialist è colui che si occupa della gestione del marchio di un’azienda. Il riconoscimento di questa categoria professionale è nato proprio quando ci si è resi conto che grazie alla gestione del marchio si poteva generare un extra profitto. Ad esempio: un paio di scarpe di un certo brand piuttosto che di un altro, può generare un valore diverso in termini di reddito.

Marta Chiarello  Quale percorso formativo hai fatto per ricoprire il ruolo di Brand Specialist?

    Giada D'abruzzoCome tutte queste nuove professioni, e tutte quelle che ruotano intorno al mondo del digitale, hanno iniziato ad esserci dei corsi universitari mirati o anche dei master.

Si può arrivare a questa professione provenendo anche da altre direzioni, perché è un mestiere molto trasversale e quindi sono tanti i modi in cui ci si può arrivare.

E tu, per quale Professione del Digital sei portato?
Fai il Test e scopri quella più in linea con le tue naturali attitudini

Test sule professioni digitali

Marta Chiarello

Che caratteristiche deve possedere un Brand Specialist? 

Giada D'abruzzo

  • Capacità imprenditoriali
  • Capacità di analisi e di sintesi
  • Deve avere molta creatività
  • Deve essere attento ai cambiamenti

Il brand è sempre in continua evoluzione, quindi la bravura di un Brand Specialist sta nel capire il contesto in cui opera e anche nel cercare di accelerarlo un po’ quindi diciamo che c’è chi è partito a fare branding dalla grafica, design, comunicazione, analisi dei big data. Sono tante le vie per cui ci si arriva, forse è più per passione per cui ci si ritrova a fare questo lavoro.   

Marta Chiarello

Brand Specialist: in che tipo di azienda opera principalmente?

Giada D'abruzzoUn bravo Brand Specialist deve interagire con tutte le categorie professionali, poi in base alla dimensione dell’azienda cambia anche il suo ruolo. Diciamo che inizialmente ci si può occupare della gestione del marchio anche partendo dalla pizzeria sotto casa e poi magari arrivare con l’esperienza ad andare avanti e farlo anche con grandissime aziende multinazionali. L’esperienza fa da padrona in questo settore. Bisogna avere rapporti un po’ con tutti, perché la gestione del marchio ruota attorno a tante categorie diverse:

  • C’è la parte di Brand Identity e di Corporate Identity (scopri cos’è la Corporate Identity) in cui bisogna capire cosa l’azienda vuole andare a comunicare all’esterno;
  • C’è la parte di Brand Awareness, in cui attraverso attività di comunicazione, bisogna andare a far conoscere il brand in un certo modo;
  • C’è la parte di Branded Content, in cui vengono prodotti contenuti originali;
  • La parte di immagine, curata di volta in volta in base al prodotto, non sempre va a coincidere con quella che è l’identità aziendale, certe volte può anche spostarsi;
  • Conta molto anche il posizionamento del brand, quindi rispetto agli altri competitors, capire in che modo contestualizzarsi e su quale target andare ad insistere;
  • Infine, si deve lavorare sulla questione della loyalty e dell’equity, ossia, cercare di andare a fidelizzare tramite una serie di azioni i clienti al brand, cercando di renderlo unico di volta in volta.

Bisogna fare molta attenzione e cercare di comunicare il più possibile con tutte le parti, perché ognuno può dare un dato importante.

Se desideri saperne di più sulle diverse Professioni che puoi svolgere Online,
scarica l’Ebook Gratuito!

Orientamento-alle-professioni-copia-1

Marta Chiarello

Quanto guadagna un Brand Specialist?

Giada D'abruzzoDipende non solo dall’esperienza e dal curriculum, ma anche dalla posizione geografica, dal tipo di realtà in cui si va ad operare: le statistiche dicono che ci si aggira attorno ai 25.000 – 45.000 euro l’anno. Più o meno questo è lo standard.

È ovvio che quando si inizia ci si può accontentare anche di meno o comunque ci sono tipi di contratti diversi, però è giusto pretendere una buona retribuzione per un lavoro che più sale di livello, più garantisce retribuzioni interessanti (come quella del digital brand manager), quindi può essere un buon settore su cui puntare.

Marta Chiarello

La professione del Brand Specialist può dare molte soddisfazioni? 

Giada D'abruzzoSì, ma bisogna anche assumersi molte responsabilità, essere risoluti, creativi, trasversali. Chi fa questo lavoro non smette mai di lavorare, nel senso che può essere d’ispirazione qualunque cosa: anche se sei al bar con gli amici, senti i loro discorsi, da lì può venire un’idea o da lì si può ricollegare un qualcosa… quindi è un lavoro che devi fare per passione e non smette mai.

Marta Chiarello

Come si può iniziare una carriera da Brand Specialist? Hai qualche suggerimento da dare?

     Giada D'abruzzo1.Sicuramente informarsi, utilizzare sempre Google e seguire gli aggiornamenti delle grandi e delle piccole realtà, vedere quali sono le campagne pubblicitarie più in voga del momento, i loro risultati ed i loro fallimenti… cercare di capire il tutto.

