Vendere se stessi con il Personal Branding in 5 step

Vendere se stessi significa costruire la strategia giusta per guadagnare la fiducia degli altri verso le proprie capacità professionali. Si tratta di un vero e proprio funnel di vendita per attrarre più opportunità possibili e farsi comprare. In inglese questo concetto viene definito Personal Branding, usato molto anche nella nostra lingua perché ha una accezione decisamente più incisiva: fare branding significa rendersi unici e riconoscibili, come un marchio.

I processi di selezione del personale sono ormai cambiati, così come lo sono le modalità di candidatura. L’epoca in cui si attendeva di essere chiamati dopo aver semplicemente inviato un curriculum, è finita. Oggi è necessario sapersi vendere ed invertire la dinamica: da trovare un lavoro al farsi trovare dal lavoro giusto.

Dunque, piuttosto che chiedersi come scrivere un curriculum vitae efficace, l’obiettivo da porsi è come vendere bene se stessi. Dai un’occhiata al programma del corso Personal Branding: un percorso di formazione che ti aiuterà a mettere nero su bianco i tuoi punti di forza e dove imparerai a comunicarli.

Continua a leggere e troverai spunti interessanti su come strutturare la strategia per vendere se stessi, partendo da un assunto: nel mondo del lavoro fa strada chi sa proporsi come la persona giusta nel momento più appropriato.

In questo video ti ho parlato di: 

  • cosa fare per vendere se stessi grazie all’online
  • quali domande chiedersi per concretamente conoscere le proprie attitudini;
  • come identificare la giusta nicchia di mercato;
  • quanto sia importante una valida strategia di web marketing.

Nel Personal Branding il prodotto sei tu!

La vendita di se stessi, richiede in prima battuta la consapevolezza del fatto che il prodotto da promuovere sei proprio tu. Prima di iniziare a fare marketing di te stesso, assicurati di conoscere davvero le tue attitudini e competenze. Le prime serviranno a te per concentrare le energie sulla strada che potrà garantirti maggiori soddisfazioni, le altre dovranno essere rese chiare al mercato del lavoro per risultare credibile ed appetibile alle aziende, sia che tu stia cercando lavoro in azienda o da freelance.

Fare personal branding nell’era digitale significa potersi avvalere dello strumento potentissimo del web marketing ed arrivare così ad un mercato molto più vasto di quello locale offline. Attenzione però al modo in cui deciderai di promuovere te stesso, giacché grazie alla maggior risonanza tipica della rete, ciò che fai può tornarti indietro come un boomerang. Dovrai mettere in pista un funnel di vendita che punti dritto al prodotto: tu. 

Scopri i segreti per vendere se stessi!
Scarica la miniguida gratuita!

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Sapersi vendere richiede strategia, consapevolezza e determinazione. Devi applicare tutte le tecniche di vendita allo stesso modo che per qualsiasi altro prodotto, ma dato che di noi stessi tendiamo ad avere un punto di vista soggettivo, fare personal marketing può risultare complicato se non si ha una adeguata formazione o forma mentis.

Scegli la strada più breve per il successo!
Iscriviti al corso e impara a vendere te stesso!

CORSO PERSONAL BRANDING

Prima di parlare di marketing persuasivo, e di come vendere se stessi, una cosa che molti tendono a dare per scontato è la conoscenza concreta di sé. Competenze a parte, che sono facili da identificare, quali sono le tue propensioni, te lo sei mai chiesto? Giusto per fare degli esempi, con quali tra questi aggettivi ti senti più in linea?

  • Creativo o preciso;
  • Operativo o manageriale;
  • Analitico o sistemico;
  • Reattivo o proattivo;
  • Estroverso o introverso.

Prova a risponderti, onestamente. Ognuna delle caratteristiche qui sopra comporta la capacità di svolgere più o meno efficacemente un lavoro. Da libero professionista, ad esempio, devi essere proattivo piuttosto che reattivo, a prescindere dagli studi che hai fatto e dalle desiderata.

