Seleziona una pagina

CONTENUTI OTTIMIZZATI SEO

Cosa sono, a cosa servono, come crearli

contenuti-ottimizzati-seoHai già sentito parlare di contenuti ottimizzati SEO, ma non ti è ben chiaro come creare contenuti di qualità? Questo è il posto giusto per capire come fare!

Che tu sia entrato da poco nel business online o che tu voglia far conoscere la tua attività online a più persone possibili ed ottenere più clienti, ti serve imparare come posizionarti nelle prime posizioni sui motori di ricerca.

Per raggiungere il tuo obiettivo devi conoscere come creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca e le relative tecniche di ottimizzazione, così migliorarne il posizionamento tra i risultati organici dei motori di ricerca e aumentare la visibilità del tuo sito, sarà davvero facile.

Se pensi che questi temi siano particolarmente importanti per gestire un’attività online e vuoi conoscere tutte le possibilità per creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca, il Corso SEO Specialist Certification è il corso giusto per diventare un esperto di questa materia e imparare tutti il trucchi del mestiere.

Vuoi riqualificarti professionalmente nel mondo del Digital Marketing?

Prenota subito al tua Consulenza di Carriera Gratuita

CONSULENZA DI CARRIERA DIGITALE

Contenuti ottimizzati: cosa sono

Scrivere dei contenuti ottimizzati in ottica SEO significa creare dei contenuti web utili e capaci di portare valore all’utente, andando a rispondere ad una sua esigenza o problematica. In più bisogna dare il tempo al motore di ricerca di trovare la pagina, analizzarla, studiarla e far si che la tua pagina venga letta correttamente da Google.

I contenuti SEO sono quei contenuti creati per essere il più pertinente possibile rispetto all’intento di ricerca dell’utente. E al tempo stesso ottimizzati affinché Google e gli altri motori di ricerca possano reperirli con facilità. Quindi creare contenuti per il web permette di essere compresi dai motori di ricerca, permette di soddisfare i bisogni delle persone che cercano online ed infine influisce positivamente sulle prestazioni del tuo sito nel lungo periodo in termini di visibilità e fatturato.

I contenuti SEO friendly

Con l’espressione contenuti SEO friendly in genere si fa proprio riferimento a quei contenuti creati rispettando le tecniche di ottimizzazione SEO in modo tale che i motori di ricerca siano favoriti nella comprensione di due aspetti principali dei nostri contenuti:

  • l’argomento che si tratta
  • le domande alle quali l’utente potrà rispondere leggendo l’articolo

Quindi è solo grazie a contenuti SEO friendly che saremo in grado di apparire nei risultati dei motori di ricerca e, grazie a questo, di portare utenti di qualità verso il nostro sito.

Perché creare contenuti ottimizzati

Creare contenuti SEO friendly è importante perché non è semplice combinare le tecniche SEO con una buona e soddisfacente User Experience. La difficoltà sta nel trovare il giusto equilibrio tra un testo piacevole per il lettore ed un contenuto ottimizzato e quindi “comprensibile” per il motore di ricerca. Pur ricercando una buona leggibilità sia per il lettore che per il motore di ricerca, bisogna comunque continuare a garantire un’esperienza che sia piacevole per l’utente e questo grazie a contenuti di qualità, che siano interessanti e validi.

Vuoi imparare come migliorare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca?

Scegli il Corso SEO più adatto a te!

CORSI SEO ONLINE

Quali best practice si possono adottare per creare contenuti SEO di qualità per il tuo blog, che siano graditi sia agli utenti che a Google?

Ricordarsi per esempio che la lettura su schermo, sia su desktop o da mobile, risulta più faticosa ed impegnativa rispetto a quella su carta e inoltre occorre catturare e mantenere attiva l’attenzione dell’utente, che spesso è vittima di distrazioni esterne che distolgono il focus. Queste riflessioni e questi consigli possono certamente aiutarti nella creazione di contenuti SEO di qualità per la tua attività online.

Ora che ti è chiaro che avere conoscenze di SEO influisce sulle tue prestazioni a lunga durata, garantendoti una buona visibilità e quindi di incrementare il tuo profitto, passiamo a vedere quali sono gli aspetti fondamentali per creare contenuti ottimizzati in ottica SEO e quindi di qualità.

Contenuti ottimizzati per la SEO: una guida pratica

Esistono delle frasi che hanno la capacità di racchiudere in sé l’intera essenza di concetti importanti. Per quanto riguarda il nostro argomento e quindi la creazione di contenuti ottimizzati in ottica SEO, te ne suggerisco due che ti saranno di grande aiuto quando ti troverai a scrivere dei contenuti per i motori di ricerca e da pubblicare sul web:

Scrivi per le persone, non per i motori di ricerca

e

Offri contenuti di qualità, contenuti come quelli che cerchi tu quando interroghi il motore di ricerca

Molti blog autorevoli consigliano di analizzare i contenuti che oggi vengono premiati da Google per una data keyword o keyphrase. E partendo dall’osservazione dei contenuti che si posizionano tra i primi risultati nella SERP, cercare di creare dei contenuti di qualità e originali che siano in grado di raggiungere lo stesso livello di approfondimento.

Le tre domande fondamentali per ti consentono di conoscere il tuo target e creare così dei contenuti adatti ad intercettare l’intento di ricerca, sono:

  • Che problemi desiderano risolvere cercando nel web?
  • Che linguaggio e che termini usano?
  • Chi sono i tuoi competitor e come agiscono?

Keyword research: individua le parole chiave

La parola chiave che scegli per creare contenuti ottimizzati deve essere precisa, pertinente e rilevante per l’utente.