2.Osservare sempre tutto quello che c’è intorno, informarsi in qualunque cosa, più si è eclettici e trasversali meglio è in questo lavoro, quindi bisogna aver conoscenze dalla comunicazione alla grafica, dall’analisi dei dati al posizionamento SEO; devi conoscere un po’ di tutto, ancora più del Project Manager che di solito è la figura che si affianca a questa.

3.Lavorare -almeno in fase iniziale- molto sul proprio curriculum e sul proprio branding personale. Se non sei capace di vendere bene te stesso, figurati se poi sei in grado di farlo con il prodotto aziendale.

Un consiglio che posso dare a chi si avvicina a questo lavoro è quello di stracciare il CV europeo e fare qualcosa di più creativo, più grafico e semplice, che dia un messaggio molto forte all’azienda, sia per raccontare chi sei tu a livello di persona, sia per raccontare cosa sai fare, quello che vorresti fare. È inutile iniziare il CV raccontando tutte le esperienze fatte, è difficile qualcuno si metta lì e legga tutto. Quello che conta è sapersi vendere, quindi il consiglio che dò è di fare un lavoro in più sul curriculum, perché può veramente fare la differenza. L’ho testato anche sulla mia pelle.

Moltiplica le possibilità di carriera facendo un buon marketing di te stesso.
Scarica la Mini Guida Gratis e fai le mosse giuste!

ebook persona branding

Se l’articolo ti è piaciuto, ti consiglio di approfondire le materie digitali frequentando il Master Digital Marketing.

Ti piacerebbe essere un Professionista del Digitale ma non sai da dove partire?
Contatta un esperto e definisci assieme a lui che professionista diventare e come

CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

ARTICOLI CORRELATI:

brand journaism cover brand identity

Laureata in lingue con una grande passione per l’innovazione e il digital marketing.

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza sugli argomenti del Digital Marketing. Scegli gratuitamente tra oltre 30 Ebook di Digital Coach.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Digital Coach

16 Commenti

  1. Maria Elena Massarelli

    Il brand aziendale può davvero fare la differenza in un’azienda perché permette di fidelizzare i clienti grazie a significative campagne di brand awareness e portare indirettamente all’aumento delle vendite. Figura importante che necessita, come sempre, di competenze trasversali.

  2. Antonio Martina

    Ogni azienda dovrebbe avere a sua disposizione un Brand Specialist. Articolo molto interessante e ben strutturato!

  3. Serena Ruggirello

    Bellissima intervista che mette in luce questa nuova professione che sicuramente richiedeimpegno e passione.Ogni piccola media impresa dovrebbe averne una! la trovo una professione super interessante!

  4. Manuel Lazzarotto

    Il Brand Specialist ha una grande responsabilità ! Gestire il marchi di un’azienda è un lavoro molto delicato da svolgere . Sensibilità, capacità di osservazione sono due importanti qualità da possedere per fare questa professione . Un lavoro complesso ma che sicuramente può dare molte soddisfazioni .

  5. Manuela Di Cosimo

    credo che ogni azienda medio-grande dovrebbe avere un Brand Specialist al proprio interno e lo trovo un lavoro molto stimolante.

  6. Irene Aldieri

    Una delle professionisti con cui devono iniziare a fare i conti non solo le aziende ma anche i singoli professionisti

  7. Greta Rachita

    Brand Specialist: non sapevo dell’esistenza di questa figura. Cioè non mi aspettavo che ci fosse una figura che si occupa esclusivamente del brand.

  8. alessandra_greco82@hotmail.com

    Una nuova professione che necessita di molto impegno e passione; non per tutti ma con ottime prospettive future

  9. Martina Santoro

    Ottimo articolo e analisi molto lucida sui vari ambiti in cui si declina il lavoro del brand specialist!

  10. laura75

    utili chiarimenti su questa professione evergreen

  11. Stephanie De Padova

    Allora ho letto con molto entusiasmo di questa professione digitale, cioè del Brand Specialist, da quanto ho appreso lui interagisce con tutte le categorie professionali, in base alla dimensione dell’azienda, occupandosi in prevalenza del brand.

  12. Lucia Vescovini

    Il salario è interessante, il lavoro..non semplice ma entusiasmante!

  13. Jessica armanetti

    Interessante anche il discorso retribuzione, prima di frequentare Digital Coach non avevo idea di quanto si guadagnasse in media a seconda dei vari mestieri digitali.

  14. Anna Villafrate

    Una professione entusiasmante da considerare. ottimo il consiglio del Cv europeo per proporsi a un’azienda di cui si vuole curare il brand. Del resto anche il Cv è personal branding, per cui è fondamentale distinguersi dalla massa. Il problema forse è riuscire ad essere creativi in un mondo inflazionato da questo punto di vista!

  15. Dario Cardinale

    Molto interessante per chi vuole intraprendere la professione di Brand Specialist o riqualificarsi nel mondo digitale; ne spiega molto bene i contenuti ed il ruolo da un punto di vista occupazionale. Lo consiglio a tutti !!!

  16. Serena

    Molto interessante, è molto utile ricevere chiarimenti e delucidazioni su queste professioni. Grazie!

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.