L’obiettivo deve essere avere pieno controllo sul tuo futuro lavorativo, dare la giusta direzione e coordinamento all’attività, che comunque sia, vedrà te stesso al centro. Impara a vendere il tuo valore, le tue caratteristiche distintive! In questi ultimi anni abbiamo assistito al fenomeno burn-out: tante persone si sono trovate di fronte ad esaurimenti emotivi dati dal fare il mestiere sbagliato. In molti hanno scelto di cambiare, rivendersi nel mercato del lavoro, proponendosi per nuove mansioni oppure per lavorare in proprio.

Hai il giusto mindset per lavorare come freelance?
Mettiti alla prova con il test!

lavoro in proprio online per te

Se, lato imprese, oggi questo è un fenomeno impattante, nei prossimi anni assisteremo ad un arricchimento delle competenze: ricollocarsi nel mercato del lavoro, scegliendo magari ruoli differenti, porterà nuove sinergie e contaminazioni. Per le figure professionali ibride che si stanno generando, non basterà un semplice curriculum per vendere se stessi. 

Noi siamo la somma delle nostre esperienze lavorative, inclinazioni e capacità. Purtroppo, nell’era digitale specialmente, dobbiamo riuscire a farci trovare, presentarci e farci scegliere, tutto questo in poco tempo. Gli americani usano l’espressione “elevator pitch” immaginando di presentare un’idea, unica e funzionale, e riuscire a venderla in 120 secondi, cioè la durata della corsa di un ascensore. Perciò, fare marketing di se stessi, se non hai una solida strategia può portare a disperdere energie pur pensando di portare valore alla nuova attività.

Come vendere se stessi in 5 step

Perché non riesco a trovare lavoro? È una domanda che tormenta molte persone, e uno dei motivi per cui, non sapendo cosa fare dopo la laurea, tanti giovani tendono a procrastinare il confronto col mercato del lavoro, iscrivendosi ai corsi più allettanti che vengono loro proposti. Invece posso dirti che chi non rischia, alla fine lavorerà per chi ha il coraggio di farlo, perciò vale la pena non perdere perdere tempo ed imparare a vendere se stessi in modo efficace

Certamente è finita l’era dell’invio indiscriminato del curriculum alle aziende ed aspettarsi che succeda qualcosa. Per generazioni, milioni di persone hanno atteso risultati sorprendenti da questa azione passiva ed inflazionata, che nella maggior parte dei casi ha ingolfato le caselle di posta di aziende e recruiter, senza dare ai candidati la possibilità di distinguersi e farsi notare.

Il limite pesante dei curricula è quello di essere mere descrizioni autoreferenziali, e così, il colloquio di lavoro diventa una verifica della veridicità del curriculum stesso. Oggi esistono piattaforme che si basano sulla dichiarazione delle proprie competenze ma che si avvicinano già verso il vendere se stessi, grazie alla rilevanza che viene data alle referenze dirette. Un curriculum LinkedIn, se ti rivolgi alle aziende, può essere un punto di partenza.

Punta su ciò che sai fare bene

Ognuno di noi è bravo in qualcosa. Il problema è che in pochi sono in grado di individuare, davvero, i propri punti di forza.

vendere se stessi onlineCiò che hanno in comune tutti e 5 questi step è la capacità di ottimizzare le energie, diktat assoluto se vuoi fare la differenza.

Ecco perché la prima cosa è concentrarti sulle tue reali attitudini e competenze, e puntare ai settori in cui parti avvantaggiato.

Tutti i processi di vendita partono dalla conoscenza profonda del prodotto e dalla valorizzazione delle caratteristiche che lo rendono unico, prima di individuare target e strategia di comunicazione efficace.

Vendere se stessi richiede il medesimo processo.