Ci sono tre parametri da seguire per scegliere le parole chiave più adatte ai tuoi obiettivi di posizionamento:

  • Volumi di ricerca: il numero di volte su base mensile che quella parola viene digitata
  • Rilevanza: quanto è utile utilizzare una keyword con alto volume di ricerca se non è pertinente al tuo tema?
  • Concorrenza: le parole chiave con alti volumi di ricerche potenzialmente possono attrarre più utenti ma sono molto competitive, vanno scelte con attenzione. In questi casi è consigliabile verificare la strategia seguita dai tuoi competitor su queste query magari attraverso l’analisi dei loro contenuti

Diventa un Professionista SEO Certificato grazie al nostro corso

SEO SPECIALIST CERTIFICATION

Tool per la ricerca di parole chiave

Tra i molti tool reperibili online, uno tra i più utilizzati è lo strumento di pianificazione delle parole chiave o Keyword Planner di Google Ads. Altri strumenti utili e molto utilizzati per le attività SEO sono Ubersugget, SEO ZOOM, Answer The Public e Seo Hero.

Per approfondire ulteriormente l’argomento e conoscere a fondo come questi strumenti per la ricerca delle keyword ti posano aiutare a creare contenuti ottimizzati SEO, ti suggerisco la lettura della mini guida sui migliori SEO tools a confronto.

Scegli le keyword secondarie o correlate

Spesso i termini keyword correlate e keyword secondarie vengono confuse tra loro, quindi facciamo chiarezza in modo che tu possa ideare un’efficace keyword strategy per l’ottimizzazione SEO dei tuoi contenuti.

  • Le parole chiave secondarie sono delle varianti della cosiddetta keyword principale. Nella maggior parte dei casi, si tratta della parola chiave principale con l’aggiunta di uno o più termini utilizzati come prefisso o suffisso
  • Le parole chiave correlate sono sempre pertinenti con l’oggetto ma senza necessariamente contenere al loro interno la parola chiave principale. Si tratta principalmente dei sinonimi

Determina l’intento di ricerca

Google, e tutti i motori di ricerca, investono molte energie e denaro per elaborare strategie ed algoritmi sempre più “preparati”, analizzatori di leggibilità, che comprendano sempre meglio e sempre più velocemente la necessità e l’intenzione che muove l’interrogazione dell’utente sul web. Comprenderla e saper creare contenuti web che soddisfano questo intento di ricerca, fa la differenza perché l’utente troverà effettivamente ciò che cerca, vivendo così un’esperienza positiva e piacevole.

Esistono quattro tipi diversi di intenti di ricerca o search intent che sono: informazionale, navigazionale, commerciale e transazionale.

Va da sé che per ogni intento di ricerca esiste una tipologia di risposta differente, quindi comprendere quale sia la finalità dell’utente fa la differenza tra saper dare ciò che cerca oppure no.

Hai un animo da SEO Specialist?

Scoprilo in pochi minuti con questo Test attitudinale!

seo-specialist-test-attitudinale

Inserisci i Meta-Tag

I Meta-Tag sono elementi fondamentali per la scrittura di contenuti ottimizzati in ottica SEO, compaiono nel codice HTML di un sito web e permettono al motore di ricerca di capire di cosa tratta quella pagina al fine di classificare ed indicizzare il contenuto. I Meta-Tag sono quindi il mezzo comunicativo fra motore di ricerca e sito. È prevedibile quindi che più il codice sia pulito e più si faciliti il lavoro di ispezione del motore di ricerca.

I Meta-Tag più rilevanti sono il Tag Title, i Tag dei paragrafi e la Meta Description. Tramite questi tag, il motore di ricerca può comprendere di cosa parla la tua pagina web. Ma strategicamente, al fine di elaborare contenuti ottimizzati per la SEO, sono importanti anche l’Alternative Text Tag, che è usato per indicare al motore di ricerca le immagini inserite all’interno del sito web e il Meta-Ttag Robots, necessario per indirizzare i crawler sul tuo sito durante la loro ispezione.

Cura la SEO on-page e la UX del contenuto

La SEO on-page consiste nell’ ottimizzazione SEO di tutti i contenuti della pagina, è quindi un’operazione complessa da ripetere costantemente. Si passa dal controllo del titolo, i meta-tag, i link interni ed esterni, le immagini, l’URL fino ad arrivare al controllo della usabilità e della leggibilità della pagina da parte dell’utente.

Ad oggi si sa che Google per strutturare al meglio le sue SERP e per offrire i migliori risultati agli utenti prende in considerazione circa 200 fattori di ranking. Naturalmente non è mai stato dichiarato apertamente quali siano questi fattori, né quali siano i più importanti. Tuttavia è stata stilata una classifica dei potenziali elementi più importanti per la SEO on-page, sui quali è consigliato concentrarsi maggiormente per creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca.

  • Contenuto
  • User Engagement
  • Struttura tecnica
  • Link interni
  • Mobile Responsive

Conclusioni

Come hai visto, scrivere contenuti ottimizzati SEO è un fattore che può migliorare significativamente le performance del tuo tuo sito o della tua attività online e permetterti di raggiungere il successo che meriti. Se vuoi incominciare a padroneggiare tutte le tecniche necessarie per pubblicare contenuti di qualità ed emergere tra i risultati dei motori di ricerca, incomincia a formarti sui temi del Digital Markleting  e della SEO.

Contattaci e prenota la tua Consulenza di Carriera GRATUITA

CONSULENZA DI CARRIERA DIGITALE