Seleziona una pagina

Wordpress gallery plugin

 

La nota piattaforma Cms per blogging presenta un’interfaccia basica per la gestione dei contenuti multimediali. Se hai intenzione di valorizzare l’immagine dei tuoi lavori fotografici o crearti un collage foto gratis ben presto sentirai l’esigenza di aggiungere dei plugin per galleria di WordPress. Esistono infatti molti plugin, ma qual è quello più adatto per le tue esigenze? Hai necessità di creare un album foto fai da te o ti serve qualcosa di più professionale? Scoprilo in questa guida per la gestione immagini WordPress. 

 

Modula 2.0: La soluzione user-friendly per gestire gli effetti foto in maniera semplice

E’ un plugin freemium per galleria di immagini WordPress contraddistinto da semplicità estrema d’uso, che permette di variare altezza e larghezza delle foto e curare il rapporto di ridimensionamento già a partire dalla versione gratuita Modula Lite. Il tutto utilizzando una “Custom grid” ovvero una griglia personalizzata per il lavoro sulle immagini. La “Custom grid” mette insieme immagini di sfondo con immagini in evidenza e dà vita a presentazioni di grande valore.

A partire da $ 29 ecco ciò che offrono le versioni Pro:

  • 6 differenti stili di lightbox
  • Fino a 12 effetti di visualizzazione diversi
  • Opzione per aggiungere contenuti video alle tue immagini
  • 1 anno di aggiornamenti e di assistenza
  • Possibilità di condivisione delle immagini su Facebook, Twitter, Pinterest con pulsante dedicato

Un plugin che risulta intuitivo e adatto anche a neofiti ma utile per bloggers, fotografi, architetti, tattoo makers, wedding planners. E’ uno strumento versatile per la creazione di una “responsive gallery”. La sua interfaccia user-friendly permette un’ottima visibilità anche da mobile. Con la scelta delle opzioni Pro hai una soluzione economica per effetti foto, creazione di foto collage e possibilità di inserimento video. Quello che manca è la presenza di slideshow o showcases. Modula accorcia anche i tempi di caricamento delle tue immagini WordPress.

FooGallery: Sviluppo API per la tua galleria WordPress

Il secondo plugin è FooGallery con 2 versioni la Free e la Pro a partire da $49. Vi sono poi i piani business che permettono di gestire fino a 25 siti. Foogallery è facile da istallare e presenta un aspetto valido sul piano grafico. Nella versione base risulta già dotato di sistema di Lazy loading(ottimizzazione e variazione della velocità di download per i contenuti  della pagina), pulsante “Drag and Drop” per il riordino delle immagini, un CSS personalizzato, l’anteprima delle immagini e l’importatore delle immagini da Nextgen( altro plugin per galleria di immagini che descriverò in quest’articolo).

A partire dalle versioni Pro è possibile gestire tutta la parte video e disporre dei template e dei filtri più evoluti. E’ così possibile importare da Facebook, You Tube, Vimeo i video desiderati e creare gallerie miste con contenuti di immagini e multimediali. In più è ottimizzato, anche per la Versione free, per l’ultima versione di Gutenberg WordPress. Per la sua natura Foogallery è un framework di estensioni ed è possibile lavorare sulle parti di codice. Per questo è uno dei plugin più adatti a sviluppatori di software e a freelancers.

 

Nextgen Gallery: Album fotografici per vendere 

La versione gratuita di NextGEN offre due stili di galleria principali (presentazioni e gallerie di miniature) e due stili di album (compatto ed esteso), tutti dotati di un’ampia gamma di opzioni per il controllo di dimensioni, stile, tempi, transizioni, controlli, effetti foto lightbox e creazioni di foto collage per WordPress. A partire dalla versioni a pagamento è inclusa la funzionalità di eCommerce per vendere le immagini, un’opzione che la dice lunga sul target di pubblico interessato: fotografi professionisti dell’immagine. L’interfaccia multimmagine di Nextgen Gallery permette di dare risalto ai tuoi lavori fotografici. Qualunque sia il contesto foto, un battesimo, un matrimonio, un compleanno o la creazione di foto legate all’architettura del paesaggio, Nextgen offre svariate soluzioni per le tue esigenze. Basta attivare il plugin e  la tua barra di amministrazione registrerà la sua presenza mostrandoti subito i seguenti comandi principali:

Generale

Il primo pulsante “Overview” offre una panoramica generale sulle funzionalità del plugin e a seguire mostra i temi di immagine offerti per il tuo WordPress. La sua funzione è di biglietto da visita con la descrizione degli ambassadors, i dettagli del sito e la possibilità di fare upgrade a pagamento.