Individua i mercati con prospettive di crescita

Piuttosto, scegli strade inconsuete e prenditi un rischio, invece di rivolgerti a mercati già saturi. Ci sono molte professioni, purtroppo, che nell’era digitale sono diventate obsolete. Se hai fatto un percorso di studi che ti porta in un mercato caratterizzato da forte concorrenza e pochi sbocchi professionali, fai un’analisi profonda dei trend e valuta anche nuove prospettive. Solitamente, seguire ciò che fa la maggioranza, rende poco.

Confronta competenze e mercati promettenti

Hai individuato mercati con maggior potenziale che può garantire importanti prospettive di business? Ebbene, valuta come le competenze che hai possano essere utili ed in che forma poterle proporre. Dipendente o freelance? Le tue attitudini ti daranno input riguardo al posizionamento professionale che meglio ti valorizzerà.

Se, facendo il matching fra competenze e mercato, si evidenziano settori inediti, non è detto che siano soluzioni astruse: chiediti al limite come creare un bisogno al cliente! Ci sono molte nicchie di mercato inesplorate, ed è questo il momento di tentare ed imparare come proporsi.

Per fare personal marketing, devi imparare a valorizzare le tue caratteristiche, se vuoi comunicarle in modo efficace. Ricorda che non si vendono competenze, si vende fiducia: i clienti cercano qualcuno di cui fidarsi, e che sia competente, ovviamente. Guardati dentro per cercare di capire cosa ti rende unico e speciale sul mercato. Tra le strategie di pull e push marketing nessun dubbio: devi attrarre per vendere bene te stesso.

Fai esperienze lavorative che dimostrino le tue capacità

Una volta individuato il target a cui rivolgerti e la modalità con cui proporti, inizia a fare esperienze. Prediligi quelle in linea coi tuoi obiettivi, anche se all’inizio non riusciranno a farti fare soldi poco importa: stai guadagnando in esperienza e credibilità. Un business si costruisce piano piano, un passo alla vota, l’importante è muoversi verso l’obiettivo finale con coerenza, piuttosto che disperdere energie in lavori saltuari, anche meglio retribuiti, ma fuori dalla tua rotta.

In altre parole, costruisci l’oggetto della vendita: nel personal branding il prodotto sei tu! Se, confrontandoti con i mercati ad alto potenziale, ti rendi conto che le competenze che hai sono solo teoriche, cerca un percorso formativo che contempli la modalità learning by doing: alla fine del percorso potrai dimostrare di saper fare, avendo fatto realmente. 

SMART WORK EXPERIENCE PROGRAM

Cura la tua presenza online

Il web marketing può essere uno strumento efficace per in questa nuova era, a patto che segua una strategia coerente con l’immagine che vuoi dare di te. Non devi essere presente su ogni piattaforma social network, ma curare bene il tuo profilo sul social media più usato dal tuo target di riferimento, o dove il tuo cliente si aspetta di trovare risposta ai propri bisogni. Altrimenti, come vendere se stessi, se ci rivolgiamo ad una platea che non è interessata a ciò che possiamo offrire?

Fare social selling su Facebook oppure su Instagram sono due cose molto diverse, richiedono contenuti e tone of voice ad hoc perché si rivolgono a platee con aspettative ed intenti di ricerca differenti. Il trucco non è farsi trovare da tutti, ma risultare appetibile ed autorevole per il settore a cui vuoi rivolgerti. Essere capace di vendere significa conoscere profondamente il comportamento della tua buyer persona ed applicare strategie del marketing mirato.

Apri un sito web in linea col tuo business plan e crea contenuti di qualità che parlino ai tuoi clienti, in modo da costruire fiducia, prima di iniziare a vendere i tuoi servizi. Negli articoli recenti del tuo blog, i lettori devono trovare topic interessanti ed inediti, devi diventare un riferimento per quella nicchia di mercato. Considera che la vendita di te stesso avverrà solo dopo diversi touch point che costituiscono il customer journey: progetta minuziosamente il percorso d’avvicinamento dei tuoi prospect. Se ti muoverai con coerenza, costruirai una value proposition di successo.

Dunque, semplificando, come vendere bene se stessi, online?

