Seleziona una pagina
Addetto marketing: chi è, cosa fa, come diventarlo e guadagni

Addetto marketing: chi è, cosa fa, come diventarlo e guadagni

L’addetto marketing è un professionista che coordina tutte le attività del settore. Nella sua definizione, è colui o colei che stabilisce strategie mirate a far aumentare, attraverso un’efficace comunicazione, la visibilità di prodotti e servizi propri di un brand. È un professionista indispensabile per le aziende e si occupa di marketing tradizionale e in particolar modo di quello digitale.

Se vuoi diventare un professionista del digitale ti consiglio la Certificazione Digital Marketing Specialist dove comprenderai e approfondirai le principali attività per diventare un esperto del settore.

Continuando a leggere scoprirai all’interno dell’articolo:

  • chi è e cosa fa l’addetto marketing;
  • come diventare un professionista di settore e in che modo avanzare professionalmente;
  • qual è lo stipendio che percepisce.

Chi è l’addetto marketing?

Il lavoro di un addetto o assistente marketing è dato da un insieme di compiti e attività strategiche che messe insieme mirano a migliorare la comunicazione dell’azienda, aumentarne la sua presenza sul mercato offline e online portando il pubblico ad avvicinarsi al brand e a mostrare interesse d’acquisto verso i suoi prodotti e servizi. Nelle aziende, tra il personale interno, questa figura si trova al centro dell’ufficio marketing poiché possiede molteplici competenze nell’ambito.

Nella sua classificazione delle professioni, l’Istat parla dell’addetto marketing come di colui che segue e coordina specialisti che studiano le condizioni di mercato, gli interessi dell’audience, i competitor e le informazioni utili a definire strategie che mirano a raggiungere gli obiettivi aziendali.

L’addetto marketing è quindi un esperto del campo in quanto possiede determinate competenze che gli permettono di controllare tutto il lavoro a partire dall’analisi del mercato per poi passare alla strategia e individuazione di azioni e strumenti utili a realizzare un piano di marketing e comunicazione finalizzato alla promozione di un prodotto o servizio.

Il marketing, però, è una materia ampia e vasta e, oltre agli aspetti tradizionali, ne presenta altri legati al digital. Il settore in questione è paragonabile ad un albero che dal suo imponente tronco sviluppa diversi rami che si allungano e si fanno spazio tra loro, proprio come questa disciplina si sviluppa e si espande in diversi ambiti.

lavoro addetto marketing

Bisogna però riconoscere che, nella società digitalizzata di oggi, le aziende che vogliono farsi conoscere ed essere competitive sul mercato non possono fermarsi al marketing tradizionale. Qualsiasi sia il settore di cui ci si occupa è sul web che le aziende possono raggiungere maggiore visibilità e incontrare un gran numero di potenziali clienti, ovvero coloro che, prima di acquistare (quasi) qualsiasi cosa, si rivolgono a Google e ai social media come se fossero i loro più cari amici.

Per questo motivo, il lavoro di una figura versatile come l’addetto marketing consiste nel saper svolgere anche le attività legate al web marketing e al social media marketing interessandosi al digital e a tutte le sue sfaccettature acquisendo così maggiori competenze nel settore.

Scaricando l’eBook gratuitamente scoprirai tutte le informazioni
utili e i vantaggi di lavorare come addetto digital marketing

Orientamento alle professioni scarica ebook

Cosa fa l’addetto marketing?

Svariate sono le mansioni assegnate all’addetto marketing che principalmente si occupa di:

  • analizzare il mercato al fine di individuare il target di riferimento e studiare i competitor;
  • definire quelli che sono gli obiettivi delle aziende e le metriche fondamentali;
  • realizzare una strategia di marketing corrispondente agli scopi aziendali.

Quest’ultima fase si traduce successivamente in operatività. In che modo?

  • individuando e stabilendo attività concrete legate alla promozione del prodotto o servizio e alla sua vendita sul mercato. Si tratta di attività SEO, SEM, direct email marketing, attività di digital PR e social media marketing;
  • gestendo i canali di acquisizione dei clienti;
  • verificando le prestazioni attraverso l’identificazione e interpretazione dei dati delle attività attuate.

Successivamente a questi step e in base ai risultati ottenuti, si passa all’ottimizzazione della strategia e delle azioni di marketing precedentemente realizzate con l’obiettivo di migliorarne le performance.

Il mansionario dell’addetto marketing è vasto e ricco di molteplici compiti che vengono stabiliti attentamente all’interno del reparto in questione. Questa figura professionale è di vitale importanza per il raggiungimento degli obiettivi di tutte le aziende.

Uno specialista di questo tipo è capace di svolgere molteplici mansioni ed è quindi un esperto di digital marketing a 360° di cui le aziende oggi non possono più farne a meno. Soprattutto in quei contesti molto ridotti tipo piccole imprese che necessitano di un professionista che sia capace di muoversi in ambiti diversi del marketing e della comunicazione in maniera coordinata e conosca gli strumenti per portare le aziende a crescere e farsi notare sul mercato.

Partecipa Gratis al Webinar per comprendere l’addetto marketing
cosa fa e le sue migliori abilità come esperto del digital
webinar digital jobs

SEGUI IL WEBINAR GRATUITO

Come diventare addetto marketing?

L’addetto marketing e comunicazione possiede un’ampia conoscenza in diverse materie e ha così la capacità di interfacciarsi in diversi rami del settore. 

Colui che si identifica professionista del marketing, piuttosto che provenire da un percorso di laurea, spesso segue corsi specifici del settore che gli permettono di acquisire le skills pratiche per entrare nelle aziende con una marcia in più e una consapevolezza maggiore su quello che si andrà a fare concretamente durante il lavoro.

Perciò tanti studenti, post laurea o post diploma, seguono master o corsi in marketing che consentono di abbinare quella che è la conoscenza e gli studi teorici del settore al lavoro pratico tipo la realizzazione degli annunci pubblicitari su Google o la creazione di articoli per il web. Questi percorsi di formazione sono capaci di creare professionisti che corrispondono alle richieste presenti nelle offerte di lavoro dove tendenzialmente si ricercano figure preparate e capaci nel saper operare praticamente.

Digital Coach dà la possibilità, grazie alla sua offerta formativa estremamente concreta, di approfondire in maniera pratica attraverso esercitazioni, quelle che sono le strategie e i tool fondamentali del digital marketing. Successivamente alle lezioni pratiche, chi vuole può sviluppare le proprie conoscenze in una determinata area del settore partecipando alla Smart Work Experience, un’esperienza di praticantato reale che permette di mettere le mani in pasta realizzando progetti di lavoro effettivi. Questa esperienza potrà essere aggiunta al proprio curriculum così da arricchirlo e avere una scelta più ampia fra le offerte di lavoro.

Una figura esaustiva come l’addetto marketing ci si aspetta sia particolarmente qualificata, preparata e con un’ampia conoscenza delle varie aree di marketing e comunicazione cogliendo tutte le opportunità che internet può offrire a quelle aziende che decidono di farsi conoscere online.

Compila il test e scopri se possiedi
le skills fondamentali di un addetto marketing

test sulle professioni digitali

Requisiti e competenze

Attenzione ai dettagli, curiosità, flessibilità, capacità nell’organizzazione e pianificazione, perseveranza e predisposizione all’apprendimento sono alcune tra le tante cosiddette capacità soft necessarie per il lavoro di addetto marketing

addetto marketing mansioni

Tra le più importanti, c’è anche la capacità di saper osservare il contesto e pensare fuori dagli schemi, riuscire a realizzare idee uniche ed efficaci nel far decollare le aziende.

La creatività però non è l’unica skill di rilievo ad essere richiesta come spesso si pensa di coloro che lavorano nel marketing e nella comunicazione.

Tra le competenze maggiormente ricercate, anche negli annunci di lavoro per le figure junior marketing, avere capacità di analisi e problem solving è fondamentale. Questo perché, successivamente alla fase di studio del contesto e di ideazione e attuazione delle attività, si dovrà necessariamente analizzare quelle che sono le performance conseguite ed eventualmente ottimizzarle.

Ultima, ma tra le più vitali abilità, c’è la propensione al multitasking soprattutto per un professionista il quale deve inevitabilmente compiere diversi task e attività contemporaneamente.

Ci sono poi le hard skills indispensabili per la parte operativa riguardante la realizzazione di azioni concrete. Saper realizzare contenuti visual e scritti efficaci, costruire un piano di comunicazione strategico, fare campagne di email marketing o strutturare annunci promozionali sono competenze pratiche essenziali per l’addetto marketing.

Un curriculum completo deve quindi orientativamente possedere queste capacità per risultare esaustivo e poter corrispondere ad offerte di lavoro e confermare pertanto di essere il candidato adatto che le aziende stanno cercando.

Carriera e sbocchi lavorativi

Fondere tutte le figure che lavorano nel settore marketing in una sola persona può sembrare un’esagerazione ma in realtà è possibile, trovare un profilo professionale così articolato è molto frequente. 

Diventare addetto marketing significa che puoi decidere di iniziare a lavorare in una piccola o media impresa svolgendo diverse mansioni e avendo poi modo di avanzare di carriera nelle aziende per diventare marketing manager

In alternativa, proprio perché un professionista del marketing accorpa in una singola figura diverse attività, è possibile approfondire specifiche aree del settore emergendo professionalmente e diventando perciò esperto in un determinato ambito. Il vantaggio di verticalizzarsi verso un particolare campo, dopo un’esperienza pregressa come tecnico del marketing, sta nel poter svolgere il proprio lavoro nelle vesti di uno specialista avendo una base ben solida delle varie aree del settore.

Ad esempio, l’addetto al web marketing si occupa principalmente di sviluppare strategie online per l’azienda in cui opera. Questo professionista lavora maggiormente con i motori di ricerca, crea siti web, crea landing page e gestisce campagne di advertising.

Inoltre, ci sono le attività svolte dall’addetto al social media marketing che lavora con l’obiettivo di migliorare la visibilità delle aziende sui social promuovendo prodotti e servizi attraverso la redazione di un piano editoriale strategico basato sugli obiettivi aziendali prefissati e successiva pubblicazione di contenuti sulle piattaforme.

Nel digital marketing, alcune delle altre attività necessarie e complementari alla riuscita di una perfetta strategia sono la creazione di contenuti testuali, visual, video, grafiche di cui si occupa il web content editor, la redazione di testi persuasivi che vengono realizzati dal copywriter e attività relative all’analisi delle performance di competenza del web marketing analyst.

La scelta riguardo quale percorso professionale intraprendere non è casuale, ma è principalmente dettata oltre che dalle motivazioni personali e competenze, anche dalle proprie attitudini e punti di forza, elementi di spicco, che aiutano a capire verso quale professione orientarsi. Una risorsa come l’addetto marketing potrà verticalizzarsi in una delle tante aree del settore avendo bene a mente tutti quegli aspetti personali che gli consentiranno di diventare il miglior performer di un determinato ambito.

Leggendo la Guida Gratuita imparerai le migliori tecniche per
selezionare le migliori offerte di lavoro e farsi assumere nel digitale

perché lavorare nel marketing online

Perché lavorare nel marketing?

Lavorare come addetto marketing permette di avanzare professionalmente in un settore all’avanguardia e in costante evoluzione e, allo stesso tempo, ti concede anche la possibilità di crescere poiché diversi aspetti del’ambito si riflettono positivamente nella vita personale.

Ma di quali aspetti si tratta?

Ecco 3 buoni motivi per lavorare nel marketing e comunicazione:

  1. Alimenta la tua creatività. Sviluppando varie idee di marketing hai modo di imparare a pensare out of the box e a ragionare in maniera elastica.
  2. Consente di essere sempre aggiornato. Le notizie volano alla velocità della luce ed è fondamentale realizzare contenuti di tendenza, ciò ti consentirà di accrescere la cultura personale stando continuamente al passo con i tempi. 
  3. Ti mette costantemente alla prova. In questo ambito è indispensabile raggiungere gli obiettivi prefissati, monitorare i risultati e sulla base di questi fare sempre meglio. Potrai così essere motivato e determinato a metterti in gioco, sentendoti ogni giorno soddisfatto.

Questi aspetti positivi sono di forte ispirazione e motivazione per chi è semplicemente curioso o ha un particolare interesse nel voler entrare nel mondo del marketing e della comunicazione.

Quanto guadagna un addetto marketing?

A volte l’assistente marketing viene considerato una figura alle prime armi, un giovane che viene affiancato ad una figura senior ovvero il marketing manager. Facendo riferimento alle informazioni che troviamo su Glassdoor, importante portale in cui sono raccolte informazioni riguardo le aziende, figure professionali e stipendi, la retribuzione media annuale di una figura junior si aggira sui 23mila euro.

Spesso però, possiamo parlare di tale specialista con un ruolo di fondamentale importanza poiché lavora all’interno di piccole aziende in cui è presente un limitato reparto marketing. Quindi, questa figura professionale possiede molteplici responsabilità in quanto si ritrova a dover gestire e coordinare attività all’interno di un team molto ristretto. Data tale situazione, questa figura è ben pagata e lo stipendio medio di un addetto marketing e comunicazione può andare dai 32mila ai 45mila euro annui.

Alcune realtà lavorative tendono a favorire dei bonus aziendali a seconda di cosa fa il marketing assistant, dei risultati che raggiunge e l’impegno che dedica al suo lavoro e all’azienda di cui fa parte. 

Conclusione e Coaching Gratuito

Nello specifico, l’addetto marketing è presente nelle piccole e medie imprese le quali ricercano in un’unica figura uno specialista del campo capace di aumentare la visibilità della propria azienda e dei propri prodotti. 

Adesso che ho chiarito i tuoi dubbi su cosa fa e quanto guadagna una persona che lavora nel marketing e il tuo bagaglio di informazioni su tale professione è carico, potrai iniziare a compiere i primi step che ti porteranno a diventare un esperto di settore!

Se pensi che leggere di questa carriera nel digital marketing ti abbia coinvolto e hai bisogno di ulteriori suggerimenti, approfondisci la tua curiosità richiedendo una Consulenza di Carriera Gratuita 1 to 1.

Contattaci per ulteriori informazioni relative
alle opportunità di lavoro nel settore digitale

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

nuove professioni da scegliere  Cosa fare dopo il diploma tutte le opportunità competenze richieste nel mondo del lavoro

Lavoro che ti permette di avere molto tempo libero e guadagnare

Lavoro che ti permette di avere molto tempo libero e guadagnare

Ti sei accorto che il tuo attuale lavoro non ti permette di avere il giusto tempo da dedicare a te e alla tua famiglia? Desideri avere molto più tempo libero? Allora sei arrivato nel posto giusto e al momento giusto. Trovare lavoro che ti permette di avere molto tempo libero e guadagnare bene oggi si può.

La possibilità di gestire in autonomia il proprio tempo ed ottenere più ore al giorno per i propri interessi e passioni è diventato un traguardo alla portata di tutti. La digitalizzazione ha cambiato il mondo del lavoro. Ha permesso a molti professionisti di lavorare da casa e gestire al meglio le proprie giornate ottenendo più tempo libero.

lavoro online che ti permette di avere molto tempo liberoLe professioni digitali oggi sono moltissime e col tempo aumenteranno ancora. È evidente come la pandemia abbia cambiato le carte in tavola. In questi due anni nefasti gli aspetti positivi si contano sulle dita di una mano, ma anche se pochi, ci sono. Oggi le persone come te si sono rese conto dell’importanza del tempo e della salute, le due cose più preziose che abbiamo.

Se stai leggendo questo articolo è perché molto probabilmente ti sei reso conto che hai troppo lavoro e poco tempo libero da dedicare a te stesso e alla tua famiglia; oppure perché hai sempre desiderato lavorare viaggiando, o hai il sogno di trovare lavori ben pagati a contatto con la natura. Come potrei non darti ragione?

Il tuo è un desiderio che accomuna tantissime persone e arriva un momento nella vita in cui questi sogni vanno presi, tirati fuori dal cassetto e trasformati in realtà. Se sei qui è perché credi che il tuo momento sia arrivato.

In questo articolo ti spiegherò le caratteristiche e i lavori migliori che oggi puoi fare e che ti permetteranno di guadagnare tanto, ma avendo molto tempo libero, ad esempio, diventare un freelance. Inoltre, ti aiuterò a capire come fare il primo passo per provare a trovare il lavoro che hai sempre sognato. 

4 caratteristiche di un lavoro che ti permette di avere molto tempo libero

Quale lavoro ti permette di avere molto tempo libero? E quali sono le sue caratteristiche? Partiamo da presupposto che il mondo è sempre più digitale e che quindi oggi basta un pc portatile e una connessione wi-fi per poter lavorare da casa o svolgere le tue attività lavorative da qualsiasi posto desideri.

Negli ultimi anni il datore di lavoro, sopratutto all’estero, ma sempre più di frequente anche in Italia, ha permesso ai propri dipendenti di poter lavorare da casa, oppure di poter gestire il proprio tempo in base agli obiettivi e ai risultati da conseguire.

Questo è un grande passo per aiutare le persone a gestire più autonomamente il proprio lavoro e di conseguenza il tempo. D’altronde, fare un lavoro che lasci più libertà e avere la possibilità di gestire al meglio le proprie giornate e i propri orari di lavoro sarebbe un’ambizione che tutti dovrebbero avere.

L’idea di poter lavorare guadagnando da casa, fare dei lavori che impiegano solo la mattina o, meglio ancora, lavori che ti permettono di viaggiare è certamente molto interessante. Diciamocela tutta, a chi non piacerebbe? Eviteresti lo stress del traffico, i problemi quotidiani in ufficio, i costi sempre più alti che ogni giorno sostieni per spostarti.

Dunque, arrivati a questo punto, se “cosa posso fare per lavorare da casa?” e “che lavoro fare per viaggiare sempre?” sono le domande che più ti ronzano in testa, allora hai bisogno di trovare lavoro con almeno una di queste 4 peculiarità:

  1. lavorare in smart working;
  2. poter gestire i propri orari di lavoro;
  3. lavorare a obiettivi/risultati;
  4. non avere un contratto a ore, quindi partita iva.

Consulta gratis l’eBook e scopri caratteristiche e vantaggi delle
professioni che ti
permettono di avere molto tempo libero

Professioni digitali più pagate 2022

1. Smart working

Oggi si sente sempre più parlare di lavori da remoto o smart working. Ma cosa significa esattamente? È la possibilità di poter lavorare senza avere una collocazione precisa né di spazio, e a volte neanche di tempo. E quale migliore caratteristica può avere lavoro che ti permette di gestire a tuo piacimento orari e luoghi in cui svolgerlo?

Che sia da casa o sia dal tuo bar preferito, lavorare da remoto è ormai una realtà consolidata, e ora anche tu puoi farne parte.

2. Gestirsi i propri orari di lavoro

Avere la possibilità all’interno della propria giornata di potersi gestire gli orari di lavoro è, per forza di cose, una caratteristica fondamentale per ottenere più tempo libero per sé stessi.

Se la mattina non devi timbrare il cartellino, probabilmente sei già sulla buona strada per un lavoro che ti lascia molto tempo libero. L’autonomia nel poter gestire le proprie attività lavorative senza dover stare ad orari prestabiliti capirai bene che è l’aspetto principale che devi cercare di ottenere per guadagnare tempo all’interno delle tue giornate. E questo spesso si traduce nel lavorare a obiettivi/risultati.

Gestisci il tuo tempo libero lavorando da casa
Fai il test per conoscere le competenze necessarie

test lavorare da casa online fa per te

3. Lavorare per obiettivi/risultati

Una volta si chiamava “lavoro a cottimo”, ovvero lavorare ed essere pagati in base alla mole di lavoro che veniva svolta, ai pezzi che venivano prodotti. Oggi il mercato del lavoro sta riscoprendo questo antico metodo, ovviamente adeguato ai giorni nostri.

Sempre più persone fanno mestieri dove lavorano su progetti e vengono pagate al conseguimento di risultati specifici e obiettivi ben precisi. Ti sarà semplice capire come poter essere pagati secondo i propri risultati, ti permette di prendere a mano commesse o progetti e decidere tu in quanto tempo svolgerli, e di conseguenza avere la libertà di gestire tutta l’organizzazione dell’attività, perché alla fine quello che conta sarà il risultato che porterai al tuo cliente.

4. Partita iva, decidi tu quando e come lavorare

A questo punto diventa chiaro che la soluzione migliore per fare un lavoro che ti permette di avere molto tempo libero è quella di provare a non lavorare più per aziende che ti assumono e ti fanno i classici contratti con le classiche ore settimanali da svolgere, ma aprirsi una partita iva e mettersi in proprio, che nel mondo del digitale significa diventare un freelancer.

Da qui poter decidere come e per chi lavorare, decidere come e quando farlo. Non è un passo piccolo da compiere, ne sono consapevole, ma sono sicuro che quando sarai pronto questa sarà la soluzione perfetta per ottenere il maggior tempo libero che tanto desideri.

Se cerchi lavori che si possono fare anche all’estero
 Segui il Webinar e scopri come fare carriera da freelance

webinar freelance digitale

PARTECIPA GRATIS ORA

7 lavori che ti permettono di avere molto tempo libero

1. Blogger

Il blogger è quella persona che pubblica con costanza articoli su un determinato blog, ovvero un sito web che ha la funzione di parlare di uno specifico argomento.

Il blogger è una delle figure nel mondo del web più datate, ma comunque ogni giorno sempre più diffuse. Se ami scoprire nuove mete e hai delle buone capacità di scrittura potresti trovare un datore di lavoro che ti paga per viaggiare, scrivendo recensioni e consigli di viaggi per il suo sito web o blog. Oppure potresti lavorare a partita IVA o, ancora, creare una tua attività digitale.

Impara gli step fondamentali per creare un blog scaricando la Guida
e intraprendi un lavoro che ti permette di avere molto tempo libero

come creare un blog ebook

2. Youtuber

Si tratta di un altro dei tanti nuovi lavori digitali degli ultimi anni. Chi di voi non ha mai sentito parlare di Youtuber diventati ricchi e famosi partendo dal pubblicare semplici video che mano a mano hanno fatto milioni di visite? Qui vale lo stesso discorso del blogger, guadagnare postando video su Youtube si può, ma non è una cosa immediata.

Per ottenere migliaia di visite ai propri video è necessario avere tanta originalità, un piglio davanti alla telecamera che non tutti hanno e l’abilità di creare una propria community. Un consiglio? Posta qualcosa che sia utile, dai all’utente una soluzione.

Sia lo Youtuber che il Blogger hanno la capacità di influenzare i loro followers portandoli ad una determinata azione o acquisto. Per avere i numeri giusti ti consiglio di seguire un corso per diventare Influencer nel tuo settore per conoscere tutte le tecniche e i segreti di una buona nicchia di mercato che ti permette di lavorare come e dove vuoi sfruttando le tue passioni.

3. Social Media Specialist

Il Social Media Specialist è una delle figure più ambite degli ultimi tempi. Qui il nome ha già il suo significato intrinseco: è colui che gestisce in ogni aspetto i social media, o alcuni canali social, dell’azienda o del cliente per i quali lavora. E sì, si può fare anche da freelance trasformando questa attività in un lavoro dinamico che ti permette di avere molto tempo libero.

Essere presenti online significa inevitabilmente essere presenti sui social media e, per un’azienda o un privato, avere un settore dedicato alla gestione dei rapporti col pubblico tramite social è imprescindibile. Per questo è una figura molto importante nel settore digitale, ricercata e sempre più diffusa.

Ti piacciono i social? Se la risposta è sì, allora questo potrebbe essere il mestiere che fa al caso tuo. Se ti interessa approfondire l’argomento ed imparare tutto sulla gestione dei Social media in ambito aziendale, consulta il corso Social Media Specialist con Certificazione. Ti permetterà di studiare dalla teoria fino alla pratica tutto ciò che serve per fare di te un professionista dei social media e intraprendere un’attività alquanto redditizia.

Esplora Gratis il contenuto dell’eBook per conoscere le competenze
necessarie
a trovare lavoro nella gestione dei Social media

ebook professioni social quali sono

4. UI/UX Designer

“Il cliente al centro di tutto”. Questo è un dogma imprescindibile nel digital marketing. Bisogna sempre avere l’attenzione rivolta all’utente e a quello che lui vuole ma si tratta di un lavoro molto gratificante che ti permette di avere del tempo libero.

Ti verrà facile capire come mai esistono questi professionisti che si chiamano UX Designer che si occupano di studiare e comprendere al meglio le esigenze dell’utente che usufruisce di un determinato prodotto digitale.

Studiando i comportamenti dell’utente sui siti web, lo UX Designer fornisce le informazioni necessarie per migliorare il prodotto/servizio al fine di rendere la User Experience fruibile.

5. Copywriter Freelance

Quando vedi una pubblicità, leggi un articolo, ricevi una mail, hai mai pensato a chi si nasconde lì dietro? Ti svelo io il loro nome: sono i Copywriter.

Anche questa è una parola che avrai già sentito svariate volte, i copywriter sono professionisti sempre più diffusi che si occupano, appunto, di scrivere articoli, mail, brochure, sceneggiature di pubblicità. Oggi il copywriter ha un ruolo molto importante e diffuso all’interno delle aziende, poiché c’è sempre bisogno di qualcuno che scriva con l’intento di convincere l’utente a compiere una determinata azione. Anche questo esperto può lavorare a partita iva e gestire il proprio lavoro in autonomia.

A tal proposito, dai un’occhiata al corso verticale sul copywriting: Direct Response Copywriter. Se ti piace scrivere e desideri imparare a farlo in funzione del marketing potrebbe fare al caso tuo.

Tramite la Risorsa Gratuita apprenderai le migliori tecniche di
scrittura
per lavorare come Copywriter e avere più tempo libero

SEO Copywriting EBOOK

6. Web Developer

Ti sei mai chiesto come si costruisce una pagina web? Che sia un blog, un e-commerce, un tool, un social network, in poche parole un sito web, dietro tutto questo spesso e volentieri ci sono persone che conoscono e sanno usare la scrittura di programmazione, ovvero la scrittura informatica che ti permette di creare qualsiasi cosa e portarla nel vasto mondo di internet.

Queste figure professionali si chiamano Web Developer e, anche se al giorno d’oggi esistono tool e cms (content manage system) che rendono possibile la costruzione di pagine web di qualsiasi genere a chiunque, sono professionisti molto ricercati che studiano e applicano la scrittura informatica come html, php, xml, java. La loro professioni si svolge sostanzialmente da remoto, davanti ad un pc, per cui è un lavoro che ti permette di avere tempo libero e organizzarlo in autonomia.

Sono figure poco diffuse e per questo molto ambite e ben pagate, ma questo mondo è vasto e complicato e, prima di buttartici, fai un’attenta riflessione e cerca di capire se fa proprio al caso tuo.

7. Consulente SEO

Mai sentito parlare di SEO? Se così non fosse, ti racconto io di cosa si tratta.

SEO è un acronimo e sta per Search Engine Optimization, ossia l’ottimizzazione di un contenuto presente su un sito web al fine di farlo posizionare al meglio sui motori di ricerca (diciamo senza grossi giri di parole, Google).

Anche questa come potrai immaginare è una figura professionale che può lavorare da casa come Consulente online ed anch’essa è molto richiesta sul mercato. Oggi, infatti, il primo passo per chi cerca di sfondare nel vastissimo ecosistema di internet è ottimizzare i propri contenuti e posizionarli sulla SERP di Google.

Esistono Corsi dedicati alla SEO per diventare esperto del settore che ti permettono di entrare nel mondo della consulenza per aziende e privati e fare una professione che ti permette di avere del tempo extra.

Leggi Gratis la Guida per conoscere i segreti di un esperto SEO e
fare un lavoro proficuo che ti permette di gestire il tuo tempo

seo specialist ebook

Trova un lavoro che ti dia più libertà

Come spiegato in precedenza, oggi le opportunità di lavoro ci sono e sono tante. Diventare freelancer è sicuramente la strada, non dico più facile, ma la più logica e battuta. Il digitale ormai si è impossessato di noi e di tantissime delle nostre attività. Ora sei tu a dover compiere il primo passo. Se desideri trovare lavoro che ti permette di organizzare la tua settimana dovresti aver capito quale percorso devi intraprendere.

In questo articolo ti ho spiegato le caratteristiche che deve avere un buon lavoro che ti permette di avere molto tempo libero. Oggi ce ne sono molti ma sicuramente, con il passare degli anni, nasceranno e cresceranno nuove professioni che si potranno svolgere completamente da remoto.

Molte più persone come te potranno godere del privilegio di potersi gestire tempo e spazi all’interno della propria giornata e avere, di conseguenza, uno stile di vita che ti permette di avere molto tempo libero da dedicare alla tua vita extra lavorativa.

Per dare il meglio nel proprio mestiere è necessario avere la qualità di vita che tutti meritano e il proprio tempo e la propria libertà non possono mai essere messi in secondo piano.

Scarica la Guida Gratuita e apprendi le migliori strategie per trovare
un lavoro nel digitale che ti permetta di avere molto tempo libero

strategie per trovare lavoro nel digitale

Conclusioni e Coaching di Carriera

Trovare un’opportunità di lavoro che ti permette di avere molto tempo libero, come avrai capito, è possibile. Il primo passo che devi fare è capire che per ottenere più tempo libero devi renderti autonomo e gestire al meglio i tuoi impegni. Lo smart working è la strada più larga e percorribile ma hai anche la possibilità di aprire la tua partita IVA.

Ti ho mostrato una serie di professioni che puoi prendere in considerazione, ora la palla passa a te.

Se credi di essere pronto a muovere i primi passi nel mondo del digitale, ti consiglio vivamente di seguire un corso di Digital Freelance e iniziare così a costruire il tuo nuovo futuro.

Prenota un Coaching di Carriera Gratuito con un esperto
che ti aiuterà a scegliere il lavoro più adatto a te

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA GRATUITA

Potrebbero interessarti i seguenti articoli correlati:

lavoro flessibili cos'è  nuove professioni da scegliere Lavoro online da casa come guadagnare online

Discord Specialist: chi è, cosa fa, come e dove lavorare

Discord Specialist: chi è, cosa fa, come e dove lavorare

Il Discord Specialist è un professionista digitale spesso impiegato nel dipartimento di Community Management dell’applicazione di messaggistica e streaming video. Questo particolare digital job consiste nel fare da consulente e punto di contatto tra utente e piattaforma, in modo da garantire sempre il servizio e la migliore esperienza di utilizzo possibile.

Discord è un’app che aiuta a connettere in modo semplice e intuitivo milioni di utenti, per lo più game player, da tutto il mondo. Necessita infatti di personale qualificato che disponga di strumenti e conoscenze per garantire con successo e continuità la fornitura dei servizi ed assicurare così la piena soddisfazione del cliente.

Se sei aspirante Discord Specialist, ma non sai da dove iniziare per ottenere le competenze essenziali da affinare per una carriera di successo all’interno della piattaforma, sei nel posto giusto! Qui troverai informazioni utili ad avere un quadro completo su questa particolare professione digitale e avvicinarti così ai tuoi obbiettivi professionali con un corso per Social Media Manager.

Ma esattamente cosa fa un Discord Specialist? In questo articolo scoprirai caratteristiche e mansioni di questo esperto del community management.

Più precisamente vedrai:

  • cos’è e come funziona Discord;
  • chi è lo specialista Discord e cosa fa;
  • come fare per diventare un professionista di questa piattaforma;
  • in che modo si può guadagnare con Discord;
  • corsi e referenze che devi avere per lavorare come Discord Specialist.

Chi è il Discord Specialist Moderator

Il Discord Specialist è una risorsa interna alla piattaforma o un freelance che collabora con il team di community management per varie società di gioco. Questa risorsa è essenziale per poter garantire sempre la corretta erogazione dei servizi messi a disposizione agli utenti dall’applicazione di messaggistica e streaming video Discord.

Il ruolo fondamentale del Discord Specialist è dunque quello relativo all’ottimizzazione dei servizi ma non solo. Infatti, oltre a garantire che tutti i progetti riguardanti la piattaforma siano consegnati nel modo corretto ed ottimizzati, deve anche assicurarsi che il cliente sia soddisfatto ed in caso contrario analizzare eventuali problemi e comunicarli al team in modo da garantire sempre supporto ai Community Manager.

Scaricando la Guida Gratuita scoprirai tutti i segreti
per gestire al meglio una Discord community

ebook community manager

Discord Specialist: cosa fa?

Il compito principale del Discord Specialist è quello di seguire e controllare tutti quei processi relativi alla gestione di un server in stretta collaborazione con il team dedicato alla community management dei giocatori di videogiochi e non solo. Con il termine “server” si fa riferimento a quelle zone della piattaforma dove gli utenti possono interagire liberamente tra loro, sia scrivendo che parlando a seconda della necessità.

Queste “stanze” virtuali sono il luogo ideale dove scambiarsi informazioni a distanza, per questo il target che apprezza maggiormente Discord sono i Gamers. Funziona allo stesso modo di un gruppo Whatsapp o Telegram, in cui è possibile condividere interessi, file, giocare, creare forum.

La sostanziale differenza tra un gruppo su altre applicazionitrova lavoro come discord specialist di messaggistica e un server Discord è il fatto che su quest’ultimo è possibile creare gruppi, meglio conosciuti come canali e dividerli tutti per categorie tematiche.

Il lavoro del Discord Specialist, impiegato in questo settore nella gestione di server o canali, è principalmente il controllo del corretto funzionamento dei servizi offerti, la moderazione degli utenti e delle controversie che possono nascere tra i membri di una community attiva, applicando direttive e politiche che regolano il corretto comportamento.

Discord Specialist Job description

Il Discord Specialist è un professionista digitale che ha acquisito esperienza in ogni ambito della piattaforma e in particolar modo nella gestione e nella creazione di Discord server. La capacità di lavorare in team ed il problem solving sono attitudini indispensabili se vuoi fare carriera in questo ruolo. Per chi pratica tale professione è essenziale la capacità di analisi e prevenzione di eventuali problemi, soprattuto per quanto riguarda la gestione di community di utenti.

Le sue skills riguardano da un lato, le competenze specifiche legate all’utilizzo della piattaforma, dall’altro interessano invece le capacità interpersonali legate al rapporto con il team e alla gestione degli utenti. Per gestire questa tipologia di social community si ricorre inevitabilmente alla comunicazione sia verbale che scritta, per questo infatti è necessario che chi svolge questa professione digitale sia provvisto di un’ottima padronanza della lingua inglese sia parlata che scritta e soprattutto una spiccata abilità espressiva ed empatica.

Fai il test e apprendi le competenze che occorrono
per gestire una community di gamers sull’app Discord

test social media manager

Come svolge il suo lavoro?

Il Discord Specialist può lavorare da remoto in smart working o da un ufficio fisso. Questo professionista necessita semplicemente di un dispositivo connesso ad internet, che può essere ad esempio un laptop per poter svolgere a pieno le sue mansioni ed in completa autonomia.

La versatilità è sicuramente un tratto distintivo di questo genere di professioni, in base alle necessità si possono adottare tre diverse tipologie di lavoro: tradizionale, smart working e ibrido. Questa possibilità di scegliere e magari alternare le modalità in cui svolgere il proprio lavoro porta notevoli vantaggi alle organizzazioni in termini di produttività, di raggiungimento degli obiettivi prestabiliti e hanno un impatto notevole anche in termini di welfare.

Lo Smart Working o lavoro agile anche se previsto solo per una parte della settimana lavorativa, contribuisce a sciogliere i vincoli fisici che possono essere causa di stress e rende invece al lavoratore impiegato in una professione digitale che può essere l’attività del Discord Specialist, quella libertà di gestione degli impegni che contribuisce a migliorarne lo stato mentale, con diretta conseguenza una maggiore produttività e serenità fisica.

A queste particolari forme contrattuali si adatta il mondo del marketing digitale, per il quale basta avere un computer e delle competenze certificate per lavorare online da casa.

Quali sono le sue responsabilità?

Questo genere di impiego prevede molte responsabilità e riguarda molteplici ambiti. Infatti le responsabilità del Discord Specialist non si limitano alla creazione e gestione di un server, sebbene questa sia una prerogativa essenziale, le mansioni riguardano più processi. La professione digitale richiede infatti di essere in grado di svolgere compiti relativi a:

  • monitorare ed analizzare tutti quei processi relativi alla gestione di un server Discord in molteplici progetti gestiti del team di Community Management;
  • deve inoltre apportare ottimizzazioni e miglioramenti ai progetti in corso, revisionare le impostazioni ed integrare inoltre nuovi progetti in contemporanea con gli altri;
  • Assicurarsi che il cliente sia sempre in grado di utilizzare in maniera ottimale il servizio analizzando i rapporti sulle prestazioni dei Discord servers, in quanto devono essere sempre accettabili e adatti allo scopo di utilizzo dell’utente;
  • il Discord Specialist crea e condivide documenti atti al miglioramento lavorativo anche a livello di team, nonché all’implementazione dei processi relativi ai progetti in modo da assicurarsi che questi ultimi siano distribuiti e condivisi con tutti i membri del team;
  • comunicare con continuità le informazioni e gli andamenti dei vari progetti ai relativi team di gestione;
  • può capitare anche che questo specialista debba avere a che fare con la gestione dell’interazione diretta con il cliente, anche se è un aspetto gestito generalmente dai CM Leads;
  • aiutare il team nella progettazione ed implementazione della policy di Discord stabilendo le procedure e gli standard da applicare misurandone poi i risultati e comparandoli con i dati precedenti, assicurandosi infine che vengano apportate le modifiche necessarie e che siano rispettate a pieno;
  • può essere inoltre richiesta l’organizzazione di sessioni formative per altri membri del team, facilitandone i processi di apprendimento;
  • per poter essere considerato un esperto è necessario stare al passo con i tempi e con le nuove tendenze, gli avvenimenti all’interno del settore di riferimento, il rispetto e la conformazione agli standard di settore.

Partecipa al Webinar sulle opportunità del digitale e approfondisci
i vantaggi di affermarsi come Discord Community Specialist

webinar digital jobsISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

Quali strumenti usa il Discord Specialist?

Per portare a termine con successo il suo lavoro, il Discord Specialist necessita di tools e software appropriati.

Oltre all’utilizzo di programmi che possono facilitare l’organizzazione del lavoro, del tempo e delle risorse, questo professionista per lavorare deve essere in possesso di un laptop connesso ad internet ed una conoscenza approfondita della piattaforma di messaggistica e streaming Discord.

Come lavorare per Discord: 4 consigli utili 

Conoscere i requisiti mentali e fisici del Discord Specialist è importante per assicurarsi di possedere le abilità che ne assicurino l’idoneità nel ruolo. Quali sono questi requisiti e skills?

professione digitale del discord specialistSicuramente il requisito base è la perfetta conoscenza della piattaforma Discord sotto tutti i punti di vista, una buona capacità di comunicazione in lingua Inglese e soprattutto l’abilità di fare da moderatore e mediatore in discussioni e dibattiti tra utenti.

In che modo si possono dimostrare ed acquisire queste particolari abilità e conoscenze per lavorare con Discord?

Esistono vari modi per assimilare i requisiti necessari ad avere un profilo in linea con questo digital job. Per sapere come svolgere il lavoro del Discord Specialist, a seguire troverai 3 suggerimenti che ti spiegheranno in che modo è possibile iniziare ad avere competenze e opportunità di lavoro all’interno della piattaforma preferita dai giocatori di videogiochi.

Scarica l’E-book Gratuito e inizia subito la tua formazione!
Impara a gestire utenti e Community Social

social media manager ebook

Frequenta un corso specifico

Prendere parte ad un corso di formazione specifico per questa professione è senza dubbio uno dei modo più veloci e diretti per entrare in possesso di skills e competenze utili a portare a termine tutte le mansioni del Discord Specialist. Infatti il professionista impiegato in questa posizione lavorativa, come spiegato dettagliatamente in precedenza, deve far fronte a svariati compiti nonché essere in grado di gestire con successo frequenti accumuli di stress.

Tra le abilità da acquisire, oltre alle competenze operative che possono essere l’utilizzo di tools e programmi, è necessario apprendere le varie procedure di gestione delle crisi e Community Management. La gestione degli utenti è una pratica impegnativa che spazia dall’impostazione e specifica delle norme comportamentali fino alla gestione del singolo utente.

Discord Moderator Academy

Uno dei percorsi che devi sicuramente intraprendere se vuoi diventare un Discord Specialist è senza dubbio lo studio e la piena comprensione di quello che è il funzionamento della piattaforma, così da poterla utilizzare al meglio.

Prima di imbarcarsi in una professione così articolata è necessaria una formazione completa tramite un Corso di Community Manager e social media con certificazione. A seguire, per apprendere il funzionamento dell’app ed iniziare ad avvicinarsi a questo mondo.

Esiste una sezione del sito ufficiale che mette a disposizione una serie di corsi riguardanti parti delle mansioni che andrai a svolgere. La Discord Moderator Academy, così viene definita questa serie completa di risorse, comprende corsi di tutti i livelli sia per principianti che veterani del settore che spiegano i principi della moderazione, della gestione delle community e tanto altro.

Per poter intraprendere la carriera di Discord Specialist una delle prerogative principali è sicuramente il fatto di possedere buone abilità nel community management a livello professionale per gestire a dovere le comunità di utenti. Difatti questa applicazione è a tutti gli effetti uno spazio virtuale che permette a chiunque di creare una comunità dedicata alle proprie passioni come giochi, la creazione di arte ed NFT o semplicemente per passare del tempo con vecchi amici e conoscerne di nuovi senza vincoli di luogo.

Per questa ragione i Moderatori sono indispensabili per la creazione di luoghi dove le persone possano sentirsi al sicuro e ben accette mettendo in pratica le policy e le regole dei vari gruppi. Un’altra funzione fondamentale richiesta dalla professione digitale del moderator è contribuire attivamente al miglioramento delle community ottimizzando così la User Experience e rendendo queste comunità digitali dei luoghi dove le persone hanno voglia di ritornare.

Lavora come Freelance Discord Expert

Essere un Discord Specialist freelance significa appartenere alla categoria dei lavoratori autonomi e indipendenti. Questa figura offre i suoi servizi a società, organizzazioni o privati. Questi professionisti digitali sono ingaggiati a prestazione specifica ed è possibile trovare opportunità e collaborazioni che richiedano interventi riguardanti anche la piattaforma Discord.

Aziende e privati infatti preferiscono sempre più spesso il freelance alle grandi società, per ottenere servizi più rapidi e personalizzati, perciò questa figura si è fatta sempre più spazio nel mondo del lavoro. Un altro fattore che ha influenzato la rapida diffusione di questa professione viene senza dubbio dal mondo legislativo. Anche in Italia l’approvazioni di leggi che agevolano i regimi fiscali e le tutele dei freelance hanno fatto sì che molti prendessero in considerazione questa tipologia di carriera.

Amministra un server Discord

Per lavorare come Discord Specialist una delle skills sicuramente apprezzate è la capacità di creare e gestire un server.

compiti del discord specialistIl Server è l’unità di base che può essere paragonata ad un gruppo WhatsApp ma con funzionalità e prestazioni adeguate alle esigenze del target di riferimento, che in questo caso sono per lo più i gamers.

Per saper gestire un server Discord è necessario conoscere tutte le nozioni di base e le funzionalità della piattaforma:

  • personalizzazione;
  • popolamento;
  • creazione di canali;
  • gestione dei ruoli.

Conclusioni e Consulenza di Carriera

In conclusione, in che modo si inizia a lavorare come Discord Specialist Moderator? Questa professione digitale rappresenta una risorsa fondamentale per il corretto utilizzo dei servizi messi a disposizione dall’applicazione e, soprattutto, per quanto riguarda la creazione di luoghi dove privacy e rispetto sono reciproci e per tutti gli utenti.

Dunque, il passo fondamentale è conoscere la piattaforma al meglio e diventare un esperto di tutte quelle pratiche fondamentali sia nella creazione server sia nella community management.

La scelta di intraprendere dei percorsi di studio come Social Media e Community Manager e dei corsi e tutorial per approfondire l’utilizzo della piattaforma, è sicuramente una saggia decisione per chi vuole entrare in questa realtà. Il valore aggiunto è però l’esperienza che si acquisisce solo sul campo, mettendo in pratica quotidianamente le procedure imparate e migliorando sempre.

Se questo articolo ti ha convinto a prendere in considerazione questa carriera, prenota il tuo Coaching Gratuito e fatti guidare da un esperto del digital marketing sul percorso giusto da intraprendere.

Contattaci per ulteriori informazioni su come orientarti
nel mondo delle Community digitali

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Potrebbero interessarti i seguenti articoli correlati:

come fare NFT marketing  community manager cosa fa Professioni social quali cresceranno

Lavoro 280 euro: 3 esempi per guadagnarli a settimana

Lavoro 280 euro: 3 esempi per guadagnarli a settimana

Avrai sicuramente letto del rifiuto di un lavoro retribuito 280 euro al mese da parte di una ragazza nel campo della ristorazione. E se questi 280 euro netti li guadagnassi a settimana di base?

Quel lavoro è stato declinato anche perché il titolare richiedeva 10 ore di lavoro in media al giorno. Da qui nasce la riflessione: si possono guadagnare 280 € ogni 10 ore di lavoro? Facciamo 3 esempi pratici.

1. Si può lavorare part-time a 280 euro a settimana?

Avere delle competenze specifiche ti permette di essere sempre apprezzato da chi ne abbia bisogno, ciò vale in tutti i settori. Ci riferiamo in particolare a quelle aziende che stanno subendo numerose dimissioni e oggi hanno il disperato bisogno di rimpiazzare i dimissionari, soprattutto nel settore marketing e dell’IT.

Queste aziende non hanno il tempo né il budget per trovarli in poco tempo e formarli per renderli a conoscenza di ciò che è necessario per colmare il livello di chi si è dimesso.

Pertanto se sei alla ricerca di uno stage per essere preso in considerazione seriamente, la miglior decisione che puoi prendere oggi è scegliere un master in digital marketing. Entro 4 mesi ti metterai nelle condizioni di attrarre automaticamente richieste di colloquio, valutando magari di lavorare anche part-time, avendo dalla tua parte il potere negoziale per le competenze acquisite.

Raggiungerai così un primo obiettivo di avere uno stipendio che si avvicini a 280 euro netti a settimana.

2. Come trovare un lavoro da 280 euro ogni 10 ore?

Qui spariamo in alto. Avere delle competenze in area marketing, digital marketing e con forte propensione alle vendite, ti può portare tranquillamente a guadagnare 280 euro lordi ogni 10 ore di lavoro. Realizziamo l’esempio.

Se hai forti attitudini comunicative, poche competenze tecniche ma fortemente orientato al raggiungimento degli obiettivi, significa che sei altamente compatibile con il lavorare come freelance, gestendo in autonomia le tue ore di lavoro.

Questo significa che potrai avere maggior tempo libero, che lavorerai di meno (per tua scelta) e quindi le tue ore varranno di più. Guadagnare 280 € lordi ogni 10 ore equivale a circa 1.152€ lordi / settimana o 4.480€ lordi / mese, sottolineo lordi.

Lavorare con partita iva, forfettaria ovviamente, in autonomia dovrà portarti a ragionare più per fatturati che per stipendi. Volendo però calcolare al netto, considerando di togliere il 5% di aliquota sostitutiva, il 25,72% di contributo INPS, circa il 30% di spese per l’attività (molte si possono dedurre) e stando sotto il limite massimo previsto di 65.000€ di ricavi annui (perché 4.480 € * 12 = 53.760 €), sono circa 2.200 € netti / mese.

Quale professione ti darebbe questo guadagno? Direi che quello che si avvicina di più potrebbe essere un ruolo legato alle Digital Sales.

3. Guadagnare 280 € lavorando con le affiliazioni

Chiamalo anche secondo lavoro, almeno all’inizio. Quando però vedrai costantemente il guadagno che generi dalle affiliazioni, perché saranno i contenuti a lavorare per te, potrai trasformarlo in lavoro primario.

Un esempio tipico è aderire a un programma di affiliazione che restituisca delle commissioni tali da permetterti di generare un guadagno di 280€ ad ogni acquisto da parte dei tuoi referral (coloro che cliccano sul link che tracciano il clic).

Se il prodotto o servizio acquistato vale circa 930€ e la fee prevista è del 30%, l’importo guadagnato in quanto affiliato è di 280€ circa.

Spero di aver dato degli spunti utili, elencando tre semplici esempi di contesti completamente differenti tra loro: lavoro dipendente, lavoro autonomo e attività di affiliazione.

Consulente di viaggio online: chi è, cosa fa e come diventarlo

Consulente di viaggio online: chi è, cosa fa e come diventarlo

Vuoi lavorare come freelance nel mondo del turismo? Allora il lavoro di consulente di viaggio online è quello che stai cercando.

Negli ultimi anni il settore turistico ha avuto una crescita esponenziale e grazie all’evoluzione del digitale questa professione sta diventando sempre più ricercata ed approvata. Se anche tu sei appassionato di viaggi ti mostrerò le caratteristiche di un consulente viaggi del web e ti aiuterò a capire se può essere la professione che fa per te.

consulente di viaggio online freelanceA differenza del classico operatore, la figura del consulente di viaggio online è indipendente e autonoma perché ha maggior flessibilità di orario e ha la possibilità di lavorare da remoto come libero professionista o come collaboratore esterno di agenzie turistiche.

Entrerà in contatto con il cliente grazie alle piattaforme web e proporrà loro le migliori soluzioni di viaggio.

Nel dettaglio, in questo articolo ti spiegherò:

  • chi è l’esperto di viaggi online;
  • cosa fa e quali sono le sue competenze principali;
  • come diventare un consulente di viaggio online e 4 ragioni vantaggiose per farlo;
  • quanto si guadagna lavorando da freelance nel mondo dei viaggi.

Se ti interessa questa carriera prima di tutto ti suggerisco di seguire un corso per diventare Consulente Online che ti darà le basi e la giusta strategia per lavorare in questo settore.

Chi è il professionista Consulente di viaggio?

Il consulente di viaggio online fa da intermediario tra il cliente e i servizi di hotel, alberghi e b&b e si occupa di tutta l’intera organizzazione del viaggio. È sicuramente una delle professioni digitali più in voga del momento.

Attraverso un primo colloquio, l’esperto del settore travel ascolta attentamente le esigenze dei suoi clienti. Stabilisce il budget ed eventuali desideri e necessità della persona e, dopo una vasta ricerca, gli mostra alcune proposte discutendole assieme, cercando di soddisfare le sue richieste prioritarie. Lo accompagnerà poi, non solo nella prenotazione, ma anche durante tutto il viaggio.

Per qualsiasi forma di assistenza o a seguito di qualche inconveniente, le persone avranno sempre come punto di riferimento i consulenti di viaggio.

Riassumendo, il consulente di viaggio online è competente in ambito turistico, un appassionato di viaggi o un travel blogger che tramite piattaforme online organizza, consiglia ed aiuta a prenotare il viaggio del cliente.

Il Consulente di viaggi è tra le attività più proficue del digital
Leggi la Guida Gratuita per conoscere tutte le sue caratteristiche

le professioni più pagate del digitale

Cosa fa un Consulente viaggi online e competenze

Non basta una forte passione per il mondo turistico e per i viaggi perché il consulente di viaggi online deve avere abilità comunicative e mostrare interesse per le esigenze della persona, capirle e cercare di offrire i migliori pacchetti viaggio che siano convenienti sia per il cliente che per le strutture ospitanti.

Deve inoltre entrare in empatia con la persona che lo ha contattato, indirizzarla nella giusta scelta selezionando e filtrando alcune offerte tra le infinite opzioni disponibili e visibili su diverse piattaforme online.

consulente di viaggio carriera online Un percorso scolastico nell’ambito del turismo o delle lingue è sicuramente vantaggioso perché ti offre le basi che ti serviranno per specializzarti e diventare un professionista online nel mondo del turismo.

Per specializzarti come consulente di viaggio online bisogna rivolgersi a specifici network del turismo che attraverso alcuni percorsi formativi offriranno le competenze per inserirti nel mondo lavorativo.

Le principali caratteristiche che devi avere sono:

  • conoscenza del settore turistico;
  • conoscenza della lingua straniera;
  • passione per i viaggi;
  • abilità comunicative e strategiche.

Queste competenze possono essere definite fondamentali per intraprendere questo lavoro, ma dovrai anche avere un minimo di conoscenze e competenze trasversali legate al web che ti serviranno per gestire i canali social, creare un sito e fare marketing strategico.

Saper comunicare, essere propensi all’ascolto e formarsi in ambito digitale diventa quindi una risorsa importante per differenziarsi tra diversi consulenti di viaggio online e offrire un servizio di qualità.

Se sogni di fare il Consulente di viaggio online
compila il test e scopri se possiedi le giuste abilità!

consulente online test

4 motivi per diventare Consulente di viaggio online

Ci sono diverse ragioni per cui scegliere di dare inizio a questo percorso. Se desideri un lavoro che ti piaccia e che ti permetta di gestire il tuo tempo libero ti elenco 4 motivi per cui dovresti intraprendere questa carriera.

1. Concretizzare la passione per i viaggi e per il turismo

Se ti affascina il mondo del turismo digitale è giunta l’ora che tu faccia della tua passione il tuo lavoro.

Ti stai chiedendo come un consulente di viaggio online trova nuove offerte di lavoro? Per iniziare, potrai creare un tuo blog personale per farti conoscere dalle persone e per rivolgerti ad un determinato target. Condividerai nel blog e nei diversi canali social le esperienze di altri clienti, rendendoli tutti partecipi. Mostrerai i tuoi viaggi e le tue avventure nei migliori dei modi, attirando l’interesse delle persone nel richiedere una consulenza. Questo ti permetterà di ampliare la tua clientela.

Oltre al blog ti consiglio di iscriverti a network come Evolution Travel che ti permette di entrare in contatto e confrontarti con altri colleghi e creare i tuoi pacchetti di viaggio personalizzati come in una vera agenzia viaggi. Inoltre, attraverso questa piattaforma, i clienti possono vedere tutte le recensioni del consulente viaggi online pubblicate sul sito.

Tutto questo non è solo fonte di profitto, ma ti aiuterà ad aumentare la tua credibilità e la tua visibilità.

Scaricando la mini guida gratuita otterrai
le migliori tecniche
per fare Travel Storytelling

ebook miniguida storytelling da scaricare

2. Gestione autonoma del proprio tempo

Hai sempre sognato di riuscire a conciliare il lavoro con la tua vita privata ed i tuoi hobby? Vuoi riuscire ad organizzare autonomamente il tuo tempo libero ed avere un orario di lavoro flessibile?

Sono molte le persone che vogliono lavorare in proprio e se anche tu rientri tra queste, con la professione di consulente di viaggio online è possibile gestire il proprio tempo e organizzare le ore lavorative e gli appuntamenti con i clienti durante la giornata e diventare freelance a tutti gli effetti.

Lavorando online potrai entrare in contatto con i potenziali acquirenti da qualsiasi parte del mondo. In aggiunta potrai scegliere tu i progetti per i quali lavorare, stabilendo gli orari e dando disponibilità in base alle tue esigenze.

3. Non serve una laurea ma un percorso di formazione

Si pensa spesso che avere una laurea sia una base obbligatoria per fare carriera ma fortunatamente ci sono lavori che si possono svolgere anche senza e che comunque offrono molte opportunità di guadagno e di crescita.

Puoi anche essere laureato in un settore che non ti appaga più, che non ti da soddisfazione o semplicemente hai capito che le scelte che hai fatto in passato non coincidono con quello che ti piace ora. Molti si scoraggiano proprio perché l’idea di iniziare un nuovo e lungo percorso di studi per cambiare la propria vita li spaventa e li tiene ancorati ad un lavoro che non li appaga più.

Puoi diventare consulente di viaggi online senza un grosso investimento ed avere un’agevolazione non indifferente perché non è necessaria o indispensabile la laurea. Attraverso un percorso breve di formazione potrai conoscere e apprendere le basi che ti serviranno e aiuteranno ad inserirti subito nel mondo lavorativo.

4. Possibilità di emergere, crescere e di specializzarsi 

Spesso ci si sente demotivati a causa dell’assenza di nuovi stimoli ed obiettivi. Il lavoro del consulente di viaggio online ti permette di crescere, conoscere cose nuove e migliorarti ogni giorno.

Come? Puoi scegliere tu stesso con che clientela rapportarti. Puoi decidere, inoltre, di specializzarti su un’area geografica specifica e puoi creare una tua community di persone che ti prenderanno come punto di riferimento e che amplieranno di conseguenza la tua clientela come in un domino. Ogni acquirente con il quale ti rapporterai avrà delle esigenze completamente diverse e questo ti permetterà di confrontarti con stili di vita ed esigenze opposte.

La bravura dei consulenti di viaggi è proprio questa: conoscere nuove destinazioni, avere passione, essere curiosi ed essere sempre aperti al nuovo. Questa grande attitudine ti permetterà di consigliare in maniera dettagliata la soluzione più vantaggiosa per il cliente.

Se anche tu vuoi dare una svolta al tuo lavoro scegli il digitale e diventa un consulente di viaggio freelance online. Per essere un bravo organizzatore di viaggi ti basteranno pochi ingredienti ma fondamentali: dedizione, organizzazione e passione.

Partecipa al Webinar Gratuito per approfondire le competenze
necessarie ad iniziare una carriera da
 Consulente Online di viaggi
webinar gratuito per diventare consulente onlineISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

Quanto guadagna un Consulente di viaggio online?

Arrivati a questo punto ti starai chiedendo: quanto può guadagnare il consulente di viaggio online?

La prima cosa di cui tenere conto è sicuramente il tipo di contratto. Ci sono consulenti che lavorano in maniera indipendente con partita IVA ed altri che scelgono di appoggiarsi ad un’agenzia turistica o che collaborano con i vari tour operator.

Se scegli un lavoro da freelance, non avrai un contratto fisso e di conseguenza lo stipendio dipenderà dalle competenze, dalla passione e da quanto lavoro riuscirai ad ottenere. Il guadagno e le tue entrate aumenteranno in base alla tua bravura, grazie al tempo che dedicherai all’attività, alle tue capacità, alle conoscenze nel campo e nelle relazioni sociali.

Appoggiandoti ad un’agenzia di viaggi, avrai un guadagno fisso al quale, se previste, si aggiungeranno le commissioni su ogni cliente che variano, ovviamente, in base agli accordi presi con quest’ultima.

In Italia lo stipendio del consulente di viaggio online va dagli 800 € ai 2.000 € al mese.

Conclusioni e Coaching di Orientamento

Iniziare una nuova attività può sembrare sempre un salto nel vuoto, ma sono sicura di averti incuriosito e spero di averti chiarito le idee sulla figura professionale del consulente di viaggio online, un lavoro che sta riuscendo a trarre notevoli vantaggi grazie alle nuove tecnologie e al mondo del digital marketing.

Ti ho fornito le informazioni necessarie che ti serviranno a capire se questa professione è alla tua portata: un impiego nel mondo del turismo, sempre più richiesto, e che ti permetterà di concretizzare la tua passione lavorando in maniera indipendente, flessibile e senza vincoli.

Se non ti mancano la voglia e la passione, prenota subito la tua sessione di Consulenza di Carriera Gratuita.

Contattaci per ulteriori informazioni su come diventare un professionista online del settore turistico

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Potrebbero interessarti i seguenti articoli correlati:

Travel Influencer  cosa fa digital marketing turistico fare copywriting turistico

Cosa fare da grande? 5 metodi per trovare la propria strada

Cosa fare da grande? 5 metodi per trovare la propria strada

Per capire “cosa fare da grande” è necessario analizzarsi molto attentamente. Sicuramente tra le prime cose su cui porre l’attenzione; è riflettere bene su ciò che ti interessa e ti piace veramente e ciò che davvero vorresti realizzare.

Di seguito proverò a darti dei consigli, potrebbero esserti utili anche se rasenti i 30 anni e pensi di non aver ancora trovato la tua strada. Il primo punto su cui riflettere è che ci troviamo in un periodo storico dove il mercato del lavoro si sta aprendo a nuovi scenari, un cambiamento epocale, ricco di nuove opportunità, di nuovi strumenti di lavoro. Quelli che erano i lavori più tradizionali vengono oggi travolti da nuove opportunità grazie all’espansione della tecnologia, che ha trovato grande risposta nel mondo digitale! Oggi tra le professioni più richieste in questo settore troviamo gli specialisti delle comunicazioni sui social.

Se sei interessato a diventare uno specialista nelle comunicazione ti consiglio di vedere il Corso Social Media Specialist, Questa nuova figura professionale è molto richiesta e ottimamente coniugabile con il nuovo concetto di smartwork: lavorare senza rinunciare a girare il mondo. 

 

Quali sono le domande da porsi?

La tua situazione, simile a quella di tanti altri giovani riguarda la scelta del percorso da intraprendere a conclusione di un ciclo di studi; In molti casi si è influenzati dei genitori o si seguono le scelte consigliate o suggerite degli amici.

Se la scelta non nasce da un profondo convincimento, quando ti accorgerai di essere deluso e non appagato dovrai avere il coraggio ti domandarti io cosa vorrei fare davvero.

La cosa migliore è porsi continuamente delle domande

  • Hai una passione in particolare, anche se non spiccata da cui potresti partire?
  • Cosa ti riesce meglio senza sforzarti troppo?
  • Cosa ti incuriosisce?
  • C’è qualcosa con cui puoi misurare le tue attitudini?
  • Rifletti! Hai mai pensato a come trasformare la tua passione in lavoro?

Quali sono le tue passioni?

La passione può non essere  il solo modo  per trovare la propria strada, ma sicuramente è un ottimo punto di partenza, affrontando una determinata fatica, o sforzo con motivazione e determinazione.

Dobbiamo chiarire però che non tutti hanno una passione così chiara e netta, per molti la ricerca delle proprie passioni è un lungo viaggio e sperimentazione di nuovi stimoli.

cosa fare da grande segui le tue passioni

Avrei già capito che la tua più grande passione non emergerà se non con il tuo impegno; dovrai concentrarti e comprendere anche in base alla tua esperienza  per “leggere” che cosa ti affascina e da cosa sei catturato anche inconsapevolmente. Non ti scoraggiare, lasciati andare; segui con tenacia la scia dei tuoi sogni, 

Ma la passione e la tenacia non bastano servono formazione e aggiornamenti adeguati perché il tutto si trasformi in un lavoro appagante che ti possa dare la possibilità di raggiungere i più ambiziosi livelli. 

Quindi leggi attentamente i consigli che sto per darti!

Gli elementi  per trovare la propria passione e trasformala in qualcosa di più sono:

    • Curiosità
    • Apertura mentale
    • Sperimentazione
    • Formazione e aggiornamento

Cosa sai fare facilmente e senza fatica?

Sicuramente ti sarà capitato di fare qualcosa in cui hai perso la misura del tempo!

Ovviamente non mi riferisco ai tuoi tornei alla play station visto che è un gioco e di una passione abbastanza comune. Quando studi lo fai con piacere o con fatica? Quando navighi in internet e comunichi on line con le persone ti senti a tuo agio o è altrettanto faticoso per te?

Potresti avere una predisposizione nel comunicare con molte persone nel web; e attrarre loro con  messaggi persuasivi che catturano l’attenzione di un utente trascinandoli  cosi sui canali di comunicazione giusti.

Potresti sentirti molto attratto dal food design o da altri concept di real cooking, mettiti alla prova non sei curioso di analizzare le tue attitudini?

Come fare ad analizzare le tue attitudini?

Vi siete mai chiesti cosa vuol dire avere un’attitudine ? 

L’attitudine è la disposizione a svolgere facilmente un’attività.  Ad esempio, c’è chi ha una marcata disposizione per lo sport, per la musica o la recitazione. Come si riconosce un’attitudine? E’ possibile sviluppare le attitudini personali?

Un’attitudine può riguardare sia l’aspetto psicologico che fisico. È vero che esistono persone particolarmente dotate per delle specifiche attività, ma è anche vero  che per altri questa capacità proviene da una formazione e una pratica costante.

Ciò significa che un’attitudine non sempre è innata, ma può anche essere coltivata. 

Sviluppare le attitudini attraverso la pratica porta a stabilire progressivamente mete sempre più ambiziose. Ciò avviene perché ci sentiamo più preparati per raggiungerle; ad esempio ci sono persone che hanno attitudini differenti, chi è più predisposto come lavoratore dipendente e chi come freelance.

Ti senti più portato per un lavoro dipendente o ti piacerebbe essere un libero professionista?

 Scopri le tue attitudini attraverso l’orientamento professionale

 SCOPRI LA CONSULENZA DI CARRIERA

Cosa fare da grande: quali sono le migliori opzioni?

Ma cosa puoi fare in concreto per trovare la tua strada?

Basta girarti intorno e osservare i mutamenti che avvengono nella nostra società, la quale offre una serie di opportunità dando come risposta molte più opzioni di quanto tu possa pensare! Basta notare gli irrefrenabili sviluppi tecnologici e innovativi e quindi la nascita di nuovi ecosistemi di lavoro.

In relazione alla comunicazione ci si rende conto che questa oggi è sempre più orientata e lo sarà sempre di più su dispositivi mobile dove smartphone e tablet hanno dato possibilità di svolgere operazioni che fino a qualche anno fa erano impensabili! Possiamo dire che questi device sono anche strumenti di lavoro da remoto, come gestire la comunicazione di un brand  attraverso i canali social  proponendoti come social media  specialist, puoi scrivere testi  inserendoli sui blog o realizzare  video da pubblicare su un canale youtube, lavorando così come content creator. il vantaggio di questi lavori ti offre la possibilità  di lavorare  ed esprimere a pieno la tua creatività nei contenuti che proponi, sulle varie piattaforme. con la possibilità che arrivino  ad un pubblico molto ampio in tempo reale.

Come capire quale è il tuo lavoro ideale?

Spesso  sembra di tornare indietro nel tempo quando finito  un corso di studi ti chiedevano ripetutamente : “cosa vuoi fare da grande?” Quasi sempre non veniva data risposta a questa domanda perché eri confuso e disorientato. Ora però sto per indicarti come dovresti interrogarti per capire qual’è il tuo orientamento professionale! Potresti partire da un’ analisi personale individuando quali sono i tuoi punti di forza e quali quelli di debolezza e partite da questi.

“Il meglio del vivere sta in un lavoro che piace“

                                                                                  Umberto Saba

Non possiamo parlare di lavoro ideale in maniera approssimativa, sicuramente possiamo avvicinarci ad un lavoro che ci piace e soprattutto che ci faccia sentire fiero partendo dalle giuste attitudini, potresti avere attitudini creative oppure inversamente potresti essere più analitico; ciò che occorre sicuramente è acquisire con metodo le competenze in cui intendi specializzarti per le mansioni richieste.

Mettersi in gioco è fondamentale e oggi potresti scoprire e approfondire il campo delle professioni digitali.

Mettiti alla prova concretamente e partecipa ai test professionali

                                                                Test sulle Professioni Digitali

   

Come fare di una passione un lavoro

Come fare di una passione un lavoro? Non trascurare questo elemento e sii sincero con te stesso!

E’ il primo passo fondamentale per arrivare a cercare e realizzare un lavoro che ti piace. Focalizzati sui tuoi interessi e su ciò che ti riesce meglio.

Avere una passione oggi e capire fino in fondo quale sia è una grande fortuna! Non tutti hanno il mindset giusto, con il quale rapportarsi per dare una svolta alla tua vita professionale! Allora qual è il primo step da fare?  Perfeziona le tue competenze; formati e raggiungi delle conoscenze importanti appropriandoti di alcune skills solide ovvero impara ad usare e gestire strumenti e canali digitali per far conoscere la tua passione nel web, trasformandola così anche in business crescente nel tempo! Questo  è un passo fondamentale per battere una serie di competitors che hanno pensato come te di trasformare una grande passione in un lavoro gratificante e redditizio. 

Mettersi alla prova e analizzare determinati risultati

  • Hai un tuo metodo per metterti alla prova?
  • Sei capace di “leggere” i risultati ottenuti?

Chiedersi quale sia la propria passione non basta! la parola chiave è agire

Se ti stai affacciando ora al mondo del lavoro, devi misurare Il tuo livello di know how; questo ti farà realmente avere conoscenza delle tue competenze e come arrivare al traguardo prefissato, ma tutto ciò comporta una predisposizione all’ impegno costante.

Capire come sia possibile realizzare i tuoi progetti

Alle intenzioni devono seguire le reali possibilità di realizzazione dei i tuoi progetti.

Se non hai minimamente idea di cosa fare potresti individuare un settore, dove interfacciarti con degli esperti  e magari chiedere delle consulenze.

E ‘importante che tu ti faccia conoscere; far conoscere i tuoi progetti è fondamentale per accrescere la tua visibilità: crea un Sito Web e sfrutta i canali social come Facebook, Instagram, YouTube e Linkedin. Sicuramente  avrai modo di confrontarti e condividere aumentando i tuoi contatti.

Non sai come gestire i canali social?

Qui imparerai con un metodo molto semplice

      SCOPRI IL PROGRAMMA 

                                                            

Come ti vedresti professionalmente tra 20 anni?

Sicuramente questa domanda è posta frequentemente dai recruiter nei colloqui di lavoro.

Non si tratta di veggenza ma bensì della determinazione che hai nel perseguire i tuoi obiettivi.

Se tu fossi esaminato da un recruiter quest’ultimo cercherebbe di capire se il tuo interesse per la posizione lavorativa alla quale ti sei candidato è reale, quindi è bene che tu ti basi su quelli che potrebbero essere i reali sviluppi professionali all’interno di uno specifico contesto e come potrebbe evolvere il ruolo che ti viene proposto e i compiti ad esso legati.

Cosa faresti se fossi sicuro di avere successo?

Il successo non è misurabile in una formula!

Avere costanza nel perseguire gli obiettivi prefissati già da se è una forma di successo; per essere costanti nel tempo bisogna essere determinati sul quel che si vuol fare e farlo nel migliore dei modi.

Se sceglierai di essere un Digital Freelance ovvero un lavoratore autonomo in campo digitale dovrai applicare alcune strategie di Marketing; è impensabile oggi lavorare in questo campo senza sapere dove si sta andando e per questo abbiamo a disposizione alcuni strumenti che descrivono l’andamento del tuo lavoro, analizzano e monitorano  dati in Google Analytics  sui comportamenti  dei competitors in modo da decidere quali strategie adottare affinché il tuo lavoro cresca progressivamente.

Non solo ma con strumenti come Google Ads potrai creare delle inserzioni per essere intercettato da un pubblico di riferimento.

Scopri quale strategia mettere in campo.

Scarica la nostra guida gratuita!

ebook digital strategy miniguida

Cosa fare da grande: la strada Digitale

Tra i tanti dubbi che ti assalgono su “cosa fare da grande” ti sarai reso conto che il periodo che stiamo vivendo richiede una presenza costante in rete; è diventato ormai indispensabile essere connessi poiché  tante opportunità lavorative si muovono on line. Stiamo parlando della strada digitale!

L’evoluzione digitale è tra i cambiamenti più visibili in questi ultimi anni , non si può far finta di notare come sta interagendo con le nostre abitudini, ma anche nel mondo lavorativo, chi vuole approcciarsi alle nuove professioni ma anche chi vuole aggiornarsi sulle vecchie oggi non può fare a meno di innovarsi alle nuove tecnologie digitali

Pensiamo alla digitalizzazione delle imprese che cercano consulenti esterni esperti nelle strategie di vendita di Web Marketing e assistenza alle vendite come Digital Sales oppure semplicemente le attività di ristorazione che devono aggiornare i propri menù sulle pagine social o fare delle campagne con un determinato pubblico di riferimento.

E’ incontrovertibile quindi che lo sviluppo digitale abbia creato molte opportunità lavorative  e ne abbia create molte altre come news jobs.

Guarda al futuro!

Vuoi approfondire questi argomenti?

CONTATTACI

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli: 

Lavoro a chiamata: come funziona e applicazioni nel digitale

Lavoro a chiamata: come funziona e applicazioni nel digitale

Il lavoro a chiamata è una tipologia di contratto utilizzata in attività intermittenti su esigenze del datore di lavoro. Nasce nel ventesimo secolo, spinto da profondi cambiamenti socio-economici subiti da imprese e territorio, con la volontà di dare nuove opportunità lavorative che possano tutelare diverse tipologie di lavoratori. Tipico del settore dello spettacolo e delle arti in genere, può essere impiegato anche nel commercio, nel turismo e nel settore edile.

Lavoro a chiamata nel digitaleCon l’avvento della pandemia, che ha visto fermarsi tutto il mondo, molte aree lavorative si sono trovate in grande difficoltà, mentre altri settori hanno visto decollare la propria attività grazie all’online. Questo ha portato alla nascita di nuove figure professionali diventate fondamentali nel processo di innovazione e trasformazione digitale odierno. 

Ma qual è il legame tra lavoro a chiamata e digitale? Lo capirai continuando la lettura.

In questo articolo, infatti, ti parlerò di:

  • come funziona il contatto di lavoro a chiamata;
  • quali sono le applicazioni del contratto a chiamata nel Digital Marketing;
  • chi sono i professionisti del digitale più richiesti per attività non continuative;
  • quali sono le migliori piattaforme online per lavorare a chiamata.

Se anche tu vuoi stare al passo coi tempi e credi che il Digital Marketing possa interessarti, Digital Coach propone molteplici Certificazioni sulle Nuove Professioni Digitali che possono aiutarti a diventare una delle figure professionali più ricercate del momento.

Come funziona il lavoro a chiamata

L’applicazione del contratto di lavoro a chiamata ha caratteristiche ben precise e particolari. Nasce per essere accessibile ai lavoratori in difficoltà di inserimento nel mercato lavorativo per mancanza di esperienza o per status di uscita dal ciclo produttivo aziendale. Chi può aderire a questo tipo di contratto sono le persone under 24 o over 55, che il datore di lavoro assume a chiamata e con discontinuità, a seconda dei servizi e delle necessità del momento. 

Questa forma di contratto intermittente può essere sia a tempo determinato che indeterminato e se ti stai chiedendo quante ore si possono fare con un lavoro a chiamata, devi sapere che la durata massima è di 400 ore consecutive con un unico datore di lavoro in tre anni. Se rientri in queste fasce di età e stai cercando un’occupazione, sappi che questa è una possibilità allettante che non dà importanza a quanti rinnovi si possono fare con il contratto a chiamata, dal momento che tutto dipende dai bisogni delle imprese.

Contratto di Lavoro a chiamataL’accordo può essere sottoscritto con vincolo oppure senza vincolo di chiamata. Nel primo caso avrai l’obbligo di risposta alla richiesta entro 24 ore, ma potrai ricevere anche un’indennità di disponibilità nel periodo in cui rimani fermo, in attesa di lavorare. Nel secondo caso invece, non avrai alcun obbligo di risposta, ma nemmeno alcuna indennità, proprio per la facoltà di poter rifiutare la chiamata di lavoro.

Passando ora a capire come vengono retribuiti i contratti a chiamata, è importante sapere che il compenso corrisponde alla paga oraria del contratto collettivo applicato, ripartito sulle giornate lavorate.

Il settore in cui è più utilizzato questo accordo è quello artistico – teatrale, ma sul territorio Italiano vi sono anche svariati datori di lavoro che scelgono di assumere collaboratori a chiamata in momenti di particolare richiesta o per portare a termine una scadenza; si pensi agli operatori del settore turistico, ai camerieri e baristi, ai commessi ma anche al personale del settore edile in cantiere. 

Infine ricorda, chi ha un contratto a chiamata ha diritto alla disoccupazione, infatti l’indennità di disoccupazione può continuare ad essere erogata per i giorni che non vengono lavorati.

Lavori a chiamata nel Digital Marketing

Il mercato lavorativo ha sentito sempre di più la necessità di accedere al lavoro a chiamata. L’incertezza e la discontinuità di attività in certi settori, e la maggior richiesta in altri, ha sicuramente incentivato il datore di lavoro e le figure lavorative disoccupate ad applicare il job on call con più facilità. 

Avrai infatti constatato come la continua trasformazione digitale odierna, ha visto primeggiare il Digital Marketing sotto svariati aspetti. La possibilità di intervenire con le proprie capacità e competenze, ha portato le aziende a iniziare collaborazioni con professionisti attraverso contratti di lavoro a chiamata.

Esistono già oggi diverse figure professionali adeguate e molte sono le prospettive che conducono al lavoro intermittente, in quanto strettamente legate alle rapide richieste dell’utente. 

Uno dei fenomeni più in crescita in grado di adattarsi al lavoro a chiamata è quello del Crowd Work o (Crowdworking), letteralmente “lavoro nella folla”. Si tratta di un nuovo modello lavorativo che sfruttando le piattaforme online, riesce a mettere in contatto domanda e offerta di prestazioni professionali con specifiche competenze. Questo fenomeno sta cambiando la gestione del lavoro anche in Italia, creando nicchie di mercato e nuovi modi di fare business con figure professionali di tendenza. 

Di seguito andrò a spiegarti quali sono le figure professionali in ambito digitale che meglio si adattano al lavoro a intermittenza e le piattaforme online per trovare o offrire prestazioni di questo tipo.

Fai il TEST e apprendi in pochi minuti quale professione digitale
è in linea con le tue attitudini

professioni digitali test

Professionisti più richiesti

Esistono varie professioni digitali adatte alla creazione di rapporti di lavoro a chiamata; di seguito ti elencherò quelle attualmente più diffuse: 

  • SEO Specialist: una delle figure più ricercate quando si vuole creare un sito internet, un blog aziendale o si cerca di ottimizzare i propri contenuti con lo scopo di aumentare il traffico al sito web;
  • SEO Copywriter: è l’esperto della scrittura per l’online, che tiene in considerazione quello che cercano gli utenti e adotta strategie specifiche per far trovare i contenuti;
  • SEM Specialist: professionista che si occupa della pubblicità su internet con un’ottima conoscenza di Google Ads e Facebook Ads;
  • Social Media Specialist: colui che gestisce i profili social delle aziende o dei liberi professionisti per favorire la conoscenza dell’azienda e dei suoi prodotti/servizi;
  • E-commerce Specialist: ha un ruolo chiave nell’E-commerce, in quanto esperto nello studio, progettazione e realizzazione di strategie di vendita online.

Oltre a lavorare a progetto o come Freelance, queste figure professionali hanno anche delle nuove ed interessanti opportunità lavorative che potrebbero avvicinarsi alla tipologia del contratto intermittente. 

Avrai notato come negli anni precedenti al Covid-19 attività lavorative come lo Smart Working o il lavoro da remoto, per esempio, siano state poco considerate dagli imprenditori ancora molto legati alle occupazioni tradizionali. Oggi, però, essendo stati regolati da delle leggi ben definite, come il decreto “Cura Italia”, stanno diventando di uso comune per la maggior parte delle grandi aziende. Lo Smart Worker ha fatto infatti registrare un aumento di produttività tra il 25% e il 45%, dimostrandosi rispettoso delle richieste del datore di lavoro e responsabile nei confronti della propria azienda.

I vantaggi del lavoro a chiamata e delle emergenti professioni digitali sono molti e discostano parecchio dalle occupazioni tradizionali ancora legate alla presenza in loco e a forme contrattuali consuete. È per questo motivo che i lavoratori Freelence, che mettono a disposizione le proprie competenze specializzate, stanno acquisendo sempre più rilevanza.

Partecipa al Webinar Gratuito
e scopri le 13 professionalità digitali ideali da svolgere in proprio
webinar digital freelance

Piattaforme dedicate

Tra le piattaforme più usate per il lavoro a chiamata vi sono i Content Merketplace e i Paid to Write.

I Content Marketplace sono portali che mettono in comunicazione le aziende e le loro esigenze con i professionisti del digitale. Si tratta per lo più di realtà spesso alla ricerca di contenuti che possano ampliare e migliorare i loro Blog o Siti web. Queste piattaforme mettono a disposizione svariati professionisti del settore che possano rispondere a diverse richieste e produrre contenuti in chiave SEO (Search Engine Optimization – ottimizzazione per i motori di ricerca). 

Tra le più conosciute ci sono:

  • Melascrivi: il marketplace più utilizzato in Italia. Qui puoi creare un account, registrarti, inviare un testo di prova e dopo la valutazione ricevere le richieste più adatte a te per scrivere articoli;
  • Great Content: in questa piattaforma puoi creare, tradurre e generare contenuti professionali. La richiesta copre circa 30 lingue differenti; 
  • Textbroker: simile ai precedenti, qui puoi realizzare articoli attuali e traduzioni con tempistiche veloci;
  • Fiverr: una soluzione leggermente diversa dalle precedenti che coinvolge professionisti a livello mondiale, con richieste che non riguardano solo il Content, ma anche grafica e design, traduzioni, programmazione e tecnologia, musica e audio ecc.
Content Marketplace per lavoro a chiamata

Screenshot delle homepage dei principali Content Marketplace

Il Paid to Write è un’altra tipologia simile al lavoro a chiamata ma con un funzionamento leggermente diverso. Si tratta di grandi portali con la necessità di uno svariato numero di contenuti, foto e video.

Il tuo ruolo è sempre quello di creare contenuti per le diverse piattaforme, nelle quali verranno inseriti dei banner pubblicitari. Vieni ricompensato per ogni visita o visualizzazione generata; quindi, l’impegno necessario per riuscire a guadagnare dovrà essere intenso.

Se sei all’inizio della tua carriera, potresti anche diventare Editor per giornali o riviste online. Pubblicando i tuoi articoli potrai iniziare a crearti un portfolio, utile per future chiamate o richieste di collaborazione. Questi articoli ti aiuteranno molto a fare esperienza nel settore e ad acquisire referenze.

Scopri la professione del Web Content editor!
Scarica il nostro Ebook Gratuito

scarica ebook web content editor

Conclusioni e consulenza gratuita

Hai quindi potuto valutare insieme a me che il lavoro a chiamata nel nostro territorio ha dato l’opportunità di creare occupazioni ben differenti da quelli tradizionali. La pandemia ha reso ancora più concreta la necessità di rapporti lavorativi intermittenti e discontinui e ha aperto le porte allo Smart Working e ai lavori da remoto.

La necessità di una trasformazione digitale mondiale, che vede l’Italia solo all’inizio di questo cambiamento, porterà a richiedere sempre di più esperti del digitale con modalità lavorative diverse da quelle classiche. Il lavoro intermittente potrebbe quindi estendersi anche in questo ambito, supportato da un sistema veloce di domanda/offerta già in atto da diverso tempo all’interno di piattaforme dedicate.

Alla luce di queste considerazioni, se l’idea di lavorare come professionista del digitale non ti dispiacerebbe e vorresti avere qualche informazione in più, richiedi una consulenza di carriera con uno dei nostri esperti. Risponderà ad ogni tuo dubbio, ti aiuterà ad individuare il ruolo in linea con le tue naturali attitudini e il percorso formativo necessario per poterlo svolgere.

Per saperne di più sulle professioni digitali che puoi svolgere a chiamata o per conoscere i nostri corsi, contattaci!

RICHIEDI INFORMAZIONI

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

non so fare niente e come trovare lavoro  imparare facendo metodologia  trovare lavoro con LinkedIn in 5 step

luca pesenti contentPRIMA STESURA A CURA DI LUCA PESENTI

Mi chiamo Luca Pesenti, ho 28 anni e sono di Bergamo. Ho una Laurea Triennale in lingue e letterature straniere moderne e una Laurea Magistrale in Cooperazione internazionale. Il mio percorso del digitale include la conoscenza generale delle tre grandi macroaree: Web, Social, E-commerce. Mi sono specializzato in Digital Content Marketing, in particolare nella redazione di articoli scritturali e visuali in chiave SEO, e nella realizzazione di video e del loro montaggio.

Metodologie didattiche innovative applicate al Digital Marketing

Metodologie didattiche innovative applicate al Digital Marketing

Perché oggi è fondamentale adottare metodologie didattiche innovative? Lo sviluppo di nuove tecnologie ha cambiato il modo di informarci, di elaborare e costruire le nostre conoscenze. Di conseguenza, ha determinato anche una ridefinizione delle modalità di insegnamento e quindi di apprendimento.

cosa sono le metodologie didattiche innovativeIl digitale, ad esempio, ha reso disponibili nuovi strumenti e canali di comunicazione. Conseguentemente, sono cambiati tempi e modalità del processo di apprendimento con una partecipazione attiva del discente, grazie a metodi basati sulla cooperazione.

In questo articolo parlerò di quali sono:

  • i principali metodi didattici innovativi;
  • i vantaggi delle metodologie didattiche innovative;
  • le connessioni tra digitale e didattica innovativa.

Mi soffermerò, inoltre, su una delle modalità di insegnamento più diffusa oggi: l’e-learning, vale a dire l’apprendimento a distanza. Questo consiste nella diffusione e fruizione di contenuti didattici attraverso il web, grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali.

Il digitale ha rivoluzionato non solo le modalità di trasferimento e acquisizione delle conoscenze ma anche le interazioni e il modus operandi nell’ambito lavorativo. La maggior parte dei processi aziendali è ormai digitalizzata. Pertanto è divenuta fondamentale l’acquisizione di competenze digitali, a prescindere dal settore o dal ruolo professionale che si ricopre, attraverso una formazione adeguata.

I percorsi formativi in ambito digitale, proposti da Digital Coach, comprendono metodologie didattiche innovative, basate sul “learning by doing”, ossia sull’assimilazione dei concetti attraverso l’esperienza diretta sul campo. Scopri l’offerta formativa completa: Master e Corsi in Digital Marketing.

Quali sono le metodologie didattiche innovative

Le metodologie didattiche innovative sono basate su una evoluzione del rapporto tra chi insegna e chi apprende: l’allievo non è più alter rispetto all’insegnante. Si tratta di un nuovo paradigma dell’apprendimento, basato sulla condivisione dell’esperienza formativa tra allievo e insegnante. Quali sono le metodologie didattiche innovative? I metodi di formazione all’avanguardia sono principalmente di 3 tipi:

  • attivi
  • laboratoriali
  • inclusivi.

Tutte le innovative modalità d’insegnamento prevedono la tradizionale lezione frontale affiancata ad attività di laboratorio e all’utilizzo delle nuove tecnologie. Spesso si ricorre a strategie didattiche incentrate sul gioco, sulla creatività, sul problem solving (ossia la risoluzione di situazioni problematiche), in un’ottica di apprendimento cooperativo, partecipazione e costruzione attiva della conoscenza.

Metodologie didattiche attive

Le metodologie didattiche attive sono una declinazione delle metodologie didattiche innovative. In particolare, l’allievo, nella dinamica relazionale con l’insegnante, dialoga sullo stesso piano, mettendo in gioco informazioni ed esperienze anche attraverso il ribaltamento dei ruoli.

Quali sono le metodologie didattiche attive? La maggior parte delle metodi di formazione innovativi mira all’apprendimento attivo in quanto prevede una partecipazione attiva degli studenti al processo di formazione. sono considerate metodologie didattiche attive:

  • Cooperative Learning: si basa su un apprendimento cooperativo, nel quale ogni membro del team di lavoro partecipa a una parte del progetto. Viene esaltata l’interdipendenza tra gli elementi del gruppo con un duplice beneficio: migliorare le relazioni e aumentare la motivazione personale;
  • Peer Education: ossia “educazione tra pari”, mette al centro del processo di apprendimento il gruppo di pari, in un percorso formativo basato sullo scambio di esperienze e conoscenze;
  • Flipped Classroom: letteralmente “classe capovolta” è tra le metodologie innovative più diffuse a scuola. Come si fa la Flipped Classroom? In questo sistema di insegnamento innovativo, il materiale didattico viene reso disponibile da parte dei docenti su piattaforme digitali. C’è quindi una prima fase di studio e comprensione degli argomenti a casa, seguito da un confronto e lavoro cooperativo di gruppo in classe;
  • Debate: due squadre si confrontano rispetto ad una determinata affermazione. L’una a sostegno dei “PRO”, l’altra squadra a difesa dei “CONTRO”;
  • Role Playing: è un vero e proprio “gioco di ruolo” in cui vengono simulati comportamenti e linguaggi tipici di un contesto reale;
  • Storytelling e Digital Storytelling: è l’arte del raccontare storie, dal vivo o con l’ausilio degli strumenti digitali. Gli obiettivi sono: comunicare, persuadere, documentare e far riflettere.

Scarica la Mini Guida Gratuita
e apprendi come raccontare storie memorabili online

storytelling

Didattica laboratoriale

La didattica in “laboratorio” è una metodologia didattica innovativa che riproduce la complessità dell’ambiente reale. Anche questa metodologia si basa sul lavoro di gruppo, in cui vengono definiti ruoli e compiti in un’ottica di collaborazione. Il gruppo di lavoro si organizza in modo strutturalmente differenziato allo scopo di mettere in pratica l’apprendimento teorico: quanto si impara prende forma nella realtà. La didattica in laboratorio assume come vero l’assunto che chi fa, impara.

Metodologie Inclusive

I metodi di insegnamento inclusivi sono metodologie didattiche innovative che nascono dalla necessità di avere un gruppo di allievi eterogeneo, per background, formazione e competenze. In una situazione di questo tipo, la strada da seguire è quella di fare necessità virtù e sfruttare le differenze tra i membri del gruppo a vantaggio del precorso didattico.

Vantaggi degli strumenti didattici innovativi

Quali sono i benefici delle metodologie didattiche innovative? Senza dubbio i metodi d’insegnamento si stanno adeguando ai cambiamenti socio-culturali e tecnologici. Di conseguenza quello che caratterizza le nuove metodologie di formazione sono:

  • cosa sono le metodologie didattiche innovative in flipped classroomPartecipazione attiva;
  • Cooperazione;
  • Apprendimento attraverso la pratica;
  • Utilizzo di strumenti digitali.

Ognuno di questi aspetti implica specifici vantaggi per il soggetto che apprende. Ad esempio, nella partecipazione attiva, chi apprende è messo al centro del processo formativo, a fronte di una maggiore valorizzazione e motivazione individuale.

Nella cooperazione, il compito di ciascun membro del gruppo di lavoro è strettamente connesso all’attività degli altri. Questa interdipendenza per il raggiungimento di un obiettivo comune, rafforza e migliora la qualità delle relazioni.

La metodologia didattica fondata sul learning by doing, mette in condizione di apprendere attraverso l’esperienza diretta sul campo. Questo metodo di apprendimento risulta particolarmente efficace per lo sviluppo di capacità di problem solving. In questo caso, si stimola la ricerca di soluzioni a situazioni problematiche, utilizzando gli strumenti ritenuti più idonei in base al contesto specifico.

I vantaggi offerti dalle nuove tecnologie digitali ai metodi di formazione sono numerosi. Innanzitutto, i canali e gli strumenti digitali superano i limiti spazio-temporali. Questo si traduce in una maggiore flessibilità del processo formativo e di apprendimento: accedi ai materiali di formazione dove e quando puoi. L’organizzazione dello studio e la gestione del tempo dedicato all’apprendimento, come ad esempio nei corsi on demand, è rinviato alla responsabilità personale.

Scopri la professione digitale che più si adatta
alle tue caratteristiche e attitudini.
Fai il TEST!

test professione digitale

Metodologie didattiche innovative nel Digital Marketing

In base a quanto evidenziato finora, è chiaro che il digitale ha dato un grosso slancio allo sviluppo delle metodologie didattiche innovative. Grazie alle tecnologie digitali è ormai possibile attuare programmi didattici interattivi. Le scuole e gli istituti di formazione hanno l’opportunità di adottare, in alcuni casi, la didattica a distanza attraverso la condivisione di informazioni su piattaforme dedicate. 

cosa sono le metodologie didattiche innovative per l'impresaLa digitalizzazione non solo ha avuto implicazioni sui metodi di formazione e di apprendimento ma anche un enorme impatto sulla trasformazione delle imprese.

La digitalizzazione aziendale coinvolge ormai buona parte dei settori economici. Grazie all’online è possibile raggiungere nuove fette di mercato, per acquisire in modo più veloce potenziali clienti e, più in generale, per aumentare efficacia ed efficienza delle attività.

Conseguentemente si è reso necessario l’acquisizione di competenze digitali da parte del personale, attraverso un’adeguata educazione, basata appunto su innovative metodologie didattiche digitali.

Se per le imprese si parla di digitalizzazione dei processi, per i professionisti si tratta di digitalizzazione delle competenze. In particolare, il libero professionista, per essere competitivo sul mercato del lavoro, ha necessità di aggiornarsi continuamente. In questo caso, le metodologie didattiche innovative utilizzate nei percorsi formativi in Digital Marketing, rappresentano un valido strumento di apprendimento, con il doppio vantaggio della velocità e flessibilità.

A differenza delle imprese, i professionisti devono generare un piano personale di sviluppo di competenze e spesso questo richiede una straordinaria capacità di auto analisi. Digital Coach mette a disposizione di chi intende sviluppare le proprie competenze digitali, un coach specializzato. Un professionista del settore che aiuta a comprendere come muoversi nel gran numero di percorsi e specializzazioni.

Specializzati nel digitale
con il supporto GRATUITO di un esperto!

RICHIEDI UN COACHING DI CARRIERA GRATUITO

E-learning

Per e-learning si intende il processo di apprendimento attraverso la rete. Rientra a pieno titolo tra le metodologie didattiche innovative, non solo per l’utilizzo della rete come mezzo di trasmissione delle informazioni, ma anche per le peculiarità dei nuovi metodi di formazione: cooperazione, team working, interattività, l’uso di strumenti digitali.

Contrariamente a quanto si può pensare, nell’apprendimento in rete la dimensione della socialità non viene affatto penalizzata. È una metodologia di insegnamento collaborativo, che ricorre moltissimo al lavoro di gruppo, potenziando sia l’interazione che la socializzazione.

Work Experience o Stage in azienda

La peculiarità dell’offerta formativa di Digital Coach è l’opportunità di mettere in pratica subito quanto appreso durante il percorso di formazione teorica. Infatti, utilizzando metodologie didattiche innovative, la maggior parte dei corsi e delle certificazioni includono le Work Experience. Si tratta di vere e proprie esperienze di lavoro su progetti reali, all’interno di un team seguito da un coach.

Per i percorsi di formazione destinati agli under 30, viene garantito uno Stage in azienda della durata di 4 mesi. Un’opportunità unica per acquisire le nuove competenze digitali, mettendosi subito alla prova in un contesto aziendale reale.

Scopri come entrare con successo nel mercato del lavoro
dell’era Digitale passando dal “sapere” al “saper fare”. Partecipa al Webinar Gratuito

webinar gratuito ottieni in meno di un anno quello che gli studi non ti hanno dato

Esercitazioni Live

Le Esercitazioni Live sono l’ultima novità dell’offerta formativa di Digital Coach. Si tratta di esercitazioni interattive in diretta on line. Qui si applica la metodologia didattica innovativa del learning by doing che favorisce un apprendimento efficace attraverso l’esperienza diretta sul campo.

Oltre all’operatività pura delle esercitazioni in diretta è prevista, inoltre, una sessione di domande e risposte, per chiarire eventuali dubbi o approfondire alcuni aspetti con il docente/esperto del settore.

Ogni mese sono programmate più di 40 dirette e riguardano le principali aree di studio: web marketing, social media marketing e e-commerce. Il piano di studi può essere open oppure on demand.

Metti subito in pratica le tue competenze digitali
con le NUOVE Esercitazioni Live!

PERSONALIZZA IL TUO PIANO

Conclusioni

Le metodologie didattiche innovative si fondano su vere e proprie strategie che rivoluzionano l’idea di apprendimento. L’individuo è soggetto attivo della sua stessa formazione, il team working gioca un ruolo importante e favorisce la cosiddetta formazione tra pari (Peer Education). Allo stesso modo, nelle Flipped Classroom (classe rovesciata), l’insegnante non si limita a dispensare conoscenza ma ha un ruolo di guida.

Il docente assiste e orienta l’allievo, favorendone l’apprendimento attraverso il fare, sia con attività di laboratorio, sia attraverso strumenti multimediali e nuovi strumenti didattici.

Il metodo di formazione di Digital Coach è innovativo perché basato sul concetto “dell’imparare facendo”. La formazione non resta teorica ma si arricchisce della pratica sul campo, attraverso Work Experiences ed Esercitazioni Live. 

Se desideri saperne di più sulle metodologie didattiche innovative
adottate da Digital Coach,
contattaci!

CONTATTACI SENZA IMPEGNO

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

innovazione digitale imprenditore digitale lavorare in proprio 

andrea bonomi contentPRIMA STESURA A CURA DI ANDREA BONOMI

Laureato in Sociologia, appassionato di linguistica, si occupa di comunicazione, relazioni pubbliche, strategia, content e profilazione delle buyer persona.

Conoscenze, abilità e competenze: cosa sono e come svilupparle

Conoscenze, abilità e competenze: cosa sono e come svilupparle

Conoscenze abilità e competenze sono indispensabili per ogni ruolo che una persona può trovarsi a ricoprire durante il corso della propria carriera. Infatti, al giorno d’oggi i cambiamenti sociali e soprattutto tecnologici sono molto rapidi e non basta più un titolo di studio per farsi strada nel mondo del lavoro, ma è sempre più richiesto un portfolio autorevole che dimostri le tue reali capacità.

quali conoscenze, abilità e competenze sono richieste nel mondo del lavoroSe il tuo sogno è quello di qualificarti nel digitale, puoi costruirti un’ottima preparazione frequentando un Master Digital Marketing. Imparerai le strategie e scoprirai gli strumenti direttamente spendibili in un contesto online.

Se, invece, sei ancora indeciso sul percorso professionale da intraprendere e desideri comprendere quali conoscenze, abilità e competenze sono necessarie per rispondere alle attuali richieste del mercato lavorativo, continua a leggere.

In questo articolo, infatti, troverai:

  • una spiegazione della differenza tra competenza, capacità e abilità;
  • quali sono le competenze più richieste nel mondo del lavoro;
  • suggerimenti su come sviluppare le Digital Skills.

Step by step, ti renderai conto di cosa ti serve per apprendere e sviluppare conoscenze, abilità e competenze utili ad avere successo nella tua vita lavorativa e non solo.

Cosa sono le conoscenze abilità e competenze?

Proverò a fornirti una chiara spiegazione di conoscenze e abilità e competenze, di modo che tu possa capirne significato e differenze, e sfruttarle per orientarti nello sviluppo del percorso formativo e/o lavorativo ideale per te.

Se decidi di intraprendere la strada del digitale, ricordati che il Digital Marketing è molto utilizzato dalle aziende che vendono online e richiede l’essere in possesso di determinate hard skills (basi tecniche) che possono abbracciare diversi campi: Social Media Management, E-commerce, SEO (Search Engine Optimization), E-mail marketing e molto altro.

Conoscenze

Quali sono le conoscenze? Possono essere considerate in generale come le conoscenze disciplinari: un insieme di informazioni e nozioni che vengono apprese attraverso lo studio. Quando a scuola hai studiato la matematica, la filosofia e la letteratura, ti sei ritrovato un bagaglio di fondamentali per la tua crescita. Sufficiente? Chiaramente no, perché pur essendo importante per te conoscere la matematica per risolvere problemi, così come l’italiano per parlare e la filosofia per ragionare, questo non ti può bastare per affrontare il tuo rapporto con gli altri e per compiere scelte consapevoli per il tuo futuro lavorativo e personale.

Abilità

Che differenza c’è tra conoscenza e abilità? Se desideri svolgere al meglio i tuoi incarichi lavorativi, devi possedere delle abilità: le capacità di applicazione delle conoscenze acquisite. Quali sono le abilità di una persona è difficile da dire, perché possono essere talmente tante che non basterebbe una vita per scoprirle. 
Sicuramente, però, questa importante dimensione del sapere comprende le seguenti caratteristiche individuali:

  • sociali;
  • personali;
  • tecniche;
  • motorie;
  • metodologiche.

Si tratta di un insieme di elementi che vengono valutati attraverso prove e dimostrazioni necessarie a individuarle nel soggetto. Le abilità sono quelle che emergono, ad esempio, durante una gara sportiva. Se arrivi primo, hai dimostrato di averne in misura maggiore rispetto ai tuoi avversari.

Competenze

Le competenze, infine, sono abilità e conoscenze acquisite e usate in un determinato contesto: sul lavoro, nello studio e nello sviluppo professionale. Una delle più grandi sfide del nostro tempo è quella di iniziare a svilupparle a scuola, dove il metodo classico di apprendimento, basato sull’insegnamento di nozioni e sulla valutazione tramite esami, non può essere più considerato l’unico approccio didattico funzionante.

Le nuove generazioni sono ormai chiamate ad affrontare sfide di cambiamento a cui è importante arrivare preparati con differenti capacità, non solo con nozioni e definizioni imparate a memoria dai libri di testo.

Come avrai capito, conoscenze, abilità e competenze sono fondamentali per garantire il pieno sviluppo di una persona nella società, ed è per questo che l’Unione Europea ha definito e regolamentato (con una raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio) un elenco di 8 competenze chiave europee, ovvero quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personale.

Eccole di seguito:

  1. competenza alfabetica;
  2. capacità di parlare più lingue;
  3. capacità matematiche di base e attitudine per scienze e tecnologie;
  4. competenza digitale;
  5. capacità di imparare ad imparare;
  6. capacità sociali e civiche in tema di cittadinanza;
  7. competenza imprenditoriale;
  8. consapevolezza ed espressione.

Che cosa si intende per imparare ad imparare? Si tratta di una delle capacità personali più importanti, ossia quella di avere l’attitudine e la voglia di apprendere sempre, anche quando credi di avere già diverse conoscenze abilità e competenze. Ricorda: non si finisce mai di imparare.

Gli esperti del digital marketing possiedono diverse soft e hard skills.
Scopri con il test la professione che si avvicina alle tue attitudini!

test sulle professioni digitali

Competenze più richieste nel mondo del lavoro

Conoscenze, abilità e competenze tecniche sono molto specifiche, ovvero variano per ogni profilo che dovrà essere ricoperto in azienda. In questo caso mi limiterò a parlare di ciò che sarà sempre più importante sviluppare in futuro per ricoprire una delle nuove professioni digitali, quelle più richieste dalle aziende e anche le più pagate oggi in questi campi: E-commerce, SEO, Web Marketing e via dicendo.

Se quelle indicate dall’UE sono le skills necessarie per il pieno sviluppo della persona, adesso voglio dirti quali sono le competenze professionali più richieste: un insieme di soft (capacità relazionali e sociali) e hard skills (capacità tecniche) che, se possedute, ti permetteranno di trovare la professione che desideri.

Problem solving

Ogni lavoro che si rispetti è costellato da imprevisti e problemi da risolvere. Il problem solving è la capacità di risolvere problemi di ogni tipo e consente di portare a termine diversi risultati. Nel campo delle conoscenze e abilità e competenze questa skill è considerata come una tra le competenze trasversali più richieste dalle aziende. Il motivo è semplice: l’attuale sistema economico e lavorativo, specie dopo l’inizio della pandemia, è diventato ancora più complesso.

Perché acquisire conoscenze, abilità e competenzeTi stai chiedendo se quella del problem solving è una capacità naturale, innata in ogni individuo che la possiede, oppure se può essere sviluppata? La risposta è sì, ti puoi allenare a diventare un bravo problem solver, per svolgere compiti e risolvere delicate situazioni. Come? Attraverso l’esercizio e seguendo alcuni modelli di training come i seguenti:

  • modello dei cinque perché (5W), con il quale le domande (i perché) vengono generati a partire dalle risposte;
  • diagramma di Pareto, un grafico composto da una linea delle ascisse dove si trovano le cause e una linea delle ordinate con la loro incidenza in percentuale. Uno strumento utile ad associare le cause agli effetti, e ad individuare così le priorità di intervento;
  • diagramma di Ishakawa, anche detto a lisca di pesce, come il precedente è un grafico utile ad individuare le cause di un problema.

Solo con allenamento e formazione riuscirai a non vedere i problemi come difficoltà invalicabili e a trovare delle soluzioni.

Creatività

Un’altra competenza trasversale spesso associata al talento e non all’universo di conoscenze abilità e competenze è quella della creatività. Si tratta di una skill oggi davvero molto richiesta, soprattutto nel mondo del marketing digitale. Perché? Le persone sono difficili da conquistare. Nella vita di tutti i giorni, gli individui sono esposti a continui stimoli e spesso scelgono di rispondere solo a quelli per loro più attrattivi. 

Coinvolgere i propri potenziali clienti con contenuti creativi è una regola fondamentale per ogni esperto di Social Media Marketing e Content Marketing. Content is king, quindi se deciderai di diventare un Social Media Manager, ricorda che il tuo contenuto social deve essere creativo, originale e unico. Diversamente, non riuscirai ad attirare l’attenzione su di te e/o sul prodotto che sta cercando di vendere online.

Per queste ragioni, la creatività non è sinonimo di arte ma di sovversione e immaginazione. È la capacità di applicare nuove idee e di ribaltare i classici schemi interpretativi con straordinari modi di vedere il mondo, stabilendo connessioni logiche e individuando delle soluzioni uniche.

Nel campo dell’orientamento di carriera e delle risorse umane, esistono diversi approcci per allenare le persone alla creatività. Te ne elenco di seguito solo alcuni:

  • creative problem solving;
  • design thinking;
  • pensiero riflessivo.

Inizia a pensare andando fuori dalla tua classica zona di comfort e avrai molte più possibilità sia di trovare un’occupazione che di essere ben retribuito.

Acquisire determinate capacità serve a svolgere le professioni più pagate.
Scopri quali sono quelle del digitale scaricando ora l’E-book Gratuito

Cover-le professioni più pagate del digitale

 

Intelligenza emotiva

Parlando di conoscenze, abilità e competenze, posso dirti che il pensiero è sicuramente una componente umana molto importante. Ma le emozioni non sono da meno e con esse una delle skills tra le più ricercate oggi in azienda: l’intelligenza emotiva. Si tratta della capacità di identificare, comprendere e gestire le emozioni proprie e altrui nel modo più appropriato, e con lo scopo di raggiungere obiettivi specifici.

Secondo Daniel Goleman, l’intelligenza emotiva è due volte più importante delle capacità tecniche e del quoziente intellettivo di una persona. Sulla base del modello elaborato dal noto psicologo statunitense, l’intelligenza emotiva comprende:

  • la consapevolezza di sé;
  • la capacità di gestire le proprie emozioni e debolezze (autoregolazione);
  • l’abilità sociale, ossia la capacità di gestire le relazioni con le altre persone per condurle verso un determinato obiettivo;
  • l’empatia, ossia la capacità di comprendere, fino a quasi sentire le emozioni che provano gli altri.

Le ultime due sono le cosiddette competenze sociali di Goleman, mentre le prime sono quelle personali.

Ma perché l’intelligenza emotiva è così richiesta oggi nel mondo lavorativo? Possedere questa skill ti consente di sapere cosa fare quando insorge un conflitto, di avere gli strumenti umani e psicologici adatti a gestire le emozioni dominanti e a comunicare in modo efficace la ricerca di una soluzione.

Lavoro di squadra

Strettamente connessa all’intelligenza emotiva è la capacità di fare lavoro di squadra. Oggi le conoscenze, abilità e competenze più conosciute includono tutte il team working. Se desideri trovare un lavoro all’interno di una grande realtà aziendale, saprai già che il 90% delle grandi aziende si sviluppa al suo interno in tanti gruppi e unità, ognuna con un compito specifico da portare a termine.

Soprattutto nel mondo del Web Marketing, i professionisti lavorano sempre a stretto contatto con altri professionisti di differenti divisioni, siano esse interne o esterne all’ambiente aziendale. È per questo motivo che saper fare lavoro di squadra è valutato positivamente dai selezionatori. Ti consiglio di tenerla in considerazione, quando non sai cosa scrivere nelle competenze di un curriculum vitae. Chiaramente, ti suggerisco di non dire di averla come capacità senza aver prima maturato la giusta esperienza sul campo.

Fare lavoro di squadra significa soprattutto ascoltare le idee degli altri e sapersi confrontare per decidere insieme quali soluzioni adottare. La collaborazione in situazioni di lavoro è fondamentale se desideri raggiungere degli obiettivi e fare carriera nel digitale.

La ricerca attiva del lavoro richiede una buona strategia di partenza.
Apprendi come inserirti nel mondo del digitale scaricando l’E-book Gratuito

ebook strategie per trovare lavoro nel digitale mini guida

Digital Skills

Ti ho anticipato sopra quanto sia importante oggi sviluppare conoscenze o abilità e competenze in ambito digitale. Nei prossimi anni, infatti, 1 professione su 3 richiederà di avere delle “skills and competences” nel digital, per questo è fondamentale iniziare a svilupparle già a partire dagli anni scolastici e continuare anche dopo, a carriera avviata.

Le competenze digitali consistono in una serie di conoscenze e abilità tecnologiche che vanno dalla semplice capacità di usare un computer fino a quella di ricerca delle informazioni online, di realizzazione di contenuti per il web e di utilizzo dei principali software di intelligenza artificiale. E non solo.

Se sei già un professionista, saprai bene che, con la trasformazione digitale in corso in questi anni, per lavorare in qualunque azienda è necessario possedere delle competenze digitali. Durante la pandemia, la capacità di utilizzo dei device digitali è stata richiesta dalla maggior parte delle occupazioni lavorative. Non tutti i lavoratori, però, sono stati provvisti delle Digital Skills necessarie a lavorare, e buona parte di questi risulta ancora incapace ad utilizzare gli strumenti online.

Ti fornisco queste informazioni perché, se sei davvero interessato a trovare un lavoro nel digitale, è bene che tu conosca il contesto nel quale viviamo oggi e le trasformazioni epocali che stiamo affrontando. Non demoralizzarti, perché la soluzione per arrivare a lavorare in questo campo esiste. Continua a leggere per scoprire qualche consiglio utile su come sviluppare le giuste conoscenze, abilità e competenze in Digital Marketing.

Le Digital Skills ti permettono di lavorare ovunque.
Cogli le opportunità professionali del digitale partecipando al Webinar Gratuito

webinar digital jobs

Come sviluppare competenze in Digital Marketing

Come si sviluppano le competenze? Se desideri svilupparle, insieme a conoscenze e abilità, per lavorare nel Digital Marketing, tieni a mente che non c’è cosa più importante della formazione e dell’aggiornamento continuo. Questo settore è oggi uno dei più competitivi, data soprattutto la costante richiesta di figure professionali esperte in questo campo.

Per farti strada nel digitale, devi dimostrare di avere una comprovata capacità nell’utilizzo di tutti gli strumenti che offre il web e avere buone doti strategiche, utili ad incrementare la presenza online e le vendite dell’azienda per cui andrai a lavorare. Proverò a fornirti qualche consiglio su come si acquisisce una competenza in materia di marketing digitale.

Formati in modo mirato

Per acquisire le giuste conoscenze, abilità e competenze di un marketer digitale, devi innanzitutto affidarti a dei corsi di formazione mirati che ti permettano di studiare diverse discipline. Anche se non hai molto tempo a disposizione per frequentare le lezioni in presenza, puoi formarti ugualmente in modo completo tramite corsi online che ti consentono di seguire la formazione on demand.

Inoltre, a seconda del livello di competenza che hai necessità di sviluppare, puoi scegliere di iscriverti a un corso con certificazione, a un master o a un corso breve. L’offerta formativa di Digital Coach è ricca di Corsi Online con Attestato e ognuno di questi rappresenta il percorso ideale a favorire il tuo inserimento lavorativo nel Digital Marketing.

Fai esperienza sul campo

Come ti ho suggerito poco fa, prima di inviare il curriculum vitae per partecipare a una selezione lavorativa, è bene che tu inserisca al suo interno conoscenze, abilità e competenze maturate sul campo. In questo modo potrai dimostrare effettivamente quello che sai fare. 

Se hai appena concluso il tuo percorso di studio, ma hai bisogno di metterti alla prova nel mondo del lavoro, esistono molte possibilità di formazione pratico-operativa utili a diventare un professionista nel settore del Digital Marketing. Una di queste è lo Smart Work Experience Program di Digital Coach, un percorso formativo nel digitale che include:

  1. formazione pratico-operativa;
  2. orientamento professionale;
  3. personal branding;
  4. esperienza in azienda.

Dopo aver appreso tutta la parte teorica necessaria a conoscere gli strumenti digitali, avrai la possibilità di svolgere un vero e proprio praticantato di 4 mesi direttamente in azienda e sfruttare l’occasione per mettere in pratica quanto appreso su progetti e clienti reali.

Vuoi arricchire il tuo curriculum con un’esperienza professionale?
Partecipa alla Smart WEX e svolgerai un lavoro reale

CANDIDATI ORA

Aggiornati continuamente

come sviluppare conoscenze, abilità e competenzeSe invece sei un professionista che ha bisogno di restare al passo con le continue evoluzioni del marketing digitale, non puoi fare a meno di dedicare parte del tuo tempo all’aggiornamento.

Acquisire nuove conoscenze, abilità e competenze è diventato indispensabile per adeguarsi ai tempi che corrono e rispondere così a una società che chiede continuamente di sviluppare abilità e capacità, già a partire dalla scuola primaria attraverso una didattica orientata all’apprendimento continuo.

È ormai iniziata a tutti gli effetti l’epoca del Lifelong Learning (apprendimento permanente che dura tutta la vita), uno strumento indicato dalla comunità europea come fondamentale per sviluppare una società basata su conoscenza, sviluppo economico sostenibile e nuovi e migliori posti di lavoro.

A differenza del metodo didattico più tradizionale che viene seguito a scuola o all’università, con l’apprendimento permanente ogni persona è responsabile della sua crescita personale e lavorativa (ad ogni età) ed è tenuta ad aggiornarsi in modo continuo per mantenere il suo ruolo nella società.

Conclusioni e consulenza gratuita

Spero di averti chiarito ogni dubbio su significato, differenze e applicazioni di conoscenze abilità e competenze. Adesso, prova a metterti alla prova e a valutare attentamente quale percorso di sviluppo personale vuoi intraprendere.

Ho provato a darti qualche informazione di contesto sul mondo del lavoro che sta cambiando. Ti sarà utile per comprendere se hai bisogno di fissarti nuovi obiettivi di apprendimento o se ritieni sia necessario aggiornarti per lavorare nel campo del digitale. Sono molte le figure professionali esperte di marketing digitale richieste dalle aziende, e fra qualche mese o anno saranno ancora di più. Cosa stai aspettando?

Desideri capire quali skill sviluppare per costruire una carriera nel digitale? 
Affidati ad un esperto, ti guiderà nella scelta del percorso formativo migliore per te

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Potrebbero interessarti i seguenti articoli:

Orientatore: chi è, cosa fa e come può aiutarti competenze richieste nel mondo del lavoro come scegliere il lavoro ideale in soli 6 step

carmine martino content wexPRIMA STESURA A CURA DI CARMINE MARTINO

Ho conseguito il Master in Digital Marketing con Digital Coach. Attualmente sto svolgendo la Work Experience con il team Content.

Local Influencer Marketing: chi è, cosa fa e come diventarlo

Local Influencer Marketing: chi è, cosa fa e come diventarlo

Con il termine Local Influencer Marketing si definisce un nuovo concept di social marketing. Non ci si pone più l’obiettivo del vasto pubblico piuttosto di un’audiance più ristretta e più attiva.

Quando si parla di “local” ci si riferisce, infatti, all’area geograficamente limitata in cui si trova un’attività che decide di utilizzare il marketing d’influenza come strategia per il suo business.

Questo ha diversi vantaggi per l’azienda:

  • il budget investito è ottimizzato al meglio in quanto viene impiegato per fare pubblicità su un pubblico che è potenzialmente interessato e che risiede nei pressi della sede dell’attività;
  • l’investimento per un local influencer è nettamente più accessibile rispetto a quello previsto per un testimonial;
  • il ritorno dell’investimento è misurabile attraverso l’analisi delle KPI dell’influencer marketing.

local influencer vantaggi per le aziendeIl professionista che si occupa di local influencer marketing, conosce molto bene la zona in cui ha sede il brand che decide si sponsorizzare.Spesso è anche molto conosciuto nell’ambiente e questo fa si che abbia un importante potere di leadersheep sul suo pubblico.

Ovviamente carisma e fiducia della propria audience non sono sufficienti se non si hanno le giuste competenze.Per diventare esperti in questo settore, si possono frequentare dei Corsi Social Media Marketing che ti prepareranno ad affrontare la concorrenza in questa nuova frontiera del social marketing.

Chi è il Local Influencer Marketing

Il settore del local influencer marketing può essere considerato come una specializzazione dell’influencer marketing. Quindi occorre definire prima chi è l’influencer:

Secondo Treccani, è colui che è popolare sui social network e che è in grado di influenzare le scelte di un determinato pubblico. Ma esistono diversi tipi di professionisti in questo ambito che si distinguono in base alla quantità di persone che lo seguono e in base alla modalità con la quale decidono di lavorare. Eccone alcuni:

  • le celebrities che hanno un pubblico vastissimo che può arrivare a superare un milione di followers;
  • i top influencers anche loro con un audience elevata, hanno fino a un milione di followers;
  • i micro influencers, invece, sono già da considerarsi con un target di nicchia in quanto la loro audience si attesta sui 100.000 fallowers;
  • infine i novice influencers possiedono un’audience che si attesta sui 10.000 followers.

Scarica gratuitamente l’e-book e apprendi tutti i trucchi per
aumentare i tuoi follower e diventare un Top Local Influencer

ebook aumentare follower su instagram

Le prime due categorie, sono definite “vertical” e comprendono influencers che si specializzano in un settore specifico e che per questo vengono identificati come esperti.

Le altre due, si definiscono “local” in quanto si focalizzano su un’area geografica.

In realtà, per i local influencers, le due modalità possono intersecarsi diventando un professionista che è specializzato in un settore specifico e in un area geografica precisa.

È proprio la limitazione geografica il punto di forza del local influencer marketing in quanto, questa caratteristica comporta un numero di followers ridotto grazie al quale il leader è in grado di avere una comunicazione diretta con il pubblico, tipica del micro influencer.

Inoltre, è conosciuto spesso anche nella vita reale e ciò rafforza il grado di fiducia che le persone hanno nei suoi confronti. Per questo motivo è fondamentale che il professionista non accetti di trattare i brand non affini alla sua persona.

A questo proposito risulta importante identificare un target con cui condividere valori, passioni e bisogni.

Questo passaggio rappresenta la chiave per una comunicazione di successo che solo l’influencer professionista sa fare. Ovviamente questo non esclude la necessità di stabilire un piano editoriale con i contenuti da trattare.

Il local influencer marketing crea contenuti per la sua community dopo aver studiato la business strategy del brand con cui collabora.

Partecipando al Webinar Gratuito imparerai la ricetta perfetta
per diventare un Influencer di qualità e valorizzare le aziende locali
webinar gratuito diventare influencer

ISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

Cosa fa il Local Influencer Marketing

Attraverso la pubblicazione di contenuti sui social come Facebook e Instagram, linfluencer locale porta a conoscenza del suo pubblico le attività e le caratteristiche del territorio, sfruttando la relazione con i suoi followers. Ma come si concretizza il lavoro di un local influencer marketing?

Ecco le azioni che un professionista del settore compie costantemente:

  1. pianificazione di una strategia di comunicazione;
  2. produzione dei contenuti sui social;
  3. analisi dei dati relativi ai risultati ottenuti.

Per pianificare efficacemente una strategia di comunicazione, è fondamentale conoscere bene il proprio target e stabilire un obiettivo con il proprio cliente. A questo punto è necessario creare una comunicazione efficace e coerente con la sua brand identity ovvero come il brand vuole essere percepito dal pubblico.

La strategia di comunicazione comprende anche l’analisi e la pianificazione dei contenuti per i quali vanno stabiliti obiettivi e scadenze. Per questo si stabilisce un calendario editoriale che può essere redatto con diversi tool come:

Stabilito il calendario editoriale, si passa alla creazione dei contenuti. Accattivante, visuale, immediato sono gli aggettivi che lo devono caratterizzare. Anche in questa fase, il local influencer, deve avere competenze di vario genere per poter trasmettere in modo efficace il messaggio del brand alla sua audiance.

Infine, vi è l’analisi dei dati ovvero delle KPI stabilite in fase di pianificazione. Le principali KPI del local influencer, da monitorare sono:

  • Engagement rate: è il numero di interazioni ottenute dalla pubblicazione di un contenuto come like, commenti, menzioni e altro ancora.
  • Reach: indica quante persone sono state raggiunte con quel contenuto.
  • Conversion: sono le conversioni, ovvero il numero di vendite, download, iscrizioni a newsletter che si sono ottenute durante la campagna e sono strettamente collegate all’obiettivo che il brand si è proposto.
  • Roi: indica il ritorno sull’investimento ovvero se la campagna ha avuto un ritorno positivo o negativo.

Queste metriche sono importanti per monitorare e valutare l’andamento di una campagna ma i 3 aspetti fondamentali per cui un esperto di local influencer marketing viene ricercato sono: awareness, brand reputation e lead generation.

Per una migliore conoscenza di queste competenze e per intraprendere una professione in ambito Social local marketing, ti consiglio di dare un’occhiata al corso completo di Social Media Specialist con Certificazione con il quale potrai imparare a creare strategie, piani editoriali e a comunicare in modo efficace e persuasivo con il target di riferimento dell’azienda locale che hai il compito di promuovere.

Scaricando gratuitamente la Guida apprenderai le migliori tecniche
Social per promuovere i brand partner della tua area

ebook social media marketing miniguida

Brand Awareness

Brand awareness è un termine inglese usato per definire quanto è conosciuto un brand. Lo scopo è quello di essere presenti nella mente delle persone come primo riferimento quando si parla del settore dell’azienda per cui si sta lavorando.

Questo è uno degli obiettivi che un professionista che lavora sui social media dovrebbe perseguire. Farlo è possibile grazie alla fiducia che i follower hanno verso di lui. In primis, infatti, il local influencer marketing deve misurare la brand awareness del suo cliente e, successivamente, progettare la strategia per migliorarla.

La conoscenza della SEO per ottimizzare i contenuti, in questi casi, risulta essere molto importante.

Dopo di ché il ruolo fondamentale del professionista, è la comunicazione dei valori aziendali e del prodotto in modo empatico e disinteressato dal tradizionale venditore. Per farlo, una delle strategie che una personalità di successo dovrebbe conoscere è lo storytelling, ovvero l’arte di narrare l’azienda-cliente attraverso un racconto che ha lo scopo di suscitare emozioni in chi legge.

Questo rende la comunicazione più autentica e degna di fiducia per cui il pubblico è motivato a seguirne i contenuti. Dovrai definire quindi il tono con il quale vorrai parlare alla tua audience e che caratterizzerà tutta la comunicazione che farai.

Brand Reputation

Rappresenta quello che clienti e stakeholders in generale dicono del brand. Tra le azioni più importanti per avere una brand reputation positiva, la prima è, soddisfare le aspettative che i clienti hanno verso il l’azienda o il prodotto.

Le aspettative che il target si costruisce, vengono indotte dalla strategia di comunicazione che l’influencer adotta per il suo pubblico. Quindi, tra local influencer marketing e valori aziendali deve esserci affinità così che il leader possa promuovere coerentemente la sua immagine con quella dei valori del brand.

Talvolta, è necessario rinunciare alla promozione di aziende che non riflettono i valori del professionista in quanto ne verrebbe compromessa la sua credibilità e anche quella aziendale.

Come detto sopra, il local influencer marketing sceglie una nicchia di persone che hanno gli stessi bisogni, desideri, valori e perfino lo stesso linguaggio che è esattamente quello utilizzato da chi promuove. Se all’improvviso cominciasse a farsi portatore di valori completamente diversi da quelli sostenuti fino al giorno prima, il suo pubblico non solo non lo riconoscerebbe più ma nemmeno lo seguirebbe. In questo caso il professionista rischierebbe una pessima Web Reputation

Per mantenere la fiducia dei propri follower, un’azione risultata molto gradita da diversi studi, è essere sinceri, dichiarando la collaborazione con l’azienda scelta. In ogni caso, compito del professionista è anche monitorare ciò che viene detto online e per farlo ci sono specifici strumenti che vengono in aiuto, come Google Alert e Mention.

Lead Generation

La lead generation è un insieme di azioni che hanno lo scopo di attrarre potenziali clienti all’acquisto. Una lead è una persona che ha mostrato interesse per ciò che si sta promuovendo.

Questo è lo scopo principale che l’influencer locale deve perseguire per incrementare le vendite dei brand con i quali si collabora.

Di fatto, la lead generation, è un insieme di tecniche di “vendita senza vendere”. L’intento è quello di intercettare il potenziale cliente e una volta che questo mostra interesse, per esempio iscrivendosi alla newsletter, si resta in contatto applicando quella che viene chiamata lead nurturing, ovvero gli vengono inviati una serie di contenuti di valore per indurlo ad acquisire sufficiente fiducia e curiosità per poi proporre il prodotto o il servizio.

Anche questa è un attività che il local influencer marketing deve pianificare e che prevede numerose conoscenze di digital marketing.

Leggi l’eBook Gratuito e apprendi come attirare clienti e generare Lead

mini guida lead generation

Come diventare Local Influencer Marketing

Non esiste un percorso universitario che ti insegni questa professione ma ci sono caratteristiche personali e competenze in digital marketing che sono fondamentali per riuscire in questa mission. A seguire, ti spiegherò su cosa puntare per intraprendere la carriera di local influencer marketing.

Come hai letto più volte in questo articolo, la prima cosa da fare è definire la propria nicchia: a chi vuoi rivolgerti? Qual è il pubblico più affine a te? Queste sono domande fondamentali per intercettare i bisogni delle persone a cui vuoi rivolgerti e capire quindi quali sono i contenuti più opportuni da offrire.

local influencer marketing come si faUna volta chiarito questo punto, dovrai elaborare la tua strategia di comunicazione in modo che i tuoi follower ti riconoscano e comincino a seguirti. La nicchia e il tipo di comunicazione che vuoi fare, determinano anche quale social media sarà meglio utilizzare; se ami fare tutorial, Youtube risulta essere la piattaforma perfetta mentre, se vuoi concentrarti sulle immagini, Instagram è da preferire.

Individuato anche il social ideale, sei pronto per cominciare a pubblicare i tuoi contenuti. A tal proposito ti rivelo alcune best practice da tenere in considerazione per fare un buona strategia di local influencer marketing:

  • credibilità ed empatia: elementi fondamentali affinché si crei un seguito di persone che condivida gli stessi interessi e che decida di dedicare il suo tempo a guardare i tuoi contenuti e ad interagire;
  • costanza: è fondamentale per affermare la tua presenza sui social e pian piano crearti il seguito;
  • crea contenuti che siano di valore per il tuo pubblico e apri un blog in cui i tuoi follower possono andare ad approfondire ciò che pubblichi.

Arrivato a tal punto, comincerai ad avere sempre più seguito e potrai contattare direttamente i brand con cui hai piacere di lavorare. Come vedi, non c’è nulla di improvvisato. Si studia una strategia a tavolino e si compiono le azioni di marketing necessarie.

Se vuoi diventare un local influencer marketing esperto sarà opportuno imparare tutto ciò che ti serve per farne un lavoro vero e proprio. Ciò è possibile acquisendo le giuste competenze tramite un Corso per Diventare Influencer nel tuo settore.

I Local Influencers possiedono determinate attitudini e abilità
Compila il Test e scopri se le possiedi

test diventare influencer

Conclusioni e Consulenza gratuita

Quella del local influencer marketing rappresenta una nuova opportunità di lavoro da cogliere se ti piace l’idea di lavorare con i social media, avere un tuo pubblico e promuovere le attività del tuo territorio.

Puoi scegliere l’area geografica in cui lavorare e questo ti permette di poterlo fare ovunque tu voglia e, se invece deciderai di specializzarti in un settore in cui farti riconoscere come esperto, ti basterà una connessione internet per lavorare da casa o da dove preferisci.

È un lavoro dinamico e di relazione per cui fa per te se ti piace metterti in gioco continuamente e confrontarti con altre persone.

Oltre la sfera personale, per ottenere dei risultati, devi sviluppare delle competenze professionali in digital marketing. Tra queste:

  • SEO Copywriting: fondamentale per la scrittura dei tuoi contenuti in modo da farti trovare dai motori di ricerca;
  • Content Editor: per imparare a creare contenuti accattivanti e originali;
  • Digital PR: imprescindibili per un bravo influencer;
  • Lead Generation: per convertire il tuo traffico.

Queste sono solo alcune delle competenze di un local influncer marketing per fare la differenza sul mercato. Per avere un consiglio su come acquisire queste competenze nel modo più adatto alle tue esigenze, prenota un Coaching di Carriera Gratuito.

Contattaci per avere maggiori informazioni
sui percorsi formativi e professionali del settore digitale

RICHIEDI ULTERIORI INFORMAZIONI

Potrebbero interessarti i seguenti articoli correlati:

brand awareness cos e  lead generation come si fa  local marketing come si fa con successo