Inserimento e gestione Immagini

“Add gallery/images” (aggiungi le immagini alla galleria) permette di sfruttare le 3 differenti modalità di inserimento delle immagini:

  • Carica Immagini – permette di nominare una nuova galleria e aggiungere i file da pc.
  • Importare Immagini dalla Galleria di WordPress –Soluzione che riprende i file già presenti nella sezione “media” di WordPress.
  • Importa Cartella- In questo caso decidi di importare i contenuti presenti sulle cartelle del server. Nextgen Gallery opera una scansione dei contenuti e procede all’ importazione duplicando le cartelle presenti all’ interno della sua gallery. Selezionata una delle tre opzioni, la comparsa di un sottomenu a tendina comporta 2 possibili strade per procedere. La prima, “Crea una nuova galleria” con richiesta di digitare il nuovo titolo nella sezione sulla destra oppure  “Aggiungere immagini ad una galleria esistente” selezionando il titolo di quest’ultima dal menu. Infine cliccando su “Start Upload” permetti l’avvio del processo di caricamento dei file. In “Manage galleries”(gestisci gallerie) sulla destra trovi invece tutte le gallerie che hai creato e i loro rispettivi ID. E’ la sezione dove è possibile aggiungere titoli, tag e descrizioni alle tue immagini ed iniziare a costruire un’attività Seo su contenuti multimediali.

Seo con Immagini

Google deve essere in grado di poter scansionare e leggere le tue immagini. Considera che vi sono 3 particolari elementi da considerare per fare Seo con le immagini.

  1. i due elementi fondamentali che spesso vanno a braccetto sono l’attributo alt e il nome del tuo file. Cominciamo con l’attributo alt. Questa è la breve descrizione che viene visualizzata quando un’immagine non è caricata correttamente. Inoltre, è il testo che viene letto dagli screen reader, ossia dalle sintesi vocali utilizzate dai non vedenti che utilizzano il computer. È quindi un elemento utile sia per gli utenti, sia per Google. I motori di ricerca sono, infatti, in grado di leggere l’attributo alt e utilizzarlo per capire il contenuto delle tue foto.
  2. Ottimizzare le foto ovvero ridurne la pesantezza con l’obiettivo di abbassare i tempi di caricamento. In questo caso i click saranno effettivi e non faranno scendere nel ranking di posizionamento.
  3. Le didascalie che influiscono sulla Seo solo indirettamente ma vanno ad impattare sul tasso di bounce rate, uno degli elementi per valutare il ranking del tuo sito. Avere didascalie complete genera informazioni utili in grado di aumentare la permanenza sul tuo sito.

 

Gestione Album

“Manage Album”(Gestisci Album)  permette di controllare una serie di gallerie. Quando usi questa funzionalità per la prima volta, devi digitare un nome nel campo “Add new album”(aggiungi nuovo album) e cliccare “Add”(aggiungi). Fatto questo vedrai che il tuo nuovo album apparirà nella colonna di destra “Select album”(seleziona album). Quando un album è selezionato, vedrai il titolo di quest’ultimo nell’ intestazione della prima colonna sulla sinistra. Per cambiare l’album selezionato, usa il menu a tendina in alto e, fatta la selezione, clicca “Update”. A questo punto, per aggiungere Gallerie all’ album, ti basta trascinarle dalla colonna centrale a quella sulla sinistra. Vi è poi la sezione “Manage tag” dove puoi modificare i tag destinati alle immagini.

Impostazioni gallerie

Come vengono visualizzate le tue gallerie? La sezione  “Gallery settings” presenta una vasta scelta di visualizzazione come nella foto a lato. Qui NextGEN offre una varietà di opzioni, tra cui miniature, slideshow, muratura e mosaico. Esistono due modi per impostare il tipo di visualizzazione della galleria che desideri utilizzare.  La prima modifica solo una singola galleria, mentre la seconda applica un tipo di visualizzazione comune a tutte le gallerie contemporaneamente. E’ una sezione che permette di personalizzare il tuo collage foto.

 

 

Altre Opzioni

All’interno della sezione “Altre Opzioni”, come puoi intuire dal nome, trovi altre opzioni. Qui puoi configurare aspetti relativi all’archiviazione delle immagini, la visualizzazione delle miniature, puoi configurare il watermarket (cliccando sulla tab Filigrana) ed anche assegnare ai vari utenti i permessi per lavorare sulle gallerie. Infine, in Azzera Opzioni puoi effettuare il reset del plugin, così da reimpostare le opzioni default.

 

Envira Gallery: Drag and drop e temi responsive

Il secondo plugin che raccomando è Envira Gallery. Una volta installato ed attivato il plugin compare sulla sinistra della barra di amministrazione di WordPress. Sebbene vi sia anche una versione free chiamata Lite le sue funzionalità sono limitate. Con il pacchetto basic ad un prezzo di $ 29 è invece possibile creare slideshows e vedere le immagini ad alta risoluzione in modalità lightbox. Altri pacchetti più complessi garantiscono anche il dialogo con le più diffuse piattaforme social.

A chi è utile Envira? Se possiedi un sito per presentare i tuoi lavori fotografici ma ti scontri con problemi di visualizzazione (incompatibilità con alcuni browser, incompatibilità con alcuni dispositivi mobili, difficoltà durante le regolazioni) Envira è la soluzione al tuo problema…semplicemente da mobile potrai dar vita a collage foto e valorizzare la tua galleria WordPress grazie a questo plugin di facile istallazione.

 

Funzione drag and drop e gestione delle immagini

Envira rende possibile l’aggiunta di nuove immagini con il pulsante “Aggiungi Nuovo”. Il tasto permette di selezionare le immagini da una cartella del pc o dal catalogo multimediale di WordPress. L’alternativa è il drag and drop che aumenta la funzionalità tradizionale e permette di combinare le foto del tuo portfolio. Nella sezione informazioni di ogni immagine puoi inserire la descrizione metadati scegliendo tra: Titolo, Testo alt oppure Immagine di collegamento Ipertestuale(Hyperlink)

Impostazione galleria e schede lightbox

Una volta terminata questa operazione puoi accedere al menù di impostazione della galleria. Quindi, fare clic su config scheda per configurare le impostazioni della galleria di immagini. Nella versione Lite di Envira ovvero quella free hai un solo tema per il light-box. Nelle versioni a pagamento puoi impostare il tema della galleria, il numero di colonne, le dimensioni dell’immagine, ecc… Successivamente, è possibile configurare tutte le altre impostazioni facendo clic sulle schede sotto la scheda Config. Una volta che hai finito di settare le tue impostazioni, vai avanti e pubblica la tua galleria. Nella scheda “Lightbox” è possibile settare diverse impostazioni per la finestra figlia utilizzata per la visualizzazione delle immagini full-size quando si fa clic. È possibile scegliere l’aspetto del titolo, scorrere le frecce, scegliere di mostrare o nascondere la barra di utilizzazione. Successivamente puoi iniziare a pubblicare le tue foto.

Album

Una volta create più librerie per il tuo portfolio, vi è la possibilità di inserirle negli album. Nella sezione galleria di Envira- aggiungi dal tuo pannello di amministrazione di WordPress la variante “Addon”(aggiunta) . Una volta attivata questa variante la componente Album diventa attiva. Ritornando nella sezione Album dalla dashboard di WordPress e facendo clic su “Aggiungi nuovo album “. A questo punto puoi usare le funzioni di drag and drop per comporre il tuo album partendo dalle foto delle tue gallerie. Il pulsante “Config” permette di salvare le impostazioni per la creazione del tuo album. Alla fine di tutto questo procedimento sei pronto per pubblicare le tue foto utilizzando il tasto “Publish”. 

Per avere altri informazioni sulle funzionalità per contenuti multimediali WordPress puoi consultare anche la sezione che tratta il tema degli Slider o frequentare un corso specifico WordPress for Blogging e Seo copywriting.