  1. Considera la tua presenza online come la migliore agenzia di collocamento che puoi avere. Puoi aprire una pagina web e scrivere contenuti in ottica SEO per attrarre traffico organico in target. Scegliere il social network più in linea col tuo business, pianifica i post, ottimizzati per i motori di ricerca interni.
  2. Pianifica il monitoraggio dei risultati e anticipa i trend topic del tuo settore.
  3. Cerca di ottenere referenze e recensioni dalla tua rete sociale: il passaparola è anche online la migliore pubblicità.

Esercitazioni live: impara a vendere te stesso

Vendere se stessi è un processo che richiede un discreto tempo d’avvio. Potrai accorciarlo molto se avrai l’opportunità di esercitarti con coaches esperti in personal branding. Sono sessioni live interattive della durata di un’ora ciascuna, basate sul learning by doing, dove potrai imparare ad utilizzare i social tool o altri strumenti web che porteranno valore aggiunto alla tua idea di business.

Impara a fare Personal Branding grazie alle esercitazioni in diretta con professionisti esperti!
Iscriviti adesso!

Esercitazioni live con Digital Coach

Conclusioni e sessione di coaching gratuita

Dunque, fare personal branding ed imparare a vendere se stessi in modo efficace richiede una visione d’insieme chiara del mercato ed una pianificazione degli step che devi fare nel breve e medio periodo per raggiungere gli obiettivi. Il digital marketing dà infinite possibilità, sta a te selezionare quelle più idonee. Perché non approfitti della possibilità di un coaching di carriera gratuito?

Vuoi maggiori informazioni sui percorsi formativi?

CONTATTACI

 

Azzurra Bimbi OTTIMIZZAZIONE A CURA DI AZZURRA BIMBI linkedin_badge

Sono architetto ma preferisco comunicare l’architettura, piuttosto che farla. Scrivo per passione da sempre, e mi occupo di comunicazione per le aziende. Ho seguito il corso di Digital Coaching Certification e mi sto specializzando in SEO. Lavoro anche come ghostwriter. Mi piace comunicare il valore delle aziende e delle persone che hanno una storia da raccontare. 

TRASCRIZIONE A CURA DI MICHELA CLEMENTElinkedin_badgemichela clemente

All’attivo una laurea in Scienze della Comunicazione, in corsa una specialistica in Comunicazione, ICT e Media e un Master in Digital Marketing per tentare di realizzare il sogno di diventare una brava Digital Marketer.

webinar gratuito impara a delegare al tuo team e libera il tuo tempo luca papa

SCARICA UNO TRA OLTRE 30 EBOOK

Aumenta la Tua Conoscenza gratuitamente sugli argomenti del Digital Marketing.
Scarica in basso il tuo e-book

"*" indica i campi obbligatori

Consenso
Hidden
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Recensioni Digital Coach su Google


Fai il Test sulla Tua Professione ideale


Esercitazioni Live 100% Pratica Operativa


PARTECIPA AD UNA PRESENTAZIONE DI ORIENTAMENTO

Presentazione di orientamento Open Day Digital Coach

4 Commenti

  1. Manuel Lazzarotto

    Ogniuno dovrebbe avere la capacità di saper vendere se stesso, le proprie abilità , mettendosi in mostra e facendosi trovare in maniera strategica e anche creativa direi per differenziarsi dal resto del pubblico. Il digitale offre vari strumenti e canali per farlo . Utilizzarli nel modo corretto porterà sicuramente ottimi risultati con relative soddisfazioni economiche e personali.

  2. Maria Elena Massarelli

    Grazie per questi consigli! È proprio come dice Luca Papa!

  3. fulvia grignaschi

    Argomento sempre ben trattato in DC e che non di cui non si è mai sazi.

  4. Jessica armanetti

    .Farsi trovare online;
    .Far risultare chiaro in cosa si è unici e speciali;
    .Risultare credibili, ovvero dare prove concrete di cosa sai fare.

    Luca come sempre chiarissimo e pieno di spunti interessanti ed utili!

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *